“ON AIR!” – CORSI: “Bastano Frattesi, Berardi e Morata per fare una bella Roma”, PRUZZO: “Mi auguro che Mou alzi il telefono per il grande colpo”, CIARDI: “Il mercato è lungo, non bisogna avere fretta”

22
1970

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Cristante? A me raramente è capitato di celebrare i rinnovi di contratto dei giocatori. Cristante è un professionista esemplare anche per i giovani, è un punto di riferimento. La speranza però è che col passare del tempo Cristante rimanga comunque un esempio, ma che alla lunga non ci si abitui al “tanto c’è Cristante“. La Roma a centrocampo dopo Aouar un altro colpo potrebbe metterlo a segno, ma il mercato è lungo, e non bisogna farsi prendere dalla fretta…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Dalle notizie che arrivano mi sembra evidente che per colmare questo gap delle plusvalenze da fare entro il 30 giugno sia quella della cessione dei giovani del vivaio. Per due motivi fondamentali: il primo è per il fatto che non sono titolari, e non togli dei tasselli da rimpiazzare, e secondo perché sono tutte plusvalenze… La Roma fa sapere che per Volpato si parte dagli 8,5 milioni di Tahirovic. Se questi fossero i nomi dei sacrificati sul mercato, la Roma avrebbe colmato la sua esigenza in maniera intelligente…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Se fossi Pinto ho pensato a come migliorare la Roma senza comprare esterni. Io farei così: prenderei Frattesi, Berardi, e Morata. Basta, non voglio altro. Soltanto questi tre. Non avresti fatto uno squadrone, ma una buona squadra…Berardi inviso ai tifosi della Roma? Ma magari viene: appena fa i primi due gol diventa un fenomeno, il calcio funziona così…”

Tiziano Moroni (Rete Sport): “Il rinnovo di Cristante? Il problema della Roma non è lui, o Mancini, o Pellegrini. A questa squadra sono mancati i gol. La Roma deve comprare un attaccante forte, io credo che il limite sia quello. Poi anche io mi auguro che un giorno la Roma sarà più forte di questi nomi, ma la squadra si può migliorare tenendo questi calciatori, che io non vedo come il problema…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Io continuo a pensare che avendo preso Aouar ci potrebbe essere una variazione dal punto di vista tattico. Dominguez del Bologna? E’ il loro capitano, non sarebbe tanto low cost come acquisto, ma è un buonissimo giocatore, che farebbe comodo a qualsiasi allenatore. Con Dominguez, Matic, Cristante, Pellegrini, Aouar, Bove, mi sembrerebbe complicato giocare a due lì in mezzo. Forse sarebbe meglio giocare con un perno in mezzo e due mezze ali…”

Patrick Vom Bruck (Radio Romanista): “Ibanez? Quando intorno a noi avvertiamo il brusio della gente che si aspetta un nostro errore, questo non ci aiuta. Credo che Ibanez non sia paragonabile come storia calcistica ad altri che hanno combinato disastri o hanno avuto particolari problematiche con la piazza…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Cessioni? C’è poco mercato. Ma se ti capita un’offerta importante per un difensore, Ibanez, Mancini o Zalewski… A centrocampo e soprattutto sugli esterni devi trovare qualcuno più forte di quelli che hai. E poi devi concentrati sull’attaccante: Retegui, Nzola, Dia sono buoni giocatori, ma per la Roma serve altro. Mi auguro che Mou alzi il telefono per avere un colpo importante, ce n’è assolutamente bisogno…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Il West Ham potrebbe decidersi ad andare incontro alla Roma per Scamacca, ma non so per quanto tempo la Roma può pensare di restare senza centravanti. Scamacca è una scelta tampone, che la Roma vorrebbe in prestito e che non sarebbe subito pronto. Il West Ham è un club che ha speso oltre 35 milioni per Scamacca, e perchè dovrebbe darlo in prestito? Non sono dei benefattori del calcio italiano. Io credo che loro debbano avere un ritorno economico dalla cessione di Scamacca: partita aperta ma non semplice…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRoma dietro all’Inter per Frattesi. Pinto vira su Fofana
Articolo successivoCalciomercato, Berardi a un passo dalla Lazio per 20 milioni di euro più bonus

22 Commenti

  1. Frattesi, Berardi, e Morata?…sono due anni di fila che arriviamo settimi e il gap con le prime è aumentato…se pensiamo di recuperare posizioni con i giocatori del Sassuolo, che ci arriva puntualmente dietro, forse c’è un piccolo problema…o davvero per due gol in Nazionale a fine stagione, ora Frattesi è diventato un top player? o Berardi non si rompe più? e al posto di chi giocherebbe Berardi, al posto di Dybala? Morata quanto è adatto al gioco di Mou? meno di Belotti a mio avviso…per fare acquisti a caso, tanto vale restare come stiamo

    • “e al posto di chi giocherebbe Berardi, al posto di Dybala? ” quasi sicuramente sì, in modo da non “spremere” Paulo e poterlo gestire meglio, Berardi non è Dybala ma quando non dovesse esserci Dybala (e sappiamo che non le può fare tutte) Berardi sarebbe un’alternativa di un ottimo livello. Le partite si vincono anche con le alternative e con chi puoi schierare quando non hai il titolare. Nel calcio si vince in 11 anzi orma mai con i 5 cambi in 16, avere Dybala e Barardi che possono giocare in un aposizione simile è MOLTO meglio che avere il solo Dybala e doverti arrangiare con Pellegrini, Solbakken (entrambi non proprio adatti a quella posizione nel modo in cui la interpreta la Roma) etc.
      Lo ripeto, per me la Roma non è messa male a livello “titolari”, a parte il discorso centroavanti, l’unico problema è il quinto a destra se rimani a giocare con questo modulo. La vera difficoltà della stagione è che quando ti mancava qualcuno e il livello si abbassava perchè Mou doveva “adattare”, e andavi in difficoltà nel trovare la porta avversaria. Servono alternative che sappiano SEGNARE.

    • Ma no, il povero Guidone diceva, proprio qualche giorno fa, che per quelle cifre si poteva prendere decisamente di meglio rispetto a Frattesi. Guidone gioca senza esterni, poi li fa lui, col suo soffio magico dal gluteo, i cross, per il Bomber Morata (la nella sua migliore stagione in assoluto ha segnato 15 goal, tirando i calci di rigore, con una media di 10/11 a stagione).
      Questa gente vi prende in giro, vi fomenta, vi smarrisce e non vi fa vedere il campo.

      Guidone era quello che diceva che Zaniolo doveva avere la 10 e la fascia di capitano, poi si scopre che….un anno segna quanto shomurodov e l’anno successivo, in sei mesi, fa meno di Solbakken appena arrivato in Italia. Eppure, se vi sintonizzate su Guidone, bollano il norvegese – con tutti i problemi che ha avuto, e tutte le volte che ha giocato con seconde e terze linee e non in una squadra titolare come ha fatto Zaniolo – come una pippa.

      Ma se un giocatore che viene definito pippa, come Solbakken, fa più di Zaniolo…qualcosa non quadra: o questo giocatore non è la pippa che dicono di essere, o Zaniolo…era una bufala.

      Da qualche mese ha iniziato una campagna diffamatoria contro il capitano della Roma, Lorenzo Pellegrini. Lo trovo assurdo, deplorevole. Lo trovo irrimediabilmente laziale.

    • beh erik, sulla gestione della rosa, mi pare che i criteri non fossero esattamente quelli di far riposare i titolari…cambi all’80esimo, magari facendo entrare ragazzini pur di non fa entrare gente come Camara o mettendo gente completamente fuori ruolo o fuori forma. Meglio per Berardi se non viene, che sennò finisce pure lui a fare il terzino (o Dybala sulla linea della nostra area di rigore me lo ricordo solo io?)

    • @il trasformista per necessità i criteri ci sono stati eccome, Matic è stato a volte preservato, cos’ Spinazzola, Bove è stato inserito lentamente, sui “tempi” di quando fossero pronti puoi solo dar credito a Mou perchè tu i dati medici NON LI SAI, quindi puoi solo “postulare” che uno doveva entrare prima, etc. Quanto a Dybala al limite dell’area: perchè Haaland non era in area a difendere in finale di CL? La Roma gioca “bassa”, è una scelta del suo allenatore dovuta a diverse cose, io penso che la prima sia che la Roma ha difensori e centrocampisti “fisici” molto più adatti al contrasto e a repingere i cross che a “scappare” quando si è alti e si prende un imbucata. Che ti piaccia o no la Roma gioca così, la logica c’è e non esite nessun “modo perfetto” per giocare a calcio, altrimenti “la squadra più bella del mondo” non veniva presa pizze TRE volte dal Milan in pochisismo tempo. Inoltre è l’allenatore che ha detto che “mancavano le alternative di un certo tipo”.
      Sta tranquillo che un “Berardi” giocherebbe così come un giocatore volenteroso ma “pasticcione” come Camarà non può giocare in un centrocampo come quello della Roma sopratutto nel ruolo a cui era destinato. non a caso Mou ha “costruito” pian piano Bove per quei compiti,giocatore diverso ma tatticamente molto più attento che pian piano ha imparato a muoversi.

    • erik, siamo arrivati settimi per due anni di fila…non ci nascondiamo dietro a un dito…giochiamo da fare pietà e la rosa è gestita malissimo, questo dicono due campionati di fila…

    • Come ho detto ad un altro utente, ripetere una caxxata venti volte non la rende verità. Siamo arrivati settimi solo con Fonseca, tre anni fa. I due anni di fila settimi albergano nel tuo cervello e lì soltanto, e se devo dirla tutta più per motivi di convenienza che per effettiva dimenticanza…

  2. Lo possono dare in prestito (Scamacca) per lo stesso motivo oscuro per cui il Chelsea acquista Lukaku a 104 ML e poi lo ripresta all’Inter da cui lo ha comprato….

  3. Io penso che adesso la Roma incassa e poi riflettere, anche se gioca su più tavoli non è detto che siano quelli gli obbiettivi. Gli obiettivi principali, quelli che servivano li ha presi, N’ DICKA e AOUAR. 💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Concordo con quanto scritto da te, penso che il nostro prossimo centravanti non sarà nessuno di quelli nominati ma sarà un nome che uscirà quando sarà tutto fatto.

  4. io farei così: prenderei Frattesi, Berardi, e Morata. Basta, non voglio altro. Soltanto questi tre.

    hai fatto la campagna contro Berardi e Frattesi, mo hai capito che non verranno, stai a preparà il terreno contro la società.
    CHE SCHIFO!

    • Sapeva che berardi era della lazio, notizia nota da tempo e quindi adesso berardi è il più grande giocatore della storia. La nota positiva è che inizia a parlare dei giocatori della sua squadra.

  5. @Corsi…Berardi è andato all’Alassio. Il motivo di raccapriccio non è per il giocatore in sè,anche se di livello medio-alto,ma per il fatto che l’Alassio può spendere 20 milioni per comprarlo mentre la Roma deve accontentarsi dei parametri zero,non so fino a che punto funzionali per il rafforzamento della squadra.
    Infatti per gli esterni e il regista (ormai diventato una chimera) non si muove una foglia…
    Mahhhh

    • “non so fino a che punto funzionali per il rafforzamento della squadra”……. praticamente hai già bollato Aouar e Ndicka come due pippe. Ricorda che il calciomercato ufficiale non è ancora iniziato.

  6. ma perchè il maiale non sta zitto?….. porta sfiga, tifa solo per sé stesso e non ne prende una…..

  7. @giunoc
    stai a parlà de uno che ce capisce…mica come noi che siamo abbocconi, ne avesse azzeccato uno.

    Zenone
    23 Maggio 2023 At 12,44
    Mourinho è out,ancora non l’hai capito? Svejjaaa.
    Al suo posto (ahimè) arriva Antonio Conte.
    Nel valzer degli allenatori Italiano va al napoli,Thiago Motta alla fiorentina,Spalletti al milan,Allegri rimane dove sta poi

  8. A parte gli ingaggi dei calciatori a parametro zero, Aouar e Ndika, l’attenzione dei riflettori in casa Roma e’ rivolta alle trattative di cessione, principalmente per le pluvalenze e di conseguenza allo smaltimento di calciatori sotto contratto che sono stati indicati da Mou per fare cassa.

    Dopo la scadenza del 30 giugno ci sara’ tutta l’attenzione sul rafforzamento della rosa che mi auguro sia fatta con le indicazioni dettate da Mourinho.

    Non escludo che possano essere confermati, Ibanez e Zalewsky.

    • Dopo la scadenza del 30 Giugno con le dovute plusvalenze ,a Luglio potrai comprare solo se esce qualcuno e quello che entra non dovrà costare più di quello che esce. Se la Roma riesce ad arrivare alla cifra necessaria con le cessioni dei giovani e degli esuberi, la cessione di Ibanez può servire a comprare e, secondo me, Pinto chiede 30 per arrivare poi a Frattesi

  9. No comment.
    Dico solo che intanto Solbakken ha segnato con la nazionale nel match valido per il girone di qualificazione agli europei.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome