“ON AIR!” – PETRUCCI: “L’infortunio di Zaniolo è una mazzata spaventosa”, FOCOLARI: “Sono guai grossi per la Roma”, NISII: “Friedkin ha già fatto il pieno con la sfortuna”, CORSI: “Ora deve comprare”

22
3552

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Con questa bruttissima notizia Nicolò rischia di perdere due annate consecutive. E’ una mazzata spaventosa. Questa sarà una mattinata complicata, già ieri sera la notizia ci ha devastato la serata… Questo sfortunatissimo giocatore la cui assenza ha inciso in modo pesante sulla passata stagione, ora lo perdiamo di nuovo per chissà quanti mesi…”

Federico Nisii (Tele Radio Stereo): “Io sono convinto che tra i limiti della gestione Pallotta ci fosse una sfiga senza precedenti. La Roma ha pagato i suoi errori al 150% rispetto alla portata degli sbagli commessi… Con il gruppo Friedkin che deve ancora materializzarsi a Roma sono già accadute queste cose: al momento della firma, accade qualcosa che si era verificato ai tempi della peste, o della spagnola, una pandemia che ti porta a non organizzare una ripartenza aziendale più strutturata, e lo stiamo vedendo ora. Poi il gruppo Friedkin eredita un grande giocatore che si fa male alla spalla all’ultimo secondo della sua ultima partita, giocatore che aveva già firmato per la Roma. E ora Zaniolo… Friedkin ha già fatto il pieno. E non sto difendendo questo o quello, sto solo dipingendo la realtà romanista…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “La struttura fisica di Zaniolo sembra naturalmente importante, non sembra che si sia intervenuti aumentando la massa e sottoponendo i tendini a degli stress. Un crociato si può rompere, l’altro si può rompere di conseguenza perchè magari lo solleciti tanto senza nemmeno accorgertene. Conosciamo bene questi infortuni, non significa niente uscire dal campo con le proprie gambe. Ci sono giocatori che ci hanno giocato sopra, tipo Karsdorp…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La notizia l’ho data questa mattina alle nove, anche perchè me l’aveva data uno della Roma molto importante… Zaniolo purtroppo si deve operare, altri sei o sette mesi di stop. Anche questa stagione per lui è andata, è molto triste questa storia. Avevamo trovato uno che poteva diventare un fenomeno…Mi ricorda un po’ la storia di Valerio Spadoni. Per quella rometta era proprio il fenomeno, la speranza di riscatto… A questo punto il giocatore che può farci sognare al posto suo è Pedro. Ma ora la Roma deve comprare…”

Alessandro Paglia (Roma Radio): “Tempi di recupero? Di solito per un legamento crociato servono 6 mesi. A oggi chi mettiamo dietro Dzeko? Direi Mkhitaryan e Pedro, e di trequartisti ne rimangono fuori cinque: Pastore, Kluivert, Under, Carles Perez e Pellegrini, quindi figuriamoci…Al momento sono anche troppi…”

Roberto Renga (Radio Radio): “De Rossi è nato allenatore, lo farà e lo farà bene. Fienga con quelle parole mette tutto nelle mani di Dzeko, così che si sappia che è la Roma che non lo mette in vendita, semmai è il giocatore che se ne vuole andare. Ci sta. Zaniolo? Voglio essere ottimista vedendo come è entrato a Villa Stuart…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Dzeko? Mi sembra che sia la situazione dell’anno scorso. Hai un giocatore fortissimo ma che ha 34 anni e guadagna una barca di soldi. Staremo a vedere… L’unico che rischia qui è De Laurentiis che rischia di ritrovarsi Milik sul groppone a fine contratto…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Decide Dzeko? Si ma se la Roma ha un sostituto, sennò che fai, vendi Dzeko e non prendi un altro? Lui può decidere nel momento in cui la Roma ha in mano qualcosa, sennò dove va Dzeko… Ora siamo tutti in apprensione per Zaniolo, ma se dovesse aver un problema serio per la Roma sono guai grossi. La Roma perde il suo gioiello se Zaniolo non sta bene… Buon segno il fatto che camminava? Ma quello non vuol dire niente, mia moglie si è rotta il crociato mentre sciava eppure è arrivata fino in fondo alla pista…”

Franco Melli (Radio Radio): “De Rossi mi sembra molto intelligente. Ieri è stato spiritoso, è uno sveglio. Io credo che tra lui e Pirlo da questo punto di vista non ci sia partita, ma magari mi sbaglio. De Rossi non comincerà dalla Juventus, credo sia pronto a cominciare anche da una squadra di Serie B…”

Redazione Giallorossi.net

22 Commenti

  1. Mario Corsi:
    “La notizia l’ho data questa mattina alle nove, anche perchè me l’aveva data uno della Roma molto importante…” Questa mi sembra la solita sparata di chi si vuol riempire d’aria Se fosse come dice lui: Mi piacerebbe tanto sapere chi fosse stà persona importante: La suocera del giardiniere di Trigoria, l’addetto alle pulizie o magari se l’è semplicemente inventata opto per quest’ultima 🙂

    • O forse, purtroppo, c’è davvero chi da Trigoria sente certa gente e gli passa notizie (vere o false poco importa), come detto da Petrachi e da Spalletti. Purtroppo è un male che la nuova proprietà dovrebbe provare a estirpare, perchè penso che si sappiano nomi e cognomi di certi personaggi, e una bella ripulita farebbe bene a tutti, società e squadra in primis

    • @criPtico io non metto in dubbio che qualche “uccellino” ci possa essere Tuttavia sarebbe ora che chiunque rilasci simili dichiarazioni facesse i nomi Basta con le accuse nebulose Questo giochetto và avanti da troppo tempo Come già detto da qualcuno: Anche a me piacerebbe un Ufficio Stampa o un Organo Predisposto, che sappia rispondere e mazzolare per benino al momento opportuno a talune “maliziosità”
      In taluni casi si lascia correre un pò troppo.

    • Arrivato in ritardo visto che a trs tramite Biafora e Rocchetti il procuratore di Zaniolo Vigorelli aveva annunciato che al 99,99% il suo assistito s’era rotto il crociato.

  2. me piange il cuore per zaniolo e poi devo leggere chi si vanta per aver dato per primo questa bruttissima notizia?mi fermo qui sinò non mi fanno più postare….VERGOGNA!!!!!!

  3. Non credo alla Sfiga,ma neanche alla casualita,ogni cosa ha la sua spiegazione.Evidentemente Zaniolo con la sua struttura fisica,ha una predisposizione per certi traumi.Sul sito leggo molti post che consigliano di rinunciare alla nazionale da parte dei giocatori,e chi pretenderebbe addirittura dei rimborsi post infortunio..Giocare in Nazionale e’ un privilegio e un’ onore a cui molti giocatori aspirano, e simili castronerie non andrebbero neanche considerate.In passato ci sono stati giocatori che hanno dato come Zaniolo parte della loro carriera alla Nazionale infortunandosi piu o meno gravemente,come Gigi Riva con il Portogallo,e contro l’ Austria grazie a un’ entrata assassina del mediano Hof,eppure hanno continuato stoicamente a dare in seguito il loro contributo all’ Italia.Auguro percio a Zaniolo si riprendersi in fretta,e di fare in modo di indossare di nuovo la maglia azzurra, perche gli europei lo aspettano ancora nonostante tutto!

  4. Strootman 2 volte, Rudiger, Bouah, Florenzi 2 volte, Karsdorp, Zappacosta, Zdaigui, Bianda, Luca Pellegrini, Nura, Emerson Palmieri, Mario Rui, Capradossi, Calafiori, Tumminiello, Ponce, Zaniolo due volte: 20 rotture del crociato.
    Come può essere un caso?

    • Bouah non una, ma 2 volte, Tumminello ne ho perso il conto, Capradossi se le rotto di nuovo durante i play off con lo Spezia a luglio.
      La jella se la portano appresso anche quando cambiano squadra.

  5. Per giocare una partita, inutile, di un calcio ormai senza più un briciolo di valori, abbiamo perso per un altra stagione il nostro ZANIOLO, un ragazzo che e’stato trattato come un pacco da Fiorentina e Inter, sconosciuto alla pletora di opinionisti de sta ceppa, deriso con l’appellativo di asilo nido al momento del suo arrivo alla Roma, insultato a più riprese da delinquenti laziali con striscioni di merd*, con tanta gente, giornalari e avversari , che non vedevano l’ora che capitasse di nuovo ciò che e’capitato.
    Il GRANDE Peppino DE FILIPPO diceva : non e’vero, ma ci credo, scrisse una commedia in proposito, fece pure un film con CARLO CROCCOLO che faceva l’impiegato gobbo.
    Ecco Zaniolo si e’rotto PERCHE ‘ Tutti i tirapiedi anti romanisti stanno appollaiati a portare iella.
    Ora dopo che mi sono sfogato, sperando di essere stato chiaro, rinnovo il mio Nick: ZANIOLO NON SI TOCCA. aggiungendo giù le mani da Zaniolo sciacalli.
    ( P. S: il prossimo campionato, sarà un altro campionato falsato, a cui noi parteciperemo di nuovo, senza il nostro fuoriclasse )

  6. A doppia radio per festeggiare le nostre disgrazie avranno stappato una bottiglia di spumante, lo champagne costa troppo.
    Mi domando se veramente alcuni romanisti li ascoltano.

  7. Mazzata spaventosa, dice Petrucci, e interpreta bene il sentimento di tutti noi tifosi, col morale a terra e dispiaciuti sinceramente per il ragazzo. Io personalmente gli esprimo la mia più totale vicinanza e gli auguro di rimettersi al meglio prima possibile e senza fretta, possiamo attendere che torni quello che conosciamo.

    Tutto sommato però, a mio personalissimo e opinabilissimo modo di vedere, per la squadra di quest’anno le cose cambiano meno di quanto possa sembrare a prima vista.

    Primo, non siamo sprovvisti di giocatori da mettere al suo posto, e quelli che abbiamo non sono propriamente scarsi.
    L’attacco e il centrocampo avanzato sono i reparti dove siamo attrezzati relativamente meglio.
    Secondo, giocatori come Nicolò sono in grado di incidere e di dare il meglio in squadre di alto livello; con a fianco giocatori di grandi capacità fanno quella differenza che serve per lottare e prevalere al vertice, e la Roma del prossimo anno non sarà questo tipo di squadra. Possiamo dunque seppure a malincuore anche pensare che la sua assenza non sia così decisiva in questo momento per noi.
    Terzo, se tornerà ad essere il Nicolò che conosciamo, potrà reinserirsi in una squadra che avrà trovato amalgama e avrà quasi superato il periodo di purgatorio dell’anno di transizione che inevitabilmente la aspetta.
    Il ragazzo rientrerà in forma senza fretta, in tempo per riprendere il ritmo partita a fine stagione, e per valutare se potrà rientrare in Nazionale per partecipare al Torneo Europeo (meglio di no…) e si inserirà gradualmente nella nuova Roma che verrà assemblata con maggiori ambizioni (si spera) per la stagione 2021-22.
    Voglio essere ottimista.

  8. La pandemia ha fatto risparmiare a Friedkin quasi 200 milioni visto che la Roma la stava prendendo per 700 milioni.
    Io mi aspettavo che questi soldi risparmiati li mettesse sul mercato invece niente, molto deluso da questa nuova gestione.
    Oltre tutto se prima la Roma anche senza comprare, con Zaniolo aveva un senso ora senza Zaniolo non ha più nessun senso

    • @ Caro Luca Roma….ti scrivo con la saggezza che mi contraddistingue,più da Vate che da Padre…ebbene,devo spezzare una lancia a favore del nostro Presidente Dan Friedkin,per affermare che è vero che ha risparmiato 200 milioni per la Pandemia,ma è altrettanto vero che le sue Aziende hanno sicuramente registrato nello stesso periodo un calo di fatturato uguale,se non superiore,per la crisi catastrofica che ha investito il mondo dell’auto,solo parzialmente tamponata dagli aiuti statali…
      quindi,non cominciamo a mettere pressione al Presidente per acquistare qualche mezza calzetta che costa un sacco di soldi…fosse per me,venderei i pesi morti e non comprerei nessuno…IO sono taccagno di natura.

    • Aiuti statali in Italia, Friedkin vende le Toyota in alcuni Stati degli USA quindi non ha avuto alcun aiuto.

  9. Il mio pollice in alto per Zenone, stavolta, che mostra equilibrio e buon senso, ma mi aspetto un filino di ambizione in più da Dan e Ryan.
    A me non piace sprecare, ma quando c’è da investire non sempre il braccino corto è di reale aiuto per ottenere il risultato.
    Spero che i Friedkin sappiano individuare la proverbiale aurea via di mezzo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome