“ON AIR!” – CORSI: “Teniamo Dybala in una teca quando si allena”, PIACENTINI: “Bisogna arrivare primi nel girone, rischio grosso agli ottavi”, MAGNI: “Stadio? Ricorsi prevedibili anche per la Roma”

19
699

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Spinazzola ha dato dei segnali di ripresa dopo due partite dove non ha brillato, ma contro Ludogorets e Udinese è stata tutta la squadra a non brillare.. Lui non è Giggs, ma è un ottimo esterno sinistro, è evidente che deve ritrovare la condizione, non per questo deve giocare male tutto l’anno. Si fa un parallelo con Zaniolo, che rientrava dopo una lunghissima assenza e ha passato un anno a fare il rodaggio. Magari Spinazzola ci metterà meno, ogni fisico è diverso dall’altro, e non è detto che giocherà male tutto l’anno perchè non ha giocato per un anno…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Oggi tutti parlano di affare Dybala, i giornali lo scoprono oggi…ma secondo loro festeggiavamo quando era arrivato perchè siamo scemi? Da quello che mi dicono, Dybala paga un gol fatto, è andato sotto alla tribuna dove c’erano Agnelli e Arrivabene dopo un botta e risposta tra il giocatore e il ds della Juventus. Poi loro gli hanno fatto una guerra mediatica spaventosa: “non gliela fa più, non gioca, è rotto, non si muove”… Viva Dybala, teniamolo in una grande teca, soprattutto quando si allena…”

David Rossi (Rete Sport): “Roma-Helsinki per molti è un disturbo tra qui e la partita contro l’Atalanta, che è il modo peggiore che si può avere in queste circostanze. E’ la dimostrazione che dobbiamo ancora crescere culturalmente. Si vorrebbe che giocassero Bove, Camara, Tripi, Shomurodov, che comunque basterebbero per l’Helsinki…ma comunque non sarebbe un messaggio straordinario cambiare otto o nove titolari. E dunque meno male che c’è Mourinho, perchè ci pensa lui. In Europa Mou sa come fare, e quindi dubito che possa sottovalutare l’Helsinki, e sarei molto sorpreso di vedere un turnover esagerato…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Turnover per domani? Io qualcosa me l’aspetto. Penso che ci saranno 3 o 4 cambi. Sarà molto importante vincere il girone, perchè dalla Champions, anche alla luce dei risultati di ieri, potrebbero succedere cose brutte. A oggi rischi di ritrovarti Liverpool o Ajax, il Porto, il Tottenham, il Benfica o la Juventus, l’Inter…C’è un rischio concreto che gli ottavi di Europa League siano simili come livello a quelli della Champions. E’ importante vincere il girone per evitare quel turno…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Pellegrini? E’ normale essere criticoni, è il contrappeso dell’esaltarsi facilmente. Quello che dispiace nei suoi confronti è la cattiveria. Diventa veramente lo sfogo di una frustrazione su qualcun altro. E’ facile, questi sono personaggi molto esposti, e sono un bersaglio facile. Mi sembra che a volte ci si vada a sfogare con cattiveria della propria infelicità contro il simbolo di turno… I ricorsi sui terreni dello stadio? Erano prevedibili, e credo che siano stati ampiamente previsti anche dalla Roma…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Io immagino che Zaniolo sia disposizione, chi parla in conferenza stampa di solito al 99,9% il giorno dopo gioca. L’abbraccio di Mourinho a Zaniolo prima del fischio finale di Empoli è un segnale. Non lo ha solo ringraziato per essere stato lì, ma gli ha anche voluto dire: “Giovedì tocca a te“… Se Dybala può far crescere qualcuno nella Roma? Lui mi sembra molto bravo a non essere egoista, è uno che si mette a disposizione della squadra. Chi gioca vicino a lui ha tutto il piacere e l’interesse a cogliere le cose positive. Lui è di un’altra categoria, e se qualcuno non lo capisce è un problema suo, non di Dybala…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Dybala non è lo stesso che giocava alla Juve. Ha continuità e grande qualità, sembra che faccia parte della Roma da 10 anni. Zaniolo dà la possibilità alla Roma di giocare diversamente. Quando parte palla al piede allunga la squadra e mette in crisi l’avversario. Che sia già in campo domani non ne sono sicuro, perché contro l’Atalanta sarà molto difficile, ma il potenziale offensivo di questo ragazzo è di grande livello. Poche squadre in Italia hanno tre attaccanti come quelli dei giallorossi…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “Dybala con l’arrivo di Ronaldo alla Juve è calato nel rendimento. Adesso si trova a Roma con nessuno che gli possa fare ombra, è ben allenato e ha la fiducia dell’ambiente, e sono sicuro che potrà fare bene come sta dimostrando…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Il rientro di Zaniolo è fondamentale, ti aiuta negli strappi ma anche a centrocampo. Ha qualità tecniche e soluzioni utili alla squadra, vedremo cosa succederà giovedì. Questa partita bisogna vincerla, altrimenti si alza il rischio terzo posto. Con il rientro di Zaniolo si ripristina quello che è l’organico della Roma, ma soprattutto quelle che sono le possibili scelte di Mourinho…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteStadio della Roma, pioggia di ricorsi: “Progetto a rischio”
Articolo successivoROMA-ATALANTA: l’arbitro è Chiffi, al Var scelto Di Paolo

19 Commenti

  1. Adesso dybala, poi entrerà in forma abraham, poi pellegrini, poi rientra gini….avoja a parla’. Se teniamo duro e resistiamo adesso, poi ci divertiamo.

    • Ma si può dire che quest’anno il rendimento di Pellegrini in mediana è stato di gran lunga superiore a quello di mezzala?
      Ora non c’erano Zaniolo ed Elshaa, con Shomu in bilico,
      ma dopo la sosta mi auguro di vedere il capitano sempre nei due.
      Con Matic, Camara, Bove… in attesa di Ginetto.

      ok ok, e Cristante 🙂

    • Vero, in mediana aveva mantenuto un rendimento molto alto poi calato nella posizione più avanzata, però secondo me è un problema più generale di una mediana con due giocatori identici a cui manca qualche caratteristica e così va in difficoltà la squadra. In generale comunque credo che la ROMA impieghi più tempo per entrare in condizione ed abbia sofferto parecchio gli infortuni. C’è da lavorare e c’è margine. Ad maiora.

  2. Mattioli???
    Prrrrrrrr
    Allegri una sola giornata di squalifica per lo schifo di comportamento nel finale domenica sera..
    Sarà stato educato??

    • José fa il teatrino…. detto da Rocchi

      Gasperino caccola pelatone gobbo e Giampaolo… hanno fatto dì tutto… insulti diti medi parolacce…. ma va tutto bene… è ironia… è il pathos della partita

      Mistificatori

      Forza grande Roma ale’

  3. “E’ importante vincere il girone per evitare quel turno…” vero, ma il problema è solo rimandato a quello successivo…il livello della EL è molto più alto della Conference, basta guardare il cammino fatto due anni fa, quindi c’è poco da stare rilassati, ma occorre che la squadra trovi una sua fisionomia, i suoi equilibri, e ci siano i ricambi giusti, a costo di intervenire sul mercato a gennaio e tappare alcune falle che non sembravano esserci, ma che ad oggi invece sembrano esistere. Pensare che anche questa stagione la faremo usando 15 giocatori, mi sembra abbastanza folle, ma sono sicuro che anche domani sera giocheranno gli inamovibili, con cambi intorno all’80esimo. Finchè funziona ok, ma si vede gente già spompata alla sesta di campionato…

  4. La difesa a tre indebolisce molto il centrocampo perché c’è un centrocampista in meno.Cristante e Matic sono due giocatori quasi uguali e abbastanza lenti. Dovevano comprare un centrocampista d’interdizione forte e piú giovane.Sono anni che l’avrebbero fovuto fare, ma la campagna é stata fatta sui parametri zero per non spendere e questo non é di certo un buon segnale!

  5. L’attacco della Roma è fortissimo (Dybala, Zaniolo, Abraham, Belotti, Elsha, Shomurodov poi arriverà Solbakken); cerchiamo di mettere a punto i calci di punizioni dal limite.

    • bah..si vede che nn hai visto Avatar..eh eh..perrchè magni sempre la simmhental e non assaggi la montana?..eh eh..capitto mi hai?..eh eh eh

  6. adesso i radioloni si stanno ricordando di Dybala e di quanto sia forte? e non avete visto nulla per adesso e ringraziate i gufi maledetti che c’hanno rotto Giorgino senno erano dolori pe tutti perché ci sta mancando proprio quel tipo di calciatore e che pian piano stava entrando nei meccanismi della squadra. Forza Roma

  7. Con la sconfitta in Bulgaria per vincere il girone ci vorranno 4 punti nelle due gare col Betis e sarà molto difficile, questi sono forti.

  8. “Quello che dispiace nei suoi confronti è la cattiveria. Diventa veramente lo sfogo di una frustrazione su qualcun altro. E’ facile, questi sono personaggi molto esposti, e sono un bersaglio facile. Mi sembra che a volte ci si vada a sfogare con cattiveria della propria infelicità contro il simbolo di turno… ” applicato a tutti i giocatori della Roma e diventeremmo una tifoseria ancora migliore… Ma tanto, valli a levare gli hater…

  9. Si parla del Betis come se dovessimo affrontare il Barcellona…per carità squadra tosta, soprattutto per averla beccata in terza fascia…però alla fine è una squadra con un redimento simile al nostro in campionato…ma in Europa parliamo dell’11 nel ranking contro la 78 nel ranking…ora per carità capisco che abbiamo perso con il Lugodores e che il Betis sta giocando bene in Liga, ma secondo me se giochiamo concentrati non possiamo e non dobbiamo temere il Betis…arriveranno le squadre da temere ma per ora questo girone va vinto…in quanto al Helsinki (139 nel ranking) domani mi aspetto una prova importante, perchè non serve solo per i tre punti, ma anche per arrivare con il morale alto alla partita con l’Atalanta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome