“ON AIR!” – BERSANI: “Mercato malinconico, la situazione è imbarazzante”, PETRUCCI: “Kumbulla miglior prospetto del campionato”, NISII: “L’arrivo dell’albanese non esclude Smalling”, SAVELLI: “Dzeko? Fienga è stato chiaro, ma nessuno gli dà importanza”

18
4021

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Ci sono una marea di trattative in corso, gestito da Fienga che non è di certo un esperto della materia, e con una pletora di mediatori… C’è questo avvicinamento a Milik che però è legata a Dzeko, che va ancora definita. Rischiamo di vedere una squadra completamente diversa tra questa di Verona e quella del weekend successivo. Kumbulla? Sembrava solo una voce, e invece sembra più vicino. E’ di sicuro il centrale più interessante dell’ultima stagione, ma ha giocato un solo campionato di serie A. E’ secondo me un giocatore che, se dovesse venire, escluderebbe Smalling dato che non potrebbe investire una 50ina di milioni per due difensori… A quel punto avresti tre straordinari difensori potenziali, ma la rosa andrebbe completata con un altro Smalling, un giocatore più esperto…”

Federico Nisii (Tele Radio Stereo): “Io non escludo a priori che l’arrivo di Kumbulla possa escludere Smalling…Ora vediamo le cifre e le modalità. Anche di Milik all’inizio si diceva che costava 40 milioni…Che la Roma molli Smalling dopo tutto questo lavoro mi sembra strano. Io aspetterei… Se pensi di mettere pressione allo United con questa mossa, sbaglieresti di grosso, perchè gli fai solo il solletico…A destra se i nomi in ballo sono Faraoni o Se Sciglio, io rilancerei Karsdorp…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Smalling non ce l’hai, Dzeko lo sostituisci con Milik, che per il momento è meno forte, Zaniolo lo hai perso per infortunio… Kumbulla? La Roma in queste condizioni investe 25-30 milioni per un difensore di 20 anni che ha fatto mezzo campionato. Poi magari diventerò Thiago Silva, ma chi lo valuta Kumbulla? Qua stiamo senza una direzione sportiva… Io ancora mi rifiuto di pensare che Smalling non torni a Roma…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Kumbulla? La trattativa è vera, si parla di 30 milioni e sono tanti soldi. Certo, si tratta di un prestito con riscatto rateizzato, è una formula più elastica. Mentre per Smalling lo United continua a chiederti 20 milioni, e per un giocatore di 31 anni è più difficile da ammortizzare…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Qua il lavoro da fare era tanto, la situazione è preoccupante. Le premesse sono inquietanti, sono malinconiche. A fronte di ogni cambio di proprietà ci si attendono investimenti. Quando arrivò il consorzio americano, investirono 70 milioni sul mercato, arrivò gente forte. Questa situazione è imbarazzante da spiegare, e non basta dire che c’è una situazione debitoria pregressa, perchè sennò facciamo come i politici che è sempre colpa di chi c’era prima… Speriamo che negli ultimi 20 giorni si muova qualcosa. Se vuoi prendere i giovani, con i classe 2000, va bene, e chi te lo vieta. Questo ci dicono i fatti, ne prendiamo atto, ma poi l’importante è che riesci a farli giocare e a confermarli. L’importante è che la tua conferma dell’allenatore sia stata azzeccata, questo conterà tanto… Milik? Per me è un ottimo attaccante. La Roma non cede Dzeko perchè non è più utile o vecchio, ma fai questa operazione per risparmiare. Punto…”

Marco Juric (Rete Sport): “La scelta dell’allenatore mi sembra sempre più importanti da analizzare. Se sul mercato devi stare attento al bilancio e si sceglie tra un ventaglio molto ristretto, allora bisogna puntare sull’allenatore. A me Fonseca non convince, ma a quanto pare alla Roma sì dato che lo ha confermato…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Dzeko e Smalling o Milik e Kumbulla? Non c’è neanche da dirlo…In un vuoto cosmico che abbiamo in questo momento, ma non per colpa di qualcuno, ma per le modalità e per Pallotta che l’ha lasciata alla fine della stagione quasi all’inizio dell’altra, e i problemi sono tanti. Però certe cose che leggiamo non stanno né in cielo né in terra. Magari in prospettiva Kumbulla diventerà più forte, ma ora serve uno già pronto come Smalling. Secondo me così andiamo un po’ sotto, e per questo non vedo niente di nuovo in questa campagna acquisti, a meno che ci siano cose che i giornali non sanno…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Dzeko sta benissimo alla Roma…può essere solleticato all’idea di andare a vincere in un club importante come la Juve, ma non è con la valigia in mano o si rifiuta di allenarsi. Anzi, gli nasce la figlia e lui prende l’aereo per andare a giocare un’amichevole col Cagliari, una cosa che non è normale e che non avrebbe fatto qualunque giocatore. Si parla di effetto domino tra Roma, Napoli e Juve per gli attaccanti, ma i tre club non sono sullo stesso piano…c’è chi ha la necessità di avere un giocatore, chi di liberarsene e chi dice: “io sto qua, voi fate come vi pare“… Lo ha detto chiaramente Fienga che Dzeko resta il capitano fino a quando lo vorrà, e nessuno gli dà peso. Prima vogliono che i dirigenti parlino e poi nessuno gli dà importanza. Ma allora è meglio non parlare!…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il mercato della Roma sembrava immobile, ora stanno provando a Kumbulla alla Roma? Va benissimo, ma insieme a Smalling. Io avevo perplessità di Kumbulla  anche quando si parlava di questo giocatore alla Lazio. Certo che rispetto a quelli che hai adesso, con Smalling e Kumbulla fai un grandissimo salto di qualità. Ma con Smalling… Se non prendi lui e prendi Kumbulla, con lui Mancini e Ibanez non vai da nessuna parte…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Kumbulla? Servono comunque due difensori di esperienza. Se giochi a tre in difesa, ne servono almeno 5 di centrali. Io Smalling lo voglio considerare, poi Kumbulla o chi per lui, poi Mancini, Ibanez e rimarrà Fazio, vedrete…altrimenti ne devi andare a comprare un altro…Milik per Dzeko? Una notizia terribile. I giallorossi devono rientrare in Champions e per farlo devono avere i giocatori migliori. E il migliore è Dzeko. La Roma ci rimette, c’è poco da fare…”

Franco Melli (Radio Radio): “Smalling deve essere la priorità della Roma. I giallorossi si stanno muovendo, ma speriamo facciano in tempo. Kumbulla è strano: lo voleva l’Inter, la Lazio e va alla Roma…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Milik? Io l’ho promosso sin dal primo momento come operazione. Poi se la Roma prende anche Smalling e Kumbulla, allora diventa un mercato interessante…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Milik e Kumbulla sono due bei colpi anche di prospettiva. Se li mette a segno, la Roma merita un applauso. Dimostra che Friedkin ha una bella idea in prospettiva. Trenta milioni per Kumbulla sono tanti, ma ti metti in casa il difensore centrale per i prossimi dieci anni…”

Redazione Giallorossi.net

18 Commenti

  1. Vuoto cosmico la fine della stagione l’inizio dell’altra.
    Friedkin è arrivato che il calcio mercato doveva ancora iniziare, ben 10 giorni prima.
    Non ci sono scuse, non si può dare ancora la colpa a chi c’era prima.
    Il tempo per farci qualche regalo ci sarebbe eccome

    • “Luca Roma 18 Giugno 2020 at 13:40
      A quel prezzo lì er bostoniano manco se mette seduto”
      (l’articolo parlava di 490+85 M€)

      Per non dimenticare…

    • Difatti l’ha riveduta a di più.
      Pensa un po che genio Pallotta l’ha comprata a 80 l’ha rivenduta quasi a seicento con trecento milioni di debito, un uomo così nasce uno ogni cento anni.Un giro di affari di quasi un miliardo di euro
      Però ci ha fatto divertire tre secondi posti, cinque volte in champions league, una semifinals di champion, record di punti di gol fatti e di partite vinte, grandi giocatori visti sotto la sua gestione

    • E non l’ha comprata a 80, ma per 173 quando nel 2014 completò l’acquisizione dell’intero pacchetto.
      Finora al capotreno di Boston è arrivato da parte di Friedkin un assegno da circa 200 mln.
      Il resto sono balle…

    • @UB(ambolo)…Pallotta ha comprato la Roma con un mega-buffo concesso da Unicredit e caricato sul bilancio della Società, con un rateo che continuerà a pagare Friedkin,che se l’è accollato…
      Pallotta,in pratica,ha comprato la Roma a 0 (zero) euri e c’ha guadagnato 291 pippi tondi tondi…è un Mago della Finanza,checchè ne pensino gli Abbocconi 🙀

    • Zenoncino mio, come al solito non sai un tubo e chiacchieri. Friedkin ha sborsato 199 mln e Funny man & Friends hanno sborsato negli anni circa 300.

      “In pratica, l’intervento di Friedkin serve a non far sprofondare il club dal punto di vista finanziario, mentre Pallotta esce dall’avventura con una perdita ingente.”

      Con tanti saluti al Mago…

  2. Detto che ad “alcuni” non piace per motivi extracalcistici, da ieri DeSanctis, oltre che avere il titolo per fare il DS e il responsabile per le giovanili, è anche allenatore Uefa Pro (può allenare in tutto il mondo, anche le Nazionali). Questi titoli, uniti a 23 anni di carriera come portiere, penso che qualcosa vorranno anche dire sulle capacità e sull’impegno della persona, e penso che una valutazione su dei portieri, dei difensori o su degli attaccanti, uno che ha giocato come portiere possa anche farla (bene o male sono i ruoli con cui ha avuto più a che fare in campo). Non dico che abbia l’esperienza di un Sabatini o di un Sartori, ma come sempre noi tendiamo a sottovalutare enormemente le risorse che abbiamo in casa, cercando sempre il grande ritorno o il nome esotico, quando invece c’è chi ha dimostrato negli anni di impegnarsi seriamente in un percorso di crescita professionale dopo l’addio al campo. E’ chiaro che per la Roma mi auguro che il prossimo DS sia uno che può farci fare un salto di qualità, ma intanto il mio in bocca al lupo va a De Sanctis, che oggettivamente mi sembra molto più serio e disposto a imparare di altri, e non vorrei che fosse un elemento valido che perdiamo senza neanche averne capito o testato le eventuali potenzialità

    • Gli mancano solo i contatti di Sartori e Sabatini, per il resto ha preso tutti i titoli possibili e immaginabili.
      Ma qui l’ambientik ha deciso che è laziale, spia, incapace, non sa far niente, subito Totti senza nessun titolo al posto suo.
      Tu lo sai bene contro l’ambientik, nulla si può fare

    • bravo Criptico.

      la play ingordisce la gente, ma la realtà é un’altra…
      e de sanctis é una realtà per la roma.

    • Concordo con CriPtico e mi stupisco che molti utenti danno credito alla stampa che vuole far credere che la Roma sia senza DS e che il mercato venga gestito da fantomatici intermediari…
      Certo, i Friedkin dopo aver investito quasi 600 mln e, tanto per dire, per soggiornare a Roma affittano una villa seicentesca, fanno gestire le loro risorse al primo che capita…

  3. Caro Bersani, in genere sono piuttosto in sintonia con te, ma se veramente hai detto le parole che leggo, come minimo c’è un problema di preparazione. La situazione debitoria è pesante e lo sappiamo, ma non è quella che ti impicca, quanto il passivo di esercizio, che è quello che conta per l’Uefa.
    I circa 100 mln di ricapitalizzazione prevista da dicembre, rimetteranno la situazione a posto dal punto di vista della capacità di ottemperare alle spese, ma non sono utili ai fini del passivo.
    Per mitigare quello, oltre alle plusvalenze, si può solo agire sulle entrate, in particolare alla voce ricavi da sponsor. Altrimenti tu puoi ricapitalizzare anche per un miliardo di euro, ma nelle competizioni europee non ci entri comunque.

  4. Kumbulla è il prospetto più interessante del panorama calcistico italiano per quanto riguarda la difesa. Mancini, Smalling, Kumbulla, Ibanez: il reparto arretrato sarebbe di altissimo livello. Forza Roma!

  5. Situazione ancora più imbarazzante per voi che scrivete del nulla caro Bersani. si passa da La Roma non può investire 15 mln per Smalling, allora è quasi fatta per Izzo a 22 mln. No, Izzo costa troppo, prenderà Kumbulla a 30 (25 +7 di Cetin). già, 25+7 =30 tondi. Basta tivù è l’ora di merenda! e lavati le mani prima di mettertele in bocca. non sporcarti di nuovo con la Nutella… bersani bersani bersani.. samuele?

  6. A voi interessa fare calcoli a me interessa una Roma più forte.. kumbulla chi è che dice che vale 30 mln? E perché smalling ne dovrebbe valere molto meno per la Roma ? Perché smalling ha 30 anni?allora vedi che non si vuol fare una Roma forte ma sportivamente? Stesso discorso per le voci via dzeko per milik ?o la realtà via florenzi per boh? Che significa tutto questo perché tante critiche a pallotta e a questi con più soldi state zitti?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome