“ON AIR!” – CORSI: “Con la Bavagnoli al posto di Fonseca la Roma avrebbe fatto meglio”, MAGNI: “Un solo acquisto, Toni Rudiger”, FOCOLARI: “Xhaka non mi entusiasma, il colpo sarà un altro”

40
1127

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le  frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Liberarsi di certi ingaggi e di certi esuberi è la regola di tutte le squadre, non è solo un problema della Roma. La presentazione di Mourinho a Caracalla per il 21 giugno? Mi sembra strano…Rischierebbero fra l’altro di accavallare una serie di cose: il ventennale dello scudetto, la presentazione della maglia, quella di Mourinho…così rischi di far perdere valore agli eventi. Io me le gioco una alla volta, semmai…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “E’ stato bello vedere la Roma Femminile vincere la Coppa Italia. Pallotta manco quello è stato capace di fare. Complimenti a tutte le ragazze, è stata una partita molto combattuta. Se la Bavagnoli avesse allenato la Roma maschile, la squadra avrebbe fatto di più. Gli avrebbe dato la grinta, è la Mourinho delle donne. Mercato? Non credo a una parola di quello che scrivono. Xhaka? Non sarà un fenomeno, ma se qualcuno gli ha dato la fascia da capitano dell’Arsenal… Noi abbiamo Villar e Diawara, se prendi Xhaka è già meglio di questi. Poi magari prende qualcuno di più forte. Speriamo di sentire qualcosa di importante…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Io penso che Mkhitaryan rimarrà, ma non mi piace il modo in cui è stata gestita la cosa, fin da come è stato pensato questo contratto che lasciava la liberà totale al giocatore. Tecnicamente il giocatore non si discute, ma questa tarantella non m’è piaciuta, ma d’altronde basta vedere il nome del suo procuratore per capire come mai… Rudiger? Ne ha fatta di strada da quando vendeva i calzini, come diceva quell’idiota...(parla di Lulic, ndr). Lui i calzini li tira fuori dalla coppa, a differenza del signor nessuno, che tale è rimasto e niente sarà…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Io sarò un po’ stupido, ma per me il mercato della Roma è solo una mossa. Possono vendere chiunque solo per prenderne uno: Antonio Rudiger. Mentre mi esaltavo nel sentirlo dire “forza Roma sempre” mi dicevo: “Ma quanto sei stupido…”. Però mentre me lo dicevo, pensavo: “Non mi importa niente“… Ciao Toni, ti riaspettiamo qua…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Mkhitaryan per me rimane, bontà sua…Io spero che si sbrighi, perchè in una Roma che arriva settima per me nessuno è intoccabile, discuto tutto e tutti. Mkhitaryan secondo me non è uno per cui vale la pena di aspettare, sperare, incrociare le dita…Se non sei convinto di Mourinho, vai pure amico! Per me già gli hanno dato una settimana di abbuono, per come la vedo io sta durando anche troppo questa storia…”

Marco Juric (Rete Sport): “Chi vorrà valutare Josè Mourinho? Io penso soprattutto gli attaccanti, come Pedro, El Shaarawy o Carles Perez, che è stato comunque un investimento pesante della Roma. Io credo che Mourinho vorrà vederli e giudicarli sul campo, poi deciderà cosa fare con loro, se meritano di restare o se sono da mandare via. Diawara penso sia già destinato a lasciare la Roma. Su Ibanez deciderà invece il mercato…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Xhaka non è un giocatore stellare, non è un giocatore da spellarsi le mani. Non è Villar o Gonalons, ma si può fare di meglio…L’unico da promuovere a centrocampo è Veretout. Lui è il punto di partenza dal quale ripartire e bisogna affiancargli giocatori di spessore. Secondo me arriverà qualcuno che non abbiamo ancora menzionato, com’è stato per l’arrivo di Mourinho tenuto in gran segreto…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Probabilmente Mourinho vuole giocatori di personalità e fisicità a centrocampo. Già strutturati perché i giovani fanno presto a salire ma fanno presto anche a scendere. Veretout è un garanzia, ma sul resto c’è da ragionare. Non ho ancora capito se Dzeko rimane o va via. A questo punto devi prendere un big…”.

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma ha bisogno di un portiere, di un difensore centrale e di un centravanti. A centrocampo Xhaka è uno muscolare, ma a me non pare che ci sia urgenza di intervenire in quel reparto. Xhaka non mi entusiasma, non è un giocatore che fa fare il salto di qualità. È un giocare normale, ma credo ci voglia di più…”.

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteLa Roma ha deciso: nessun riscatto anticipato di Mayoral. Nzonzi al Rennes, trattativa iniziata
Articolo successivoMourinho-Roma, i Friedkin preparano una presentazione in grande stile: ecco dove e quando

40 Commenti

    • Piccolo Mario. Suo commento velatamente sessista (= “anche” una donna avrebbe fatto meglio di Fonseca).

    • Leones facciamo conto che gli allenatori siano come gli angeli,sensa sesso.Se la Bavagnoli fosse competitiva in assoluto si sarebbe cimentata in campionati più importanti e renumerativi, come fece coraggiosamente la Morace.Quindi Corsi intendeva solo questo,ma poi i fanatici femministi colgono l’occasione…

  1. Agresti sì che capisce di calcio! Per fortuna con la Roma non c’entra nulla! D’accordo con Bersani ed anche con Magni,ma solo per riportare Ruediger a Roma. Sul suo forza Roma,sono troppo orgogliosa per farmi intenerire da chi va via vince e ci dedica un pensiero,anche perchè ricordo anche le sue parole quando arrivò al Chelsea.gli hanno chiesto di dire qualcosa all’Italia e ha giocato qui,punto. Come ha scritto qualcuno ieri ,sogno il giorno in cui saremo noi a dedicare una coppa importante a chi è stato qui

    • David "Special" One 😎 - Rinnegato per la Roma - Mou ce pensi TU ai blablabla 🗣️🗣️🗣️

      A Monika ma che stai a di 😂

    • Perdonami Monika..
      Con il massimo rispetto…

      Io e mio figlio abbiamo vissuto un anno fantastico insieme a Tony…

      Ogni sera cenavamo a via Amsterdam…

      Ti posso garantire che Tony è sia un ragazzo serio…. ogni sera alle 21 Era a casa….e cenava con latte due bistecche e pichagna…

      Inoltre nn sarebbe mai andato via… È stata la società a venderlo ad ogni costo….
      Lui da uomo vero si mise a disposizione….

      Anche alisson era sempre con noi… con quasi tutti i calciatori…. quindi so la realtà

      Onore a Tony
      Daje José
      Forza grande Roma

    • Dalle risposte capisco di essermi espressa male. Mai messa in discussione la professionalità di Redigere e ricordo bene come andò la cessione. Solita necessità di plusvalenze entro il 30 Giugno,la società contava sulla cessione di Manolas che,alla fine,non parte,interesse del Chelsea per Redigere,a Monchi non sembra vero e lo mette sul primo aereo. Ruediger fece,comunque,un salto in avanti in carriera ed è andato nel miglior campionato come sottolineò. Magari tornasse. Ha vinto la Champions con una prestazione mostruosa, i cronisti Italiani gli hanno chiesto di dire qualcosa all’Italia,che vi devo dire? Non mi sono emozionata,lui sarà stato emozionato e al settimo cielo per ciò che ha raggiunto con la sua squadra che non è la Roma,io vivrò un sogno quando vinceremo qualcosa noi e possiamo mandare saluti a chi vi pare,a Luis Enrique,Garcia,Salah o chi volete!

  2. Per me festeggiare il ventennale dello scudetto è una cosa ridicola, sono cose che fanno i laziali,che festeggiano lo scudetto del 74,che festeggiano di padre in figlio,che si inventano che sono nati a piazza della libertà nel 1900 e festeggiano pure quello, per me sono pacchianate
    Non c’è niente da festeggiare su uno scudetto vinto venti anni fa.
    Le cose belle sono quelle che dovranno arrivare.
    Iniziamo a prendere esempio dalle ragazze, una squadra nata due anni fa e intanto si sono vinte già, una coppa Italia e uno scudetto primavera e ieri sono state commoventi per la grinta che ci hanno messo e la voglia che avevano di prendersi quella coppa.
    Mourinho ci deve portare la mentalità che in soli due anni ha acquisito la Roma femminile e ci deve portare le coppe.
    Dalla coppa Italia alla confederence League, ma ci deve far alzare qualche trofeo.
    Se non ci riesce neanche lui a far diventare questa squadra, una squadra in grado di alzare un trofeo allora siamo fottuti, perché non ci riuscirà nessuno

    • Concordo. Più che festeggiare il ventennale dello scudetto ci sarebbe da incaxxarsi perché in venti anni non abbiamo vinto più scudetti.

    • Festeggi quando vinci.
      Spero sia solo una delle tante [email protected]@ate
      che escono sulla Roma.

      I pippanera festeggiano.
      Anche la ricorrenza dell’indipendenza
      del Congo Belga.

      FRS

  3. Festeggiare il ventennale dello scudetto è un autogol clamoroso: in pratica stiamo festeggiando il fatto che sono 20 anni che non ne vinciamo uno. Che per una realtà di provincia ci può anche stare…ma se intendiamo entrare in un’ottica da grande squadra…sarebbe una cosa da nascondere

  4. no pe capisse, dovrei festeggià che è 20 anni che non vinciamo uno scudetto? è da mentecatti (ah gia bada chi lo scrive..), si festeggiano le vittorie appena fatte, vinciamo lo scudo e poi tutti a circo massimo.. ma cosa ho da festeggiare senno’? io ho sempre meno parole.
    o regà a ottobre faccio la festa del compleanno ma non festeggio questo rifaccio il 18mo.. roba da matti

  5. A Corsi direi: Piaccia o non piaccia, Pallotta la Roma femminile l’ha creata e ne ha dato un’impronta che ha portato questa coppa. Contesti Pallotta? Ok, parla di Monchi, le cessioni etc, ma non si può criticare su una cosa del genere, dai.
    A Bersani: non è che hanno dato una settimana di troppo a Micki, c’è un contratto (quella cosa scritta su un foglio…) che prevede scelga il giocatore se liberarsi o meno del contratto (opzione concessa dopo aver raggiunto determinati obbiettivi). Non è Pinto ad essere generoso, ma chi ha fatto il contratto a mettere il 31/5 come deadline (che poi, ci sta, al 31/5 nessuno ha fatto calciomercato seriamente).
    Ad Agresti: non c’è bisogno di intervenire a centrocampo? Davvero? Serio?

    • Al di là dei pareri personali….

      Basta parlare di Pallotta… è il passato….

      A meno che lo mettiamo sopra l’as Roma…
      E nn credo che sia il caso

      Ora c’è il presidente friedkin…e io lo stimo molto e gli do fiducia….

      Capirei se si parla di viola e sensi….
      Ma sinceramente ancora con sto Pallotta…

      Il futuro è giallorosso
      Daje friedkin
      Daje José
      Forza grande Roma

  6. Allora festeggiamo pure il primo anno in cui siamo arrivati in Champions da quando si chiama così, che c’è da festeggiare se non vinciamo lo scudetto da vent’anni, è da anni che arriviamo secondo, adesso nemmeno più in Europa League e dovrei festeggiare il non vincere niente da vent’anni? Ma dai!

  7. Leggo di commenti su rudiger e di commenti su villar. Lo spagnolo ormai è considerato lo scarsone del caso e quindi xhaka, definito non fortissimo, è comunque meglio di villar. Oppure villar è accomunato a gonalons come per dire che il livello è quello lì. E ricordo le dichiarazioni delle stesse persone dopo i primi due mesi di ROMA su rudiger, quando il tedesco era bollato espressamente come un giocatore da terza categoria e non di più. A prescindere dalle chiacchiere, l’augurio è che la nuova proprietà tenga i giocatori buoni e le coppe le giochiamo noi invece di stare davanti alla TV a dire ‘anvedi rudiger” ” anvedi palmieri” “ehh salah e allison” ecc… FORZA ROMA

    • a memoria d’uomo penso non ci sia mai stato un solo giocatore della Roma che almeno una volta non sia stato bollato come una pippa (o finito, bidone, sòla, scarto, pensionato, venduto, giuda ecc.). L’esultanza di tale Marco Delvecchio ti ricorda qualcosa? del resto parliamo di una tifoseria di qualche milione di persone e, per la legge dei grandi numeri, insieme a una maggioranza di brava gente, ci sarà anche una fetta di ladri, assassini, politici, ignoranti e veri e propri cogxoni…non è che essere della Roma ti immunizza dalla coglionaxxine, anzi…salvo poi rimpiangere come veri Campioni quelli che so’ stati venduti (insultati fino a due mesi prima). Una volta le stronxate della gente rimanevano circoscritte al bancone del bar co ‘na biretta in mano, ora viaggiano nell’etere e raggiungono anche la Lapponia o la Nuova Zelanda, certificando così su scala mondiale il livello di certe teste “pensanti”

    • Criptico hai ragione e la tua descrizione è innegabile. Però io ricordo quando i giocatori li difendevamo anche. Vero quello che dici sulle contestazioni a supermarco per un periodo di serio calo nelle prestazioni. Vero anche che dopo quel periodo ha dato tutto in campo, smesso con le polemiche ed è diventato idolo della curva e considera che giocava spesso in alternativa a montella. Ora le critiche generalizzate da molta parte della “comunicazione” romana a villar non le capisco. È arrivato a poco, guadagna poco, non perde occasione per dire che vuole restare, non rompe con le altre offerte delle squadre spagnole, ha avuto un calo però per mesi ha decisamente cambiato in meglio la ROMA… in passato sarebbe stato un intoccabile per i tifosi, oggi è addirittura usato come paragone per i giocatori scarsi nel disinteresse generale. Bah…. e annoni dovette posare la palla e salutare la curva per una rimessa laterale. FORZA ROMA.

  8. Xhaka sarebbe un giocatore simile a De Rossi. Ha un bel sinistro e sà giocare a ritimi da regista. Personalmente lo considerei un ottimo acquisto che darebbe equilibrio e forza (non solo caratteriale) ad un reparto che non ha avuto un interprete degno del ruolo. Io lo promuovo!
    Sempre forza Roma

  9. Siccome non sa di che parlare sparla ancora di Pallotta ma la Roma femminile l’ha fatta lui.
    Non vi preoccupate che fra un po’ ricomincia con Pinto, Fienga, mariuccio è così

  10. Sempre che le notizie uscite sui giuornali siano vere, la Società pensa di organizzare una presentazione ufficiale di Mourinho. Fin qui, nulla da dire.
    L’ipotesi è di sfruttare la coincidenza del suo avvento con la ricorrenza dello scudetto. E qui mi associo alle perplessità degli esimi colleghi: celebrare un evento ahimè così risalente è ricordare quanto tempo è passato. Né mi sembrerebbe produttivo farlo apposta per lanciare il proclama che i fasti trionfali verranno presto rinverditi.
    A me una sobria conferenza stampa dove Josè aggrotta le sopracciglia a suo modo e predica la cultura dell’impegno per arrivare ai risultati, va benissimo.
    Magari coglie l’occasione per maltrattare gli incauti che gli fanno domande sceme, ancor meglio.

  11. D’accordo con tutti non c’è niente da festeggiare che facciamo come i laziali che festeggiano il 26 maggio no proprio no prima Vinciamo e poi FESTEGGIAMO

  12. X me scusate non ha senso neanche questa presentazione in pompa magna di Mourinho. Non è una Coppa od uno scudetto.. Bravo qnto volete ma non ha fatto ancora niente! Passerebbe il messaggio.. “Vedi questi sfigati.. Non vincono un tubo da una vita e x festeggiare s attaccano pure all arrivo di un allenatore”.come non ha senso festeggiare lo scudetto di 20 anni fa. Sono modi di fare da squadretta provinciale. Dobbiamo evolverci anche in questo senso. Si festeggiano i trofei in bacheca vinti nell anno in corso. Non si festeggiano i ricordi sbiaditi od un allenatore che non ha ancora vinto niente.

    • Per me invece ci sta accogliere Mou con tutte le regole. Lo hanno fatto a Torino per CR7, e non si può dire che la Juve non abbia mai niente da celebrare. E il Mister é tra gli allenatori sicuramente un Ronaldo (inoltre non che ne abbia bisogno, ma mettere sul portoghese un oichetto di pressione aggiuntiva e pepe in cxxx, facendolgli assaggiare subito il tifo romano, ci sta benissimo). Ci sta anche ricordare l’ultimo scudetto, proprio perché la ROMA (come tutte le squadre escluse quelle di Milano e Juve stessa), non lo vince tutti i giorni, e sarebbe ora ricordare alla squadra, come dice Balbo, di provare di nuovo ad avvicinarsi. Per quanto riguarda la maglia, infine, é prassi consueta presentarla nello show odierno del pallone. E trovo sia giustissimo (a differenza dell’opinionista che “si giocherebbe gli eventi uno alla volta”…) fare tutto in una giornata sola, così si risolve la festa e subito si pensa all’arrosto…

  13. Caro Corsi, noi vogliamo sentire qualcosa di importante sulla Roma, di certo non da te che d’importante non sai niente su qualsiasi vicenda giallorossa… Prova a parlare del Parma Calcio che lí i prosciutti tenere possono dare almeno uno al mese… 😉

  14. Caro Corsi, noi vogliamo sentire qualcosa di importante sulla Roma, di certo non da te che d’importante non sai niente su qualsiasi vicenda giallorossa… Prova a parlare del Parma Calcio che lí i prosciutti te li possono dare almeno uno al mese… 😉

  15. “Si muari tunnu un po nascia quadratu” detto in calabrese.
    Fra poco uscirà che Oronzo Canà avrebbe fatto meglio di Fonseca…magari usando la B-zona.
    Ora invece c’è gente che pretende giocatori con contratti da 20 milioni…addirittura Xhaka non entusiasma. Beeh considerato che fino ad oggi in quel ruolo abbiamo avuto il fior fiore di calciatori. E’ inutile ribadire che il problema della Roma sta a Roma.
    Chi scommette che fra un po qualcuno dirà che un qualsiasi allenatore che andrà ad allenare la Lazio è meglio di Mou? Vedrete vedrete.

  16. Con Pallotta invero, come disse qualcuno, state prendendo alle pallottole… adesso pure la Coppa femminile “non é riuscito a vincere…”. La Mister delle ragazze ha dichiarato che si tratta di traguardi raggiunti dopo un percorso pluriennale, e che adesso dovrà parlare con la società per capire cosa faranno in futuro. Quindi é Pallotta che ha messo le basi e qualcosa in più per il primo titolo femminile. E non é il responsabile del riscaldamento globale, come si evince da certi cani che non vogliono mollare l’osso…

    • Ok anche te puoi traslocare a Boston tranquillo non sentiremo la mancanza 😂😂😂 niente non ci riuscite ad ammettere di aver preso una cantonata con il ristoratore

    • Silvio, hai assolutamente ragione, c’è da dire che comunque il primo titolo è stato vinto in epoca Friedkin, Pallotta nella migliore delle ipotesi portava quantomeno zella, e manco poca…

  17. Per quanto riguarda il giocatore dell’Arsenal mi limito a dire che, dovesse arrivare, avrebbe la più totale fiducia. Ho visto abbastanza di pallone per non valutare un giocatore sulla base del rendimento della sua squadra. L’Arsenal é da anni che non fa brillare gli occhi, non per questo sono tutti scarsi. Come, visti i 2 ultimi anni di Fonseca, noi non siamo tutti da buttare, portiere compreso. Prendi l’Inter campione: non avvicinatevi, vi prego, a Sanchez o Gagliardini…, ma pure Sensi o Perisic. Diverso il discorso se mi parli di Nandez o Marin (di una squadra che lotta per salvarsi da 2 anni).

  18. ma come , quando Rudiger giocava nella roma (giocatore che io ho sempre considerato eccellente sopratutto per la fase difensiva) il 90% dei romanisti lo criticava, cosi come il 100% della stampa che lo considerava uno scarpone. adesso che è campione d’europa è un fenomeno

    • Pensa che magni ha massacrato Spalletti e mo dice che il napoli co Spalletti fa paura.
      Che personaggi.
      Luis Enrique era una pippa, se glielo chiedi loro non l’hanno mai detto.
      Questi vincono sempre

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome