“ON AIR!” – CASANO: “De Rossi sarà solo come Mourinho, ma senza essere Josè”, CORSI: “Mou troppo grande per allenare un club così piccolo”, CIARDI: “Avoglia a parlare di famiglia…”

33
2006

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se Smalling fosse stato bene, non credo affatto che Mourinho lo avrebbe messo fuori rosa. Il problema è che la Roma non ha mai fatto chiarezza su questa storia. La mia domanda però è un’altra: perchè Smalling non lo ha fatto due mesi fa questo post? Mourinho gli impediva di scrivere sui social? Gli menava? Visto che le voci su di lui non sono uscite oggi, ma sono sei mesi che si parla di questa storia e del fatto che non prende antidolorifici, perchè uscirsene solo ora?…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Le parole di De Rossi? Traspare la preoccupazione per il  grattacapo che si è preso, ma anche il grido di aiuto verso i tifosi di cui sabato avrà bisogno. Ora deve capire come rimettere in mare questa barca. Lui ora ha il cammino abbastanza piano, ha la possibilità di giocare tre partite alla portata, e noi dobbiamo essere compatti nel tifare la Roma. La mia paura è che ci siano contestazioni o divisioni allo stadio. Io rimpiangerò Mourinho, per me è un grande allenatore, ma tifo la Roma sempre…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Quando un allenatore viene esonerato c’è sempre qualcosa che non va all’interno dello spogliatoio. La proprietà decide di mandare via Mourinho e vedremo se porterà risultati, e lo fa anche perchè i rapporti sono ormai logori con una parte dello spogliatoio, penso che sia una cosa visibile in quello che abbiamo osservato. Certe dichiarazioni sono andate oltre, come quella di Mourinho dopo il Bologna che è passata in secondo piano, quando disse che forse era meglio puntare su giocatori sani e giovani piuttosto che puntare su nomi che danno solo frustrazioni. Quello secondo me è l’inizio della fine, perchè di fatto stai scaricando la squadra all’inizio di un ciclo terribile… De Rossi? Sarà solo come lo era Mourinho, con la differenza che lui non è Mourinho…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Ieri Smalling ha preso un cazzottone sulla macchina e oggi si è sentito in dovere di chiarire la sua situazione. Il malcontento c’è, i tifosi non sono contenti e questo può aiutare De Rossi. La Roma è come la Lazio, deve pensare al campionato, ha ragione Sarri, mentre Mourinho aveva questa malattia dell’Europa e ha lasciato stare il campionato…Mourinho è troppo grande per allenare una società così piccola, ha abbracciato una società senza soldi e ha fatto una ca*zata clamorosa. Dopo Budapest per un attimo ha pensato a che fare, e poi ha scelto di restare. E’ stato uno sbaglio enorme, l’amore lo ha accecato…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “E’ dalla notte dei tempi che gli allenatori vengono esonerati. Qualche volta hanno effetti positivi, e la Roma nelle prossime tre partite può tornare in zona Champions. De Rossi, che dentro Trigoria è molto più tifoso della Roma di altri, è uno che ha la testa sulle spalle… Smalling? Riappare come la cometa di Halley, ora ha capito che su di lui ora ci sono tanti sospetti e decide di fare chiarezza. Io non dico che Smalling si sia chiamato fuori, ma non sarebbe stato meglio parlare prima? E non per Mourinho, ma per la Roma… Avoglia a parlare di famiglia, nemmeno con Mourinho si è riusciti ad andare tutti nella stessa direzione…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La tempistica dell’esonero è stata perfetta, ora hai tre partite facili sulla carta e questo era il momento migliore. Devi essere lucido e accettare la situazione. E’ chiaro che c’è delusione per chi come me pensa che Mourinho sia stato un valore aggiunto e qualcosa che ci ha tenuto vivi per due anni e mezzo. Ma ora bisogna essere realisti e voltare pagina, per capire quale sarà il prossimo futuro. Anche perchè ci sono tante situazioni che vanno chiarite, a partire dai giocatori che non si sa se resteranno a meno alla Roma…”

Furio Focolari (Radio Radio): “De Rossi ieri ha detto quello che doveva dire…che poteva dire…anche io sono convinto che la Roma sia una squadra forte e De Rossi lo ribadisce, cercando di creare un gruppo che era stato falcidiato dalle parole di Mourinho. Ora deve tenere alto il gruppo, solo con quello può sistemare la situazione. Ha una responsabilità enorme… La Roma ha la peggiore classifica degli ultimi 40 anni, e non potevi pensare di restare alla Roma…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Le parole di De Rossi non sono banali, anche se consegnate agli organi ufficiali. Quando lui dice che la squadra è forte, dice esattamente il contrario di quello che ha detto Mourinho per tre anni. Si assume le responsabilità un allenatore alla prima esperienza in Serie A e non lo ha mai fatto un allenatore esperto come Mourinho. Penso che le parole di De Rossi segnino un confine, ed è un modo giusto per portarsi lo spogliatoio dalla sua parte…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteFriedkin ammaliati da Conte, ma prima serve un ds: la Roma incassa il “no” di Modesto
Articolo successivoMourinho, l’agente contatta il Napoli: Special One pronto ad allenare gli azzurri

33 Commenti

  1. Corsi invece cos’è che non ha capito..??
    Fa la morale lui che (come tutti..) da lunedì cambierà radio…??
    Forse è lui troppo piccolo per tifare Roma..??

  2. Pippearsugo che fanno i propri interessi personali a danno della ROMA 💛❤️….

    Siete solo delle pippearsugo voltagabbana
    Indegni di vestire questa maglia…..
    Indegni di essere parte integrante di questa famiglia giallorossa 💛❤️….

  3. Perché solo oggi Smalling se ne esce con questo intervento chiarificatore? Forse perché ieri gli hanno preso a pugni la macchina. FR

  4. Agresti..Mourinho ha detto 800 volte che questa squadra AL COMPLETO è forte e può lottare per tutti gli obiettivi. Ma il problema è che è stata sempre ben lungi dall’essere al completo. De Rossi ha detto che questa squadra è forte e detta così non vuole dire niente..non credo si riferisse alla squadra che ultimamente è scesa in campo con mezzo difensore sano e buono e un diciottenne al suo fianco..Ma sono tutte cose che sanno benissimo anche Agresti&Co, solo che devono recitare il loro ruolo di anti Mourinho

  5. dispiace per mou.
    ma spero che de rossi ci stupisca anche se sono scettico.
    Spero inoltre che se ci sarà da fischiare (speriamo di no) si fischino i giocatori perchè de rossi si sta giocando la carriera.
    Ultima considerazione : ma in questa situazione come ti metti a contattare l’allenatore del prossimo anno ………………ba.

  6. su tante cose siamo nel campo delle ipotesi…a me nessuno toglie dalla testa che, arrivato l’anno prima in semifinale di EL, la Conference l’avrebbe vinta pure Fonseca, visto che c’è arrivato vicinissimo pure Italiano, ma appunto è una mia idea. Ora pensare che De Rossi sia un deficiente solo perchè prima di lui in panchina c’era una leggenda, mi sembra un’idea ridicola, perchè non è che abbiamo preso uno che fino a ieri ha fatto il giostraio nella vita, ma come sempre sarà poi il campo a dare le risposte. Pur con tutto il rispetto per la carriera di Mou, i risultati sul campo richiedevano un cambio di passo deciso, e se sia stato fatto il passo giusto o meno lo sapremo a giugno, come del resto lo avremmo saputo nel caso fosse rimasto lui. Io non vedo l’ora di andare a tifare ancora più forte di prima allo stadio, perchè mai come ora la squadra ha bisogno di sostegno e DDR di essere trattato come merita

    • criPtico, pur di sminuire Mourinho, state ripetendo le stesse parole pronunciate da discanio e scassano Er bello è che poi li denigrate Contenti voi…

    • No, stai sminuendo la tua intelligenza se pensi che un allenatore che ha come palmares solo la SPAL possa fare meglio di Mourinho..
      DDR non avrà alcun rinforzo dal mercato di gennaio come invece chiedeva MOU.
      Gli esterni, i difensori centrali, i centrocampisti e gli attaccanti saranno quelli di MOU.
      Non mi preoccupano le prossime tre partite le avrebbe vinte anche MOU (mettendo quindi in difficoltà la società che voleva la sua cacciata) quindi era meglio farlo ora.
      Smalling non tornerà a giocare come neanche Ibanez e Matic.
      Si farà giocare Belotti e Pellegrini, ma il primo lo sa che quando scatta oramai viene recuperato, mentre il secondo quando gioca si sovrappone a Dybala e non sa fare filtro a centrocampo (è troppo falloso e rischia sempre la doppia ammonizione).
      Capisco Daniele che vuole emergere, ma come sbagliò a prendere la Spal, sta commettendo di nuovo un errore a prendere la Roma..

  7. Grazie per questa rubrica, ci consente di marcare le parole (verbat volant) nero su bianco (scripta manent) perché troppa gente in questa città se ne approfitta.

  8. Mou ha detto sempre quello che io, aepmicw tifoso ho sempre detto e scritto: questa squadra al completo non è’ seconda a nessuno! Io a questo punto lo avrei tenuto fino a fine contratto e poi se non lo volevo non gli rinnovavo il contratto! Così’ e’ stato umiliante e irrispettoso verso di lui e verso il popolo giallorosso!Lui ha sempre accettato tutto e questo forse e’ stato lobsbaglio! Comunque ora avanti con Daniele , progetto nuovo e magari con un da come Massara mettere le basi per i prossimi anni sempre con Daniele magari affiancato come DT da Ranieri che lo può’ far crescere come allenatore! Poi in società’ riporterei subito Boniek e Totti!Vasta proferì e santoni!

  9. Daniele De Rossi è l’uomo giusto (forse l’unico) per la situazione che si è venuta a creare. Gli va, innanzitutto, riconosciuto il coraggio, l’attaccamento ai colori, l’amore incondizionato che ha dimostrato nell’accettare. Nessuna vedovanza.

    • DDR non è un allenatori affermato ( x ora) ma di calcio ne mastica e come…spero che basti ma sono i calciatori che devono essere con la testa dentro la partita..basta con ste centinaia di passaggi all’indietro

  10. ancora con la favoletta che è una società senza soldi e non si vuole o si fa finta di non capire che abbiamo degli obblighi di spesa impostati dalla uefa. Fino a che abbiamo questi limiti non possiamo capire fino a dove si possono spingere i Friedkin, a vedere i quasi 1000 milioni spesi fino a ora e i futuri 580 per lo stadio io sono molto fiducioso…. ma tanto ormai non contano più nulla questi discorsi perché vi hanno tolto il testaccino Mou e li odierete per sempre, pure se vincono lo scudo.
    Approposito…. sapete quando esce il comunicato in cui il romanista Mou annuncia che lascia sul tavolo i 6 mesi di stipendio? ma lo aspettavo già ieri…

    • Il “testaccino” Mou si è sgargarozzato 28 milioni di euro in due anni e mezzo per regalarci nientepopodimeno che due sesti e un nono posto in campionato con un gioco tendente al rugby più che al calcio, più una Conference League che avrebbe vinto pure Fonseca, dopo l’autoeliminazione del Tottenham.

    • Va beh, è già la seconda volta che lo leggo: non abbiamo né avremo mai la riprova che la Conference l’avrebbe vinta anche Fonseca; sicuramente la rosa era attrezzata per vincerla, contrariamente a quello che dice qualcuno non è stato un miracolo, ma comunque Mou è stato bravo a dare quello che ci è storicamente mancato e cioè la zampata finale.

  11. Corsi dice che Mou è troppo grande x la Roma. Ma chiedo ai più “grandi” del forum…ai tempi di Herrera i romanisti parlavano allo stesso modo? Io ero troppo piccolo all’epoca…ma mi pare che anche in quell’occasione arrivò un personaggio scomodo dal passato illustre e dal presente modesto. Da noi arrivano a fine carriera e creano solo illusioni

    • Guarda, l’era del Mago l’ho vissuta tutta dall’inizio alla fine ingloriosa. Arrivato con alle spalle un passato, per l’epoca, almeno pari a quello di Mourinho e arrivò con grandi aspettative da parte di tutti. Come Mourinho usava con estrema disinvoltura la lingua, in Spagna lo chiamavano Habla Habla, un capopopolo come il portoghese che era idolatrato dai tifosi nonostante i risultati al livello di quelli mourinhani, cioè scarsissimi. Riconosco che anche io fui suggestionato dal personaggio, almeno per un po’, che come Mourinho attaccava i propri giocatori e gli arbitri che naturalmente ce la facevano regolarmente pagare, all’epoca non c’era il VAR e facevano quello che volevano. Come allora anche a Budapest abbiamo pagato i conti in sospeso tra Mourinho e Taylor. Anche allora quando Alvaro Marchini lo licenziò ci furono contestazioni perché purtroppo anche 50 anni fa una certa parte dei tifosi romanisti era tale e quale ad ora.

    • A me Mou non mi è mai piaciuto e visti i risultati avevo ragione, lui vince solo con grandi, ma grandi giocatori in campo e così so buoni tutti! A mio parere De Rossi ci metterà il cuore e pur non avendo grande esperienza come allenatore otterrà dei buoni risultati. Poi conta la simpatia e il sapersi approcciare con la squadra e lui da ex giocatore ne sa qualcosa. Daje De Rossi un Romanista come noi!

  12. Bisogna dire che murinio non è la prima volta che viene esonerato me pare che l’ultimi 10 anni e stato cacciato da pertutto non è la Roma che lo ha trattato male anzi è stato sopportato e supportato pure troppo secondo me ora bisogna continuare a tifare più di prima daje Roma Daje ddr

  13. Per una volta d’accordo con Corsi.
    Siamo un club senza soldi ma dove vogliamo andare. Vendiamo Vina e non possiamo manco spendere i soldi, per un accordo che manco alla Germania dopo la prima guerra hanno fatto.

    Il prossimo anno sara drammatico, Una squadra da rifare senza soldi

  14. senza mou che squadra avremo il prossimo anno?
    lo chiedo a tutti coloro che sono sollevati dalla sua cacciata.Rimarrano Dybala, Lukaku, Mancini? Arriveranno altri giocatori degni di essere chiamati tali?
    secondo me resteranno solo le mezze tacche( chi se li pja???) ma per certi tifosi sarà meglio così.
    Mourinho lo stipendio se lo pagava da solo e sti affaristi americani hanno liquidato gli azionisti e ora non vedono l’ora di vendere (speramo presto) come i precedenti solo che quelli almeno i giocatori boni li portavano e vincere a Milano era una costante come la champions. .questi ?
    VERGOGNA GO HOME

    • Dybala già vuole rinnovare, Lukaku se non tiri fuori 40 milioni se ne va, Mourinho o no, Mancini chi se lo accatta? Questi i soldi che prendono alla Roma le altre squadre glieli fanno vedere col binocolo, sai quanto gliene frega di Mourinho.

    • Tanto più se non potranno arrivare le stelle, i normalodi, come quelli che abbiamo già bisognerà farli giocare in modo semplice, nel loro ruolo, in una squadra messa in campo con equilibrio. Perchè inventarsi delle caratteristiche, delle posizioni in campo, è già difficile per quelli bravi, figurati per gli altri. Se ti manca uno stopper, fai giocare uno meno bravo, anche un primavera nel suo ruolo, non ci metti Cristante o Kristensen, a fare figure di m. e poi Dybala, con la situazione muscolare che ha ultimamente faceva anche il mediano. Non esiste. A me sembrano le basi. Ma io non faccio testo, a pallone ho giocato poco, giocavo 2 e le mie partite finivano spesso con un rosso fisso.

  15. Questa gente che dice di essere giornalista a mai visto giocare a pallone a mai visto la Roma di Conti e Falcao? Questo a preso 30milioni e preso una coppa dei poveri la Roma più brutta degli ultimi 50 anni poveraccio

  16. le cose sono andate in direzione tale in questi giorni che a naso mi sembra abbiano magicamente trasformato il pubblico romanista, storicamente di bocca buona, in un pubblico più esigente.
    Leggo commenti duri su dichiarazioni di giocatori ai margini della rosa, almeno attualmente…
    Sinceramente la cosa mi fa ben sperare.. iniziamo a dare a Cesare quel che è di Cesare come si fa da tutte le parti..

  17. Sig Agresti forse la nostra società è troppo piccola ma il Chelseail Manchester United e il Tottenham sono piccole anche queste? Eppure ha inanellato anche lì esoneri in fila

  18. a Corsi Mou è al.3 esonero…..negli ultimi?
    quindi x carità mi inchino al Palmares……ma guardiamo pure i fatti e non diciamo cazzate
    ……io gli avrei fatto finire la stagione…..poi facevo 2 conti ma ripeto…..Guardiamoli tutti i numeri…..

    • Sarebbe il quarto. Al Chelsea fu mandato via a Natale con la formula della rescissione consensuale.

  19. Mourinho in 2 anni e mezzo alla Roma : 168 partite di cui 68 vinte, 30 pareggiate e 40 perse.
    Possiamo porre questi dati in percentuale, un rapporto tra vittorie, pareggi e sconfitte ed il dato non è positivo.
    Si può anche rapportare questi dati su una base di 38 partite anche se questi sono un totale partite che include le coppe, la base di 38 partite sarebbe pari al numero di partite in un singolo campionato e questi numeri porterebbero una media punti che sulla base di 38 partite significherebbe un piazzamento medio tra il 7° e l’8° posto.
    A fronte di ciò l’esonero di Mourinho purtroppo è giusto e dico purtroppo perché avrei sperato una posizione di alta classifica con Mourinho almeno al suo arrivo immaginando ad una programmazione differente da parte della società.

  20. Caro Piacentini te lo spiego io perché Smalling ha aperto bocca adesso:
    Ricordati cosa a combinato Mourinho Al Manchester United con i giocatori che gli davano contro … li ha messi tutti al patibolo con anche al Tottenham.
    Grazie al gallo Belotti che i giocatori hanno iniziato a parlare non scordarti il siparietto dopo il Milan tra il Gallo e Mourinho.
    E credo che non sia a caso che i Friedkin abbiano visto che oramai non c’era pi emphases con l’allenatore e con il suo schema statico di gioco e sicuramente avere un allenatore a 7 milioni l’anno per il 9°posto e giocatori sfiduciati da Mournnho che la stagione precedente ti hanno salvato il cul… e l’anno corrente essere trattati come disastri della squadra scusami tanto normale che Smalling parli adesso. E ciò ti fa capire e fa immaginare che tipo di contestazione aveva Smalling contro Mourinho e il suo Staff

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome