“ON AIR!” – CORSI: “Prestito di sei milioni per pagare i dipendenti? Ho i brividi”, ROSSI: “Ci meriteremmo certi personaggi a capo della Roma, così tanti capirebbero”, BERSANI: “Corsa Champions complicata, ma da domani vediamo meglio”

26
3532

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Ammazza quanto ho tifato contro il Bologna ieri sera… Friedkin? Da quello che ho capito non è la modalità che non accetta Pallotta, ma il prezzo… Ibanez e Bruno Peres domani in campo? Io rimarrei molto sorpreso se Fonseca giocasse così con la Sampdoria. Che poi un giorno lo farà questo è un altro discorso. Se Ibanez scavalcasse già Fazio e Cetin nelle gerarchie di Fonseca sarebbe una notiziona… Antonucci? Mi dispiace, fa una cosa da ragazzo, ma la società ha mandato un grande messaggio. Magari avrà approfittato dell’occasione, però mi ricordo il film “Moneyball” e il rumore della sconfitta è quando stanno tutti zitti…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Pierino Prati aveva vinto tutto al Milan prima di arrivare alla Roma. E’ uno che ha vinto così tanto, quando sentiva parlare della Roma si emozionava, era un personaggio straordinario, era innamorato di Roma. Ora i tifosi della Roma sono infangati, violentati da questo personaggio pseudo-americano che è venuto qui per arricchirsi con altri corresponsabili come Baldissoni e Baldini. Oggi leggiamo che la Roma ha chiesto un prestito di 6 milioni per garantire gli stipendi dei dipendenti…c’è preso un colpo. Ma come, il tycoon chiede un prestito di 6 milioni per pagare i dipendenti. E’ incredibile. Non so che dobbiamo fare per mandare via questi. Questa è una dirigenza che non gliene frega niente, niente, niente. E non fa nulla per nasconderlo…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Se vuoi gestire al meglio questo tipo di azienda, visto che ora la chiamano così, ne devi conosce la storia perchè ti aiuta a capire il sentimento. Ma non perchè devi affezionarti, ma perchè è un valore. Nessuno ti chiede di essere affezionato a Pierino Prati o a Bruno Conti, ma se vuoi tirare fuori anche un risultato economico migliore devi capire con chi hai a che fare per gestire al meglio la società. A Roma questo funziona, la Roma questo tipo da valore ha e tu puoi tirarci fuori anche dei soldi che ti servirebbero a far crescere la società. Queste solo le cose che dovresti conoscere, e non perchè bisogna essere buoni o nostalgici…”

David Rossi (Roma Radio): “Voglio cominciare con un ricordo di Pierino Prati che ieri ci ha lasciato. Mi ricordo poco di lui perchè ai suoi tempi ero molto piccolo, ma parliamo di un pezzo della storia della Roma… Qui a Roma abbiamo sentito parlare di modello Thoir, di modello Fassone-Mirabelli, di modello Commisso…erano tutti meglio di Pallotta. E invece non erano meglio. Certe volte penso che ci meriteremmo un passaggio con certi personaggi, così almeno sgomberiamo il campo dai dubbi. Nel frattempo andiamo in serie B, però vabbè…saremo romani e romanisti, vuoi mettere…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Dzeko rientra nella classifica dei primi sei attaccanti più forti della Roma. Ha giocato in una Roma con tanti problemi, e non era facile fare quello che ha fatto lui. Certo, alla sua età non possiamo aspettarci che giochi tutte e 12 le partite che rimangono da qui alla fine…però c’è Kalinic, che si era sbloccato…”

Dario Bersani (Rete Sport): “La Roma è chiamata a dare un’impronta al suo campionato. Nel mese di luglio ci saranno ben 9 partite per arrivare al periodo delle coppe e per cercare di coronare questo inseguimento. A oggi è complicata, ma vediamo da domani in poi… Domani non ci sono alternative alla vittoria. Certo che se l’Atalanta vince pure domani, non dico che consegna lo scudetto alla Juventus, ma dà anche una spinta a sé stessa…poi diventerebbe davvero complicato starle dietro…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma deve darsi una regolata da subito… Ci sono 12 partite e devi onorarle al meglio sperando che qualcosa succeda…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Vista la Sampdoria, per la Roma è la partita migliore per iniziare. Se la Roma fa una partita normale vince senza tante difficoltà… Petrachi era in grave conflitto con Fonseca e con la squadra oltre che con Pallotta, ora i giocatori devono dare anche una risposta…”

Redazione Giallorossi.net

26 Commenti

    • Caro sig. Corsi lei(preferisco il lei per mantenere le distanze) sa o finge di non sapere come funzionano i crediti alle aziende. Ma se lei avesse la possibilta’di ottenere un prestito di 1000euro all’1%sarebbe già in fila davanti alla banca alle 6.30 del mattino. (vedi Fiat). E non aggiungo altro

    • @Tifoso vero
      Permettimi di dirti, non gli risponde a quello, i 6 milioni li voleva lui.
      Vedevi quanto era romanista.

  1. Mario Corsi: “Ma come, il tycoon chiede un prestito di 6 milioni per pagare i dipendenti? ”

    Sì, a quei tassi sì. E lui è un tycoon proprio perchè lo capisce e lo fa.
    E tu invece sei un… vabò, poi mi censurano. Mi taccio.

    • Pallotta sta troppo avanti, quando si tratta di pagare accende all’1,5%, quando si tratta di prendere accende al 17,45%.

  2. Il più delle volte questi grandi speaker radiofonici parlano a vanvera.
    Questa Roma qui, americana, non romana, così distante dal tifoso è quella che ha dato più spazio di tutte agli ex giocatori della Roma
    Basta fare la conta di quanti ex romanisti gravitano intorno a trigoria e hanno trovato un lavoro e parliamo di gente che giocava con la Roma anni 80 /90,per cui dire che non ha valorizzato i suoi campioni è una cosa non vera

  3. A me oggi nun me frega gnente de gnente, ne’ der gargarozzone e ne’ dei fruttaroli’, i buffi, er cowbboy, le plusvalenzze, le stecche, er monco, er sordo, er cieco, er ceko, er sorcio! Purtroppo OGGI è il giorno di Pierino PRATI, punto.

    bisogna considerare che Pierino Prati, attaccante di livello assoluto, autore in rossonero di una tripletta in finale Coppa Campioni, è stato il primo eroe della Roma per tanta gente della mia generazione, quella che oggi giustamente lo piange commossa. La sua inconfondibile corsa sotto la Curva Sud pugni alzati è un’immagine che ha contribuito a creare parte della mitologia che ruota intorno al mondo giallorosso più autentico, quella per cui siamo ancora attaccati alla Roma intesa come elemento socio culturale che va oltre una comune squadra di calcio.

    Con Prati se ne va un pezzo della mia infanzia, che proprio lui contribuì a rendere ancora più bella, da portarmi a dire pubblicamente che, oggi, sento di esser toccato personalmente da questa mesta notizia.
    Di ciò non smetterò mai di ringraziarlo. SEMPRE FORZA ROMA!
    Rip

    • @Amedeo ciao

      Papà è del 45 , ieri sera era distrutto ,mi ha ripetuto le tue stesse parole
      Un pezzo di storia che solo chi l’ha vissuto può capire

      Un saluto agli utenti che scrivono sempre sul forum
      Io non intervengo più ma leggo tutto : quelli con cui ho avuto il piacere di scambiare opinioni, sanno come la penso su Pallotta
      In attesa del cambio di proprietà, preferisco il silenzio a inutili discussioni polemiche su chi è accecato dall’odio per questa società ( presidente e dirigenti ) e non riesce a vedere lucidamente le cose ( ormai si vomita veleno x qualsiasi cosa …scandaloso!)

      Sono lontano da Roma dal 1990 : preferisco ricordare i bellissimi tempi del Flaminio quando in casa si giocava in 12

      Un saluto ai miei amici di penna e a tutti i tifosi giallorossi che hanno a cuore il bene della Roma

    • Come vedi ,Caro Amedeo , i pollici versi sotto a questa tua Ode a Pierino Prati , dimostrano, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che razza di gentaglia viene a infangare questo sito con le loro frustrazioni.
      Saluti e Forza Roma

  4. Possibile che nel 2020, qualcuno ancora non si renda conto che la nostra economia sia BASATA SUL DEBITO? Eppure, non bisogna stare nell’alta finanza, basterebbe avere una piccola attività a gestione familiare, oppure avere dei conoscenti che ce l’hanno. Per dire, se al 99 % di voi dicessi l’esposizione che ha la mia attività con le banche, probabilmente storcereste il naso, ma questo non fa di me né uno straccione e né un buffarolo… e poi, l’operazione per il pagamento degli stipendi, l’hanno eseguita anche aziende che, fino a prova contraria, fatturano 30 volte l’As Roma.

    Ah, l’altra volta ho ascoltato un podcast di marione. Non che ci siano tutti questi Luigi Pirandello nel mondo del giornalismo, ma lui, oltre ad essere tale, ha una proprietà di linguaggio RACCAPRICCIANTE, roba che Razzi e Galopeira, sembrano D’Annunzio in confronto a lui. Mia madre con la terza media, si esprime 100 volte meglio rispetto a lui.

    • La Apple ha 98 miliardi di $ di debiti verso le banche.
      NOVANTOTTO MILIARDI DI DOLLARI.

      Microsoft ha 87 miliardi di dollari di debiti.
      RIPETO: MILIARDI.

      Sono aziende che hanno liquidità disponibili superiori ai 150 miliardi, in entrambi i casi.
      Però si indebitano.
      Oh, saranno straccions pure loro …. Non capisco perchè non mettano Marione nel Board!!!

    • Da una parte quello che dici tu e’giusto,ma vanno fatte delle distinzioni;un conto e’chiedere dei soldi da investire per far crescere l’azienda,un conto e’chiedere soldi per mancaza di liquidita’per il sostentamento delle spese vive..anche la mia impresa con 14 dipendenti ha esposizioni bancarie,ma non per il pagamento degli stipendi;tu mi dirai”oltre che per i stipendi li posso investire in altro”..giusto!ma qui si e’evidenziato il problema degli stipendi e una azienda che sta in queste condizioni e’vicina al fallimento!!!

  5. Oggi si nota solamente una cosa…che non si mette più una lira nella roma ….
    Questo è positivo perché vuol dire che sta preparando la cessione …non si può più fare una programmazione ma mantenere intatto il tutto …
    Sarà molto presto…
    Per difendere le proprie idee non bisogna demonizzare gli altri o sperare che chi venga dopo pallotta sia peggio. David non ti capisci proprio

  6. Mariolone è come un neonato di pochi giorni che sa fare solo versi e all’improvviso si mette a discettare di economia mondiale.
    Patetico.

  7. Spero che col cambio di proprietà il Signor Rossi vada ad arare i campi intorno a Rosarno.
    In alternativa può essere assunto dalla Sea Watch, ce lo vedo bene.

    Vomito.

  8. Radio ballotta …mai una parola sulle caxxate del suo badrone ballotta er perdente de focene…fateci caso …mai!!! Paura di perdere il posto eh radio ballotta?…dignita’?…no eh?
    Forza romaaaaa

  9. Cambio argomento se a qualcuno gli va di parlarne..
    Ieri sera sono rimasto contento nel vedere un ragazzo Cangiano esordire in serie A..
    Cresciuto nella roma portato da bruno conti… e andato via lo scorso anno….
    La società ha retenuto non adeguarli il contratto e mandarlo a bologna…
    Il più forte della sua annata 2001 parlano i numeri di questo è scorso campionato ….
    La roma prende un certo providence andato malissimo e giocato poco..e insieme a lui altri giocatori non all’altezza
    Un esmpio di gestione tecnica di questa società…..che negli anni ha portato il settore giovanile a non essere l’eccellenza in italia venendo scavalcati da atalanta milan…Inter Juve..
    Ma com’è possibile questo regredire e inversione di rotta…

    • Il grandissimo settore giovanile della Roma pre-americana, ha prodotto due campioni: Totti e De Rossi, stop. Aquilani era un giocatore abbastanza sopravvalutato, di là della sua cronica fragilità, mentre su altri elementi, stenderei un velo pietoso… mi riferisco ovviamente ai vari Cerci, Rosi, Virga, Corvia, Galloppa (il meno peggio in questo gruppo), Okaka, Greco, e compagnia cantando.

    • Non tutti sono Totti e De Rossi….ma i marchizza frattesi pellegrini…..andoy….greco…..e molti altri tutti provenienti da anni di preparazione cresciuti sotto la guida di bruno conti….
      In questi ultimi 9 anni trovami un nome di un ragazzo cresciuto sotto la guida di tarantino e collaboratori che sia uscito nei professionisti….
      Hanno comprato e speso soldi per talmente tanti giocatori sbagliati che sono stati mandati via per la disperazione….
      Sono più incapaci o gestiscono meglio i loro comodi senza nessuno che li controlli?

    • Secondo me negli ultimi 3-4 anni si è puntato un po’ troppo a comprare dall’estero giocatori pronti per la primavera.
      Spesso giocatori che non hanno poi lasciato il segno o fatto la differenza.
      I pochi bravi italiani sono stati tutti venduti (Marchizza, Frattesi, Ricci, Verde, Capradossi, Tumminello…) o non si è stati in grado di trattenerli (Scamacca).
      Forse bisognerebbe investire maggiormente sul vivaio, tirandoli su in casa fin dalle categorie minori.
      Speriamo che il ritorno di Conti aiuti a ritrovare giovani di qualità in Primavera.
      E cercare poi di non perdere il controllo di quelli bravi (Calafiori, Riccardi, Bouah).

    • Nella roma se seguite il settore giovanile ci sono altri prospetti molto beavi…..
      Meno pubblicizati dei soliti che dici….
      Riccardi sono 4 anni che fa la primavera e ancora non si capisce se potrà essere un giocatore importante..
      Bouah sono due anni che è infortunato e sinceramente non si può giudicare…
      Calafiori ha un gran bel procuratore e ha giocato molto poco anche lui….
      Come vedi non sono mai chiamati da fonseca ma ormai si vive di slogan e di etichette che sono più importanti di quelli che fai realmente nella vita…

  10. Apro giallorossi.net e nel sito parte la finestrella del tg di sky con i servizi sui tifosi della lazio che caricano la squadra in partenza da formello. È proprio necessario?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome