ON AIR – ROSSI: «Roma nel Gotha del calcio per tanti anni», CORSI: «Passeremo il Natale pensando a Juve-Roma», PRUZZO: «A Gervinho lo prendono tutti per il c…», FOCOLARI: «Il Catania non era un test»

1
507

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Questa volta allo Juventus Stadium non ci presenteremo come gli anni scorsi, con i calciatori che si erano ribellati agli allenatori. Ora è arrivata la vera sfida, con un allenatore e una squadra vera. Ho visto dei romanisti veri, come Benatia: lui è romanista doc, è un gladiatore romano. E poi Francesco Totti e Daniele De Rossi saranno al top per il 5 gennaio. Da quella partita non dico che si dirà tutto, ma quasi. Roma – Juve è la vera sfida, ma quale derby…Sarà un bel Natale, ma con la tensione dentro: la mente andrà a quella partita in ogni occasione, anche quando scarteremo i regali. Impossibile non pensare alla partita del secolo” 

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Si chiude questo 2013 con una vittoria importantissima e che consegna alla Roma una classifica inaspettata. La Roma ha 41 punti dopo 17 partite, unica squadra imbattuta: è un cammino incredibile. Abbiamo una coppia di centrali straordinaria, e Castan mi sta sorprendendo. La Roma va a Torino a giocarsi la sua partita. Stiamo tranquilli, si è messo in moto un meccanismo che porterà la Roma nel gotha del calcio per parecchi anni. Adesso si capisce dove stiamo andando, dopo due anni di buio. Ora si vede il lavoro fatto. Prima si erano sbagliate tante cose, sia per quanto riguarda la scelta degli allenatori che dei giocatori. Questo è l’inizio di un percorso di grandi soddisfazioni”.

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Io la certezza che sia iniziato qualcosa, questo si. Il buon fine ancora non ne wsono sicuro. La Roma di quest’anno sta facendo benissimo, forse nemmeno i dirigenti pensavano di aver fatto così bene. Ma questo non toglie i meriti di questa dirigenza. Sabatini ha scelto Garcia, e questo è un grandissimo merito. Riuscissimo a dare l’annuncio dello stadio e tornare in Champions…che gli vuoi dire poi a questa società? Anche quelli come me che diffidavano, dovrebbero cambiare idea. Il grande equivoco è stato ritenere Franco Baldini un uomo di campo”

Ubaldo Righetti (Tele Radio Stereo): “Garcia ha trasmesso dei messaggi precisi e semplici che sono stati compresi dalla squadra. La Roma sarà protagonista, è questo il concetto di questa nuova società.”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il Catania non era un test, assolutamente. Alla Roma gli si può dire solo brava…però quest’anno gli capita la Juve che non perde un colpo. Gervinho dopo aver sbagliati due gol clamorosi, fa quel gol ridicolo che pure l’allenatore s’è messo a ridere. Ora c’è il vero test a Torino, se la pareggi resti a cinque punti. La Roma deve cercare di vincerla” 

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Gervinho lo prendono tutti per il culo…con Wenger era diventato il divertimento della domenica. La Roma non si può permettere di regalare nessun punto, è vero che è imbattuta, ma il nostro +è un campionato di così basso livello che la Juve può vincere tutte e 25 le partite. La Roma può vincerlo questo campionato, è più forte di tutte le altre, non può lasciare punti per strada”.

Tony Damascelli (Radio Radio): “La conferma della leadership della Juventus è la notizia vera. La Roma è la sorpresa, ma nessuno si poteva immaginare questa Juventus per il terzo anno di fila. Tutti parlavano di logorio, e ivce la Jve va. La Roma ha una fortuna: di aver trovato un allenatore normale, uno che non parla male degli avversarsi, che non vuole spiegare il calcio agli altri, e secondo l’ambiente è molto più disciplinato rispetto al passato. Gervinho? E’ uno di quei giocatori che ti diverte anche per le gaffe che fa in partita”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Benatia è un mostro, un mostro terrificante. E’ il miglior difensore della serie A, e se poi si mette pure a segnare…Io ammiro la Roma e il suo allenatore Garcia: hanno vinto dodici partite e pareggiate 5, hanno presi solo sette gol, e nonostante questo hanno la Juve ancora avanti. Io non so come non gli prenda lo sconforto. E invece loro continuano a lottare.”

Roberto Renga (Radio Radio): “Volendo, il discorso si può ribaltare: nonostante la Juventus stia facendo un campionato strepitoso, la Roma è ancora lì a cinque punti.”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “De Sanctis non ha fatto nemmeno una parata, quindi ieri la Roma molto bene. Tolto Gervinho che era in una giornata da piedi storti, ieri tutti ampiamente sopra la sufficienza. Le cose più belle di Destro sono gli assist per Benatia e Gervinho. Sta giocando bene, è il centravanti che vuole Garcia per il suo gioco, è uno che svaria su tutto il fronte, ma che fa gol. Fa gol che la Roma prima non aveva nel suo bagaglio. Borriello ha fatto un gol in sette partite, Destro tre in tre: ti fa capire quanto può essere importante.  La Roma continua a essere l’unica squadra imbattuta, e il ritorno di Totti ha fatto si che la Roma creasse dieci occasione da gol. Dopo aver visto il derby di ieri, Juve-Roma è l’unica partita credibile di questo campionato”.

(CONTINUA…)

Articolo precedenteEX GIALLOROSSI – Lamela torna titolare, ma non brilla. Stek, ci risiamo: altri 4 gol
Articolo successivoMERCATO ROMA, IL PUNTO – Tutte le ultime notizie sul calciomercato giallorosso

1 commento

  1. Da uno come Pruzzo mi aspetterei giudizi più misurati. Focolari è laziale !!
    Ragazzi questa Roma ci fa sognare e divertire, avete visto ? E’ bastato anche mezzo Capitano…
    La Juve fra npo’ schioppa !!! Dico con molta convinzione che la zebra passerà una brutta befana, perchè questa Roma la metterà sicuramente in difficoltà, con il gioco. Sbatteranno contro il nostro muro difensivo, e noi li inchiappetteremo con le ripartenze, soprattutto se penseranno di poterci chiudere in difesa.
    Il Napoli è un bluff, altrettanto Benitez, che continua a fare gli stessi errori che ha fatto con l’Inter, a meno che De Laurentis non gli spenda altri 70 milioni….
    la Roma non teme nessuno, sta ancora lassù e ci rimarrà, godiamoci questo momento.
    Buone Feste a tutti e Forza ROMA.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome