“ON AIR!” – ROSSI: “Formazione sbagliatissima, il danno fatto ieri è quasi definitivo”, CORSI: “Squadretta da quinto posto, la colpa non è di De Rossi”, FOCOLARI: “Lukaku è una comparsa”, CASANO: “Su lui va fatto un serio ragionamento”

45
1023

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Quello non era un calcio di rigore, ma due calci di rigore, perchè i falli su Zalewski erano due. Marcenaro se gli dico che è incompetente gli faccio un favore: credo non sia in grado di arbitrare in Serie A. Si sono verificate le sinistre previsioni di Mourinho quando disse che avrebbe ammonito Mancini dopo 10 minuti facendogli saltare il derby, lo ha fatto stavolta con Ndicka…secondo voi era da ammonizione quel fallo? Ieri però, per la prima volta da quando è sulla panchina della Roma, ci sono delle responsabilità di De Rossi: formazione sbagliata, cambi tardivi e c’è una responsabilità anche sua nella mancata vittoria di ieri. Temo che i due punti persi ieri te li porterai dietro alla fine…”

David Rossi (Rete Sport): “Formazione iniziale sbagliatissima…E’ vero che l’allenatore sta in campo tutta la settimana, e solo lui può sapere se El Shaarawy, Aouar e Dybala potevano giocare o no. Ma vogliamo paragonare quello che hanno fatto El Shaarawy e Aouar in quei 25 minuti con quelli che hanno fatto Zalewski e Bove? Si dice: “Eh ma sabato c’è il derby“…ma ragazzi, se continuiamo a pensare alle partite dopo…guardate che la partita di Lecce valeva tre punti come il derby. Il danno di ieri non è definitivo, ma è quasi definitivo. Io ieri ho visto una Roma da girone di andata… Non mi sono piaciuti nemmeno i cambi, tardivi, e le dichiarazioni post partita, perchè mi aspettavo altro… Marcenaro? L’ammonizione di Ndicka è vergognosa, e poi c’è l’episodio del rigore, lì c’erano due falli, non uno…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Il Lecce mi è sembrato molto più determinato, ha giocato col coltello tra i denti, noi no. Se non ci sono Dybala, Pellegrini, Spinazzola, la differenza si vede… Alla Roma manca il Maicon a destra e il grande esterno d’attacco a sinistra, ma poi devi mettere mano al portafoglio anche per comprare le seconde linee…Baldanzi? Se gioca con i titolari è un conto, se me lo metti con una serie di riserve è un altro….”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Zalewski molto peggio di Baldanzi, anche ieri nullo purtroppo… Su Lukaku va fatto un ragionamento serio, sono tre annate in cui fa benino, bene, poi molto male…è una media da 6+, non è una media d’eccellenza da calciatore da 40 milioni…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Visto che non avevi Dybala, Pellegrini e Spinazzola, io ieri non avrei rinunciato mai rinunciato a El Shaarawy…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Ragazzi, la squadra è questa… La colpa non è di De Rossi perchè ha fatto giocare quello o quell’altro. La colpa è solo la nostra che non ci accorgiamo che questa è una buona squadretta da quinto posto in giù… La Roma senza Dybala e Pellegrini è una squadra normalissima… Baldanzi? Se lo paghi 5 milioni ci sta, ma se lo paghi 15 milioni non era meglio altro? E poi ci sono Zalewski e Aouar: come pensate che questi possano diventare grandi giocatori? Non capisco l’attacco a De Rossi… El Shaarawy? Ma se nessuno lo faceva giocare con continuità, nemmeno Mourinho, qualcosa ci sarà…Io questi attacchi a De Rossi non li capisco… Frattesi nella Roma sarebbe il nostro salvatore, mentre all’Inter fa la riserva…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “La Roma ieri non è riuscita a uscire dalle pressioni del Lecce, di Oudin e Piccoli, non di David Silva, e se non esci da quelle stai messo malino… Fra l’altro nel primo tempo il vento contrario qualche problema te l’ha creato, al primo lancio lungo la palla ti è ritornata nella tua metà campo. Ti sei reso conto subito che ti mancava la possibilità di lanciare lungo e di uscire dalle pressioni con quella soluzione, e lì si sono un po’ spaventati. Poi nella ripresa il rapporto è cambiato, e non per caso la Roma ha costruito meglio. Le occasioni del Lecce sono nati da disastri della Roma: quel calcio d’angolo dove Sansone si trova da solo in area, libero di stoppare e tirare…ma come è possibile?…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma? Cosa vuoi dire… Lukaku ha fatto 14 reti nella precedente gestione e 4 adesso…Bisogna capire e valutare perchè la squadra è così in difficoltà. La Roma a Firenze aveva perso,  col Sassuolo aveva fatto una gran fatica, e ieri ha sofferto tutta la partita. Certe scelte non le ho capite come tenere fuori El Shaaray e far giocare Dybala solo dieci minuti. Scelte discutibili, assolutamente, che allontanano la Roma dall’obiettivo. La squadra non sta al meglio nonostante la sosta…Ieri è andata bene, rischiavi di non prendere nemmeno un punto, ma in generale la squadra mi sembra calata molto nell’ultimo mese…”

Stefano Carina (Radio Radio): “Sulla partita, abbiamo fatto tanti complimenti a De Rossi ma ieri non mi è piaciuto nulla… Se ti presenti a Lecce senza Pellegrini e Dybala e ti presenti a Lecce con quella formazione, ci metti del tuo…Per me De Rossi meritava già il rinnovo, ma ieri fa degli errori: non puoi tenere fuori El Shaarawy, e poi sbaglia ad aver fatto giocare Ndicka che era già squalificato col Milan, e così salta due partite…E poi perchè queste rotazioni nella prima partita di un ciclo, dopo due settimane di stop? Ieri la Roma ha fatto due passi indietro. Abbiamo rivisto gli stessi errori di un mese fa, la fascia destra della Roma era imbarazzante, Dorgu e Gallo, non Cafu e Garrincha, hanno affondato con facilità irrisoria…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il Lecce meritava di vincere la partita, però il rigore per la Roma c’era. Quando una partita va in un certo modo, attaccarsi all’episodio è sbagliato. Se dobbiamo giudicare la partita, il Lecce ha fatto 27 tiri in porta…non è stata la Roma che mi ha incantato negli ultimi tempi… Lukaku? De Rossi non riesce a sfruttarlo perchè è in crisi, si è perso proprio per strada, è un periodo lungo che fa la comparsa, se è questo la Roma non deve tenerlo. Non sta facendo la differenza…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Il Lecce ha giocato meglio, ha creato più della Roma e meritava sicuramente di vincere. Ma se l’arbitro non avesse sbagliato, avrebbe vinto la Roma, e non sarebbe stata la prima volta che la squadra che gioca peggio alla fine vince… De Rossi ha sottolineato che la Roma non ha giocato come avrebbe dovuto, ma vincere a Lecce è complicato, è ben organizzata ed è spinta dal suo pubblico. Ora ci sono due partite che decideranno gran parte della stagione… Lukaku? C’è uno scadimento di forma preoccupante per il futuro. Non penso che sia colpa del nuovo modo di giocare che lo mette in difficoltà, è lui che è meno efficace. Il periodo di appannamento comincia a essere troppo lungo…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedente“Non c’è contatto, ma un normale contrasto di gioco”. Svelato l’audio della sala VAR dopo il fallo su Zalewski (VIDEO)
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Spinazzola torna in gruppo. Ok Dybala e Smalling

45 Commenti

  1. Approvo pienamente , squadra assente e messa male male se fosse stata un’altra squadra avremmo preso 3 goal,! La grinta e la corsa non basta per vincere le partite!

  2. Firenze Sassuolo e Lecce denotano un trend negativo sul piano del gioco e della pressione.
    Crocifiggetemi, ma per me quello su Zalewsky non è rigore, sono abbastanza d’accordo con l’interpretazione che ha dato il VAR. Il problema è che non è omogenea e questa alternanza a senso unico dà MOLTO fastidio.
    Lukaku non riesco a capirlo, nel secondo tempo scatta verso la respinta del portiere con tre secondi di ritardo, un attaccante con la fame deve sempre credere a possibilità come quelle. Ho l’impressione che a volte la sua presenza blocchi la squadra, perché sapere di avere l’attaccante che ti risolve l’incontro ti porta a fare il monoschema, palla a lui e speriamo bene; ovviamente tutti hanno mangiato la foglia, lo raddoppiano, sui cross siamo nulli e quindi diventiamo sterili. Senza Lukaku dovrebbero inventarsi qualcosa di diverso, un’apertura, una sovrapposizione…
    Spero.
    Però, tremo a scriverlo, non ne sono poi così sicuro, vedendo come hanno giocato jeri.

    • Anche per me non è mai rigore quello, però ne ho visti dare, e uno simile contro di noi all’andata col Milan.
      La discriminante sta nel richiamo del VAR all’arbitro in un caso e non nell’altro, a maggior ragione nel momento in cui l’arbitro ammette di non avere visto niente dopo che Zalewski ha tirato.
      In quanto a Lukaku, questo è sempre stato in tutta la sua carriera, periodi di grandi alti alternati a pause anche lunghissime, a volte sconcertanti.
      L’anno scorso con l’Inter ha combinato zero fino a marzo, mentre con Conte era stato devastante. Al Chelsea non l’ha mai strusciata.

    • pure per me non è rigore e se me ne danno uno contro così me inc@sso come una bestia!

  3. Danie’ fai le cose semplici …. Le cose semplici. Le persone messe nel loro ruolo. Non rinunciare alle scelte. Lascia perdere il tour over.
    E soprattutto fai alzare come nelle prime
    gare il livello di intensità. Ieri camminavano ed in quel modo non si va da nessuna parte.

    • Ma perchè stavano messe fuoriruolo?
      A me è sembrato tutto ok, i terzini son quelli.
      I centrocampisti quelli
      e ilportiere era in porta

  4. credo che Rossi non abbia visto il gol sbagliato da Aouar. episodio intorno al quale gira tutta la partita e forse tutta la stagione della Roma. alcune partite sono così : subisci e poi ti capita l’unica occasione e allora la devi mettere dentro. è questa la differenza tra quarto e sesto posto. per quanto riguarda Lukaku lui si porta dietro l’intera difesa avversaria e infatti sulle fasce avevamo delle praterie ma quei pochi palloni che ci sono arrivati sono stati sprecati dalle due ali. metti Spinazzola e il Celik attuale e avremmo visto un’altra partita.

  5. Qui la colpa non è certo di De Rossi. Qui la colpa è di chi ha avvallato la cacciata di Mou, che aveva visto bene e prima degli altri su tutto: rosa, arbitri, società… A De Rossi non gli si è fatto un favore dicendo che aveva rivoltato la ROMA: rivedetevi il secondo tempo con il Verona, il primo di Salerno, Frosinone, Firenze, il secondo con l’Inter (il primo loro non avevano giocato), tutta quella di ieri, quella con il Sassuolo. Tutte partite orribili, peggio che con Mou, ma non si poteva dire. Tutti hanno negli occhi la partita con De Zerbi all’Olimpico, ma quella è figlia di questo pseudo zemaniano, che con i grandi allenatori non ha niente a che spartire. Ripeto, De Rossi fa il possibile, ma questi sono i giocatori. Paredes è irritante, altro che regista illuminato; Bove non ha fondamentali, Zalewsky davanti inutile, ecco perchè Mou, quello che ora passa per lo scemo del villaggio, lo aveva messo dietro. E non continuo solo per motivi di spazio e tempo! Ma va bene così, con gli americani che non parlano, non hanno trovato un ds, tutto alla viva il parroco! Per carità!

    • Cosa non si fa per riabilitare Mourinho!
      Quindi vuoi dire che quel genio di un portoghese ha subito capito che zalewski era inutile davanti e allora l’ ha spostato a fare danni in difesa? mica male come mossa

  6. Non so se i colleghi opinionisti siano d’accordo con me,ma a prescindere dai singoli giocatori impiegati ( che sono quello che sono…) urge ritornare in difesa a un modulo a 3 e spiego il perchè.
    Con un centrocampo che filtra poco o niente,come è stato ieri sera, dietro spesso si trovano a difendere uno contro uno,con tutti rischi del caso.
    Per quanto riguarda poi i giocatori,Smalling va fatto giocare senza se e senza ma.

    • La tua provocazione sulla difesa a 3 cercando di rimembrare mourinho senza nominarlo per screditare de rossi è un’ opera morta in partenza che nessuno vuole pubblicare. Ci sono delle importanti disposizioni tecnico tattiche che con quel tipo di modulo annichiliscono la roma. La prima riguarda Pellegrini del quale dovresti avere a cuore le sorti, ora so che per chi non ha mai giocato a calcio il modulo è mettersi in campo e disporsi numericamente occupando le varie zone del campo ma ci sono dei movimenti che sono indispensabili. Con la difesa a 3 ci sono 3 centrali che sono impegnati nella marcatura che spesso si allargano anche, ciò implica che le mezze ali debbano riempire una zona centrale in fase di ripiegamento facendo densità sul proprio centrale marcatore… cosa che a Pellegrini riesce malissimo. In impostazione se costruisci con la difesa a 4 puoi permetterti di alzare un terzino e far scalare la mezz alata tra la punta e l’ altro uomo offensivo… quella chiamata libertà di movimento o più comunemente inserimento , ciò aiuta a riempire più l’ area e questo da molto fastidio a chi difende anche nelle azioni manovrate. Con la difesa a 4 la Roma ha la possibilità di palleggiare ed uscire sui terzi perché un attaccante si può abbassare ed un esterno può salire , dopo il terzo tocco ti ritrovi quindi è spesso la fascia libera se il palleggio in uscita è fatto come cristo comanda. Nella difesa a 3 spesso un centrale partecipa alla manovra e ciò rallenta lo sviluppo del giro palla cosa che non succede a 4 dove puoi sfruttare ambo le fasce. In fase difensiva hai la zona che se non giochi a uomo ,cosa che la Roma non fa è più coperta perché il campo è più coperto in ampiezza senza bisogno di abbassare un centrocampista che poi quando stai a 3 arretrando abbassa tutta la squadra e rallenta. Un senso della difesa a esiste quando si gioca il contropiede manovrato con le mezze ali tecniche e gli esterni forti e veloci perché possono agire in ambo le fasi ed intersecambiarsi nelle scalate difensive, anche qua non credo sia il caso della Roma che non dispone nè del piede di bastoni in difesa, nè della verticalità di chalanoglu ed ancor meno della completezza di barella l della classe di miky… men che mai di un di Marco o di un dumfries. Quindi se si vuole andare in campo a fare catenaccio e farsi randellare da zaccagni e felipe anderson o farsi prendere ogni pallone da Guendouzi e cataldi come successo nei 4 derby su 5 persi dal portoghese… la difesa a 3 da te invocata solo perché vuoi dimostrare anche contro i numeri stessi è la soluzione giusta… soprattutto con la lentezza cronica di huijsen e llorente che di certo non ti fanno uscire velocemente in fase di costruzione dal pressing.

    • caro zenone.
      Ieri il lecce lanciava lungo e vincevano i duelli.
      Anche a tre sarebbe successo.
      Non cambierei mai la difesa a 4.
      Per me gli errori sono stati : nel non inserire subito il faraone (vista la mancanza del capitano e dell’argentino; far entrare Dybala prima.

    • Era il motivo per cui Morinho, che ha fatto una vita a 4 dietro, a Roma si era messo a 3. Però pare che ai calciatori non piacesse. Attualmente non saprei dire cosa convenga e cosa no, inizialmente a 4 dietro e con i giocatori nei loro ruoli si era rivisto qualcosa, ma forse era figlio del fatto che Pellegrini o Dybala (e non Pellegrini E Dybala, che insieme pare che si pestino i piedi) avessero ripreso a fare la differenza, e se si ammosciava uno, soccorreva l’altro.
      La conclusione perciò è che boh. Se non hai la tenuta fisica puoi metterti anche a 6 dietro il terribile Lecce ti affetta comunque.

    • mi scuso nel dire un’ovvietà. Ma capire di calcio non vuol dire aver giocato o giocare al calcio…..vuol dire solo ” capire di calcio ” e non è un automatismo della propria passione né dello sport praticato.Troppi campioni falliscono come allenatori e tanti mediocri giocatori anche di serie inferiori fanno carriere importanti .Nessuno sport è “scientifico” ….infatti siamo pieni anche di laureati incapaci .

    • La Roma a tre è statica, moscia, rumina calcio negli stessi 20 metri.
      Non è un caso che la maggior parte delle partite le risolvesse, quando le risolveva, su calcio piazzato o per l’invenzione del singolo (al 99% Dybala).
      Non ha esterni validi a coprire tutta la fascia tranne Spinazzola nei rari momenti di grazia.
      I centrali sono tutti statici e il solo che ha doti spiccate di costruzione è il ragazzino in prestito.
      Nessuno di loro ha passo per dare man forte all’occorrenza ai poveracci in fascia, idem le mezze ali.
      Perso Ibanez, svanito Smalling in infermeria, è finito anche il gruzzoletto che ti arrivava su punizione o calcio d’angolo e sei morto di asfissia davanti mentre dietro il gollonzo lo prendevi quasi sempre.
      Eri nono giocando a tre, di cosa stiamo parlando?

    • Perché dice la verità? Il bomber stava per cadere in depressione per un equivoco con la nostra “tifoseria”, lasciamo stare i romanisti, per favore.

  7. Puoi anche prendere decisioni prima della partite legate a problemi fisici o a scelte di ruolo eccetera, ma se non funziona devi cambiare entro massimo 50 minuti e non dopo 80 come faceva il tuo predecessore.
    Cambiare in corso d’opera non è umiliante ma sinonimo di intelligenza.

  8. Comincia er tiro se bersaglio alla prima difficoltà. Mo usciranno pure su sto sito come in passato i professori che dicono che de Rossi nun è bono.

    La verità non è mai cambiata. Questa è una squadra con dei limiti: le fasce sono deboli, quando devi allargare il gioco non lo puoi fare. In mezzo, senza Dybala, te manca la luce. In più mo c hai er bestione non in palla.

    Spero che per il derby se ripiano daje ASR

    • amico mio…..dire queste cose purtroppo in un mondo di falsi intenditori è come predicare nel deserto.Adesso de Rossi è un fesso….. Lukaku bollito….Svilar è diventato Buffon….. Baldanzi una pipetta….che vuoi fare…

  9. Il problema di Lukaku è che un finalizzatore e basta.
    Gli dai tre palloni e te ne imbuca due, ma non chiedergli di giocare di fino, di tenere palla, di fare mezzo dribbling, o aiutare la squadra, quello era Dzeko.
    Uno come Dzeko, a volte si cacava gol da denuncia, ma aveva piedi da trequartista e nel momento di bassa forma magari non segnava, ma giocava per la squadra anche a ridosso del centrocampo e faceva assist.
    Lukaku è sempre stato incostante, anche all’inter. Con tutto quello che costa, meglio rivolgersi altrove.
    Anche Baldanzi, di cui ero molto contento al momento dell’acquisto, ora mi sembrano soldi buttati, leggerissimo e scarsamente incisivo. Per 15 milioni si poteva prendere di meglio.
    A qualcuno potrà sembrare un’eresia, ma a noi serviva un rincalzo come Folorunsho, 1.90×80, piede, corsa e prestanza e costava la miseria di 5/6M.
    Basta coi fringuelletti che stramazzano appena tira vento, ne abbiamo fin troppi.

    • Folorusho dal Napoli lo vedi col binocolo se ci riesci, tra l’ altro vanno fatti i vivi complimenti al ds del Napoli meluso per essersi privato di due giocatori bravissimi come folorusho stesso e Gaetano che servirebbero a chiunque e che sono molto meglio di cajuste e traorè o dello stesso Zielinski ormai prossimo sposo dell’ inter. Forse dall’ Empoli sarebbe dovuto arrivare fazzini che potrebbe essere un prossimo frattesi, poi ci sarebbe brescianini che con quel fisico e la sua dinamicità riesce a fare qualcosa anche quando non fa nulla. Noi però seguitiamo a persistere con la lentezza di Cristante e ad affidarci a giocatori finiti come wijnaldum prima e sanchez poi. Non si riesce a prendere un prospetto interessante già pronto che poi si trasforma nel campionato in corso in un fattore . Un po’ come successe per candela arrivato a gennaio dal guingamp.

    • si…certo…ma Folorusho ” nun è da Roma”…… e nemmeno Baschi rotto….poi però se li incontri te gonfiano!

  10. Io da inizio anno sento parlare di karsdorp, Zalewski, Aouar, Sanches, Kristensen ma da sei anni a questa parte non ho mai sentito parlare di un giocatore, al secolo Bryan Cristante, che da quando è il perno del nostro centrocampo la Roma non riesce a qualificarsi in Champions, sarà un caso? Non poteva giocare con Matic, non può giocare con Paredes. Io questa stima e questo credito dato a questo mediocre non l’ho mai capito e mai lo capirò. Discorso simile per Mancini, per carità romanista fracico, ma difensore poco più che mediocre.
    In questi 6 anni mentre si avvicendavano i compagni, gli allenatori, i dirigenti, addirittura le società, loro costituivano la colonna portante della nostra Roma con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti

    • Qualcuno che finalmente lo dice, uno dei giocatori più sopravvalutati dell’intera serie a

    • Anche secondo me i due hanno rinnovato a cifre troppo elevate… ma Cristante è sopravvalutato da chi? Dagli allenatori che lo fanno giocare SEMPRE? I tecnici sono loro, probabilmente il ragazzo dà quello che si aspettano dia, altrimenti la prima maglia non sarebbe sempre la sua.

    • Se avessi De Rossi, Strootman, Nainggolan, Pjanic dei tempi belli giocherebbe titolare Cristante?
      Se i contendenti per la maglia si chiamano a vario titolo Diawara, Villar, Renato Sanches, Bove, allora è probabile che giochi Cristante.
      In una squadra seriamente forte è un ottimo dodicesimo anche per la sua duttilità, altro che “la prima maglia è sempre la sua”.
      Qui si fatica a sostituire Karsdorp, figuriamoci Cristante. Il dramma è questo.

  11. Nelle varie analisi ci sono cose vere altre rivedibili ed in più mancano temi importanti. Cosa vera è l’ ennesima formazione sbagliata negli ultimi tempi, De Rossi nelle prime partite metteva sempre in campo i migliori come se la partita in causa fosse L’ unica senza un domani, poi sono cominciate le rotazioni e purtroppo certi elementi sono deficitari e nemmeno guardiola potrebbe trovargli posto; l’ attenuante c’è, visto che la metà della rosa della Roma è soggetta ad infortuni e quindi purtroppo non si può fare diversamente. Ci sono dei giocatori che sono proprio pietosi e non adatti, Karsdorp, Angelino, Cristante,Zalewski,bove aouar e mi dispiace mettere attualmente anche Baldanzi che però ha l’ attenuante di essere appena arrivato. Ciò che offrono questi giocatori è scadente; Cristante non può essere veramente un punto fermo della Roma con quello che guadagna e ciò che offre (con 30 euro il mio falegname la fa meglio cit. da 3 uomini e una gamba) , si trovano giocatori che guadagnano un quinto e molto più bravi ad esempio brescianini. Problema Lukaku, a parte le prima 10 partite il suo rendimento anche segnando è stato sempre scadente, non va nemmeno in campo aperto dove è sempre stato imprendibile, non difende un pallone e di testa non azzecca mezza, probabilmente è stanco ma la Roma non può fare a meno della sua presenza , sì perché ora è una presenza ma nonostante ciò resta troppo importante anche se non la becca. Io non vorrei ricominciare facendo 3 passi indietro con abraham. Altro dato allucinante di Lukaku, nei big match è a zero nel tabellino. L’ unico terzino che c’è è sempre Spinazzola, che poi è il giocatore che da fermo ti punta ti salta e strappa, l’ unico di una intera rosa escluso santo Dybala del quale però consociamo il part-time. So che qualcuno si stizzirà ma alla Roma manca gente che strappa come possono essere Zaccagni e felipe anderson, che sanno puntare la porta. La Lazie che fa schifo e segna pochissimo ribalta l’ azione in 2 secondi, non finalizza ma arriva in area con estrema facilità. Il Milan che gioca in maniera pessima con pulisic e leao ha salvato una stagione nonostante abbia espresso un calcio anche peggiore del nostro. Tutte le squadre che vanno meglio hanno dei velocisti, il Bologna,l’ Atalanta, senza parlare appunto di inter e Milan. La Roma è monocorde. Nelle prime uscite di de Rossi si era vista una proposta di gioco nel breve con tre uomini in un fazzoletto a triangolo alla ricerca del terzo basata sul palleggio, se fatta bene una volta usciti dal pressing avversario hai almeno tre opportunità di attacco verso la porta a campo libero. Bellissimo il primo tempo contro l’ Inter; da Frosinone in poi purtroppo c’è stato proprio un passo indietro nell’ impostazione, sembra quasi che si sia tornati alla Ricerca della giocata singola con tutti staccati tra loro. Su bove, nulla contro il ragazzo che è un buon giocatore ma qua c è gente che ne parlava come di un frattesi, bestemmia! Ci sono 3 categorie a favore dell’ interista tra i 2. Il giocatore che risulta migliore in campo quando la squadra fa schifo come succedeva al buon Edoardo nel periodo orrido del portoghese era il quadro della situazione; quando una squadra va bene il mediano non è mai il migliore dei suoi, sono sempre gli uomini più tecnici a fare la differenza, per questo bove non emergeva… perché gli altri toppavano tutti. Concludo con gli obiettivi, sarò impopolare e perdente ma lascerei la coppa per puntare il quarto posto che a mio avviso battendo il Bologna è stra possibile , Atalanta permettendo… la coppa non è invece alla nostra portata. La qualificazione in Champions manterrebbe viva una fiammella di speranza per il futuro, senza quei soldi che entrerebbero un anno dopo ma che in ogni caso avrebbero un impatto in ogni caso, si rischia di ritrovarsi con una rosa analoga e probabilmente anche indebolita perché Lukaku non rimarrà mai e ti ritroveresti con abraham quindi per carità, e non avresti un euro per fare il mercato ritrovandoti a fine agosto con 3 uomini da prendere se va bene dei quali poi si e no uno si dimostra all’ altezza. Qua c’è ancora chi pensa di poter far 40 mln con Zalewski, belotti,Karsdorp e ndika, quando tra tutti e 4 si e no se ci alzi 25 mln. Forse andranno messi in vetrina Zalewski, bove, ndika , svilar, aouar e belotti. Poi però andranno via lo juventino in prestito, Kristensen , llorente , Angelino e huijsen…hai 7/8 giocatori da inserire non si sa come. Qui servirebbero, marotta, Galliani e Sartori insieme altro che modesto.

    • Certo che giocava sempre con gli stessi, giocava una partita a settimana. I problemi di tenuta fisica e atletica sono iniziati con le due partite settimanali e i primi caldi (chi corre frequentemente e misura i propri tempi avrà notato che rispetto a qualche settimana fa si fa più fatica e tempi più alti).

  12. Abbiamo bisogno di tre ruoli:
    1. Attaccante di fascia veloce e prolifico
    2. Terzino destro di valore e rendimento
    3. Centrocampista di rottura e inserimento
    Questo a prescindere dagli allenatori e dal modulo

    • Magari fosse come dici tu… come centravanti abbiamo un calciatore che è fermo da UN ANNO…

  13. Insomma è bastato un pareggio a Lecce per far diventare scemo De Rossi e cancellare quello che di buono ha fatto sino ad oggi. Sia questi cialtroni alle radio che tanti qui sopra. Fino a ieri prima delle 15 rinnovo a vita stile Ferguson, oggi non capisce niente. Non c’è mai la via di mezzo o genio o scemo, o a vita oppure vattene. Quanta gente pessima, spero che non ragioniate così anche nella vita quotidiana. Ovviamente non è un discorso che vale per tutti.

  14. Mister De Rossi NON deve snaturare la sua idea e filosofia di gioco che ha adottato da subito con la difesa a 4, anche tenendo conto dei calciatori che abbiamo. Deve solo mettere dentro i giusti interpreti, tipo Celik al posto dell’olandese, Spinazzola al posto di Angelino (se Spina sta bene naturalmente). Smalling con Mancini al centro (se Chris è guarito), altrimenti dentro Llorente.
    In mezzo al campo Pellegrini, Cristante e Paredes, con Dybala ed il faraone a cercare di innescare giocate a favore di Lukaku e non solo.
    P.S.
    Forse per il derby sarebbe azzardato, ma io a Pisilli o Cherubini inizierei a dare un po di fiducia viste le prestazioni DELUDENTI di Aouar….
    FORZA ROMA
    DAJE DDR!!!!

  15. Il Lecce meritava di vincere, Il rigore c’era se avveniva prima che Zalewsky tirasse, ma si era già liberato della palla e poi gli sono franati addosso in due, contatto di gioco che se ti impedisce di tirare è rigore se avviene dopo no.
    Lukaku fa la comparsa, l’unica sua dote è che segna quasi sempre se può tirare da detro l’area , ma se intorno non ha una squadra che gira e gli da la palla giusta lui non può tirare e non può segnare, altro non sa fare, non sarebbe poco, ma gli devi costruire una squadra intorno.
    De Rossi deve fare esperienza come allenatore , deve fare i suoi sbagli, l’abbiamo preso ora e non dopo 10 anni di carriera come allenatore e quindi i suoi sbagli per imparare li deve fare allenando la Roma , ma la Roma se lo può permettere?
    Contro il Lecce non c’erano i giocatori che inventano gioco, l’unico in campo era Paredes ma era in giornata no, gli altri sono manovalanza o poco più e ieri nessuno era particolarmente brillante forse colpa della PASQUA in famiglia …
    Due punti persi molto dolorosi ma potevano benissimo essere tre…De Rossi fin’ora è stato fortunato, speriamo nei miracoli.

    • il rigore è netto perchè se è vero che Zalewsky aveva gia’ calciato è anche vero che il pallone dopo il rinvio torna proprio nella sua zona e avrebbe potuto rigiocarlo se non fosse stato atterrato.

  16. Via pure De Rossi? Cambiano gli allenatori, ma le prestazioni sono sempre le stesse… ma non sarà che, tolti due o tre, sono una manica di pippe al sugo e che i Friedkin hanno rotto con il fpf? Servono giocatori sani e forti, altrimenti stiamo sempre a cambiare allenatore. Altro giro altra corsa!
    PS: Vincere il derby, unico traguardo alla portata, vedete che dovete fa’.
    Forza Roma

  17. a tutti coloro che commentano l eventuale rigore dato o non dato il regolamento lo dice chiaro senza per me è o non è rigore: procurare danno nei confronti di un giocatore anche quando ha lasciato la palla è fallo…in area è rigore….il fatto più grave comunque è il fallo su lukaku non fischiato che andava dritto alla porta….quindi fallo per procurato danno ed espulsione…ieri abbiamo giocato male i giocatori erano molli ma se mi dai quello che mi devi dare stiamo qui a parlare di un altra partita…
    per concludere mi spiegate perché ieri non è andato a vedere il falò su zalesky al var….

  18. jeremy Menez hai tutta la mia approvazione! è da mo che sostengo che Cristante,da molti qui osannato come fosse DDR dei tempi d oro o Nainggolan,puo essere solo una buona riserva in una Roma da vertice…così pure El Shaarawy.in estate oltre ai 2 terzini servono un centrocampista forte(quello che doveva essere Sanches che se in forma a cristante manco se lo vede)ed un esterno offensivo a sx.come centravanti punterei su Abraham.tanto non abbiamo i soldi x prenderne uno forte…a meno che il nuovo ds magari tiri fuori dal cilindro un Lewandowski sconosciuto.

    • Bravo. Anche elsha che per, quanto adori come uomo e calciatore, non può essere titolare in una squadra di vertice

  19. La ROMA non andrà in C.-L.. Rifarsi con il derby. Difesa giallorossa disastrosa. baldanzi ed angelino si confermano pessimi acquisti. Attacco romanista irriconoscibile.

  20. Ma procurare danno a un giocatore che vuol dire? Se gli fai un fallaccio è procurato danno, se gli impedisci la giocata è procurato danno, ma in questo caso la palla era persa, quindi non gli hai impedito la giocata , per il resto è un contrasto di gioco non un fallaccio quindi non è fallo.
    Del fallo su Lukaku non ho sentito parlare nessuno …
    Comunque magari ci davano due rigori me li sarei presi volentieri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome