“ON AIR!” – ROSSI: “Le parole di Mou mi preoccupano”, FERRETTI: “Ha voluto creare il problema Abraham”, PUGLIESE: “Attaccante strapagato che non vale quei soldi”, CORSI: “Con dieci Pellegrini non vinci manco una Coppa Italia”

36
1004

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Se volevamo sapere cosa pensava Mourinho, lui lo ha detto: ieri parla di “mercatino”. Lo ha detto, ma le perplessità rimangono più di prima. E allora? Se è così, se è stato un mercatino, intanto io presidente mi arrabbierei. Mou dice che Dybala e Pellegrini hanno la stessa luce, ma non è vero: uno è un faro in mezzo al mare, l’altro è un lampione. Pellegrini, come Dybala, ha sempre problemi muscolari. Mou ti fa capire: ma che ci faccio? Sta sempre male…Lui un anno su sei lo ha fatto. Aquilani, che era più forte di Pellegrini, non stava mai bene. Io di Pellegrini spero che stia sempre bene, perchè è uno che in questa Roma deve giocare. Ma nella Roma che ho in mente io, starebbe in panchina. Con Pellegrini non vinci, anche se è forte. Con dieci Pellegrini non vinci manco una coppa Italia, è fragile, lo dimostra il suo curriculum…”

David Rossi (Rete Sport): “Sono preoccupato, perchè in questo anno e mezzo la Roma quando ha vissuto dei passaggi a vuoto la reazione di Mourinho è sempre stata propositiva. Stavolta invece è stato più riflessivo, amareggiato. E questa cosa mi dà la sensazione che lui sta prendendo consapevolezza che un determinato numero di cose ancora non si può fare. Lui ha capito che la squadra ha ancora dei limiti importanti, limiti tecnici: non è così scarsa come qualcuno la dipinge ma nemmeno così forte. Ha delle individualità importanti, che però ora non ci sono. E di quelli che rimangono, lo stato di forma non è il migliore, e parlo di Pellegrini, Spinazzola e Abraham… Il sentimento prevalente dopo la conferenza di ieri è la preoccupazione…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Ero convinto che Mourinho ieri non parlasse, e se lo ha fatto è perchè voleva dire determinate cose, come quella su Ibanez ma anche quella su Abraham. Per la Roma la sosta è veramente una cosa positiva, sta raschiando il fondo del barile, è arrivata al limite delle sue forze…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Conferenza stampa che verrà ricordata, Mou ieri ne ha dette tante. Ieri mi ha impressionato il fatto che abbia chiamato “mercatino” il mercato della Roma. Ha difeso Ibanez e Karsdorp, di certo non ha difeso Abraham e questo è un aspetto da analizzare in modo più approfondito: ha fatto capire che ha la testa altrove. Quelle parole non lo hanno difeso, ma lo hanno messo in una situazione complicata. Alla base c’è qualcosa di ragionato, avrà voluto mandare un messaggio al giocatore, ha voluto creare un problema Abraham forse per svegliarlo. Devo pensare che il tempo delle scuse è terminato, e stasera devo aspettarmi Belotti. Ieri ha poi parlato di centrocampisti tirando perfino fuori Sergio Oliveira, e forse non è così soddisfatto di Camara… Lui usa il termine mercatino perchè a suo modo di vedere questo è quando prendi giocatori a parametro zero spendendo 7 milioni. Un mercatone è quando spendi 30 milioni per comprare un giocatore. Lui ha protetto sé stesso con quella parola, ma ha difeso anche la Roma?…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Se Abraham stesse pensando al Mondiale, dovrebbe mangiarsi l’erba quando scende in campo. Mi viene da pensare che ci sia altro sotto, che abbia un blocco psicologico. Io sono sempre stato convinto che non sia un grande centravanti. L’anno scorso mi sono cosparso il capo di cenere dopo che ha fatto 27 gol, ma resto straconvinto ancora che sia un normalissimo centravanti strapagato che non vale 40 milioni di euro. Mi sembra uno con degli evidenti limiti caratteriali: questo suo continuo gesticolare, questa sua platealità fa capire che sia ancora immaturo, bambinesco, che non sia un giocatore mentalmente in grado di uscire dalle sabbie mobili, e questo mi preoccupa…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il termine mercatino usato da Mourinho? Secondo me non era un messaggio rivolto alla società, lo stava dicendo a noi: attenzione, non è che bisogna avere grandi aspettative. Alla società lui dice grazie per quello che ha fatto, per quello che poteva fare ha fatto il possibile. Dopo di che però a voi vi dico, attenzione perchè non è il mercato che serve per vincere. Ma non vedo frizioni con la società…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma stasera ha un risultato solo, la vittoria, altrimenti si allontana dal gruppo Champions. Le altre, Juventus, Inter e Lazio credo che vinceranno. Però non è facile: se il Sassuolo è in giornata nomale, la Roma vince. Ma se capita nella grande giornata fa grandi partite proprio contro le squadre più importanti, e quindi la Roma deve stare molto attenta…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Mou ha detto cose condivisibili soprattutto su Ibanez. Il gruppo di lavoro della Roma è affiatato, integro, si vogliono bene e questa è la cosa positiva. Poi c’è tutto il resto che mi lascia perplesso, su giocatori che non stanno rendendo niente e il momento è delicato. La squadra è in difficoltà, ora ti manca anche Pellegrini, e c’è bisogno di una reazione forte. Sulle qualità tecniche e sulla possibilità di fare un paio di gol, qualche perplessità ce l’ho…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “L’elemento fondamentale è l’assenza congiunta di Dybala e Pellegrini, e ora sei costretto a mettere dentro Volpato, che a me piace moltissimo, ha grandi numeri e personalità. Lui ha la possibilità di giocare nella nazionale più grande del mondo come quella italiana, e giustamente non vuole precludersela. Sono molto curioso di rivederlo stasera. Mou lo critichiamo per tante cose, comprese le parole di ieri che sono state discutibili in tanti passaggi, ma ha il merito di aver lanciato giovani come Volpato e Zalewski…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteCalciomercato Roma: Lukic nel mirino, a gennaio sarà derby con la Lazio
Articolo successivoArgentina, Scaloni: “Ho chiesto ai club di non far giocare chi non è al 100%. Ho rimandato la lista dei convocati…”

36 Commenti

    • Potrebbe dire che a Gennaio avremo Dybala e Wjinaldum,
      e magari Pellegrini e Spinazzola finalmente in forma,
      per non parlare di Abarahm che ha sempre segnato e che prima o poi supererà
      questa crisi nera.
      E secondo te sarebbe la stessa Roma di adesso?

    • Ma guarda che secondo me è stato travisato. La parola “mercatino” per me è usata in senso opposto, ironico se vuoi: abbiamo fatto uno sforzo enorme in estate per prendere calciatori forti spendendo il minimo, e oggi li hai quasi tutti fuori. Per me solo chi vuole far polemica per forza va a scavare sulla parola.
      Mi trovo invece d’accordo su chi lo vede perplesso, perché ok le difficoltà (onestamente, se perdi Dybala, Pellegrini e Miki, chi crea il gioco?), ma qui invece che andare avanti si va indietro. Voi trovate altre squadre nel pianeta dove un giovane attaccante fa 27 goals in una stagione e quella dopo quasi zero? Boh… Per dire, Kvaracoso, guardiamoci nelle palle degli occhi: qua a Roma che parabola avrebbe fatto? Quella che hanno fatto mille calciatori sotto cento allenatori diversi, otto partite da supertop, poi si siedono. Ma a voi Zalewsky sembra quello dell’anno scorso?
      Credo sia questo ciò con cui si sta scontrando oggi Mourinho e, non lo dico per incensarmi eh, non mi interessa, ma lo vado dicendo da un sacco di tempo. Qua a Roma si fermano, ed è il motivo per cui non vinciamo nulla.
      Adesso, mi permetto di dire, la Juve quest’anno non è che abbia rubato come ai tempi di Moggi eh, ma sta andando avanti con Gatti, Fagioli e Miretti, e li vedi che, per quello che possono, stanno lì attaccati. Ma possibile che noi ogni anno dobbiamo ricominciare co se Karsdorp fa i cross, se Cristante non perde il pallone in uscita, se Abraham la pianta di prendere i pali, se Zalewsky torna a saltare l’uomo… E dico loro per dire i calciatori dell’ultima rosa, quelle passate è uguale.
      Del resto, Dzeko lo disse nella famosa intervista “abbiamo staccato la spina”.
      Te prova a staccare la spina alla Juve…
      Questa è la differenza. Sennò, a parte l’ultimo periodo che siamo un po’ in affanno, sai quanti goals in più avevamo fatto da inizio stagione?

    • Dall’analisi condivisibile fatta da @ Idi di Marzo si evince che dentro Trigoria ci vuole qualcuno che evidentemente adesso non c’è ,che impedisca ai giocatori di “staccare la spina” dopo la conquista di una Coppa ,importante per carità, ma che evidentemente è stata interpretata come punto d’arrivo e non come trampolino per ulteriori e maggiori successi.
      Mourinho non può fare tutto,anche il direttore sportivo (che non c’è) o il dirigente accompagnatore (che non c’è).
      La proprietà deve pensare un pò più alla parte tecnica e un pò meno a quella finanziaria,altrimenti il Gigante assopito diventa la Bella addormentata che non si risveglia più.

    • Quindi da gennaio vedremo Gini e Dybala in campo per giocare 30 partite? Tutte e 30, sperando di andare più avanti possibile nelle coppe? O ci sarà comunque bisogno di un turnover che ad oggi non esiste? E non esiste per precisa scelta, perché in alcune partite non c’era nessun bisogno di mettere sempre i soliti 11…

    • Caro Idi, tu dici che i giocatori si siedono qua a Roma e che il povero Mourinho non può fare nulla al riguardo… Ma allora mi e ti chiedo… Chi è che ha spinto per far rinnovare Pellegrini a 4,5 mln, Mancini a 4 e ora Cristante a quasi 4 mln? Te lo dico io: Mourinho! Poi, per forza questi staccano la spina: hanno già ottenuto il massimo dalla loro carriera, ben oltre le loro possibilità. Mourinho, dunque, non può lamentarsi. Pellegrini, ad esempio, ha rinnovato grazie a Mourinho che oltretutto lo incensa in ogni occasione. Ebbene parliamo di un buon giocatore, niente di più. Non è nemmeno titolare della nazionale italiana e quando stava in scadenza con clausola al seguito, non se lo è filato nessuno… Caro mio, chi è causa del suo mal pianga se stesso. Ora stiamo facendo la stessa cavolata con Cristante, un mediocre che rinnoverà a cifre assurde… Mah

  1. Oggi la Roma farà la solita minestra e uscirà da Reggio Emilia con i 3 punti. Sono molto fiducioso.

    Posso dire che spero cordialmente con tutto il cuore che il Sassuolo vada in B?
    Non tanto per la storia di Frattesi, dove loro giustamente hanno fatto i loro interessi, e nemmeno per le dichiarazioni di Dionisi di ieri che vabbè, diamogli i suoi 2 minuti di gloria. Il problema è un altro: trasferta al Bentegodi, curva, 20 euro. Trasferta al Mapei Stadium, i bambini di 7 anni in curva pagano 35 euro.

    E forse la B per loro è poco.

    • vero tutto.

      tranne sul discorso stadio dove sono daccordo in parte.

      il mapei stadium è (per gli standard italiani) un vero gioiellino, quindi te lo fanno pagare.

      verona, oltre a essere una piazza/tifoseria odiosa ha uno stadio vecchio che non si può vedere.

      credo che nella politica dei prezzi questo influisca non poco.

      Veniamo via con i 3 punti, è l’unica cosa che conta.

      ❤️🧡💛

    • @Rudy, a me va bene tutto, ma 35 euro un bambino di 7 anni in curva è una rapina da cravattaro (perché sanno che tanto la Roma lo stadio glielo riempie, loro sono in 2.000 e tutti gli altri sono tifosi della Roma).
      Va contro ogni logica di sport, incentivi, inclusione, famiglie allo stadio, giovanili predicate da chiunque, Sassuolo compreso.

    • idi

      sono stato di recente in danimarca, per curiosità sono andato a vedere una loro partita di cartello della massima serie, considera poco più della ns serie B come livello.

      stadio perfetto, ambiente perfetto, prepartita con banchetti per famiglie, musica dal vivo e contest per bimbi, zero controlli fuori, zero controlli all’entrata, 1 steward ogni 50 metri in tribuna, nessuna recinzione, vetri protettivi, nulla.

      zona per bambini per disegnare, fogli e matite sembrava un asilo.

      quando mi parli di “logica di sport, incentivi, inclusione, famiglie allo stadio, giovanili predicate da chiunque” ti dico che di tutto questo purtroppo in Italia non ce n’è traccia.

      ed è un dispiacere enorme constatarlo.

      ❤️🧡💛👊

    • forse il prezzo è rapportato anche alla qualità e costo della vita oltre che agli stipendi che prendono li. e poi al norde il business viene prima di tutto

  2. Se avessimo un euro per ogni caxxata di Corsi saremmo ricchi. Pellegrini nel curriculum ha una conference vinta ed un europeo che avrebbe vinto da titolare se non si fosse infortunato.
    Aquilani giocatore diverso inutile fare paragoni.
    Meno male che la Roma che ha in mente Mourinho è diversa, perché lui fa l’allenatore
    poi al fantacalcio prendiamo tutti i top player ..

    • La cosa migliore sarebbe ignorarlo. Anche perchè nessuno ha ancora capito a che titolo parla di calcio.

    • Qua dentro la maggior parte di voi ha esultato all’infortunio di Pellegrini, rincarando il disprezzo anche il lunedi.
      Però se il marione di turno vi dice che Pellegrini non è un campione e in una Roma forte farebbe panchina, allora no, non vi sta bene.
      E cmq Pellegrini e Aquilani sono uguali eccome e, sì, Aquilani era decisamente piu forte.
      Eppoi entrambi sono mezzi fracichi, per cui si somigliano ancor di piu.

    • Peccato che a Udine . Ci sta sempre un esempio negativo che viene fatto di volta in volta per avere ragione..
      Vinciamo contro le piccole?
      Peccato che non vinci gli scontri diretti e via con la lista…
      Vinci qualche partita con le grandi?
      Peccato che con le piccole non vinci..e via con la lista…
      Perdi a Udine, ma vinci a Milano con l’Inter ?
      Viene preso come esempio Udine mica Milano…
      👍

    • ha ragione gaetano e va preso in considerazione tutto, persino che negli ultimi 3 scontri diretti in casa non abbiamo fatto nemmeno un gol.. e che tra Juventus Inter Atlanta Napoli Lazie e 2 volte il betis abbiamo vinto solo una partita.
      Quando si alza il livello la Roma purtroppo scende vertiginosamente.

  3. In pratica da come si evolvera’ il campionato capiremo se Mourinho rinnovera’ oppure mollera’ la Roma con un anno d’anticipo.Dopo di lui vedo il vuoto (anche se non mi piace come fa giocare le sue squadre). Dipende dal presidente Friedkin adesso,prendere o lasciare!

    • Ma cosa dici? Ti dovresti vergognare! La Roma prescinde da Mourinho. Abbiamo vinto e giocato bene senza di lui e possiamo rifarlo. La società e seria e nel mondo c’è tanta gente preparata… Basta solo sceglierla bene. Ma credi che Friedkin spenda solo sotto minaccia di Mourinho? I Friedkin, se vogliono, assumono Mourinho come loro maggiordomo… Ma guarda tu cosa devo leggere. Vergognati!

  4. Cominciassero a cambiare metodo e luogo di preparazione estiva che a Trigoria co 40 gradi all’ombra non mi pare che in due anni abbia portato grandi risultati so tutti stirati e non se reggono in piedi…e prendessero qualche osservatore decente invece de fa mercato solo in Premier co gli scarti degli altri…poi nse lamentamo degli esuberi

  5. il bello di questa rubrica c’è giustamente il pensiero di tutti,sulle parole del mister ognuno ha la sua risposta ,una risposta differente tra tutti quelle proposte,tutti possiamo dire commentare ma a decidere sarà sempre lui, o ci fidiamo,o sotto un altro,però sempre pronti a massacrare tutto e tutti.
    Forza Roma.

  6. mariuccio: Con Pellegrini non vinci, anche se è forte. Con dieci Pellegrini non vinci manco una coppa Italia, è fragile, lo dimostra il suo curriculum…”

    con salah, Allison, Nainggolan, strootman, pjanic, totti, de rossì, Dzeko, ecc. non abbiamo vinto niente.

    il marcio siete voì finti tifosi che non vedete l’ora che la Roma perda, basta che non vi toccano il vostro orticello
    tanto qualcuno che vi farà chiudere si troverà

    • caro Tontinho nn te la prendere..qui è pieno di Fenomeni..tu chiama a me che li aggiusto io..eh eh

  7. Secondo me a parte Dybala e Smalling unici veri perni della squadra, resterebbero Zaniolo,Spinazzola e Zalewski. Il resto purtroppo sono più o meno da classifica prodotta in questi ultimi 3 anni e mezzo.

  8. Ferretti ma che minkia dici……Il caso Abraham l’ha creato Abraham…..Mourinho più che farlo giocare e spronarlo in continuazione che deve fare? Il tuo cervello è unaso…..Anche piuttosto grave.

  9. a mouri’ sta squadra gioca che fa pena.. ma le vedete le partite? schemi zero sovrapposizioni zero squadra scollata con voragini a centrocampo..non tiriamo in porta neanche co questi che erano pizze e fichi stavolta.. ancora co.la colpa ai giocatori..basta !! e annamo su..

  10. Ormai ho perso il conto di quanti goal ha sbagliato sotto porta abrham per non parlare degli stop che sbaglia in continuazione e non parlo di quelli aerei che gli arrivano ma quelli palla a terra è gravissima come cosa essendo un attaccante non ha un controllo palla decente.

  11. E allora? Se è così, se è stato un mercatino, intanto io presidente mi arrabbierei.

    Comunque il giochetto è sempre lo stesso non cambia mai.
    Bisogna essere romanisti contro la società.
    Prima si era contro allenatore e società ora si è a favore dell’allenatore per andare contro la società.
    Come se Mourinho fosse venuto a Roma da solo, a me sembra che lo hanno portato i Friedkin e sembra pure che lo pagano i Friedkin oltretutto mi sembra anche l’allenatore più profumatamente pagato in Italia.
    Però Mourinho è da venerare
    I Friedkin sono da disprezzare finché il tifo verrà indirizzato in questo modo ho paura che 🤏

  12. Quando i Friedkin presero la Roma, ancor prima di procedere a un cambio allenatore, cosa che fecero dopo e che serviva come il pane, mi sarei aspettato che inserissero nell’area tecnica-manageriale no uno ma due, tre direttori sportivi del livello di Sabatini, Baldini e altri che la Roma ha avuto in anni e decenni precedenti (pur coi loro difetti sapevano di calcio). Hanno deciso invece di affidare tutta la baracca ad un trentenne e anche se poi prendi Mourunho questa scelta non potrà riequilibrare l’impoverimento di idee, strategie della società. prima lo capiscono e meglio è per tutti. Non basta l’allenatore manager che fa tutto lui, servono altri ruoli competenti nella dirigenza “tecnica”, per scegliere bene i giocatori e far un progetto che abbia un senso

  13. La roma aveva pensato a Sarri che è un tecnico da campo,poi c’è sta la svolta il cambiamento….hai scelto Mou e allora hai scelto di spendere ma devi spendere tanto perche questi non sono allenatori da campo a parte il miracolo fatto con il Porto,questi sono allenatori
    vincenti con i grandi giocatori.Si sapeva….devo dire che cmq pragmatismo a parte non avrei mai immaginato di vedere una squadra giocare cosi male.Io seguo le partite un po tutte e ci sono tante squadre anche mediocri nei singoli ma che a calcio ci giocano la Roma la mia amata Roma è veramente una agonia vederla giocare …..veramente na cosa triste…..per molto meno abbiamo crocifisso tanti ma tanti allenatori…..da 1 e mezzo a sta parte invece è colpa dei giocatori….c’è qualcosa che non quadra

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome