“ON AIR!” – PUGLIESE: “Quella di ieri è una Roma da Champions”, FERRETTI: “Frattesi? Dovrebbe essere deluso dal Sassuolo”, FERRAZZA: “La squadra segue ciecamente Mourinho”

0
2387

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Rete Sport): “Il gol segnato da Kumbulla è un gol fatto dalla Curva Sud, perchè c’è stata una situazione molto particolare. Ieri partita vinta anche strategicamente molto bene: quando sento parlar male di Mourinho e che la Roma non c’ha gioco la cosa comincia a a darmi un po’ fastidio, anche se nella mia squadra dei sogni non prenderei Mourinho come allenatore… Vista la polemica sui fischi, mi aspettavo che Mou sottolineasse che ieri c’era stato uno stadio fantastico…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Mou tiene basso l’entusiasmo e fa bene, siamo all’inizio di un ciclo di partite veramente importante per la stagione, si decide tanto del futuro della Roma. Dopo il due a zero di ieri sei un passo avanti ma non sei ancora sicuro della qualificazione, anche se oggi per fare tre gol alla Roma devi essere una squadra importante… La Roma nel 2023 in otto partite su nove giocate in casa non ha mai subito gol. Ieri hai messo un bel tassello sul passaggio del turno. Se verranno confermati i risultati del turno di andata, i quarti di finale questa Europa League diventerà una Champions: restano forse Union Berlino e una tra Shakhtar e Feyenoord da pescare, per il resto Arsenal, Juventus, Manchester United, Siviglia…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Prestazione straordinaria di tutti gli undici e di quelli che sono subentrati per passione della propria professione e per la squadra. E’ una delle poche volte che ce l’hanno messa veramente tutta, questa è la squadra di Mourinho. Uno dei giocatori più forti è Matic, ora avete capito quanto ci mancava un centrocampista? Lui ha imbruttito a Cristante perchè è calciatore, ce l’ha dentro lo spirito della squadra. E’ uno che c’ha il mestiere, ha il temperamento. Per noi ieri Matic è stato un fenomeno perchè non vediamo da anni un calciatore vero a centrocampo…”

Francesca Ferrazza (Centro Suono Sport): “La Roma non ha una grandissima rosa, ma ha dei giocatori che seguono ciecamente il proprio allenatore. Anche Dybala sul futuro sembra un po’ cambiato nelle sue dichiarazioni. I Friedkin hanno dimostrato attenzione ai tifosi anche con una politica di prezzi popolari. L’Olimpico è diventato un marchio anche per l’estero…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Quella di ieri è stata una Roma da Champions per l’avversario, per l’intensità avuta, per la mentalità, per quello che ha dato. E’ una Roma di un altro livello. La squadra vista ieri farebbe benissimo anche nella coppa più importante. Lo stadio? Ho trovato gente che parcheggiava due ore prima della partita a Balduina, ma possibile che uno deve posteggiare tre chilometri prima dello stadio? Non è una cosa umana. Questo Olimpico spero possa trasferirsi presto a Pietralata, con i tifosi, grandi e piccoli, che possano arrivare allo stadio in condizioni umane…”

Paolo Cento (Rete Sport): “Empatia dentro e fuori dal campo. Il due a zero è un risultato classico in coppa, che mostra la forza della Roma. Spesso diciamo che la Roma vince solo col cinismo, e invece si è visto a tratti anche il bel gioco. Iniziato bene un ciclo di partite di svolta. Sono soddisfatto, complimenti a tutta la rosa, che non è quella del Bayern Monaco, ma che quando ha tutti a disposizione può dire la sua. Lo stadio? Illudiamo le persone, a Pietralata ci sarà lo stesso problema e poi ci restiamo male…Non è pensabile che sessantacinque mila persone, di cui il 90% va allo stadio in auto, possano trovare un posto che non sia a tre chilometri…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Ieri il professore è stato il migliore in campo, è di un’altra categoria. Dicono “eh ma Matic se avesse avuto 28 anni non stava alla Roma”, beh grazie a sto ciufolo…ma io me lo godo pure a 35 anni. Leggo di Frattesi che dice di essere deluso del no della Roma, ma in realtà lui dovrebbe essere deluso del no del Sassuolo, che chiedeva 30 milioni per lui. Ma vabbè, che ce frega…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Mourinho non si deve lamentare della panchina, sono entrati Wijnaldum, Spinazzola, Belotti, Kumbulla che poi ha segnato… Se parametriamo la storia recente, il fatturato della Roma a quello del Bayern Monaco… Mourinho non deve competere col Bayern, deve guardare le alternative della Real Sociedad. Lui deve essere contento, penso che gli spagnoli quando hanno visto alzarsi Spinazzola e Wijnaldum avranno pensato: “Magari ce li avessimo noi“. Questo per dire che la Roma ha giocato una partita splendida, la Real Sociedad è una squadra che occupa le prime posizioni nella Liga, è una squadra forte, e la Roma ha giocato la partita che doveva fare. Per la dimensione della coppa, ha giocato una partita da grande squadra. Non dobbiamo commettere l’errore di sminuire il valore della Real Sociedad, che è una squadra molto forte…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “La Roma mi ha convinto, ha giocato bene, ha rischiato solo in un paio di occasioni. Mi ha convinto molto di più ieri che nella partita contro la Juventus. Bello il primo gol, soprattutto il lavoro fatto da Abraham. Le parole di Mou sui cambi del Bayern? Lui dovrebbe domandarsi come mai il Bayern non l’ha mai chiamato…”

Gianni Visnadi (Radio Radio): “Matic ha fatto un’altra grande partita, quasi in controtendenza con gli altri ultratrentenni che in questa fase della stagione stanno calando. Forse Mourinho lo ha gestito meglio, e ora gli sta dando qualcosa in più. Fondamentale il secondo gol, perchè rende decisamente più gestibile la partita di ritorno. Consentirà un’altra volta a Mourinho di giocare come vuole, e la Roma è favorita. Globalmente è superiore alla Real Sociedad…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Ieri sera ho visto la voglia di tutti di giocare questo tipo di partite, compreso il sacrificio da parte di giocatori molto tecnici. Vedo un gruppo molto coeso che segue in tutto e per tutto il dettame dell’allenatore. Smalling e Matic sono i due leader indiscutibili…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteMatic-Cristante, scintille in mezzo al campo: la lite fa impazzire i social. Mou: “Giocatori tutti uguali, la squadra è unita”
Articolo successivoLa Roma perde Belotti e Pellegrini: frattura alla mano per il Gallo, sarà operato. Trenta punti di sutura per il capitano