“ON AIR!” – MAGNI: “Resta Pallotta? Prospettive tristi”, CORSI: “L’idea mi terrorizza”, TRANI: “Ma al momento c’è l’1% che Friedkin non arrivi”, LO MONACO: “Ora non ha senso parlare della Roma”

12
2490

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “La Premier League sarà l’ultimo campionato ad accorgersi che ci si deve fermare, addirittura dopo la Uefa…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “La Uefa? Sono dei burocrati…non sanno come si vive…è incredibile…hanno dato dimostrazione di assenteismo mentale, è una cosa proprio fastidiosa… Coronavirus? Io spero che qui a Roma siamo stati fortunati, e che abbiamo avuto un pochino più di tempo per fermarci…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La situazione di Friedkin è ancora poco chiara purtroppo… Sono terrorizzato all’idea che Pallotta possa rimanere, nonostante alcuni abbiano ricominciato a incensarlo… Ormai è evidente che lui non decida più nulla di questa vicenda. Bisogna solo sperare che Friedkin non ci ripensi…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Se si riparte i primi di maggio, ce la fai a concludere il campionato per fine giugno… Il futuro della Roma? Dagli aggiornamenti che ho avuto, anche abbastanza recenti, la gestione ordinaria della Roma va avanti con i soldi di Pallotta. Se si va avanti così, non è da escludere che sia lui ad ultimare l’aumento del capitale, ma questo servirebbe giusto per la sopravvivenza del club. Altro che mercato furbo, così servirebbero le capriole… Quante probabilità che l’affare salti e Friedkin non arrivi? Oggi ti dico l’1%…se ci fosse una lite in atto direi il 50%, ma questo non c’è. C’è solo uno stop per questi problemi, sia del Coronavirus ma anche del crollo delle Borse…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Io mi auguro che si debba stare senza calcio e senza sport per un bel po, che non sia così lunga…ma per ora è così, ora lo sport non ha senso… Non so cosa aspetta la Uefa, ma io credo che a parte la figuraccia di questi giorni, il 17 sarà una data anche per riflettere sul futuro, sull’Europeo, sul Mondiale, sulla Confederation…vanno sistemati i calendari di tante altre competizioni… Ora faccio un’ipotesi pessimistica: ma se questa storia va avanti fino a dicembre, ma cosa riprogrammi?… ”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “L’Uefa non decide? Ogni giorno che passa diventa tutto più ridicolo.. Da qua ai prossimi sei giorni la cosa può solo che peggiorare in Europa…i campionati verranno chiusi e i voli anche… Non vedere le partite? Per me ora non ha più senso, ieri non ho seguito nessuna partita dell’Europa League…Resta Pallotta? Non so come si possa immaginare così la prossima stagione, le prospettive sarebbero tristi… Se resta lui, programmi a lungo termine non ne fa più… ”

Daniele Lo Monaco (Rete Sport): “Che senso ha ormai di parlare della Roma, dei giocatori, se recupera Diawara, dell’infortunio di Under, tanto non sappiamo nemmeno se il campionato ricomincerà tra un mese…In questo momento è difficile trovare l’interesse giusto di parlare della situazione della squadra… Noi abbiamo detto che non si deve giocare, e che se si riprende in tempo la soluzione più giusta sarebbe quella di concludere il campionato fino a fine giugno… Poi, se i tempi non ci fossero, si è detto di provare a pensare ai play off… Ma gli juventini vogliono che si cristallizzi l’attuale classifica, i laziali vogliono la finale a due, l’Atalanta a quattro, la Roma a otto…”

Franco Melli (Radio Radio): “Friedkin? Non ci voleva…quando le cose così importanti subiscono rallentamenti, non si sa mai come andrà a finire…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Se questo Friedkin vuole la Roma davvero come sembra abbia dimostrato in questi ultimi mesi, la prenderà…altrimenti vuol dire che non era così interessato… Se ora si ferma tutto, si ferma anche l’acquisto della Roma…”

Xavier Jacobelli (Radio Radio): “C’è stato un rallentamento, ma la volontà di Friedkin è ancora quella di acquistare la Roma- Parliamo di un magnate multimilionario che è necessariamente molto attento all’evoluzione della situazione economica. Ma a me risulta che la sua volontà è ancora quella, anche se i tempi saranno fatalmente più lunghi…”

Redazione Giallorossi.net

12 Commenti

  1. In un momento in cui il mondo si sta bloccando, c’è una pandemia in corso, e il futuro economico della nazione è a dir poco incerto… quell’essere spregevole di marione ha ancora in coraggio di (s)parlare di Pallotta e dei giornalisti che lo difendono. Ciò che mi fa specie, è che un troglodita simile (del suo passato neanche ne parlo, è storia), sia lo speaker più ascoltato di tutta la capitale.

    • In un momento in cui il mondo si sta fermando c è una pandemia in corso ti preoccupi di marione ?

  2. Comunque, nel caso in cui dovesse restare (per quest’anno, perché ormai i soci hanno deciso di uscire dall’investimento) Pallotta, si va avanti, come abbiamo fatto in questi 9 anni. La Roma non fallirà, perché chi di dovere ha le coperture necessarie per coprire le perdite, e il fatto che negli anni sono stati promossi diversi aumenti di capitale (c’è chi nega anche questo, nonostante sia un FATTO PUBBLICO), dimostrano che gli investitori che sono a capo dell’As Roma, hanno sempre messo mano nel portafoglio. Se non lo avessero fatto, allora sì che la Roma sarebbe fallita.

  3. Giornalai, ciarlatani, papponi, molti cacciati fuori da Trigoria, frustrati che cavalcano l’onda della polemica anche in una situazione particolarissima come quella che stiamo vivendo. Vergognateve!

  4. Ma ancora riescono a parlare di argomenti che riguardano la Roma….
    Nn mollano ste radioline
    E chiudete cavolo🙉🙉🙉

  5. E se restasse Pallotta i vari marioni della situazione se ne dovranno fare una ragione.
    Lui la Roma l’ha messa in vendita sul serio, ha fatto un prezzo, tutti hanno sempre scritto che il prezzo era stato accettato in toto da chi doveva comprare, poi invece non è stato così perché questo Friedkin non ha mai voluto firmare un fico secco.
    Ora se questa trattativa come sembra dovesse saltare, non si può accollare la colpa a Pallotta.
    La colpa è di chi prima ha detto si,poi ni, infine NO

    • Di certo c’è che l’As Roma, non ha comunicato niente ai mercati, perciò in un senso o nell’altro, la trattativa non si è ancora conclusa.

  6. ma parlate della lazio…lasciatela perde la roma..purtroppo non avete altro da dire vi è rimasto solo di giocare a briscola!!!…non servite voi ne i vostri discorsi…tornate dopo in corona virus!!

  7. Ma questi signori ancora parlano in modo poco costruttivo di calcio? si confermano piuttosto nauseanti.
    In Italia stiamo tutti combattendo con grande senso civico per evitare una diffusione totale di questo virus subdolo, e loro ci dicono :
    “Resta Pallotta? Prospettive tristi”
    “L’idea mi terrorizza”
    Tutto questo è assolutamente assurdo! Promosso solo : MONACO: “Ora non ha senso parlare della Roma”
    Qui non si è ben capito che per tornare ad una sorta di normalità bisogna aspettare mesi.
    Io amo profondamente la Roma, da 42 anni, ma ora è l’ultimo dei miei pensieri. Le quotidianità delle nostre vite è inevitabilmente sospesa ora.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome