“ON AIR!” – GALOPEIRA: “Nainggolan alla Roma? In prestito lo riprenderei oggi”, CORSI: “Pallotta è un disastro, fortunatamente i tifosi sono tornati alla carica”, DI GIOVAMBATTISTA: “Romanisti costretti a vivere con l’incubo scudetto alla Lazio”

31
3533

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Pedro? Nella Juve si dovrebbe mettere in fila. Mi piacerebbe che lo spagnolo scambiasse due parole con Fonseca… Se la Roma vendesse a 25 milioni Schick, rispetto ai 50 milioni incassati dall’Inter per Icardi, non dico che avrebbe fatto un affare ma che sarebbe stato un lavorone… Le parole di Cellino su Nainggolan? Io credo veramente nell’amore di Radja per Roma e i suoi tifosi. Io ho sempre pensato che la Roma ha fatto un affare a vendere Nainggolan a quel prezzo, ma altrettanto onestamente ti dico che se arrivasse in prestito e con una parte di stipendio pagato, io me lo prenderei… E non è per dare un contentino ai tifosi, non è da me, io la farei oggi pomeriggio un affare così, anche perchè confiderei molto in Fonseca…”

Jacopo Palizzi (Tele Radio Stereo): “Si continua a fare il nome di questo Bustos, e poi si legge da più parti che Pedro sia un obiettivo della Roma. Quando a 32 anni hai vinto tutto, sono forse 2 le motivazioni che ti possono spingere a giocare: o i soldi degli arabi, o l’essere stuzzicato da un allenatore che stravedere per te…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Finalmente i tifosi della Roma sono tornati alla carica con questi striscioni…Dai su, la gente non ne può più. Adesso ci scrivono che finalmente tocca a Zappacosta…è da ridere… La Roma pensa di andare a fare la serie A con Bustos, Villar e Ibanez, speriamo bene… Sembra veramente un disastro la storia di Pallotta, che è veramente una vergogna assoluta di questa società. La Roma è alla mercé di tutti, alla chiacchiera di tutti. Ogni giorno a leggere che ci sono debiti, che bisogna vendere i giocatori, è veramente vergognoso… Pallotta è venuto a Roma solo per fare lo stadio e basta, ormai lo sanno tutti…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Lo scenario che è stato raccontato dai giornali sulla Roma in questi giorni è abbastanza fedele…L’unica cosa che si può sperare è un improvviso recupero sportivo che garantisca alla Roma di andare in Champions e avere degli incassi che ora non sono preventivabili. La strategia al momento è delineata: cedere giocatori con gli ingaggi più alti e investire sui giovani e sui parametri zero…”

David Rossi (Roma Radio): “Se pensiamo a come stavamo un mese fa, stare ora a fare il dibattito sugli orari delle partite è tanta roba… Gasperini colpito dal Coronavirus? Avrebbe dovuto alzare la mano e dire che aveva un problema, e lasciar andare in panchina qualcun’altro al posto suo, e invece non lo ha fatto perchè l’Atalanta doveva giocarsi la storia contro il Valencia nella partita di Champions. Capisco che in quel momento non c’era ancora la percezione di quello che stava succedendo, ma andare in panchina in quelle condizioni non è stato molto responsabile…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Nel momento in cui si aprono cinema e teatri, non capisco come non si possa pensare a riaprire gli spazi all’aperto e a permettere al calcio di disputare i propri campionati con i tifosi allo stadio. Il calcio senza tifosi è un altro sport. Il calcio è un pezzo d’Italia, è una passione che ci coinvolge tutti, e come tale va trattato, e non come un giocherello che interessa solo qualche milionario… Si continua a pensare agli scenari peggiori, ma in base a cosa? Qua il piano A dovrebbe essere la normalità, e il piano B quello che prevede uno scenario peggiore, e invece qua è ancora il contrario…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Io sono a conoscenza che almeno quattro o cinque società di Serie A che hanno occultato alla stampa nomi di giocatori positivi al Covid19. Giocatori molto importanti, alcuni anche nazionali. La Roma dovrà vivere i prossimi due mesi con l’incubo che la Lazio potrebbe vincere lo scudetto, quello che Pallotta non è riuscito a fare fino ad oggi…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Zangrillo ti dice che chi si prende il Coronavirus ormai non si aggrava…ma perchè non possiamo dire che il virus sta scomparendo? Ma questi virologi che si sono arricchiti con le comparsate in televisioni che faranno tra tre mesi?…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Si sta discutendo su orari e giorni del campionato, ma qui c’è gente che non ha ancora ricevuto la cassa integrazione e non sa se può continuare a lavorare o meno. Tutte hanno necessità di fare bene le prime dieci partite, ma la Roma di più. Centrare il quarto posto è fondamentale. C’è da sperare che l’Atalanta inciampi altrimenti è dura. Io credo che il nuovo acquirente del club esca fuori in autunno per poi chiudere a fine anno…”

Redazione Giallorossi.net

31 Commenti

  1. Davidino:dimissioni,direi.
    Galoperira: lascia perdere tanto nun te prende sul serio nessuno.
    Dopo dieci anni di caxxate è ora che salutiate.
    Roma è stanca dei contafrottole. Siete stati la voce Del fallimento(5,15?) è ora di silenzio. E funghi, che sono sempre buoni.

    • Primo, parla per te… non sei la voce di nessun altro tifoso romanista.
      Secondo, ormai sei prevedibile come il calar della notte… sei scontato… scrivi sempre le stesse cose.
      Non perché voglia difenderlo, te lo chiedo più per una questione di principio… stavolta Galopeira che cosa ha detto di così assurdo?!? Ma non ti sei stancato di ricevere ogni volta tutti questi pollici versi?!? Possibile che non ti sia entrato in testa che la critica compulsiva senza motivazione ha letteralmente annoiato tutti (o quasi)?? C’è bisogno di entusiasmo, di positività… ma come fai a vivere il tifo così?!? Per me è incomprensibile…

    • Vent’anni fa mi capitava ancora di sentire le radio.E ricordo che il giorno dopo dello scudo agli sbiaditi Davidello insieme con l’attuale acerrimo nemico Nariolone fecero una intera trasmissione parlando di ricette di cucina. Vent’anni dopo,ha ricominciato

    • @Adino(stima,fratello) sono omini per tutte le stagioni. Mo basta. Direi, no?
      Io me la ricordo peraltro e ricordo anche una attuale firma del giornalismo romano a fare lo stesso.
      Vent’anni dopo,ha ricominciato.

    • Mario corsi, hai rotto il [email protected]@@o.sei la rovina dei tifosi invece di unirci fai le spaccature a tuo piacimento. Sei un perdente disfattista antiromanista e ruffiano all’occorrenza. Tra poco se ne accorgeranno tutti.

    • Caro Fede,ricambio la stima.Ma tu ti riferisci a quello stesso giornalista del Menzognero che tanti anni fa teneva una rubrica intitolata ”L’aveva detto “con la quale prendeva per il cubo il povero Franco Sensi riguardo alle sue promesse non mantenute di campioni in arrivo?E che adesso, in pensione,è diventato speaker di Radio Boston 2?

    • Visto che abbiamo un presidente in contumacia, che non viene nella “sua” citta da quasi due anni,
      voi che lo amate ve lo fate dire quando possiamo riabbracciarlo?..

    • Pallotta se ne va dopo che sono 9 anni che aspetta il si allo stadio. Ma che forse venite da Marte?

    • Si ma in questi nove anni, NON CI HA MAI PENSATO A FAR VINCERE LA ROMA.
      Ha pensato SOLTANTO al suo Businnes e ci ha preso in giro ( “FAREMO. DIVENTEREMO, VINCEREMO…”).
      Nel frattempo, OGNI ANNO, vendeva sempre i migliori e tirava a campare.
      Se ancora non si è capito questo, significa che dappertutto ci entra, meno che in testa.
      Personalmente a vedere non vincere la Roma mi ci sono abituato.
      Ma ad essere preso in giro, no!
      Comunque quando ritorna ( SE ritorna), fatemi un fischio…

    • Ma occultare i nomi di calciatori positivi e farli eventualmente giocare è un reato io non voglio credere che si arrivi a tanto.
      Ci hanno spiegato in tutti i modi, che un positivo, non può andare in giro commetterebbe un reato penale, che la medesima cosa valga anche per i calciatori, non ci sono interessi di campionato, di soldi, di diritti TV che reggano

  2. Ma in quale altra città, a parlare di una squadra di calcio via Radio sono persone notoriamente tifose del club dell’altra sponda? Lasciando perdere il rancoroso di Centro Suono Sport (che più che laziale, ha un “curriculum” che parla da sé) , trovo veramente triste la trasmissione di Radio Radio, rasenta proprio lo squallore.

    • Marcoilpolo, sono sempre sulla tua lunghezza d’onda. Da vero romanista che ama la squadra i colori la storia, anche se piena di dolori e poche gioie. Viva la Roma e tutti coloro che la rappresentano senza se e senza ma. Poi verranno altri presidenti altri giocatori altri allenatori evviva chi verrà. Gli infami devono cambia squadra.

  3. La solita litania diffamatoria nei confronti della Roma che ammorba quotidianamente l’etere radiotelevisivo capitolino . Premere il tasto OFF di qualsiasi tipo di apparecchio ricevente equivale in questo casi ad un vera e propria sanificazione …

  4. Grande Presidentissimooooooo… Se non ve sta bene metteteci li sordi chiacchieroniiiii…
    Ve dovreste chiamare RADIO QUA QUA

  5. A ilariuccio anche la Lazio ha vissuto l’incubo che la Roma vincesse la champions quello che Lotito non è riuscito a fare fino ad oggi.

  6. Radio ballotta invece di preoccuparsi delle nefandezze del suo badrone er perdente de focene…pensa a gasperini….che e’ stato un irresponsabile….ma a quando una parolina sul vostro badrone er focenense sulle sue malefatte e sopratutto sulle vostre 10 focenecup? Mai una parola….paura di perdere la pagnottella eh radio ballotta?
    Sempre forza MAGGICA ROMA

    • Beh, prova a chiedere ai commessi di un negozio quel che pensano del principale…

  7. Ma io mi domando e dico ma di giovambattista ma che si è perso? La Lazio non la calcoliamo come del resto la sua pseudo radio faziosa da anni…perché non parla della sua squadra senza tirare in ballo sempre la Roma ? Ma anche basta

  8. Ah Giambastì, a me dello scudetto della vergogna non frega nulla, anzi…., mi auguro che lo vincano loro, gli si addice molto come vergogna e scandalo sportivo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome