“ON AIR!” – PIACENTINI: “Con Hummels fai un salto di qualità”, PRUZZO: “Un anno di contratto sarebbe pure troppo”, TORRI: “Bove è sul mercato inglese, la Roma lo valuta 18 milioni”, FERRAZZA: “Calafiori? Per me il rimpianto vero è Barella”

40
1167

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Sono arrivate delle conferme sul nome di Hummels, che ha giocato la finale di Champions e ha fatto una grande stagione. Lui dalle notizie che abbiamo non ha rifiutato l’ipotesi Roma… Se il giochino è: fuori Smalling e dentro Hummels, che ha un anno in più ma è più sano e fino a due settimane fa giocava la finale di Champions, secondo me la Roma farebbe un salto di qualità… Offerte per Mancini? Per ora non c’è nessun sentore, ma se arriva qualcuno che ti offre 35-40 milioni, penso che sia doveroso prenderla il considerazione… La Roma per prendere il centravanti deve sistemare Abraham. Su Belotti ci sono conferme dell’interesse di Como e Parma, ma lui preferirebbe restare alla Fiorentina…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Visti i nomi che stanno uscendo, Chiesa, Morata, Hummels, non mi sembra proprio un progetto giovani… Abraham in vendita a 30 milioni? Ma in base a cosa dovrebbe valere quella cifra…se lui vale 30, Scamacca quanto può valere? Abraham ha fatto male l’anno prima, e poi si è fatto male quello dopo, purtroppo questa è la realtà. Il tesoretto oggi lo puoi fare con Abraham e con Zalewski. E con uno di questi quattro: Cristante, Mancini, Pellegrini e Bove… Quanto può valere Bove? Io penso 16-18 milioni…è un giovane che ha giocato una semifinale di Europa League, facendo anche gol…”

Checco Oddo Casano (Rete Sport): “Cosa pensa De Rossi di Abraham? L’attaccante è in vendita… Friedkin? Loro continuano a dire che non vendono la Roma, che non vogliono disimpegnarsi. Hanno mandato ai media un dispaccio chiaro dall’ufficio stampa del club diviso in punti numerici. Quella è la comunicazione della proprietà, che invece di fare una conferenza stampa la filtra e la invia attraverso l’ufficio stampa. Loro dicono: non vendiamo, faremo un mercato con determinate caratteristiche, puntiamo su questo gruppo di lavoro e vogliamo portare la Roma in alto. Poi se alla fine di questo mercato mi riportano Renato Sanches in prestito e comprano solo Buba Sangaré, io non è che contesto qua in radio, vado direttamente lì…però prima vediamo che succede…”

Tiziano Moroni (Rete Sport): “Nonostante gli investimenti fatti in questi anni, le scelte fatte da questa proprietà, da Tiago Pinto al calciomercato fino all’allenatore, non hanno portato grandi frutti. La Roma non è stata risanata ed è ancora sotto il settlement agreement. Se anche quest’anno non dovessi arrivare tra le prime quattro sarei ancora più arrabbiato perchè dico: “Cavolo, stai spendendo i soldi per prendere l’Everton…ma se non sei capace a gestirne uno di club, e ne prendi due?“…e non parlo economicamente, ma come gestione pratica, di conoscenza di quello che devi fare…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “La stampa ha scritto di un’Italia favolosa, ma non capisco perchè…la partita non si poteva guardare, poi magari la prossima la vinceranno…Pellegrini è cascato un’altra volta per terra…io quando l’ho visto cadere ho detto: “Povero figlio…“. Tuto questo decantare l’Italia è qualcosa di clamoroso, ho letto dei voti incredibili… Hummels? 36 anni a dicembre…ormai siamo un cimitero degli anziani. Però tra lui e Smalling mi prendo il tedesco, ha avuto una carriera straordinaria, ha molto rallentato rispetto a quello che era prima, ma rallentato nella Roma significa essere il capitano… Ma qual è la strategia? La Roma sta per prendere un ragazzino di 17 anni a 1,5 milioni. Quando il Real prende ragazzini il paga 60 milioni, questo costa un milione e mezzo…speriamo bene…”

Paolo Cosenza (Tele Radio Stereo): “Italia-Albania è stata una partita oscena, inguardabile, e se non fosse stato sabato sera molti si sarebbero addormentati alle nove e mezza…Però bravi i nostri ragazzi, che si sono autogestiti. Perchè giocare senza allenatore non è facile per niente…Il livello è bassissimo, l’Albania non ha mai giocato, a parte quel gol regalato non ha fatto nulla. Pellegrini nei tre davanti per me non rende e perde tantissimo…”

Francesca Ferrazza (Rete Sport): “Tutti parlano di Calafiori come grande rimpianto della Roma, ma per me è Barella. Se pensiamo che poteva diventare un nostro giocatore quell’estate là…con lui sarebbe davvero cambiato il centrocampo della Roma…

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “Bove da quello che so è sul mercato inglese, la valutazione che ne fa la Roma è sui 18 milioni. Magari con quei soldi ci puoi comprare il centrocampista box to box che ti serve… Ghisolfi, che ha tanto da lavorare, è sempre controllato dal grande capo greco…leggo che il ceo di una società è presente in tutte le trattative…bah…io una cosa del genere non l’ho mai sentita. Il grande capo vuole controllare tutto…Qua ancora non è stato ufficializzato il contratto di De Rossi: sarò io che sono ansioso… Shomurodov? So che il Cagliari è pronto a riscattarlo, ma con uno sconto sui 9 milioni pattuiti per il suo acquisto…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Calafiori aveva una classe e una forza tale da farlo spiccare in Primavera, e avresti dovuto pensare che sarebbe tornato quello di prima. La Roma non ha avuto questa lungimiranza, come non ce l’hanno tante dirigenze che devono fare certe scelte per delle squadre importanti e non hanno la forza di aspettare. Poi qualcuno darà la colpa a Pinto, qualcuno a Mourinho…io però non me li ricordo tutti questi editoriali sdegnati quando la Roma decise di vendere Calafiori. L’ultima immagine che abbiamo di Calafiori è la partita col Bodo, dove non fu di certo tutta colpa sua…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Hummels come rinforzo di esperienza? Sì, io lo prenderei. L’Hummels che ho visto giocare in Champions mi sembra ancora fortissimo, e capace addirittura di fare gol. Certo ha 35 anni, lo devi considerare per una o massimo due stagioni. E’ un giocatore di sicuro rendimento e di grande esperienza. Cedere Smalling però non sarà facile…Lui in Arabia Saudita? Bisogna vedere se ci vuole andare…Visto il rendimento dell’ultimo, il cambio Smalling-Hummels ti farebbe andare meglio…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Hummels? Il nuovo corso mi sembrava indirizzato verso un’altra strada, con dei giovani di talento con cui fare un progetto. E poi ti ritrovi a ragionare su 35enni… Un anno sarebbe il limite massimo per capire, se poi a dicembre ti accorgi che può giocare altri due anni, e allora è diverso. Io però il cambio con Smalling lo farei, e Hummels andrebbe bene. Però con un anno di contratto, che mi sembra già troppo…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Hummels è un calciatore di grande temperamento, è uno di cucire tutta la fase difensiva. Smalling mi è sempre piaciuto, mi sono sempre chiesto come mai il Manchester United lo ha dato via per puntare su Meguire. Però ha questi continui problemi fisici. Sono calciatori come Matic che hanno un bagaglio enorme in una realtà totalmente diversa. Perchè la Serie A è completamente diversa, con tanti elementi positivi sotto certi punti di vista…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteInter, Marotta: “Con Oaktree il motto sarà no a spese folli e sì alla valorizzazione dei giovani”
Articolo successivoCalciomercato Roma, Sangaré in viaggio per la Capitale nelle prossime 48 ore: firmerà un contratto fino al 2029

40 Commenti

  1. Ferrazza e la sua incompetenza:
    Barella scelse l’inda noi avevamo in mano il suo cartellino ma la volonta’ del giocatore era di andare a milano, per cui di che rimpianto parli ferrazzona ?

    • vero andò così nonostante il presidente del Cagliari si fosse impegnato in prima persona per convincerlo a venire. il giocatore fu irremovibile

    • sinceramente più che un salto di qualità salta è basta ! era lento da giovane ora da noi viene a svernare (mi ripeto come per gli attaccanti) se i nomi sono questi e ci hai smolling(l’ anno scorso lo avrei preso a calci bastava un trattamento medico banale e tornava tre mesi prima) che alla fine è simile età/stipendio ma conosce gia’ l’ambiente.Diverso se prendi un centrale giovane e forte ma visto i pochi soldi i centrali siamo apposto con mancini e nca titolari e kombulla/smolling e Llorente riserve e forse unico reparto apposto

    • Ma ci pensate che la generazione dei ventenni di oggi, ragazzi che frequentano lo stadio non ha mai visto la Roma vincvere uno scudetto. Ma quanti anni ancora dovranno passare? Quanti presidenti, allenatori, DS, DG, giocatori o presunti tali ?
      Roma merita i Campioni !!!

    • e chissa’ purtroppo perche’ ha scelto Milano purtroppo…forse perche’ aveva capito che qui con queste presidenze americane non si vince una ceppa? probabile non credi

  2. L’Albania è una squadra modestissima,
    la partita è stata godibile nel primo tempo,
    da coma nel secondo, e stavamo anche per regalare il pareggio.
    Bene la vittoria ma ci andrei molto cauti,
    Croazia e Spagna sono un altro livello.

  3. Corsi ha ragione. Anche io ho detto poro pupo quando ( il 10…il 10!!!!) ha fatto quel tiraccio accompagnato da scivolone
    Ma io dico: ma possibile che sto giocatore nun se regge in piedi? Ma se facesse ddu ova sbattute

    • Considerazioni mie sui 3 a centrocampo: secondo me Cristante con altri compagni è un altro giocatore, inoltre ricopre più ruoli. Spesso ha tirato la carretta da solo, non me ne priverei, soprattutto perché poi nelle rotazioni ti torna utilissimo.
      Paredes è campione del mondo. Insomma, non ci sarà diventato a caso, o perché l’Argentina vinceva anche in 10. A Roma quando la squadra era fresca e DDR aveva ridato un certo tipo di gioco ha fatto edere cosa sa fare, va rimesso al centro di quel progetto lì, cioè nel suo ruolo (anche a Torino aveva sofferto col non gioco di Allegri).
      Pellegrini io l’ho sempre sostenuto, ma ormai alzo le mani: è quel giocatore lì. Tanto e non più, oltre non può dare. I colpi li ha, ogni tanto si accende, ma ad una squadra serve un giocatore continuo, non uno che “speramo che oggi s’accenne”, anche perché ne abbiamo già altri due (El Shaarawy e Dybala, per motivi diversi). Piuttosto mi tengo Bove, che anche lui nelle rotazioni è utile e in serie A ha dimostrato di starci. Pellegrini ha 28 anni, a Lamine Yamal a 17 anni (17!) a Lollo se lo spalma sul pane, rendiamoci conto… poi uno dice, vojo vince… ma ve lo ricordate Totti a 28 anni? Uno non è che pretende Francesco, ma in quella zona di campo devi avere un calciatore decisivo!

    • idi condivido tutto meno pellegrini che come gli altri devi vedere non spremuto perché non hai alternative il centrocampo non lo vedo male serve solo un spacca difese uno alla Nainggolan alla barella e tutti quelli citati non lo sono.

  4. comunque a trs stanno veramente messi male ma, capisco che, senza lo straccio di una notizia l’ unica è sparare caxxate…

  5. Solo a Roma si può discutere un campione come Hummels eletto miglior difensore della Champions.
    Che ambiente di frustrati.

    • non si discute il giocatore ma ha una certa età e per il 433 è lentissimo,potrebbe andare su una difesa a 3 (infatti lo voleva mou) ma noi con la difesa a tre non è cosa!

  6. Hummels ha fatto bella figura in una squadra dove tutti giocano in difesa,in spazi ristretti e ridotti al minimo. Se dovesse giocare nelle praterie che Paredes e Cristante lasciano dietro di sè quando superano di 1 metro la metà campo,penso che anche lui andrebbe in crisi,perchè l’età è quella che è e lo scatto breve di una volta ormai un ricordo.
    Operazione che non farei assolutamente,anche se ritengo non abbia fondatezza.

    • Eccoti @Pier, ho visto la statistica qualche giorno fa e confermo. Siamo al 95%.
      Dai che ce la fai. Dajeeeeee
      Cosa si vince?: primo premio degli “HATERS DI ZALEWSKI”.
      Zenone fa un commento su Hummels (che condivido, giocatore sopravvalutato) e tu spari su Zalewski.
      Daje Pierrrrrrr

    • @noiroma, la differenza tra me e probabilmente voi che io nn son “haters”
      semplicemente vorrei una roma forte!
      voi una roma zeppa di primavera di belle speranze, che FORSE a 28/29 anni dimostreranno qualcosa, altri invece proprio scarsi e raccomandati che grazie al Dio del calcio se va bene ora giocano in 3 categoria!

    • e si, se uno elogia giocatori scarsi e denigra giocatori che giocano finali di champions.. bhe si lo sottolineo eccome!

  7. che vuol dire che i giocatori sono senza allenatore e si sono autogestiti? non ho capito cosa volesse dire qualcuno me lo può spiegare?

    • parole a vanvera
      doveva pure dire qualcosa e queste gli sono uscite

      anzi é stato pure bravo avrebbe potuto fare scena muta e invece ha buttato li un po’ di parole talmente scollegate che ti viene anche il dubbio : ma forse voleva dire qualcosa ?

  8. Sugli europei la Croazia non ha una grande difesa a parte Gvardiol e Perisic, un attacco non incredibile a parte un gran centrocampo. La Spagna è forte in difesa e a centrocampo in attacco ho visto Yamal e Nico Williams non imprendibili e Morata a parte il gol ha fatto fatica. Queste sono state le mie impressioni

  9. Che piaccia o meno, la Roma il prossimo anno ripartirà da Pellegrini insieme ai nazionali Paredes, Cristante, Mancini, Elsha e Ndika.
    Angelino, molto probabilmente, sarà il titolare a sinistra mentre il giocatore che si posizionerà a destra, vada come vada, sarà preso sul mercato.
    Le operazioni che riguardano l’attacco sono tutte legate alla vendita di Abraham e alla volontà di Dybala. Abraham serve a fare cassa mentre Dybala sposta completamente le questioni tattiche di De Rossi con importantissimi riflessi sul mercato di Ghisolfi.
    Se Dybala resta, dubito fortemente che possa fare l’esterno d’attacco o la punta in un tridente (ci ha già provato De Rossi), così come non lo vedo bene nel ruolo di ala o falso nove nel 4-2-3-1. Stesso discorso per Baldanzi. Per loro è più consono il ruolo di seconda punta affiancati ad un attaccante di peso nei due terminali offensivi di un 3-5-2 oppure in coppia con un trequartista dietro l’unica punta in un ipotetico 4-3-2-1.
    Se invece Dybala va via e si riesce a fare cassa con Abraham, largo spazio alla fantasia. Ma ripeto, se questi due giocatori non si muovono, dubito fortemente in una possibile rivoluzione tattica e di uomini.

    • “Che piaccia o meno, la Roma il prossimo anno ripartirà da Pellegrini insieme ai nazionali Paredes, Cristante, Mancini, Elsha e Ndika.”
      Quindi tocca chiama tutti i Jedi disponibili perchè quei 6 nomi tolto forse Mancini so na jattura

  10. Marione… l Inter vince con acerbi 36 anni …mikitharyan 35…. Sommer 35…. Però qui è il cimitero degli elefanti si ….

  11. tutta questa polemica sulla società che parla solo da Cala di Volpe o da Dubai è veramente stucchevole, due pelotas… e poi le critiche preventive su Hummels, la greca, l’ufficio stampa, l’Everton… ma mi chiedo sono davvero argomenti che possono interessare a chi sente la radio come passatempo? mah…

    • Purtroppo sì caro Roz.. Sfondare tutto ciò che fa la società è il vero sport preferito di tantissimi tifosi ( altro che calcio). Lo era con Viola.. con Sensi.. e lo è anche adesso. Molti di questi che lavorano in radio lo hanno capito molto bene , da molto tempo e ci si sono costruiti una carriera. Questo è.. ! Forza Roma!

  12. Mandaloriano,che piaccia o meno,se il prosimo anno rigiochiamo col trio-lumaca a centrocampo,pui comprare chi caxxo ti pare,non andremo oltre il sesto posto….e sarà grasso che cola….. Mia opinione Possono essere Nazionali anche del Pianeta Marte,ma con quei tre a centrocampo chi compri compri. Evedentemente Spalletti ne capisce meno di De Rossi che impiega Pellegrini più avanti e fa partire Cristante dalla panchina……

  13. ah super esperti di calcio, gestione….., ah super DS, DG, ecc……. a spasso sul sito, nessuno ha ricordato una grande giornata come oggi del 2001.
    FORZA ROMA!!!!!!!

  14. Temo che la Roma non cambierà nulla laddove ce ‘è più bisogno: il centrocampo. Continueremo ade essere lenti e prevedibili con almeno sistematicamente due tocchi in più di palla (Paredes, Cristante) e con un sopravalutato Pellegrini, incostante e che non ti fa la differenza in una posizione strategica; non è un caso il sesto posto e i risultati degli ultimi anni. Angelino titolare sulla sinistra non si può sentire e se così sarà capiremo le reali intenzioni di questa prorietà. Serviva una rivoluzione e tanto coraggio e invece continueremo a galleggiare tra il settimo e il decimo posto se questi sono i nomi e il mercato e sopratutto con un allenatore aziendalista che accetterà tutto e per lo più troppo amico dei cosidetti “senatori” e praticamente debuttante in A. Spero di sbagliare ma invito tutti a tener molto basse le aspettative.

  15. Sarà come dice Mario e molti altri o sarà che quando in troppi criticano una persona a volte in modo gratuito ma a me Pellegrini è piaciuto nell’ ambito della partita giocata dalla squadra, anzi di di più, ha fatto 2000 movimenti per dare verticalità al gioco e spesso nn è stato servito…..ha anche sbagliato ma è stato quello che più volte ha creato pericoli nella difesa avversaria…compreso l assist del gol a Bastoni e uno eccellente di testa x Scamacca

  16. pellegrini e Cristante non sono giocatori x una rosa che vuole vincere..almeno da titolari!come non lo è El Shaarawy.Abramo.celik.Angelino.e secondo me manco ndikaa.o lui o Mancini devono avere accanto uno bravo alla Samuel o Cannavaro.come coppia la vedo modesta!se partiamo da queste basi..prox stagione se ti va bene puoi arrivare 4 ma di vincere non se ne parla e lo sappiamo tutti!chi ancora crede che gente come Cristante Pellegrini od Elsha a 27/29 anni suonati possa ancora diventare Kroos Totti o Mbappe non so che film ha visto!o si ha il coraggio di una vera rivoluzione e si spera in meglio o da questo limbo non se ne esce!ed ho sospetto,come ha scritto qualcuno sopra,che DDR sia troppo amico di questi giocatori.

  17. io capisco chi si affeziona ai nostri giocatori, condivido che i nostri titolari presi singolarmente non sono nemmeno così scarsi, e che in buona parte quel che ci manca sono riserve adeguate.

    poi però bove è figlio del vivaio e venderlo mette paura, così come zalewski (sia mai esplodessero altrove, tra qualche anno….)… se devo prendere hummels allora mi tengo smalling (quando ha voglia di giocare…), sicuri che voglio cambiare qualcosa??

    io condivido che la Roma si base non sia così scarsa, altrimenti non faceva il percorso europeo degli ultimi anni (ma mai in Champions, ricordiamolo), ma se in campionato non ti schiodo dal sesto posto, non si tratta di una riserva o due da prendere per evitare di spremere cristante, qui servono non dico tanto ma almeno 3 titolari che si prendano il posto senza discussioni…

    speriamo bene…

  18. Ma la Ferrazza dove vive ? Ma ce l’ha ancora la memoria ? Della serie : “Tutti parlano di Calafiori ma il vero rimpianto è Barella che poteva diventare un centrocampista della Roma”.
    Ma anche no se avesse memoria perché mentre Calafiori è Romano e Romanista oltre ad essere stato un giocatore della Roma, quindi ce l’avevamo ma lo abbiamo dato via ed il rimpianto oppure il non rimpianto è quando si ha una cosa e ci sbarazza di quella cosa, c’è l’occasionissima di avere una cosa ma si rinuncia ad averla. Allora si può parlare di rimpianti o di non rimpianti.
    Barella invece si dichiarò sempre tifoso dell’inda per prima cosa, poi, costava ben 40 milioni, inoltre fu contattato proprio da Paulo Fonseca ma tra noi e l’inda, Barella disse chiaramente che preferiva l’inda. Quindi non può assolutamente essere un rimpianto e non sarebbe mai diventato un nostro giocatore alla luce di ciò.
    Per far si che ciò avvenisse, oltre ad essere disposti a cacciare 40 milioni, Barella non doveva assolutamente essere cercato dalla sua squadra del cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome