“ON AIR!” – CARINA: “Omorodion e Fresneda ok come riserve, altrimenti c’è qualcosa che non va”, PIACENTINI: “Con 40 milioni andrei su altri profili”, PRUZZO: “Serve un attaccante pronto all’uso”, FERRAZZA: “Prenderei Morata o Icardi”

35
1043

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “La leggenda narra che Ghisolfi abbia già cambiato numero di telefono, e già quello di prima non ce l’aveva praticamente nessuno… Chiesa? Io sono convinto che allo stato attuale la storia è più giornalistica che materiale. Perchè oggi la Roma non è nelle condizioni di spendere per un giocatore la cui valutazione parte dai 25-30 milioni. Poi la Roma sa che ha bisogno di un’ala sinistra, e De Rossi sicuramente ha messo Chiesa in lista. Ma un conto è dire quello, un altro è dire che la Roma ha già allacciato i rapporti con l’agente…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Nel gioco del calciomercato, fa comodo non solo alla Roma che le venga accostato il nome di Chiesa, ma anche al calciatore stesso e al suo agente. Perchè se in Inghilterra c’è una squadra interessata a lui, può pensare: “Prendiamolo noi prima che va alla Roma“. Quindi è tutto un gioco della parti in questa fase di mercato, è davvero complicato capire bene. L’unica cosa certa sono i ruoli dove la Roma dovrà investire: due terzini, una mezzala, l’esterno alto e il centravanti… Omorodion? Se costa 40 milioni, io quei soldi li spenderei per altro…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Anche quest’anno c’è tanta gente che aspetta De Rossi col fucile spianato alla prima partita, c’è gente che spera che la Roma fallisca…E’ sempre stato così: il primo anno con Garcia, il primo anno con Luis Enrique, il primo anno con Spalletti…questa città è fatta così…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Di Dybala c’è gente che dice “andasse via” come se fosse un Karsdorp qualunque, e invece come numeri è uno dei giocatori più importanti della Roma di questi ultimi anni. Abraham? Gli inglesi sono capaci di tutto…qualcuno lo prenderà, e buon per loro. Ma poi noi dopo con chi giochiamo in attacco? … Icardi? Ma quanto può costare…Alla Roma pensano a ragazzi giovani, di una certa età, però non è che puoi prendere solo ragazzini altrimenti De Rossi fa la fine di Luis Enrique…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Icardi per l’attacco? Io me lo prenderei…Per me se ci sta con la testa è uno che fa ancora la differenza. Io per esempio mi prenderei anche Morata, sono quei giocatori che hanno un tale curriculum che io ce li metterei sempre dentro lo spogliatoio della Roma…Poi secondo me alla Roma manco ci pensano…”

Stefano Petrucci (Radio Manà Manà Sport): “Saranno mesi di nomi sparati a caso, quando di questi 600 nomi al massimo uno o due ne andranno a buon fine… Alla fine è sempre l’ultima settimana quella decisiva. Chiesa? Secondo me ci sono pochissime possibilità che venga a Roma, e si prospetta l’ennesimo tormentone. Banza? In una squadra come la Roma potrebbe fare la riserva, penso che sia meglio di Belotti, ma mi sembra strano che la Roma possa permettersi di prendere Banza e un titolare perchè so quali sono le possibilità di spesa della Roma. E so qual è l’ansia di De Rossi, che da una parte è consumato dall’entusiasmo di aver raggiunto quello che sognava da una vita, e cioè allenare la Roma, e dall’altra di ritrovarsi alla seconda o terza partita non vinta a parlare del panettone che non mangerà. Perchè Roma è questa. Non si parlerà invece delle penniche storiche fatte dai Friedkin, perchè nella Roma ci sono una serie di manchevolezze, si è in ritardo su tutta la linea…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “Chiesa? Secondo me non vuole venire alla Roma, secondo me vorrebbe restare alla Juve e credo abbia toccato con mano il fatto che la Juve non vuole tenerlo. Un po’ per i costi dell’ingaggio, che se li dovrebbe accollare la Roma…io 5-6 milioni non glieli darei. Gli concederei una base importante, con bonus in base a presenze e gol… A chi darei una seconda possibilità tra quelli che hanno deluso nella Roma? Forse ad Aouar, non mi capacito del fatto che sia stato così trasparente. Se uno trasparente, non giocando, ha fatto 4 gol, se diventa visibile cosa fa? Io penso che valga di più di quello che ci ha fatto vedere…”

Stefano Carina (Radio Radio): “Io penso che Abraham abbia la possibilità concreta di tornare in Premier. La Roma oltre i 16 milioni farebbe plusvalenza, ma è pure vero che poi dovresti prendere un altro attaccante. Oggi faccio il nome di Omorodion, un under 21 spagnolo, ma presentarsi con lui come titolare mi sembra azzardato. Se lo affianchi ad Abraham è un conto, altrimenti c’è qualcosa che non va. Stesso discorso vale per Fresneda: se prendi anche un terzino destro titolare ok, altrimenti non ci siamo. Se dovessi vendere Abraham devi andare su un giocatore strutturato, non su una scommessa… Se la Juventus prende Douglas Luiz e alla Roma accostano solo giovani di belle speranze, è normale che il tifoso faccia dei paragoni…Douglas Luiz è un giocatore di livello internazionale, in Serie A gioca in infradito…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Ramadani gestisce un sacco di calciatori, lavora con un sacco di società, e bisogna sempre tenerlo d’occhio. La Roma sta cercando di capire se può monetizzare con Abraham. Però lo venderesti nel peggior momento, dovresti prima rilanciarlo. Io sono dell’idea che in quel ruolo ti serve uno pronto, non la promessa che ti esplode tra uno o due anni, altrimenti è un casino… Su Chiesa, non storcerei la bocca se dovesse arrivare un giocatore di quel livello lì. Ma non sarà facile, la Juve ha tutte le intenzioni di rifare uno squadrone…”

Nando Orsi (Radio Radio): “De Rossi ha acquisito una voce importante all’interno della società. Di solito con gli allenatori giovani i club fanno quello che gli pare. E’ ovvio che la Roma farà scelte in prospettiva, prendendo molti giovani, ma se ne azzecchi due o tre… La Roma deve però tornare in Champions, manca da troppo tempo. Io penso che con tre anni di contratto De Rossi avrà voce in capitolo sui giocatori da prendere…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSOULOUKOU: “La mia esperienza a Roma? Ci sono tante cose da fare”
Articolo successivoCalciomercato Roma, Tiago Santos avanza a destra: il terzino del Lille ha convinto anche De Rossi

35 Commenti

    • …e parlano come se sapessero tutto…e poi,qui, commentano le fregnacce come fossero verità…se risentimo agli annunci ufficiali.

    • Stefano Petrucci è proprio super disperato per dire che sa tutto di tutto, conosce i numeri del budget ed è nella testa di De Rossi!!

    • @Diego…è normale che tutti dicano le loro ciance, la verità è che con l’ ossatura che abbiamo (MANCINI, SMALLING, SPINAZZOLA, PELLEGRINI, CRISTANTE) più qualche campione (DYBALA prima e dopo pure con PAREDES e LUKAKU) abbiamo fallito miseramente la Champion, principalmente colpa dei calciatori e in più alcuni arbitraggi guidati. Per me bisogna rivedere l’ ossatura principale, il calcio adesso prevede molto dinamismo e aggressività (sono qualità che ha solo BOVE in rosa e dicono che per DDR non è un titolare, un sacrificabile) noi abbiamo un centrocampo statico, di palleggio e fraseggio… troppio lento e prevedibile, quindi molto sterile e i risultati sono evidenti. 3 STAGIONI SENZA CHAMPION…

  1. Riallacciandomi a quanto dichiarato da Stefano Petrucci su De Rossi e i Friedkin,intendo proprio rimarcare questo aspetto,che DDR è stato astutamente vincolato alla Roma per fare da capro espiatorio nel caso che i risultati non siano quelli che tutti sperano. Non per niente gli hanno fatto 3 anni di contratto,cosa che non sta nè in cielo nè in terra per un mister alle prime armi qual è De Rossi.
    In pratica (senza forse che se ne sia nemmeno accorto ) i Friedkin hanno incastrato il povero De Rossi e in un certo senso anche la tifoseria, a tenersi De Rossi per il prossimo triennio quasi a scatola chiusa. bella mossa,non c’è che dire, vista dalla parte di Friedkin che,per quanto mi riguarda, non chiamerò più Presidente bensì Padrone dell’AS Roma.

    • Zeno posso esser d accordo con te, ma qui il punto è solo uno.. bisogna prendere i giocatori forti!! le scommesse si fanno alla snai! dobbiamo tornare nei primi posti della classifica. la juve prende luiz e sta per chiudere per greenwood.. con i nomi che si leggono a noi mi viene da piangere.. chi vuole vincere prende quelli buoni.. ps icardi e chiesa li prenderei tutta la vita!

    • Ma anche se fosse, secondo te il tifoso aspetta 3 anni prima di contestare de rossi? 🤣🤣🤣
      Secondo me non aspetta nemmeno 3 partite, non e’ piu’ un giocatore che gli si perdonava tutto.

    • Tifoseria buona e zitta? Non mi pare! Nonostante abbia fatto spremuto sangue da dei sassi, De Rossi è già parecchio oggetto di spargi merxxa a tradimento qui e su altri siti. Sarà come dice Casano…

    • Quindi iniziamo già a far passare de Rossi come lo scemo del villaggio, come se non avesse mai vissuto il mondo del caclio, complimenti

    • Sarebbe ora invece che i tifosi se la prendessero con l unico responsabile dei ns fallimenti che ha un nome e un cognome…entrambi americani!

  2. Secondo me stiamo proprio fuori strada, i nomi che si andranno a prendere sono altri e funzionali al gruppo da cui si deve obbligatoriamente ripartire. Chi si aspetta una rivoluzione totale e fantomatici moduli offensivi rimarrà deluso.
    Spero di essere smentito ovviamente.

  3. Qualcuno ciurla nel manico: ammesso che l’ impossibile Omorodion a 40 milioni si concretizzi, come si fa a pensare che sarebbe una riserva? E se non va bene lui, che costa 40 e viene dall’ Atletico Madrid, quale giocatore meno costoso e meno blasonato non sarebbe una riserva?
    In sintesi: CHI sarebbe l’ attaccante GIUSTO per la Roma? Perché sembra che ci sia solo un giocatore o due che andrebbero bene, e questo è assurdo.

    • ti risponderanno sempre Icardi , Dzeko, o qualunque giocatore col futuro alle spalle, purtroppo Pastore, renato Sanchez, Cole, heinze eccetera non hanno insegnato nulla, quello che mi dà fiducia è che il mercato lo faranno persone competenti

    • paragonare Icardi, integro, che le gioca tutte e segna a raffica a due pesi morti.. non è proprio onesto..

    • Però, Pier, è pur vero che accostando come termine di paragone imprescindibile Icardi a qualsivoglia giocatore da massimo 15 milioni il risultato non può che essere: quest’ ultimo non è da Roma. Il punto è che Icardi non è della Roma, e sono pochi i giocatori del suo calibro in rosa, quasi zero.
      Allora, incartarsi sul distruggere qualsiasi nome paragonandolo con nomi altisonanti è puramente autolesionista.

    • A Lup Man, noi volemo solo giocatori cor bollino blu, poi chissene fotte se glie serve a bombola d’ossigeno per movese. Come urlarono le migliaia di tifosi intervenuti all’assemblea sociale della Magggica nell’estate del 1953 rivolgendosi a Renato Sacerdoti, che stava per annunciare il nome di un asso di livello mondiale per la nuova Roma: “Er nome, dacce er nome”. Poi che er nome sia quello de Transumanza Pastore, de Ashley Colica, de Nzombie, de Desaparecido Vjinaldum o de Renato Bidons è solo un particolare, per noi mitomani.

  4. Questi di calcio capiscono 0 e fanno gli opinionisti. Continuano a suggerire gente bollita che ti prosciuga le casse tra stipendi, tasse, e percentuali dei procuratori. Basta con i soliti nomi, serve gente che ha fame….ma questi lo conoscevano Kvaratskhelia prima che arrivasse a Napoli? no e allora zitti somari

    • Ciao Samuraj, perdonami, ma non è assolutamente così. Basta andare a cercare e si troveranno le dichiarazioni del padre di Kvaratskhelia per constatare che fosse proprio la Roma , tra le squadre di serie a , oltre al Napoli, la squadra che voleva io giocatore. Tutti gli addetti ai lavori conoscevano Kvaratskhelia, solo che la Roma ci stava anche sopra. Forse i motivi del fatto che non si sia affondato vanno ricercati altrove? Forse non era abbastanza affermato per qualcuno, al pari di Teun Koopmeiners, che la Roma aveva in mano a maggio 2021? Forse non era adatto al 352, che secondo qualcuno era l’unico modulo possibile per la rosa della Roma? Chissà?!?! Capisco che per qualcuno sia meglio convincersi del fatto che la colpa sia sempre della società incapace, stracciona, pulciara.. il problema , però, sta nel fatto che ciò sia quanto di più lontano dalla realtà. Spiace per i contestadores, ma è così! Saluti e Forza Roma

    • Ciao Diego….ci sta quello che hai scritto.
      E ci sta Kvara a parte (in base alla tua ricostruzione), che Pinto é (era, visto che gli abbiamo fatto NOI da nave scuola) un neofita come DS e che x fate mercato in entrata si ê dovuto rivolgere a intermediari, non ha fatto scouting si ê limitato ad andare su nomi che anche io conosco pagandogli un botto di stipendio.
      PS , sulla tua chiusura non so se usando il termine “contestatores” volessi ironizzare o sminuire chi la pensa così, dal canto mio, comunque, preferisco “contestatores” (onesto però intellettualmente, cioè che non lo fa di professione), a k@yones, intendendo non te, ma quei tuttapostisti cesarocommercialisti che a volte si trovano in giro pure qui
      un abbraccio!

    • Ciao Samuraj… no.. contestadores non era riferito a te.. è riferito a quelli palesemente con idee preconcette su tutto. I tifosi delle loro idee … coloro che mistificano la realtà pur di trovare il modo per poter contestare a prescindere. Io sono per criticare ,li dove sia giusto farlo, ma in modo costruttivo e stimolante. Nel mio post di prima i riferimenti a Koopmeiners e Kvara ( chi sa quanti altri casi ci saranno stati) erano riferiti ad una chiara divergenza di vedute tra Pinto/scouting e Mourinho. Credo la proprietà , come tutti ricordiamo, avesse inizialmente un piano diverso. Eravamo forte su Sarri e Pinto fu un primo tassello per lavorare in una certa direzione. Non è uno sprovveduto come si voglia far credere … almeno secondo me. Poi si presentò la golosissima occasione di andare a prendere Mou e loro lo fecero, garantendo uno stipendio top, mai pagato prima a Roma , e molto raramente in Italia ,per un tecnico.A mio avviso lo fecero per vari motivi , non per ultimo per strategia di branding sul marchio AS Roma. È andata bene così, ma questo ha comportato che ,in fase di mercato , non sia stato possibile lavorare come
      voluto è pensato inizialmente, anche per quanto concerne lo scouting etc. Un abbraccio e sempre Forza Roma!

  5. Buongiorno a tutti, tutti nomi inutili e se si vedono su internet sembrano tutti mostri che saltano l’uomo con giochetti brasiliani …. mha …. nessuno sa nulla la verità uscirà solo ad annunci ufficiali ed improvvisi ormai dovremmo saperlo….. vediamo cosa succede di certo non resteranno a guardare…… FORZA ROMA SEMPRE.

  6. Solita minestra…mi fumo una sigaretta e partecipo, detto questo, le voci dell’etere romano sono sempre più patetiche….ma anche dannose purtroppo, quindi aspetto il campo…e qualche acquisto
    Forza Roma Sempre

  7. “in serie A gioca in infradito”.

    Ancora con questa storia che l’erba del vicino non solo è più verde, ma la nostra fa schifo.
    Poi lo scorso anno avevamo 3 squadre nelle tre finali delle coppe. E quest’anno due. E non a caso abbiamo 5 squadre in champions.

    Douglas Luiz è un buon giocatore, magari a averlo… ma stava all’Aston Villa che è stata buttata fuori dall’Olimpiakos nella “coppetta dei settimi” non è stiamo parlando di Modric di 5 anni fa.

  8. io per l’anno prossimo mi terrei Tammy ed il Gallo e vedrai che faranno i fuochi d’artificio !
    Ma sopratutto l’importante è che ci gioca lo faccia con grinta e voglia e che i tifosi, invece de fa’ i tecnici (che non li paga nisuno e manco li legge nisuno, facciano i tifosi e fomentino i giocatori.
    Ho visto Scamacca magnasse fior di gol,contro la Bosnia ma il suo lo ha fatto, a Tammy perchè non ha segnato dopo esse entrato a due minuti dalla fine a momnti lo crocifiggevano.
    Per ritornare a giocare dopo una lesione al crociato ci vogliono dieci mesi, per tornare ad essere come eri anche due anni.

  9. chi critica il maestro Petrucci o, peggio ancora, Mimmo Ferretti, non ha idea di quante conoscenze abbiano all’interno della Roma
    poi da lì a dire che siano degli oracoli ce ne passa.
    vi anticipo: insieme a Torri dissero che Svilar era un bidone. e sbagliarono.
    ma non è nemmeno sto Alisson che ho letto.
    para rigori solo alla sua destra (ogni rigore tirato a sinistra è stato spiazzato) e qualche intervento brutto l’ho visto.
    a differenza di Rui è Vivo e sa fare grandissimi interventi, ma c’è taaaaaaaaaanto di meglio in giro.
    certo è che con il budget inesistente che abbiamo, il portiere si può tenere per l’anno prossimo almeno.
    sperando migliori le sue , seppur poche, carenze

  10. “In serie A gioca in infradito”, frasi di un’arroganza saccente (del nulla) spaventosa, ridicoli, più passa il tempo più trovo spaventosa parte della categoria dei giornalisti, il campionato italiano è e rimarrà sempre uno dei migliori al mondo ed in infradito in Italia non ci gioca nessuno che te li pestano ben bene i piedi.

  11. Penso sia inutile continuare a dire che i giornalisti non sanno nulla, questa raffica di nomi fa bene alla Roma perché “copre” il nulla cosmico di assenza titaoe

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome