“ON AIR!” – DI GIOVAMBATTISTA: “Mou deve passare al 4-3-3 se vuole la Champions”, CIARDI: “Alcuni intoccabili della Roma potrebbero finire in panchina”, FERRAZZA: “Su Frattesi c’è anche l’Inter”, MAGNI: “Le parole di Moggi fanno ribrezzo”

15
1184

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Dal 4 gennaio, col recupero di Dybala, con Pellegrini che starà meglio, con Wijnaldum che piano piano entrerà in campo, chi pensa di essere inamovibile avrà meno del credito di cui ha goduto. Gli intoccabili della Roma potrebbero cominciare a vedere meno il campo e più la panchina. Vedremo se Karsdorp sarà l’unico male della Roma o se sarà solo la punta dell’iceberg… I giocatori hanno tutto a disposizione in questa piazza: dai sold-out a un allenatore straordinario come Mourinho, a una società che credo vorrebbero tutti i giocatori del mondo, e anche il tempo a disposizione, praticamente 5 mesi di stagione. Vedremo quello che emergerà…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “In queste ore stanno emergendo dei particolari su quanto la Roma valuti Bove e Volpato, dei quali il club capitolino ha una grossa considerazione. Se sono vere le cifre che circolano, e la Roma non smentisce, sarà molto difficile arrivare a dama con Frattesi. Il club giallorosso più o meno vuole fare pari e patta inserendo i due giovani, considerando la clausola del 30% della futura rivendita da scontare. Su queste basi mi sembra difficile, ma magari il Sassuolo è d’accordo…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Se la squadra le dà una mano, la Roma potrebbe fare tutti sold out da qui alla fine del campionato. Cari Friedkin, lo stadio Olimpico è segno di una passione che c’è sempre stata e che era stata soppressa. Per noi lo stadio Olimpico è come un gigantesco salvadanaio dove mettiamo i soldini e che a fine anno va spaccato, si prendono i tanti spiccetti accumulati e ci compriamo il giocatore… Chi lo decide? Mourinho. Le parole di Moggi? Fanno abbastanza ribrezzo. Quello che è successo ieri è il segno di come la purulenza sia entrata nell’animo della Juventus. Sarebbe necessario dare una ripulita non solo alle persone, ma alla coscienza profonda di questa società. Il problema è l’applauso che gli fanno, l’afflato intorno a un personaggio che loro hanno cacciato con ignominia. E che grazie al suo operato i loro avvocati hanno chiesto la clemenza della corte chiedendo la Serie B…”

Francesca Ferrazza (Centro Suono Sport): “Frattesi vuole la Roma, ma anche in estate voleva venire a tutti i costi e non ci si è riusciti. L’operazione non è ancora chiusa e c’è anche l’Inter sul giocatore, che si sta guardando intorno in caso di cessione di Barella, per il quale ha diverse offerte dalla Premier. Mourinho non vorrebbe privarsi di Volpato, cederebbe più volentieri Bove…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Le parole di Moggi? Se prendiamo dieci tifosi di diverse regioni, se sei della Fiorentina, dell’Inter, della Roma, tutti recriminano contro una squadra che gli ha fatto i torti, che è la Juventus e che ha fatto il bello e il cattivo tempo. La Roma e la Lazio hanno tolto due scudetti a quella squadra che se ne impadroniva sempre con la loro forza economica e truffaldina. Anche gli scudetti che sembrano più puliti nascono da falsi in bilancio e da plusvalenze incredibili. Per cui di pulito in questa storia non c’è niente, e il vero juventino è amareggiato da questo se è una persona perbene: io se fossi juventino non batterei mai le mani a Moggi…”

Tiziano Moroni (Rete Sport): “Su Solbakken si è già scritto anche troppo. Noi l’abbiamo visto fare delle cose carucce, mica male, però sempre col Bodo giocava…non diamogli troppo peso. Secondo me sarà un’ottima riserva di Zaniolo o di Dybala. Ma non diamogli sta croce…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Io penso che Mourinho ripartirà dalla difesa a tre, l’ha provata quasi sempre anche in Portogallo e credo che ripartirà da lì. Io invece giocherei con la difesa a quattro, la squadra ha dimostrato di produrre in quel modo le cose migliori e di avvicinare i giocatori alla porta avversaria. Ma Mou ha più il polso della situazione di tutti noi messi insieme… Contro il Bologna mi aspetto un 3-4-1-2 con due centrocampisti centrali, che non saranno Cristante e Matic, ma uno dei due. Bove? Ha giocato sempre in Portogallo, non so se solo per metterlo in vetrina o per testarlo. Camara invece, che sembrava diventato un titolare inamovibile, non ha giocato mai. Mourinho ha sempre negato la cessione di Bove, in lui vedeva le stimmate del grande prospetto, ma poi gli ha dato poco spazio. E’ arrivata l’ora di decidere cosa fare con lui…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Sono curioso di vedere come troveremo Solbakken, che si sta allenando da solo, e Dybala, che deve darci una grossa mano. Wijnaldum convocato per il Bologna? No, sarei preoccupato. Deve seguire il programma di recupero, non ha ancora mai giocato una partitina. E’ veramente troppo presto, il suo infortunio non è stata una passeggiata, bisogna andarci piano… Karsdorp? Per me non verrà convocato per Roma-Bologna, altrimenti dovrei pensare che a Mou gli era partito un colpo, e mi risulta difficile crederlo… Le parole di Moggi? La storia di Nakata è molto semplice: non fu solo la Roma ad approfittare di quella norma, ma anche la Lazio e il Milan. La Juve aveva la possibilità di schierare un extracomunitario in più, che era Athyrson, e se non lo fece il problema fu loro. Dire che la Roma ha rubato lo scudetto perchè fece giocare Nakata è andare contro la storia…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “La Roma è settima, e se continua così rigioca la Conference, e manco un tifoso lo vorrebbe…E allora cosa può inventarsi Mourinho per arrivare in Champions? Io dico che dovrebbe cambiare modulo, lo deve fare… Con Wijnaldum e Dybala la Roma potrebbe giocare col 4-3-3 con Pellegrini e Wijnaldum mezzali, e il trio Zaniolo-Abraham-Dybala in attacco. E poi avresti in panchina un sacco di ricambi: a centrocampo avresti Cristante, Camara, potrebbe arrivare Frattesi, in attacco avresti Belotti, El Shaarawy, Solbakken…e quanti ne vuoi…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Io il ritorno alla difesa a quattro lo auspico da inizio stagione, ma per Mou non ritiene di andare oltre e che i tre difensori gli danno più garanzie in fase difensiva. Io credo che Mou non cambierà niente, sperando solo che i due giocatori che più di tutti possono incidere siano al meglio, e cioè Abraham e Dybala. Se sono al meglio della condizione, te la puoi giocare, altrimenti sarà molto difficile…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Il 4-3-3? Ha un senso, ti permetterebbe di sfruttare le qualità migliori che hai davanti e di far giocare in mezzo al campo dei giocatori di livello internazionale. Ma il mio dubbio è legato alla tenuta difensiva, dalla metà campo in su sarebbe una Roma di livello assoluto, ma se guardo i quattro dietro francamente fatico a vederne qualcuno…è chiaro che ti scopriresti molto. Zalewski è un trequartista, Spinazzola dobbiamo vederlo, e comunque è un calciatore offensivo. Con i tre centrali invece avresti più stabilità, ma è anche vero che devi cambiare qualcosa se vuoi provare a invertire la rotta…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Spero per la Roma che possa giocare al meglio, se avesse delle idee diverse potrebbe stare nei primi posti nel campionato. E invece non ci arriva non per la mancanza di Dybala e Wijnaldum, ma perchè non riesce a sviluppare il gioco in maniera differente…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “La Roma può comprare Frattesi o quello che vuoi, ma manca un regista. E’ un gioco che non cambia, se non si prende un regista che ha un minimo di idee di gioco, la squadra non sa come sviluppare il potenziale che ha lì davanti. Serve un giocatore…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedentePinto alza la voce: Bove e Volpato valgono più di Frattesi. E’ braccio di ferro col Sassuolo
Articolo successivoCalciomercato Roma, Fulham su Karsdorp ma Pinto chiede 12 milioni

15 Commenti

  1. il vero juventino è amareggiato da questo se è una persona perbene: io se fossi juventino non batterei mai le mani a Moggi

    Non capisco come gente che è una vita che parla di calcio e di tifosi, ancora non ha capito chi è il tifoso e come ragiona.
    Il tifoso della Juve pensa che Moggi è un perseguitato e calcio poli, una invenzione per distruggere la Juve.
    Noi romanisti, pensiamo che il male supremo del calcio italiano sia la Juve i laziali invece pensano che noi siamo il marcio del calcio italiano, raccomandati politicamente, con la stampa amica che ci sorregge.
    Noi tifosi siamo tutti uguali, fanatici per antonomasia, quando parliamo di calcio il più delle volte sragioniamo o per troppo amore o per troppa faziosità.
    E c’è chi è vecchio del mestiere e si aspetta che un tifoso juventino condanni Moggi 😃

    • In Italia è evidente il malaffare su tutto, che scopriamo? NULLA! Calciopoli, doping, biglietti stadio, tamponi, esami di italiano, plusvalenze… Tutto passato, tutto messo sotto il tappeto, come la polvere, di che parlare? Della connivenza dei giornalisti al soldo dei gobbi? Di una federazione complice e silenziosa? Della federazione arbitri commissariata? Questi, sono elementi che si pagano nelle competizioni europee. L’ UEFA farà più male della FIGC, di questo ne sono certo….

  2. Non ci voleva molto per capire che Frattesi non vale Bove+Volpato. In chiave futura poi, secondo me Bove (che ha 3 anni di meno) vale più di Frattesi. Prenderà il posto di Matic e ci ritroveremo per le mani il degno sostituto di DDR. Ne sono sicuro.

  3. Se togli un difensore dovresti rinfoltire il centrocampo, sia in fase di copertura che di costruzione, dove eri già tremendamente carente) quindi logicamente 4-3-3. Poi i tre davanti li disponi come vuoi a seconda del centravanti (di esterni ne hai almeno quattro o cinque).

  4. Tutti sulla stessa linea…
    Difesa a 4… 2 centrali di centrocampo, 3 trequartisti, 1 punta centrale….Sarebbe l’ uovo di Colombo per arrivare in fondo su tutti e tre i traguardi. La gestione che da MOU sarà fondamentale. Vedendola nelle amichevoli nipponiche e lusitane, la difesa a 4 ha una stabilità evidente, il centrocampo filtra parecchio (tranne con Cristante…diventa vulnerabile e molto, con gli olandesi abbiamo rischiato parecchio, un rigore e un miracolo di RUI…) è l’ attacco vede di più la porta …. Sono molto fiducioso per la ripresa. Ma attenzione al Bologna, che giocherà con la morte nel cuore ❤….

  5. Di Giovanbattista dopo aver fatto fuori il suocero e averci provato con il cognato, adesso vorrebbe fare l’allenatore al posto di Mou.

  6. CIARDI: “Alcuni intoccabili della Roma potrebbero finire in panchina”
    cominciamo subito co cristante allora per carita’!!!
    gli scarsi subito in tribuna.
    possibilmente mettere subito sul mercato cristante,forza ROMA

    • @ zibahbbione : prova a citofonare a Trigoria, da focene non è tantissima strada. C’È SOLO L ASROMA 💛 ❤️!!!

  7. io giocherei così,a Mou è partito un colpo, meglio il 4 3 3 ,la moglie oggi mangia la coda alla vaccinara..ma xché non fate cronaca e parlate de cose reali???A proposito Dybala arriva il 29..quindi è possibile che in società lo sappiano..non cercate il caso x forza…

  8. Il 4/3/3 è il mio modulo preferito.
    Copre tutto il campo.
    Pressing alto.
    Sovrapposizioni.
    Centrocampo che copre la difesa
    e allo stesso tempo innesta l’attacco.

    Certo servono giocatori adatti,
    ma arrivati a questo punto e dopo aver visto
    partite inguardabili,
    tentar non nuoce.

    FORZA ROMA SEMPRE!💛💖🐺

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome