“ON AIR!” – CATALANI: “Zaniolo schierato fuori ruolo, così lo butti via”, FOCOLARI: “Gioca troppo da solo, difficile che cambi”, PRUZZO: “Nicolò ha le qualità per svoltare, ce la farà”

30
1540

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Roma Radio): “Il problema di personalità della Roma può essere allargata al calcio italiano e ai giocatori azzurri, che stanno attraversando un periodo mentale e psicologico non eccezionale. Il calcio italiano purtroppo esprime poca personalità ed è una cosa che viene troppo sottovalutata. Zaniolo? Io penso che la prossima stagione sarà quella giusta per dirci chi è davvero Nicolò. Quest’anno ci poteva stare qualche problema dovuto a quello che è successo in seguito agli infortuni. L’anno prossimo avrà la possibilità di fare quello che sappiamo è capace di fare…”

Luca Fallica (Roma Radio): “La prestazione di ieri di Zaniolo è positiva per l’impegno, prendendosi un giallo per un ripiegamento difensivo. Lui si è presentato al tiro in due occasioni, ma non è stato all’altezza della sua forza: uno telefonato e uno alto. Ma lui ci sta provando. Poi dobbiamo sempre interrogarci su qual è il suo ruolo, ma lui è nelle mani di allenatori tra i migliori che possiamo avere. Mancini per me resta un mostro sacro del calcio italiano, e Mourinho anche. Questi allenatori ce l’hanno per le mani e lo stanno forgiando, e mi pare che il suo ruolo sia quello: tra esterno d’attacco del 4-3-3 e seconda punta non ci sono tantissime differenze. Deve ritrovare il feeling col gol, e speriamo che lo ritroverà…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Non ho capito perchè ieri non ha giocato Pellegrini. Fosse stato il più grande giocatore della nazionale, che aveva trascinato la squadra ai mondiali, magari lo lasciava fuori per farlo riposare, ma lui non ha giocato una partita. Quindi io penso che sia infortunato, che abbia qualche problema fisico. Ieri ha deluso Zaniolo, ma anche Scamacca. Under? Nullo, come al solito. Se Donnarumma si piegava senza impegnarsi troppo, manco segnava quel gol. Tutto fumo e niente arrosto, come al solito…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “La prossima stagione devi azzeccare la scelta giusta per Calafiori. Tra i giovani della Roma è tra i più talentuosi, ma ha bisogno di una squadra, anche di serie B, che gli dia la possibilità di giocare. Perchè lui ha fatto panchina anche nell’Under 20… La Roma deve pensare alla fascia destra, sia come terzino che come vice-Zaniolo. Under fa parte del passato, e aggiungo purtroppo, perchè tra lui e Carles Perez ci sono due categorie di differenza. A sinistra tra Spinazzola, Vina e Zalewski mi sento coperto…”

Jacopo Palizzi (Tele Radio Stereo): “La Roma sta scoprendo una rosa più lunga perchè ha scoperto di avere dei giovani come Zalewski e Felix che sono più pronti di quello che pensavi e magari di avere anche qualche tassello già inserito per la prossima stagione. E non è poco in un mercato così difficile… ”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Mi viene da star vicino a Zaniolo, da proteggerlo, perchè è ancora un ragazzino. E’ un patrimonio della Roma, è giovane, e sono contento se fa bene, non se va male… Rudiger a parametro zero? Guadagna 10 milioni l’anno, ma de che stamo a parlà. Ma poi un giocatore che lascia il Chelsea, lo farà per andare al Real Madrid, non alla Roma… Poi certo, io glieli darei 9 milioni a Rudiger, avendoceli. Ma se poi lui  si fa i legamenti, tu hai finito…A me non sembra che la Roma abbia questo tipo di filosofia. La Roma segue giocatori più giovani, interessanti, che sono vicini alla scadenza del contratto e che per questo possono essere presi a un prezzo conveniente. Io credo che nelle intenzioni della Roma ci sia di vendere Cristante a 20 milioni e prendere Renato Sanches a 25, e così facendo ti saresti rinforzato…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il racconto del Corriere dello Sport su Veretout lascia sconcertati. Non capisco la storia del “se non rinnovo, non gioco“. Ma se non giochi, poi a fine anno chi ti compra? Forse non giochi nel senso che Mourinho non ti fa giocare. Ma se fai così ti svaluti, e poi a fine contratto a 32 anni, ma chi te li dà quei soldi, ma manco quelli che ti dà oggi la Roma… Sembra una cosa talmente poco intelligente che ti viene il dubbio che non sia vera. Poi però vedi quello che è accaduto la scorsa settimana, e allora ti rendi conto che i parametri non sono quelli che pensiamo noi…Giocatori intoccabili dentro la Roma? Ci sono giocatori che, per quanto siano forti, al giusto prezzo possono essere sacrificati. Chi invece io non cederei mai, nemmeno davanti a cifre grosse, è Pellegrini: per me, oltre a essere forte, è un valore aggiunto il fatto che sia romano e romanista.  E lo dico senza retorica, per me questo è un valore: si tramanda una posizione nella Roma, che è un po’ una caratteristica nostra, e non ne abbiamo tante…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Zaniolo? Io ho questa idea: nessuno ha capito dove far giocare questo ragazzo. Lo stesso Mancini lo ha convocato come centrocampista e poi lo ha fatto giocare da attaccante. Lui è un trequartista, è uno che deve giocare dietro le punte, che deve avere spazio e deve guardare la porta. Lo stesso Mancini ha fatto lo stesso errore di Mourinho schierandolo a destra, ma lui non è Chiesa, ha caratteristiche molto diverse. Zaniolo ha bisogno di essere aiutato facendolo giocare dove deve, e sotto questo punto di vista ha sfortuna. Secondo me il ragazzo c’è, ed è un peccato sprecare il suo talento. Se continuiamo a farlo giocare spalle alla porta, il suo bagaglio tecnico e fisico lo butti via…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Io andrei su Faraoni come vice Karsdorp. Visto che per prendere un terzino più forte dell’olandese dovresti spendere 30 milioni, e non ce l’hai, allora andrei su un giocatore quasi a fine carriera, ma forte, perchè Faraoni ha 30 anni, è giusto per quel ruolo, e ti costerebbe 4-5 milioni. Un’altra cosa: ma Cengiz Under? E’ diventato della nazionale turca: oltre a segnare ha anche visione di gioco…”

Jacopo Aliprandi (Rete Sport): “Under? Per me sta bene dove sta. Classico giocatore da nazionale turca, può essere leader giusto di quella nazionale. A parte il gol, che poi è un paperone di Donnarumma, io non ho visto molto altro… Classico giocatore che può fare bene in Ligue 1, un campionato minore dove non hai grandi pretese…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Zaniolo? Lui ha 23 anni, e se ha ancora nel suo gioco quello di fare tutto da solo, non è facile che cambi… Io sono sempre stato convinto di trovarci di fronte a un giocatore che dovrebbe far fare il salto di qualità alla nazionale, ma è improbabile riuscire a cambiare la mentalità di un calciatore. Lui non deve migliorare il piede, ma il suo modo di giocare, e non è facile. Per me lui non sarebbe adatto alla Juve: Chiesa e Vlahovic hanno bisogno di giocatore capace di li lanciarli, e Zaniolo non lo fa… Zaniolo non deve migliorare tecnicamente, ma deve cambiare modo di giocare, e questo non è facile…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Zaniolo non nasce imparato, può anche essere un solista o un solitario, ma l’allenatore deve fare il suo mestiere e deve insegnargli, se è capace, a crescere ancora di più. Zaniolo deve imparare qualcosa, altrimenti è destinato a rimanere una promessa. Gli allenatori di una volta passavano 2 o 3 ore in campo con i calciatori per farli migliorare. Lui ha 23 anni ed era stato fatto passare per fenomeno, e non è un fenomeno. Non deve essere protetto come ha fatto Mourinho, Zaniolo deve capire che la vita prevede di mangiare anche qualche pezzo di pane duro, per non dire altro… Anche Jovetic sembrava un fuoriclasse, Conte era impazzito per lui. Bene, oggi a 32 anni gioca nello stesso modo di quando ne aveva 20…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Le parole di Mancini su Zaniolo sono una critica pesante. La sensazione del ct è stata importante, e va ascoltata, anche la Roma dovrebbe farlo. Un calciatore deve sempre migliorare, ricordo Vieri quando arrivò alla Juventus che passava le giornate col vice di Lippi a cercare di migliorarsi, e forse anche Zaniolo avrebbe bisogno di questo…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Io non ho capito cosa deve imparare Zaniolo, mi sembra che lo mettono in discussione tutti a cominciare da Mourinho. Ma anche Mancini, che aveva una considerazione molto alta di lui. Adesso sta a Zaniolo svoltare sul campo e credo che ce la farà, perchè ha delle qualità tecniche, tattiche e fisiche che glielo dovrebbero consentire…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteItalia, Mancini bacchetta Zaniolo: “Deve imparare a giocare con gli altri”
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

30 Commenti

  1. Noto con piacere che anche oggi non c’è nessun articolo su zaniolo. Giustamente, una nazionale fuori dal mondiale dopo aver perso in casa con la macedonia del nord pensa ai propri difetti, dato che zaniolo non c’entra nulla con il disastro degli azzurri. Se non giocava evidentemente chi giocava e chi allenava ha fatto schifo. Ed invece, la stampa e la comunicazione nazionale, che forse potrebbe avere qualche legame con la juve, attacca zaniolo anche oggi, perché la juve i soldi per comprare zaniolo non ce li ha ed allora ricorre alla strategia già conosciuta della depressione di emerson dal brasile, della telefonata ad ibra per farlo giocare male all’ajax o conosciuta nelle intercettazioni di cannavaro ai tempi dell’inter. Ovviamente l’ambiente ROMA in alcuni suoi comunicatori, anche loro presenti nelle intercettazioni con moggi, non perde occasione per giocare sulla doppia sponda, da un lato zaniolo va ceduto, dall’altro dopo la cessione attacco alla società. Quale ambiente? L’ambiente non c’è, qui c’è solo letame. Poi ci si ricorda del gol annullato a zaniolo con una chiamata impensabile al var e tutto torna.

    • Per non parlare del fatto che nessuno dice che invece Cristante ha giocato bene, hai visto mai che salisse il prezzo o che qualcuno dovesse ricredersi.

    • È un analisi che ci sta tutta IO AMO ROMA, siamo stati eliminati dalla Macedonia e il problema è, Zaniolo non ha giocato bene, ieri contro la Turchia, il ruolo non è quello, ecc… ecc… Questo lo decide la società, se è utile oppure no, ma credo che sia utile e va aspettato, ma consideriamo gli infortuni gravi e la ripresa, vediamo che lo massacrano tutte le volte che aapare in campo e non è tutelato, abbiamo visto anche MOU, adattarsi, addirittura, senza di lui e giocare meglio, SI, ESISTE UN CASO ZANIOLO, MA CE LO TENIAMO STRETTO, STRETTO ALLA FACCIA DE TUTTI VOI!

    • Se allora che famo aspettamo tre anni anche spinazzola? Lo stipendio lo prendono e pure profumato tutti i mesi non dopo 3 anni!

    • In estrema sintesi per invertire l’andazzo deve essere forte la società nel tenere alcuni giocatori a prescindere dai casi creati ad arte, oppure a vendere bene e fuori altri giocatori non utilissimi al progetto squadra e con richeste di rinnovo fuori mercato. Non facile ovvio, però così fai la differenza.

    • Che Zaniolo abbia i suoi difetti è vero. Tuttavia un conto è se li evidenzia un Mourinho un altra se lo dice un Mancini, dopo la figuraccia con la Macedonia. L’impressione è che sia un bieco “depistaggio” Un escamotage usato per spostare l’attenzione Si colpevolizza il giocatore di turno, evitando di parlare dei veri difetti (orrori) della Nazionale. Triste chi da ragione a sti pseudo-fanfaroni.

    • @LUPO : Non so se lavori, ma immagino che anche a te quando sei in malattia lo stipendio te lo pagano, soprattutto se si tratta di infortunio sul lavoro.
      O sbaglio ? Guadagnano tanto, si , ma sempre un contratto di lavoro hanno, non è che ti stanno rubando soldi.

    • Si ma con la roma a sempre giocato attaccante ed e stato osannato per quello,, in un centrocampo a 4 dovrebbe giocare di fianco al regista ma col gioco di oggi le mezzali non esistono piu, ecco perche i 3/4 isti si stanno a estingue!

  2. Certo che, se devo arrivare a Ruben Neves sacrifico Zaniolo, per avere Kostic e Kaladzic sul piatto mettono, per Kostic – Carles Perez, per Kaladzic – Eldor, che in Bunde hanno mercato, mi sembra veramete un quadro d’ autore… Me piagne er 💔 per Nicolò….

    • Ma avere un centrocampo, Ruben Neves – Xeka – Sergio Oliveira è come er muro de Berlino, pensare che davanti puoi alternare, Tammy, Kostic, Kaladzic, Guedes, Pellegrini e Miky è tanta roba…

    • Scusa, ma non ti capisco. Prima dici che Zaniolo ce lo teniamo stretto, poi lo cederesti e fai una formazione senza di lui e con Kostic al suo posto. Ma siete due Sogni di Latta diversi?

  3. Zaniolo fuori ruolo? Già ma qual’e veramente il suo ruolo? Con la Turchia si e’ mantenuto sugli stessi standard che ha mostrato ultimamente con la Roma, cioè poco o niente…Sinceramente comincio a pensare da tempo che non sia poi tanto indispensabile alla causa giallorossa ne che sia tutto questo grande giocatore, una prestazione o due di buon livello ogni tanto senza avere continuità non serve a nulla,e se proprio vogliamo dirla tutta non credo neanche che ci sara’ tutta questa fila a Trigoria per acquistarlo alle cifre che chiede la Roma… Secondo me Zaniolo se non cambia registro non ha molte chance per il suo futuro, tra l’altro Mourinho non mi sembra che abbia molta predilezione per i suoi atteggiamenti in campo e fuori, e questo può portare a una sola inevitabile conseguenza….

  4. Comunque Zaniolo viene da 2 crociati e come tutti quelli che rientrano da infortuni lunghi dopo la prima metà di stagione a discreti livelli hanno un calo fisico “fisiologico” e in parte anche un calo mentale non riuscendo più a fare quel che facevano prima. Per tornare al 100% avrebbero bisogno di giocare senza pressioni, per ritrovare gli automatismi fisici e recuperare.
    La pressione li porta a “strafare” e a far peggio… Successe ad esempio a Del Piero e ci costò un Europeo, a Florenzi che rientrò bene ma poi sparì, e in parte anche a Totti che però aveva il vantaggio che poteva prendersi pause fisiche potendo “gestire”, passando di prima, senza forzare fisicamente, cosa che ne Zaniolo ne altri possono fare… l’unico che riesce a farlo come Totti è Ibra.

  5. Premesso che nessuno ha capito il ruolo di Zaniolo, per me neanche gli allenatori, credo che il suo ruolo è di fuoriclasse, se lo è, altrimenti vivrà continuamente di alti e bassi. Poi c’è il problema dei 2 gravi infortuni, gli auguro di essere ancora quello ammirato 2 anni fa, ma se ….

  6. Zaniolo ricorda Vialli dopo la cura Juventus. Ha messo su molta massa muscolare e gli manca l’agilità e lo spunto. Deve adattarsi al cambiamento fisico modificando leggermente lo stile di gioco., perché se supera il primo contrasto, può essere devastante in progressione. Serve solo un po’ di tempo

    • Guardate quanto è fesso pollicino ☝️
      Non ha messo pollice verso a Gricia328, ma a me che ho solo manifestato apprezzamento per il commento del suddetto Gricia.
      Ma se pò esse più cojoni? 😂😂😂 Poi piagnucola se uno lo tratta male… 😭

  7. Il problema di zaniolo secondo me è il suo carattere in campo si intersadisce corre come un pazzo perché l impegno ce lo mette sempre ma puntualmente va a sbattere contro la difesa avversaria non passando la palla.

  8. CORSI, se voessi interloquire con lei, e per quello che leggo qui in genere l’idea non mi sembra buona, Pellegrini non ha giocato perché Mancini lo considera una seconda/terza linea, e finché l’allenatore é lui…
    Per quanto riguarda il Cengiz visto ieri (al netto del gollonzo fatto), mi spiace ma non ne bastano 5 di Carles Perez per sostituirlo (per stare alla nostra rosa attuale).

  9. Zaniolo è forte, bisognerebbe capire dove lo sta portando il suo fisico.
    A guardarlo sembra muscolarmente il doppio di due anni fa. Non è una muscolatura da centrocampista quella e nemmeno da giocatore di fascia, al limite da esterno d’attacco in un 4-3-3, ma sembra più una struttura da centravanti o da seconda punta.
    Il fatto è che il suo sviluppo, all’età di 22 anni, non è terminato e continuando così diventerà una specie di Lukaku italiano.
    Mi sbaglierò, ma vedo per lui un futuro da prima punta.

    • SamGek,
      di solito condivido le tue analisi, stavolta no.
      Per me Zaniolo ha caratteristiche fisiche e tecniche che non vengono esaltate nel ruolo di punta. Ha bisogno di spazi per sprigionare la sua potenza, quindi deve partire almeno dalla trequarti. Il suo ruolo ideale? Secondo me, mezzala in un centrocampo a rombo.

  10. La prossima stagione molti tifosi si incateneranno fuori Trigoria per trattenere a tutti i costi Zaniolo.
    Nicolò deve recuperare un grave doppio infortunio, ci vuole tempo. Così come ha fatto karsdorp.
    Daje Nicolò!!!💛❤

  11. FOCOLARI é laziale e ha i suoi pensieri, vabbè, ma pure gli altri, nessuno escluso…
    Nicolò compie 23 anni a luglio.
    Peccato che quasi 2 stagioni le puoi cancellare dal curriculum.
    Arrivato dalla primavera nerazzurra, certo all’inizio, quando convocato, puo solo guardare ( primi mesi che neppure descrivere in confronto, oggi, la strada di Bove o Zalewskj), poi, che attaccante non é! Fa all’inizio 4, e addirittura 6 reti al primo vero impatto in A.
    Questi sembra parlino di un giocatore come avesse alle spalle anni di professionismo, incompreso dagli allenatori (quali, chirurghi ortopedici e fisioterapisti?).
    Quest’anno, in preparazione, con 8 mesi di ripartenza, ha 2 goal e 4 assist… sarebbero 3 reti, lasciamo stare. Fosse un attaccante (non é) sarebbero pochi, come esterno offensivo in classifica cannonieri voglio vedere a fine anno chi farà meglio… ha pure 13 gialli e 1 rosso in mezzo campionato (Rocchi il ruolo glielo ha trovato facile).
    Questi beep in ogni caso o non sanno dove hanno i piedi oppure, con buona pace di chi ancora parla di stampa serva della società (a Roma?!)stanno a tirar la volata per giugno ad altri.
    Qui lo dico una volta per tutte: oggi i Friedkin e Pinto vanno solo sostenuti, ma se faranno la fesseria di cedere uno che deve ancora iniziare (a meno che non sia Nicolò a dire basta alla Roma) piuttosto che rinnovarlo a giugno e tenerlo a Roma, avrò molti problemi a fidarmi del prossimo futuro.

    • Innamoratevi della Roma non dei calciatori veniali e che di credono star se fanno due o addirittura tre gol. A te sembra abbia fatto chissà cosa quest’anno, a me Invece da la certezza che abbia fatto schifo ed appuntto che viene da infortuni seri e se dopo un anno non si ripreso affatto valuterei di venderlo.

  12. Si continua a criticare il ragazzo,mo sta storia del Mental allenatore, non lo so scrivere in inglese, ma ha Mourinho… meglio di lui,chi meglio di lui puo’ motivarlo, ma davvero serve ma che e’ handicappato…. e’ tutto l’ anno che lo riempiono di calci e cartellini gioca con difficolta’ e si vede che ha paura per le gambe operate, piu’ tutto quello che scrivono giornali e compagnia bella. Sara’ perche’ ha la faccia antipatica, non mi pare che Chiesa non sia da meno eppure e piu’ tutelato alla fiorentina gli davano un sacco di rigori tutti tuffati ste cose ce da considerarle…Viene considerato gia’ partente come veretout e cristante e mancano 3 mesi al Mercato. Poi Mancini dovrebbe stare zitto non criticasse un 22 enne ci sono altri tipi lo sbiadito numero 9, e altri ancora su i suoi cambi ecc.ecc.ecc li dovrebbe vedere….Ma ste cose i chiacchieroni di radio le vedono o sono prevenuti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome