ON AIR – CORSI: “Tifosi trattati come cani”, ROSSI: “A Udine in 10mila se si vince col Napoli”, BERSANI: “Florenzi male solo con Zeman”, TONETTO: “Carriera a rischio per un calciatore gay”

0
461

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Quella col Napoli spero possa diventare una partita memorabile. Se la Roma batte anche i partenopei, a Udine ci saranno diecimila tifosi. Pozzo tiferà la Roma disperatamente venerdì, si starà fregando le mani all’idea…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Questa storia del tifo e dei tifosi è incredibile, ci trattano come dei deficienti. Addirittura leggo l’intervento di un sociologo che ci spiega come educare il tifoso, manco fossimo dei cani. Noi siamo quelli che diamo da mangiare a tutti, eppure siamo i più sfruttati da tutti. Il popolo è sempre coglione.”

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “Se un calciatore dichiarasse la sua omossesualità condizionerebbe la sua carriera, anche in maniera seria. Io non ho mai avuto un compagno di squadra che confessasse di essere gay.”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo):Emergenza stadi? Il problema è sempre la mancanza di chiarezza. Ieri ho sentito delle cose pittoresche da parte dei politici che dovrebbero conoscere la materia e che invece aprono la bocca e dimostrano quanto siano lontanti dalla realtà. In nessun paese c’è un rapporto così stretto tra tifoserie e dirigenze.”

Dario Bersani (Tele Radio Stereo): “Si parla poco di Florenzi, è il bomber della Roma dei miracoli. E’ un tuttoampista, perchè può fare il mediano, il trequartista, l’ala a destra e a sinistra, addirittura la seconda punta. Questa sua frenesia lo porta ad un dispendio energentico che lo penalizza. Quest’anno ha già segnato 4 gol, quanti ne aveva fatti in tutta la scorsa stagione. Eppure si parla di tutti tranne che di lui. Florenzi ha fatto bene con tutti, ha deluso solo con il “Maestro” (Zeman, ndr).. se si offende fa un paio di fatiche, lui o chi per lui”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il più grande calciatore della storia? Meazza, o Piola.. Del dopo guerra invece Rivera, o Mazzola. Il più grande allenatore di oggi? Potrei andare su Rudi Garcia, mi sta incantando. In assoluto voto Guardiola”

Roberto Renga (Radio Radio): “Il più grande calciatore della storia è senza dubbio Meazza. Del dopoguerrra invece direi che Totti ha raggiunto Rivera e Baggio. E ci metto anche Riva. Tra gli allenatori invece dico Klopp.”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il più grande calciatore italiano di tutti i tempi? Ce ne sono stati tanti, ogni epoca ha avuti i suoi. Forse Piola, o Rivera o Mazzola. Io tra gli allenatori direi Wenger, ti tiene sempre la squadra al top e ti mette anche sempre i conti apposto”

(Continua…)

Articolo precedenteQUI TRIGORIA: Destro si rivede in campo, i compagni scherzano con lui
Articolo successivoCANDELA: “Garcia geniale, bravo a scegliere Benatia e Gervinho”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome