“ON AIR!” – ROSSI: “Gasperini? Un poveraccio”, CASANO: “Ndicka gli farà gol domenica”, PRUZZO: “A Chiesa in giallorosso credo quasi zero”, MORONI: “Per averlo rinuncerei a Lukaku”

24
731

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Gasperini è un poveraccio…è uno che sarà ricordato come un ottimo allenatore, ma non come una grande persona. Il giorno che smetterà, dubito che ci sarà gente che lo ricorderà come una brava persona, devo ancora trovare qualcuno che ne parla bene dal punto di vista umano…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Le parole di Gasperini? La Roma dal rinvio di quella partita di Udine non ha avuto nessun vantaggio, ma solo svantaggi. Già questo basterebbe a giustificare la malafede di chi apre bocca e gli dà fiato. Se poi il problema è che Ndicka non è morto…allora certe parole si qualificano da sole. Per me Gasperini resta quello che, con le bare che attraversavano Bergamo, se ne andava in giro per l’Europa a esportare il Covid sapendo di averlo, e che ha preso a calci in c*lo un ispettore dell’antidoping che guarda caso era andato a fare un controllo a sorpresa…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “La vera domanda che deve farsi la Roma su Abraham è: qual è il vero Tammy? E’ il centravanti d’area di rigore del primo anno, quello che ogni palla che arriva in area sembra sbattergli addosso per finire in porta, o è quell’attaccante che vive solo di frenesia? … Smettiamola di dire che con De Rossi la Roma è comunque sesta e che non è cambiato nulla: con Mourinho avevamo fatto 29 punti in 20 partite, record negativo degli ultimi 20 anni, con De Rossi la Roma ha una media di più di 2 punti a partita, è terza in classifica da quando è arrivato lui… Levatevi dalla bocca sta storia del “che è cambiato?“… Le parole di Gasperini? Per me Ndicka domenica gioca e segna il suo primo gol con la Roma…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Per arrivare a Chiesa io rinuncerei pure a Lukaku. Chiesa sarebbe un sogno, sta tornando a essere quello dell’Europeo… Chi capisce di calcio sa dove mettere mano: il terzino, i centrocampisti, l’esterno e il centravanti se non resta Lukaku…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Chiesa? C’è il piccolo problema della Juventus che vuole soldi… E’ vero, sarebbe un attacco da sogno, però con Lukaku. Se prendi Dybala, poi Lukaku, e ora ci metti Chiesa stai creando qualcosa. Se però mi togli Lukaku e mi lasci Abraham… Le parole di Gasperini? Se proprio vogliamo essere cinici, Joe Barone purtroppo è venuto a mancare nell’albergo, il nostro giocatore invece è caduto a terra mentre era in campo… La Roma non ce l’ha mica con l’Atalanta, ma con la Lega. De Rossi non ha mai parlato dell’Atalanta, ma di una partita che falsa il campionato… Se ieri la Salernitana avesse battuto l’Atalanta sarebbe stato un grande vantaggio per la Roma, avrei perfino stretto la mano a Sabatini…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Chiesa? Prima deve rinnovare il contratto con la Juventus, in quel modo sarebbe possibile anche un prestito con obbligo di riscatto. Altrimenti non puoi chiedere 35 milioni per un giocatore in scadenza di contratto…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Dybala? Non so quello che deciderà De Rossi, ma io in questo momento non me lo aspetto in campo dal primo minuto. Se un giorno parleremo della carriera di Baldanzi alla Roma, potremo indicare come il 5 maggio come la data di nascita della sua storia alla Roma, potrebbe essere storica nella sua carriera. E’ una data spartiacque: in una partita di livello ha fatto vedere le sue qualità, anche in fase di non possesso. Che ha talento lo sanno tutti, ma che questo talento possa essere messo al servizio di una grande squadra per raggiungere risultati ambiziosi è una cosa sulla quale nessuno ha delle certezze. Se dovesse essere in campo giovedì sera, e le cose dovessero andare bene, potrebbe assumere la titolarità in questo finale di stagione…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “Gasperini? Allenatore intelligente, ma persona meno…quello della Roma non è un attacco all’Atalanta, ma alle istituzioni del calcio, incapaci di trovare una soluzione del problema che rischia di destabilizzare il campionato…Se Gasperino il carbonaro non lo capisce, forse è perchè ha avuto un trauma da ragazzino…”

Stefano Carina (Radio Radio): “Chiesa alla Roma? Non mi piace commentare quello che scrivono altri…di sicuro è un calciatore che piace, ma non penso ci siano allenatori a cui non piaccia. Però poi ci si scontra con la realtà, col costo del cartellino, dal fatto che non si sa se la Roma andrà in Champions…Mi sembra che il nuovo ds andrà da un’altra parte, su un ringiovanimento della rosa e un abbattimento dei costi. Chiesa per me vale 35-40 milioni nonostante sia in scadenza, e mi sembra strano che la Roma possa spendere certe cifre…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Atalanta-Fiorentina potrebbe essere una partita totalmente inutile se la Roma vincesse le ultime tre partite… Per cui invece di pensare a quando verrà giocata quella partita, pensasse a quando gioca lei e a vincere a Bergamo. E l’Atalanta pensasse a non perdere contro la Roma…”

Gianni Visnadi (Radio Radio): “Chiesa? Sarà tutto delineato quando sarà ufficiale l’addio di Allegri. Per Chiesa il primo incentivo alla firma è la partenza di Allegri. Il giocatore alla Jvue sta bene e non sarei sorpreso se rinnovasse. Andare a Roma mi sembra un’operazione abbastanza onerosa, non tanto per il cartellino, perchè è in scadenza di contratto, ma la Roma ha i lacci della Uefa, se fa quel tipo di operazione ne deve fare altre in uscita…io non cavalcherei troppo questa pista romana. Io me lo immagino ancora a Torino, ma senza Allegri…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Chiesa ha avuto dei problemi fisici ma è un grande giocatore. Il problema di Chiesa è Allegri, non ho dubbi su questo. Ma siccome tutti ci danno per certo l’arrivo di Thiago Motta, lui la prima cosa che farà è chiedere la conferma di Chiesa. Però se fossi nella Roma, certo che lo prenderei, di corsa…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “A Chiesa in giallorosso ci credo quasi zero…gli do l’1% di possibilità. La Roma mi sembra orientata a un altro tipo di mercato, e il giocatore mi risulta che se dovesse lasciare la Juve vorrebbe andare in Premier. La Roma sta pensando ad altro…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Chiesa? Abbiamo avuto delle conferme sulla volontà di rinnovare con la Juventus per un altro anno, un accordo ponte che lo lascerebbe libero l’anno prossimo di scegliere dove andare. Poi se dovesse arrivare un’offerta dalla Roma o da un club inglese che soddisfa entrambi…però Chiesa è molto ambizioso, l’Aston Villa si era fatto avanti e lui non l’ha ritenuto sufficiente  convincerlo a lasciare la Juve. Lui si vede in un grande club, non si vede all’Aston Villa e non so se si vede la Roma. Vediamo se cambierà idea e se accetterà destinazioni che sono meno prestigiose… La bestemmia di Cristante? Non sarà squalificato, non c’è l’audio e non c’è la certezza assoluta, ma chi bestemmia è giusto che venga squalificato. Cristante è anche recidivo, può farla franca, ma non dovrebbe bestemmiare, né in campo né fuori…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteBAYER LEVERKUSEN-ROMA: arbitra l’olandese Makkelie
Articolo successivoCalciomercato Roma, i giallorossi guardano in casa Juve: oltre a Chiesa, piacciono Kostic e McKennie

24 Commenti

  1. Me lo consentite? Applausi per Piacentini, quello che ha fatto Gasperini durante il periodo del Covid (mentre tutti noi eravamo segregati in casa e controllati dai droni) è difficile da dimenticare, risultato positivo al Covid girovagava come se nulla fosse La dichiarazione su N’Dicka lo qualifica per ciò che è: Bravo come allenatore ma squallido come persona, agisce come gli pare, dice ciò che vuole ben sapendo di rimanere impunito!

    • tutto giusto basara tranne bravo allenatore.

      direi bravo allenatore (a Bergamo).

      stop.

      come ha provato ad alzare l’asticella se n’è tornato da dove veniva….

      ❤️🧡💛

    • Totalmente d’accordo.
      Le parole su Ndicka sono di uno squallore morale unico.

    • sei uno di quelli che diceva che il COVID era un invenzione? Gasperini poi,se eravate distratti,risponde alla polemica creata dal vs allenatore🥴

    • No Stefania.. Il NOSTRO allenatore non sta polemizzando contro l’atalanta.. È neanche contro Gasperini.. Il nostro allenatore polemizza contro la lega..

      Cosa che tutti gli allenatori di serie A continuano a ripetere.. Giocare una partita a campionato finito falsa tutto..

      Che Ndicka sia stato un codice giallo e un bene.. Se fosse successo qualcosa di più grave sarebbe stato meglio?… La Roma a fermare quella partita ci ha rimesso..

      E stata costretta a giocare.. Giovedì, domenica, giovedì, domenica, giovedì, domenica.. Per tre settimane..

      Quindi tirare in ballo ciò che è successo a Ndicka significa essere moralmente un uomo viscido..

      Ciò che è accaduto a Ndicka non c’entra nulla.. La partita è stata fermata, la Roma ci ha rimesso, punto e fine..

      Gasperini sta dicendo una cosa che non c’entra nulla ad un allenatore che non sta attaccando lui ma la lega..

      E indifendibile..

      E se proprio la vogliamo dire tutta.. Le partite sono sempre state sospese per ciò che succede in campo hai calciatori.. Non hai dirigenti..

      Qui abbiamo un esempio.. Mentre Dino Viola presidente del club, ci lasciava, la Roma doveva giocare..

      Eppure nessuno ha detto nulla, sulla sospensione della partita.. Perché certe cose si possono capire..

      Ma a quanto pare non tutti lo capiscono.. Un compagno in campo, che si tocca il cuore, che può sembrare qualcosa di estremamente grave e brutto.. Chi se la sente di continuare una partita di calcio?..

      Un minimo di empatia farebbe bene..

    • Stefania Esenti augurandomi che il tuo commento non sia riferito al sottoscritto, qui nessuno ha mai detto che il Covid era un invenzione. Anzi a dire il vero ho sempre avuto il sospetto che è tale pandemia sia stata ignorata in maniera ignobile. Basta porsi una semplice domanda: Perchè alle prime avvisaglie, i campi di calcio non furono chiusi tempestivamente? Semplice, in molti correvano il rischio di andare falliti. La perdita per st’affaristi senza scrupoli sarebbe stata enorme. Non è un caso se i primi a protestare furono proprio Gasperini e Lotirchio. Mentre molti stadi (sopratutto esteri) si riempivano di bare, loro commettavano ogni genere di reato (basti pensare alla storia dei tamponi falsi) o agli allenamenti a porte chiuse nonostante le restrizioni di allora. Giocatori positivi mandati in campo come se nulla fosse, mentre i cittadini erano costretti ai piu’ duri controlli. Ammetto che in quel periodo. molti di questi sciacalli mi hanno letteralmente schifato. Ps: Le utlime dichiarazioni di lotirchio e del carbonaro nei confronti di N’Dicka le reputo delle vere oscenità!

  2. per non parlare di quelli che vorrebbero DeRoon detto Dumbo perché ormai a parametro zero.
    io non dimentico le prese per il c… di quel tizio.

    per le Gasperini e Dumbo più stanno lontani dall’unica squadra della Capitale e meglio è

  3. Gasperini allenatore che fuori da Bergamo non lo vole nessuno. Se gli togli quei 4 dopati che c’ha è finito. Scuola juve, mentalità bergamasca. Ma che ve lo dico a fa’. Ci odia. Giovedì e domenica ci giochiamo tutto. Serve la champions ma non tanto per il prestigio quanto per i soldi. C’è mezza rosa da rifare tra giocatori finiti, fine prestiti e fine contratti. Poi ci stanno quelli in scadenza 2025 che verranno a batte cassa. Altro che Chiesa (magari arrivasse) se non ci qualifichiamo ad agosto ci ritroviamo ancora una volta imballati de prestiti e con la panchina corta. Non se po’, non ce lo meritiamo. Arrivasse ‘sto benedetto stadio.

  4. riprendendo il giudizio su cassano per me abraham è un giocatore molto arruffone e quindi qualunque cosa faccia non sai mai a cosa porterà, può sia segnare che sbagliare a porta vuota. e non mi sembra un giocatore su cui porter costruire qualcosa. Vedremo la prossima stagione ma per me sono stati 40 milioni buttati, un pò come schick ed iturbe

  5. Casano sai cosa c’è? Il problema è che non abbiamo più il tempo di capire qual è “il vero tammy”, è quasi finito il campionato, la Roma per riuscire nell’obiettivo minimo stagionale ha bisogno di gente pronta non da oggi, ma da ieri, la stagione è agli sgoccioli e non possiamo aspettare nessuno. Per me non ci deve essere nemmeno una prossima stagione per Abraham, questa era la terza, al netto dell’infortunio e di quanto lo hai strapagato, purtroppo, il bilancio non è positivo; quindi a giugno grazie di tutto e ciao ciao, in giro c’è sicuramente di meglio.
    Su DDR invece concordo su tutta la linea, sul fatto che Ndicka segni domenica… magari, ma non credo.
    Agresti lo vedo come quello che va in chiesa tutte le domeniche mattina e poi nel privato dice e fa le peggio cose

  6. Padre Agresti non si preoccupi che Cristante verrà a confessarsi da lei con il cilicio e lei potrà assegnargli la penitenza. Devo dire che non sono pro blasfemia per cui diciamo che la bestemmia non mi piace. Non mi piace però neppure chi sfodera la propria etica ergendosi a giudice anche se non lo è.

  7. “Vigliacco… serpente… viscido!”
    (C. Panucci).
    L’unica cosa che non condivido è l’offesa ai serpenti.

  8. Stefania Esenti parli COVID dai giudizi probabilmente sei o ti senti
    laziale o atalantina “nome Omen ” …………Esenti ( da ogni regola)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome