“ON AIR!” – FOCOLARI: “Mourinho ha distrutto la squadra”, PUGLIESE: “Dybala? Fossi negli altri giocatori mi vergognerei”, CIARDI: “La vecchia guardia ha tradito le aspettative”

71
1379

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “O la Roma è una squadra col tasso tecnico bassissimo, oppure Mourinho non è più capace di fare questo mestiere. Era un miracolo fino a quando eravamo quarti, perchè secondo me la Roma è una delle squadre più scarse del campionato. La Lazio sopra è l’unica cosa che non è normale, per il resto Napoli, Juventus, Milan e Inter hanno giocatori più forti dei nostri. Abraham non è più calciatore, Belotti nella Roma non lo è mai stato. Volpato non è pronto, ieri non è riuscito a dare una palla, ma non perchè non ha i piedi, ma perchè non ha i tempi: tra Serie A e Primavera c’è un abisso… Zaniolo? Bisognerebbe mettergli sempre sei per l’impegno, sembra Annoni, si impegna, si impegna, ma ci fai poco. La Roma ha un paio di buoni giocatori, niente di più. Mou continua a dire che sono scarsi, e non c’è nessuno che si incazza: allora vuol dire che sanno che è vero…”

David Rossi (Rete Sport): “Il Sassuolo che non siamo riusciti a battere tre giorni fa, è stato asfaltato dal Bologna. La Lazio, alla quale non siamo riusciti a fare un tiro, ha sofferto col Monza e ieri ne ha presi tre dalla Juve. Ragazzi, Dybala è un grandissimo giocatore, ieri i calciatori gli passavano il pallone perchè non sapevano che altro farci. Se però siamo sempre ridotti così, se a Dybala gli prende un raffreddore o una squalifica, poi che facciamo, non ci presentiamo proprio in campo? O dobbiamo fare le barricate anche contro il Monza? Chiediamocelo… Se diventa che con Dybala c’è la speranza, significa che senza Dybala non c’è. E quindi noi abbiamo visto per 70 minuti una Roma senza speranza, perchè Dybala non c’era. E’ una cosa che mi fa preoccupare…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Dybala è la punta di un iceberg: ci sono altri giocatori come Wijnaldum che ti mancano, Spinazzola è un altro che deve fare la differenza, Belotti non può essere questo, non lo è mai stato nella sua carriera. Lo stesso Abraham… Ci sono una serie di giocatori che a gennaio dovranno fare molto di più di quello che hanno fatto fino ad ora. Non può essere solo Dybala il catalizzatore di tutto, che se non gioca lui non possiamo fare un’azione da gol contro il Torino. E’ lì che deve lavorare Mourinho, nel far diventare la Roma una squadra di giocare a pallone anche senza Dybala e vincere partite come quella di ieri, perchè giocavamo contro il Torino che non aveva mezza squadra…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Io non mi riconosco in una parola di quanto Mourinho ha detto ieri. Se un giocatore ha tradito la famiglia, per me la vecchia guardia ha tradito le aspettative di una crescita che non c’è. Anche per colpa di Mourinho? Assolutamente sì. Questo è un gruppo perdente, che si era tolta quell’etichetta vincendo una competizione in cui era favorita che grazie a Mourinho hai vinto. Dopo di che l’allenatore, che doveva portare mentalità, non la sta portando. La squadra non è scarsa, io parlo di responsabilità: mi aspettavo una crescita che è stata tradita. Per me la Roma è da 5, questo dice la classifica…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “La sensazione è che la squadra stia facendo qualcosa di paradossale e triste. Il dibattito intorno alla Roma è molto forte. Ma è un problema di gioco, e quindi è l’allenatore, o un problema di rosa? La Roma gioca male perchè i giocatori sono scarsi o i calciatori sono scarsi perchè la Roma gioca male? Difficile dirlo, io non l’ho capito…Quanti giocatori della Roma sarebbero titolari in tutte le prime sei del campionato? Per me solo Dybala…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Anche Mourinho ha le sue colpe. Ma un allenatore del suo spessore, che ti dà tanto sotto ogni aspetto, si merita il tempo per trovare delle soluzioni. Ma se non gli lascio del tempo a Mourinho, ma a chi altri lo devo lasciare? Su Karsdorp lui ha assunto un atteggiamento sapendo di poterlo assumere e perchè la squadra digerisce male i suoi comportamenti, altrimenti non avrebbe mai fatto una cosa del genere. Abraham? E’ lui che chiede scusa e dice che Mou è come un padre. Fino a quando la squadra reagisce in questo modo, i comportamenti di Mourinho non sono sbagliati…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Abraham? Il problema è che non hai alternative, perchè Belotti è addirittura peggio e Shomurodov ormai è nel dimenticatoio. La cosa deprimente di ieri è che Dybala al 20% entra zoppo e con una gamba sola, e ti dimostra che si può fare tutt’altra roba. Fossi negli altri giocatori della Roma mi vergognerei fino alla fine dei miei giorni. La Roma però ha una rosa in grado di battere il Torino, gli 11 in campo ieri hanno il potenziale per battere i granata. Siccome è stata un miracolo averla pareggiata, non è solo una questione di singoli, è un problema anche del manico…”

Tiziano Moroni (Rete Sport): “In conferenza si può fare anche zero e zero, non è che ogni volta devi trovare il nemico di turno… Mourinho ti dice che Tahirovic sarà un campione, che si gioca solo con Dybala, e che Abraham ha i suoi problemi e non è giusto perchè poi a fine mese si va a prendere il suo stipendio. Non mi fa impazzire questo tipo di ragionamento, perchè si crea un clima più pesante di quello che è…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Tra Osimhen e Abraham c’è un abisso. Faccio fatica a parlare dell’inglese. Forse le difficoltà sono personali, non gli riesce niente, nemmeno le cose elementari, e non riesco a capire quale possa essere la situazione… Mou l’aveva imposta così, con una squadra solida dietro, poi è rimasto spiazzato dai problemi a centrocampo. Il migliore in campo ieri è stato Camara, che è tutto dire. La squadra non gioca meglio, le problematiche sono le stesse, con la differenza che avevi Mkhitaryan, Veretout, lo stesso Oliveira, che se ce l’avevi adesso sarebbe stato il fulcro del centrocampo… Con tutte le problematiche la Roma è a tre punti dal quarto posto, e ci sono tante partite da giocare. Se Mou riesce a far quadrare la situazione…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Ieri si è creato un baratro tra Abraham e il pubblico quando non è stato in grado di stoppare una palla facile. E’ stata anche una cosa brutta, lui l’altro anno aveva fatto cose importanti. E poi le parole di Mourinho su di lui sono tombali. Non ha fatto quello che ha fatto con Karsdorp, ma ci è andato molto vicino. Abraham gioca male, ma non mi sembra che si tiri indietro. Mou è andato proprio fuori tema, non mi sembra che il giocatore non si dia da fare… Ieri se il Torino avesse avuto un centravanti vero, la partita sarebbe finita prima dell’ingresso di Dybala… La Roma alla sosta è ultima delle grandi. Come punti è ancora lì, ma come gioco espresso è stata la peggiore di tutte. Però poi Mou a fine partita si inventa una storia: la Roma l’ha distrutta, sono tutti scarsi per lui…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Per Mou c’è sempre un responsabile in campo: può essere l’arbitro, il campo, Ibanez, Karsdorp, Abraham…sono sempre gli altri messi alla berlina. E questo non è bello. Lui è diventato famoso per i risultati ottenuti e per questo carattere plateale e teatrale…secondo me ha finito la sua carriera di allenatore che vince su tutti i fronti. Lui è un reduce, e si permette delle dichiarazioni che non sono degne di un grande professionista come lui … La squadra gioca male. E’ normale che Dybala ti aggiunge tecnica, ma può giocare 20-30 minuti, non 90, lo sanno tutti. Inutile illudersi con il discorso che Dybala possa sistemare i guai di Mourinho. L’infatuazione tra i Friedkin e Mourinho deve finire prima o poi…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRoma, pausa di riflessione
Articolo successivoCristante lascia il ritiro azzurro: dovrà essere operato alla mano

71 Commenti

  1. Ma vogliamo parlare di questo D’Onofrio e dell’ineffabile AIA?
    Non è per distrarre dai problemi della nostra amatissima Roma, naturalmente. Purtroppo però la Roma interagisce con questi Enti, quali l’AIA. Per meglio dire è costretta ad interagire, o ancor meglio è costretta a subire l’interazione con questi Enti, che se fossero seri uno sarebbe anche contento di interagirci, le regole uguali per tutti sono una conquista molto importante di una parte dell’umanità, anche se molto recente e non sempre vera.
    Ma dicevamo, del D’Onofrio. Come d’Onofrio chi, D’Onofrio il Procuratore capo dell’AIA. Quello che ha fatto carriera nell’AIA fino ad oggi, quando perfino gli arbitri si sono dovuti arrendere al definitivo arresto. Dico definitivo perché in realtà era già ai domiciliari, ma pare che nessuno, all’interno dell’AIA lo sapesse! Dice, com’è possibile. Infatti, com’è possibile?
    La vicenda va oltre il fatto che pare che il D’Onofrio fosse più solerte di Deliveroo nella consegna delle pizze. Il problema esonda e travolge anche il calcio perché pare che il prode Rosario influenzasse direttamente il cosiddetto sistema di “classifiche di merito” con le quali si influenzano carriere e designazioni degli arbitri. Lo accusa l’ex arbitro Giacomelli, carriera stroncata dal D’Onofrio.
    Sentite puzza di bruciato?
    Ovviamente è già partito il solito carosello che ormai è anche un po’ stomachevole. Gravina è “sconcertato”, Trentalange si sente “tradito” (che poi dice, la spara Mou è tutti a crocifiggerlo, lo dice Trentalange e… niente, gliel’ha pure copiata!) nessuno si era accorto DI NULLA! Eh, chi se lo poteva immaginare, comunque non si sono nemmeno dimessi per inettitudine. In ogni caso, in alto i cuori, stavolta pare che la quelli con il water come stemma non compaiono (ancora) nel registro degli indagati.

    • Niente non se ne parla. Ago fa il vago ..e ti spolliciano a go go.

    • Singolare che una notizia come questa venga fatta passare in sordina e le sue implicazioni completamente ignorate… Io ad esempio l’ho saputa grazie al tuo post e sono sempre più convinto che le istituzioni sportive abbiano bisogno di una brutale pulizia da cima a fondo.

    • @Anacronistico: beh, no, l’avevo letto su La Repubblica, che gli aveva dedicato un’intera pagina, attaccando proprio l’AIA e Trentalange. Pare che adesso la FIGC abbia avocato a sé i procedimenti contro gli arbitri: ed in tutta franchezza non so se sia (per noi) una buona notizia…

    • tu non sei solamente un tifoso ..sei al livello di giornalisti di primo livello .. bravo , molto bravo .. e .. grazie ..

  2. focolari sei te che hai distrutto la tua credibilità 💛❤️ DAJE ROMA MIA 💛❤️ DAJE MOURINHO 💛❤️ DAJE FRIEDKIN 💛❤️

    • ma il povero focolari…..se dice che la Roma è l’ultima delle grandi…..allora ritiene la lazio ….grande? noi saremo tifosi…..ma lui esagera. In Europa un calcio nel sedere….quell’ Europa rapinata col povero Spezia …..Il frame guidato sul gol del Monza…..e il regalo della Roma…..poi 3 sganassoni nel derby di Regina Coeli…che squadrone !!!!! Ma faccia il piacere…….

  3. La Roma gioca male perchè i giocatori sono scarsi o i calciatori sono scarsi perchè la Roma gioca male?…e con questo dubbio amletico se rivedemo a gennaio, sperando che nel frattempo accada qualche miracolo natalizio che ci faccia svoltare una stagione fino ad oggi poco esaltante. Le armi di distrazione di massa sono quasi finite e forse è ora che tutti, dal primo all’ultimo, si mettano un attimo in discussione e capiscano che ognuno di loro deve fare di più. L’effetto sbornia per il mister, la coppa e un mercato inatteso, è quasi passato a tutti, compresi i tifosi allo stadio che iniziano a pretendere di vedere qualcosa di meglio. Inutile accanirsi ora, perchè la sosta potrebbe davvero essere funzionale a un recupero di energie e serenità mentale, ma da gennaio io mi auguro che anche gli “irriducibili a prescindere”, inizino a pretendere quello che è giusto pretendere dalla squadra e da chi la conduce. Basta alibi e basta caxxate…ce lo dovete…

    • La mia idea è che la squadra sia povera tecnicamente e di intelligenza calcistica, aggiungici che qui a Roma si sentono facilmente più forti di quello che sono e si rilassano facilmente per una vittoria, pensa per una coppa! L’allenatore ha le sue responsabilità, probabilmente la squadra potrebbe fare meglio di così, ma mi sento di affermare che con un altro allenatore non si vedrebbe tutta un’altra squadra ed un altro gioco e non si arriverebbe quarti con la pipa in bocca(con stessi interpreti e stessi infortuni). Quanti anni sono che diciamo, ma anche con le assenze la Roma basta per battere il Torino,il Verona,la Cremonese etc,chi li conosce quei giocatori? Eppure nell’uno contro uno i nostri non superano neanche quelli, eppure perdono anche contro squadre di serie B e con altri allenatori. Sono anni che l’allenatore di turno fatica a trovare la quadra ed avere equilibrio e continuità, c’è chi ha proposto una squadra più offensiva che creava occasioni ,ma prendeva gol ad ogni ripartenza, hanno lavorato sulla fase difensiva ,ma si rimaneva schiacciati dietro e non si segnava. il gioco lo fa l’insieme e l’amalgama delle giuste caratteristiche tecniche dei giocatori e servono specialisti di ruolo. Noi abbiamo giocatori che sanno fare un po’ di tutto e tutto male! Abbiamo una difesa composta da tutti marcatori e tutti destri che non sanno gestire il pallone e,per caratteristiche, tendono a schiacciarsi, centrocampisti che sono più i palloni che perdono che quelli che recuperano (e non da ora nella Roma) che non si smarcano e si propongono, ma si nascondono e ,se pressati, appoggiano indietro, se no lanciano e 8 volte su 10 i lanci non sono precisi. Se anche avessero schemi per cui trovarsi a memoria (e dubito che un allenatore non lavori su schemi) poi devono metterli in pratica ,ma un conto è giocare a 1-2 tocchi o stop e passaggio preciso,un altro è toccare il pallone più volte ,aggiustarselo sul piede giusto e fare un passaggio poco preciso con il compagno che deve fare un passo in più, lo tocca più volte per sistemarselo etc…,ma quando viaggia così il pallone? E’ un continuo perderlo e correre all’indietro! Accadeva con Fonseca e accade con Mourinho. Con Fonseca funzionava finchè facevano pressing costante e non perdevano palla,ma non potevano farlo per 90 minuti e non sapevano far altro, come si abbassavano prendevano gol. Ora difendono meglio, ma non sanno ripartire velocemente, quando riescono a recuperare palla alta,poi, fanno sempre la scelta sbagliata… Squadra mediocre e costruita male,sono anni che lo ripeto e rimango convinta di questo!

    • Monika analisi impeccabile è tutto vero per risolvere i problemi di questa squadra bisogna programmare eliminando elementi inadeguati anche negli ingaggi ed aggiungendo giocatori capaci e funzionali ad un progetto non vina e shomurodov tanto per fare numero bene lanciare i giovani per rivenderli bene dato che soldini non ci sono e servono per portare i grandi giocatori.solo con quelli si vince oppure grazie agli arbitri e noi non abbiamo niente di tutto ciò
      quindi ahimè così ci vorranno anni ancora prima di vedere una Roma vincente.

  4. Focolari rosica per le tre sberle di ieri perché pensavano di essere l anti Napoli ed invece sono solo da quinto posto un gradino sopra alla Roma.
    Però anche se brucia su mou non gli si può dare torto, sta demolendo tutti e se la squadra che gli hanno fatto non gli andava a genio poteva rassegnare le sue dimissioni. La Roma esisteva da prima di mou e continuerà ad esistere dopo, questo è poco ma sicuro.
    Diversi sono i pensieri di un fastidioso damascelli che è un prezzolato, mentre con corsi mi trovo d’accordo, la Roma ha un paio di best palmer ovvero dybala e smalling… il resto sono chiacchiere.
    Zaniolo purtroppo sta diventando un caso , becca la porta ogni sei mesi e non ci si può permettere di avere in attacco uno che segna meno del compagno stopper.

    • Forse era best player? Cmq anche Mou farà autocritica. Di sicuro non è un pazzo e se sta parlando così, in pubblico, dei suoi giocatori è perché vuole stimolare una reazione oppure vedere chi gli va contro. Non sappiamo cosa ha detto o fatto Karsdorp tra le mura dello spogliatoio. E certamente dopo il gol al Sassuolo Abraham non si è ripetuto. Le opzioni sono due: o tutti con Mou per il riscatto, o tutti affondo, Mou compreso.

  5. A focolazio, ma pensa alla squadretta tua! Pensavate di avere uno squadrone, vi ha detto cxlo perchè Ibanez vi ha regalato il derby, nel quale non avreste segnato nemmeno se stessero ancora giocando; vi ha detto cxlo con il Monza; ieri pensavate di andare a fare chissà cosa a torino, avete preso tre fischioni, con il “sergente” fenomeno che quando vede avversari di un certo livello fa sempre la stessa figura di mxrda, con la difesa che si è sciolta come neve al sole e con il caccola che scriveva, scriveva, ma che cxzzo se scriveva? O solo Mou prende appunti senza senso, come dicevate tempo fa? Voi di rosico rosico che criticate Mou, come se un analfabeta si mettesse a discutere e polemizzare con Einstein! A ridicoli!!!!

  6. Focolazie e Damascello sono in totale malafede, è chiaro che godono del nostro momento difficile. Fermo restando che Mou può fare meglio, ma diamogli il tempo di recuperare uomini chiave a una forma decente e aspettiamo fine stagione

  7. Posso dire che il giornalismo sportivo italiano

    Fa schifooooo?!?!?

    Tra pregiudicati, lecchini, faziosi, incompetenti, scarsi,….

    Se permettono pure di giudicare, consigliare,

    In un paese serio…… Questi sarebbero a spala la m….

  8. se il mister parla e dice certe cosa va bene a uno e non va bene all’altro, se non parla,si dice che non prende posizione,perché tu calciatore sei pagato e non ti prendi la responsabilità di dire oggi non ero in forna domenica prossima dari di più si accollino le lororesponsabilita e se il mister dice queste cose non escludendo nessuno dalla critica lo fa per la squadra Rima e non per rovinare tutto.
    forza Roma

  9. Alcuni calciatori imparano con le ” bastonate ” ( scusate la parola ) vedi Abraham ,mai mancate.
    altri con le ” carezze ” vedi Pellegrini.
    Altri non impareranno mai per scarsa intelligenza calcistica , vedi Zaniolo.
    MOU deve trovare le chiave per motivarli ?
    SI ma anche no.
    Che professionisti sono ?
    Dta distruggendo la squadra ?
    La squadra sta distruggendo NOI. È una sofferenza guardarli , difficile amarli.
    COLPA ANCHE DI MOU ?
    CERTAMENTE.
    Falso schieramento in campo , squadra non assemblata con intelligenza.
    Dov’ è il centrale di sx ?
    Dov’è il regista tanto invocato ?
    Perche 2 a centrocampo ?
    Perche non ci sono triangoli ? Dcambi veloci ? Sovrapposizioni ? aperture nella meta campo avversaria ?
    Servono i campioni o ORGANIZZAZIONE CALCISTICA ?
    MOU responsabile tecnico è il primo a dover migliorare , anche facendo SCELTE CRUDELI.

    gli attuali Abraham Zaniolo NOCIVI alla squadra , spesso anche El Shaarawy.
    Ps
    gioite ora jene.
    torneranno Spina Wijni Dybala , magari Solbakken sara una gradita dorpresa ( non difficole confronto al rugbista ).
    Magari Pinto e i Friedkin ci faranno 2 regali ?

    • ma perchè continui a macerarti…….
      se tu le sovrapposizioni o i triangoli non li vedi , non ci saranno.
      del resto è un modo un po’ banale di giocare, se lo aspettano tutti.
      Il calcio moderno prevede i trapezi e gli accentramenti, è il superamento del “caos organizzato”, si chiama “disorganizzazione funzionale” solo che per giocare proficuamente con usto paradigma tattico/strategico servono molte ore di addestarmento e molta concentrazione.
      Hai notato che non tira in porta nessuno ?
      Per liberare al tiro si colpisce il palo e solo sulla ribattuta è possibile tirare in porta, oppure se fra te ed il portiere c’è un giocatore devi tirare sul giocatore in modo che lui devii e superi il proprio portiere.
      Zaniolo nell’interpretazione di questo paradigma è un campione. Con il torino in ben due occasioni si è trovato nella posizione giusta per tirare ma ha passato al centro sul compagno coperto dal difensore.
      Però ha ragione, quante volte lo hai criticato perchè invece di passare tirava ?
      Raccogli quello che semini.

  10. Certo possiamo scagliarci contro Mou…ma a me sembra che quì ci sia un problema che va ben oltre Mou..se Mou verrà mandato via, quale altro grande allenatore verrà ma più a Roma per rischiare??? Secondo me quì ci si gioca anche l’immagine di questa squadra e di questa società per gli anni a venire…i giocatori che vengono a Roma devono impegnarsi SEMPRE come fatto gli ultimi 20 minuti di ieri, ieri negli ultimi 20 minuti non è stato solo l’ingresso di Dybala a cambiare le cose…ma un cambio di mentalità in cui sono diventati tutti aggressivi sui palloni e più precisi negli scambi, cercando anche di prendersi delle responsabilità nel saltare l’uomo…solo così si prendono i punti…anche al ’94…dovrebbe serviere come lezione.

    • Il cambio di passo è coinciso con l’ingresso di Dybala. Hanno subito pensato di potercela fare a rimontare il toro. La domanda è perché? Perché devono fare le pecore che hanno bisogno del pastore che le guidi? Perché non hanno il coraggio di fare un passaggio in avanti, una corsa senza palla dando una possibilità di passaggio in più a chi ha la palla? Perché non ci sono passaggi di prima o un dribbling?
      La risposta che mi sono dato è una sola: HANNO PAURA! Hanno paura di sbagliare. Fanno il compitino da ragionieri e nessuno si prende rischi. L’unico che prova a andare in avanti è Zaniolo ma è diventato prevedibile, pesante e spesso e volentieri lo fermano con le brutte ma gli arbitri ignorano i falli. E lui allora a volte esagera il fallo e quelli peggio fanno.
      Ora se non ci riesce Mou, anche con questi modi brutali, a dare un’anima a questi spallati, mettiamoci l’anima in pace chè non ci riuscirà nessuno.

    • Hai detto parole sante, il vero problema della Roma, da quando i Freidkin l’hanno acquistata, non è un allenatore più o meno performante. E’ chiaro che si spera che l’allenatore faccia il meglio possibile e se non lo fa dopo un certo tempo devi anche tirare le somme e chiedergli conto di quello che non ha fatto ma il problema principale della Roma NON è questo. La verità è che tutti speravamo che venisse fondata una bella società organizzata con dirigenti capaci, esperti, che sapevano di calcio, inseriti nelle dinamiche italiane e internazionali e non mi riferisco agli aspetti economici e marketing, dove i texani sono abbastanza bravi, ma proprio alla componente tecnica. Hai mandato via Massara, non hai più Baldini, non hai più Sabatini, hai cacciato persino De Sanctis e chi è rimasto a gestire tutta l’area tecnica, progetto-mercato-strategie sportive, ecc? Uno sbarbatello portoghese di nome Tiago Pinto che non ha mezza idea, che finora ti ha portato i campioni Vina, Shomurodov, Belotti, ha rinnovato a Cristante e Mancini. Quello è il suo livello, mediocrità assoluta. Dybala, Wijnaldum, Matic e altri similari non sono arrivati certo grazie a Pinto e comunque no basta l’usato sicuro a paramento zero per fare le squadre. Fino a che la Roma non cambia passo in zona Pinto come dici tu, Mourinho sì o Mourinho no non cambierà sostanzialmente le cose. Tra l’altro se Mourinho viene liberato da altri compiti può anche fare meglio l’allenatore.

  11. Oggi gongolano tutti, speriamo a gennaio cambia la musica. Spero nella coppa anche se, considerate le squadre scese dalla champions, è molto improbabile

  12. mou e’ bollito, mou ha distrutto la Roma, mou non gioca. ok. pero’ almeno prima studiate cosi capite meglio. Il grande Napoli, rullo compressore, dispensatore di gioco. Sapete dov’e’ la differenza? Osimenh 11 presenze, 15 tiri nello specchio, 9 gol. Abraham 15 presenze 15 tiri 3 gol. Con questo abraham il grande Napoli quanti punti avrebbe? Se Mou col suo non gioco, ti mette in condizione di arrivare 15 volte e tirare nello specchio e tu metti la palla in rete 3 volte, il gap con chi ti e’ davanti e colpa del gioco e di chi non la butta dentro? Basta col non gioco. Nonostante manchi guoco e qualita’, con un attaccante normale potevamo essere secondi e sicuranente a meno di 8 punti i numeri non mentono.

    • Scusa Tony, ma tutti sti tiri dove li hai visti? A inizio stagione qualche tiro lo facevano è vero. Poi però il nulla.
      Ricordo partite inguardabili con la Cremonese, col Sassuolo, col Napoli, col Verona, con l’Udinese, con gli sbiaditi, senza mai tirare in porta o quasi. Partite vinte, tipo con l’Inter o con il Ludogorets, senza uno straccio di gioco in cui la dea bendata, per una volta, ci ha dato una mano.
      La Roma gioca male, giocava male pure lo scorso anno ma la Conference ci ha illuso.
      Però, Conference a parte, il campionato ha parlato chiaro. Sesto posto, ne più ne meno di Fonseca che però era stato massacrato dagli infortuni.
      Io sarò strano, ma da uno che ha vinto 26 titoli mi aspetto un’impronta che sappia sopperire all’assenza di Dybala. Perché se tutto è demandato al genio di un fuoriclasse l’allenatore a che serve?

    • se il calcio fosse matematica, il PSG dovrebbe avere almeno due Champions in bacheca e noi dovremmo battere ogni formazione che ha una rosa che costa meno della nostra, ma per fortuna non è così. Abraham si è mangiato gol clamorosi ed è fortemente involuto, ma paragonare i sui 15 tiri ai 15 di Osimehn mi sembra riduttivo, sia perchè non è detto che la difficoltà dei tiri sia paragonabile, sia perchè parliamo comunque di un ragazzo che l’anno scorso ha segnato 27 gol, quindi non può essere diventato improvvisamente una sexa…la verità forse sta nel mezzo. Le partite non le vince quasi mai un giocatore da solo, e sicuramente se anche questo accade una o due volte, su un campionato non è il singolo che può fare la differenza a tal punto. Con Dybala in campo noi ci trasformiamo, ma siamo anche stati battuti a volte, quindi è ovvio che un campione può risolverti una partita, ma altrettanto ovviamente non ti risolve un campionato. Se ti avessero detto a luglio, mandiamo via Abraham e prendiamo Nzola o Arnautovic, saresti stato contento? io no…eppure è gente che ha segnato più di Abraham (e di tutti i nostri attaccanti messi insieme, tolto Dybala), e giocano anche in squadre che si giocano la salvezza. Se fosse solo come dici tu, a gennaio basterebbe prendere un attaccante top e segneremmo a raffica, mentre invece il problema più grande continua ad essere a centrocampo, laddove un modestissimo Camara sembra essere un fenomeno, almeno finchè non entra un fenomeno vero come Dybala. Gini a questo punto è una vera e propria scommessa, quindi spero che sulla lista di Pinto spunti un altro miracolo, perchè la rosa al momento sembra essere fortemente deficitaria in alcuni ruoli e caratterialmente. E se sul gioco sappiamo di non poterci aspettare chissà cosa, sul carattere, credo avremmo tutti immaginato qualcosa di meglio

    • tony se così fosse sarebbe inutile giocare le partite le vincerebbe sempre la formazione più forte, viceversa ci sono altre componenti sulle quali noi onestamente difettiamo parecchio

    • L’unica statistica che conta dice che siamo settimi, in attesa naturalmente del “vero” campionato che inizierà per noi a gennaio. Speriamo.
      Le altre statistiche sono quella cosa per la quale Trilussa diceva:

      “da li conti che se fanno
      seconno le statistiche d’adesso
      risurta che te tocca un pollo all’anno:
      e, se nun entra nelle spese tue,
      t’entra ne la statistica lo stesso
      perch’è c’è un antro che ne magna due”.

      Ecco, come i gol che potevamo segnare e non abbiamo segnato.

    • 27 tiri in porta con la Cremonese e ancora che parli che e’ststa inguardabile? Col Verona. Abraham ha avuto il coraggio di colpire tre pali a porta vuota…e con l’Atalanta? A pallonate li abbiamo presi..ti do ragione con udinese…( Anche se ci stava il rigore per il possibile 1-1, ) e col napoli. Ma di contro quanti tiri in porta subiamo? Ah no , non e’ vero che al massimo subiamo 1/2 tiri in porta…noooo.
      A gennaio ci rivediamo …mi raccomando tornare non fate come dopo la finale..che siete spariti o cambiato nome…

    • uno “normale” tipo Dzeko che si sono lasciati scappare? oppure Milik che potevano prendere a poco? altro che 40 milioni

  13. La colpa è di Mourinho. Lui è pagato per trovare le soluzioni e implementare il modulo adatto alle caratteristiche dei giocatori. La squadra ha dei limiti oggettivi nel modulo, il gioco non c è , passaggi indietro o laterali, nessun movimento dei centrocampisti ad inserirsi tra le linee, qualche spunto lo inventa solo Zalesky forzando il dribbling e Camarà in pressione alta a centrocampo. Non ci sono idee di gioco. come si fa a non capire che Zalesky deve essere portato in mezzo al campo a fare il trequartista. Zaniolo in panca e dentro Elsha a SX insieme a Spinazzola (3 5 2).

  14. Non ci prendiamo in giro, abbiamo il centrocampo più scarso delle prime sette, ieri camara migliore in campo, praticamente il nostro regista…. poi tutti hanno colpe ovvio….

    • Ieri Camara migliore in campo nel primo tempo, concordo. Però per fare spazio a Matic esce lui (sostituzione già prevista e non a causa del giallo rimediato da Mady) e non un inutile Cristante, la cui uscita successivamente viene salutata da una sonora bordata di fischi.
      Che senso aveva quella sostituzione che rimetteva insieme i due “lenti a contatto” e privava al contempo la squadra dell’unico che avesse il coraggio di affrontare alto l’avversario invece di scappare indietro?
      E Tahirovic invece dell’oramai svuotato e sfiduciato, oserei dire pure umiliato, Bove? Che senso aveva il suo esordio in quel contesto e una partita che ormai era una corrida e un assalto all’arma bianca?
      Povero ragazzo, ha toccato due palloni e poi ha dovuto placcare un torinista che lo aveva superato a velocità tripla. E fortuna che ha avuto la lucidità per farlo.
      Serve a questo un allenatore da 7,5 mln?

  15. Allora mettiamoci d’accordo se i giocatori in partita non stoppano una palla addirittura tammy parte prima di essa e sbaglia i tempi la testa e’ confusa ed e’ vero quello che dice Mou…qui c’e’ la paura di sbagliare e si sbaglia tanto un appoggio che e’ un appoggio allora e’ colpa di Mourinho ? Il gioco che centra…..se i giocatori camminano in campo non si spostano nemmeno a cannonate ma ha ragione i soldi li prendono mica gli fa’ male la mano o devono fare fisioterapia….Poi se si incavola lo prendono pure a schiaffi e dai ancora ce l’avete con Mou !!! Poi riguardo alla storia dell’ AIA , Federazione e Lega serie A e ci metto anche il Coni perche’ Malago’ e’ un politico non farebbe male a sti banditi (stavolta e’ vero so banditi) Sono anni quasi 3 che ho scritto varie volte di questi intrallazzi e coorporazioni chiuse alla maniera Massonica e’ la storia del calcio italiano ancora fanno parlare il Big Luciano la “vittima” del sistema in piu’ la copertura dei giornali che raramente danno notizie che riguardano sti soggetti poi non scordiamo chi abbiamo in Senato capocommissione al bilancio Lotito…..ci mancava !!!

    • Lo chiedo a te, ma potrei chiederlo anche a molti altri: mi dici, secondo te, che lavoro fa quotidianamente un allenatore di calcio? lui va al campo ogni mattina e fa cosa? su cosa lavora? come?

    • @criPtico, a me Mourinho me po’ sta addosso h24 e incatenarmi al campo di Trigoria per allenarmi, ma io non saprò mai stoppare un pallone in corsa, sono scarso e morirò scarso (inoltre, giocavo in porta ^__^ ).
      Abraham, per dire, lo abbiamo sempre visto che tecnicamente era scarso, ma poi la palla in rete la ficcava. Oggi non la ficca. Mou lo ha accusato, lui non ha detto che l’allenatore vede le streghe, ha chiesto scusa. Di più, i calciatori dicono che si allenano tutte le volte su schemi offensivi, pure nei famosi 5 contro 0, poi arrivano in partita e sbagliano a porta vòta. Che deve da fà, Mou?
      Skarsdorp? Sono 5 anni che si allena, e non solo con Mourinho, non è mai riuscito a mettere un cross decente. Mai. Voglio dire, cavolo, Mancini va una volta sulla fascia, crossa e fa un assist! Mancini! Un centrale difensivo? Sarà che Rick è scarso e non deve giocare nella Roma? O ècorpademurigno?
      Ieri entrano due calciatori forti e, magia, la squadra gioca. E non parlatemi del modulo, che giocavamo con il 3-2-5 dopo le sostituzioni, altro che schemi, equilibrio e tutto il resto (che poiè il motivo per cui ha tolto Camara, che qui sembra che Mourinho sia scemo a togliere il migliore del primo tempo, ma ha dovuto lasciare Cristante perché era l’unico che potesse aiutare a non lasciare la difesa sguarnita).

    • @Idi, ma se Mou non può fare niente per migliorare questi giocatori (Abraham a 40 milioni lo ha voluto lui), cosa ci sta a fare qua? questa rosa passa il convento…non ti piace? ok…puoi migliorala? no? allora vai pure tranquillo…è lapalissiano. Se avessimo 11 Dybala nei diversi ruoli, saremmo ovviamente Campioni d’Italia, ma non li abbiamo, quindi? paghiamo il miglior allenatore del mondo per arrivare quinti se tutto va bene? siamo al secondo anno di un progetto da tre…possiamo fare degli innesti funzionali (magari stavolta scelga meglio i suoi pupilli), ma poi deve metterci del suo se sa come fare, e se non sa come fare, passiamo oltre…

    • @Criptico, ma infatti, il problema secondo me è molto peculiare e riguarda solo la Roma. A Roma non esistono costanza e crescite lineari, noi viviamo di ventate, colpi d’ala, ispirazioni del momento. Ripeto, il blocco che arrivò secondo con Garcia poi si incartò. L’anno dopo lo scudetto siamo arrivati OTTAVI! Dico, era la squadra campione d’Italia. Noi siamo questi.
      Ormai inizio ad averne viste tante e l’unica cosa che a Roma non si è mai fatta è inchiodare i calciatori alle loro responsabilità. Il resto si è tentato tutto, pure cambiare i magazzinieri.
      Quando hanno annunciato Mou io ho esultato, sperando che accadessero cose come la cacciata di Karsdorp.

    • L’anno dopo lo scudetto arrivammo secondi, regalando il secondo titolo per dei pareggi ignominiosi contro Ancona e Venezia retrocesse.
      L’anno in cui arrivammo ingloriosamente ottavi fu il successivo, 2002/2003.

    • lo 0-0 con l’ancona fu nel 2004, nel 2002 fu il lecce (tanto per cambiare) a fermare la corsa. Poi la vergogna di Venezia mise la pietra tombale su quello scudetto che sembrava destinato a milano

  16. Comunque,per ribadire che facciamo resuscitare i morti,il signor Nanetti (Linetti) erano 2 anni che non segnava……Non ci smentiamo mai.

    • Questo fa parte della catarsi della Roma.
      Il grande classico che sembra un romanzo di Saramago e che noi non possiamo farci mancare.
      In fondo, siamo belli anche per questo.
      Voglio dire, il goal di José Mari?
      L’ultima? Alzi la mano chi, quando ha saputo che nell’FC Helsinki giocava l’unico calciatore di Papua ad aver mai militato in Europa, non ha pensato: questo ce segna.
      Salvati da un ceffone a 50 metri di distanza, sennò era fatta.
      Pe’ tifà Roma ce vo’r fisico.

    • abbiamo decine di esempi, i vari Van Ginkel, Medel, Baiocco, Cerbone, Izco… quanti gol hanno segnato in serie A e a chi?

  17. Ancelotti a Napoli era bollito, poi è andato al Real e ha vinto la Champions. Ora chiedo, vi sembra che in tutta la sua carriera Ancelotti sia mai stato considerato un mago degli schemi tipo il tanto osannato Guardiola? Sarà che per vincere servono giocatori forti? E come mai ieri facciamo 70 minuti di niente, poi entrano 2 giocatori forti e le occasioni fioccano? Sarà lo schema o sarà che abbiamo molti giocatori scarsi?

    • Sì, ma i giocatori scarsi chi li ha scelti? Ormai sono già passate tre sessioni di mercato in cui acquisti e cessioni le hanno decise la coppia Pinto-Mourinho e ci avviamo a una quarta finestra di mercato in cui acquisti e cessioni le decideranno la coppia Pinto-Mourinho. Se questa coppia non è capace di immettere qualità nella squadra attraverso il mercato questo è un ALTRO problema…

  18. quando lo dicevo io dopo udinese roma sono stato insultato e bullizzato in questo blog…
    ora lo dicono tutti, vergognosi, tutti!
    oggi sono più incazzato di ieri, non mi capacito.
    uno stadio sold out che li ha sonoramente fischiati è il responso di questa parte di stagione, che definire pessima e deprimente è un eufemismo……

  19. Sig Focolari e Damascelli se la Roma anzi Ibanez non avesse fatto quella Cavolata al derby sarebbe finita 0-0 e la tanto acclamata Lazio avrebbe i nostri stessi punti. Ma vi ricordo una cosa perché forse avete la memoria corta la Lazio ieri sera senza 3 titolari cioè Immobile Zaccagni Lazzari ha preso 3 pappine in casa della Juventus dove noi ci abbiamo pareggiato, ma soltanto per una partita toglietegli Wijnaldum Dybala Pellegrini Spinazzola Darboe come Zaniolo per 4/5 partite Elsha e via dicendo,cioè 3/4/5 titolari per più di 5/6 partite poi vediamo dove si troverebbe ma non preoccupatevi la ruota gira prima o poi siate Giornalisti obiettivi non tifosi

  20. UNa riflessione sciocca In questo sfascio totale e ammosciamento generale che credo in molti hanno pensato Compreso il vecchio grande bomber pruzzo, vsto che il regista tanto invocato da Mou per motivi misteriosi non è mai arrivato e pure pinto sembra averci rinunciato, non si poteva tenere Oliveira che aveva grosso modo il senso della posizione i tempi ed un piede abbastanza educato?.. Te lo davano a 4 baiocchi ed roa ci avrebbe fatto Comodo, per carità non parliamo di un top ma come stiamo messi adesso non lo avremmo schifato, dico questo per dire che è ora anche oltre a colpevolizzare mou che ha finito le scuse e i giocatori a dir poco inadeguati pur se non gli può rimproverare l’impegno, è ora che anche pinto e la società comprendano Come sia necessaria organizzare il. Parco giocatori con una logica coerente, dobbiamo prendere atto ormai che abbiamo tre giocatori di livello, forse 4, gini non si può ancora considerare tale, non l abbiamo praticamente mai avuto ed avrà bisogno di tempo per tornare dopo un periodo grave.. I tifosi hanno fatto più del loro qui e roa di un prof di esame di coscienza di società giocatori e management verso un solo obiettivo cioè ripartire quanto prima possibile e pedalare tutti verso un unico obiettivo.. Forza Roma.. Sempre e Comunque!!!

  21. Io credo che a giugno sia meglio che la Roma e Mourinho prendano strade diverse per il.bene di tutti…si era parlato di rinnovo del contratto,ma io eviterei questa pazzia, piuttosto andrei pesantemente sul mercato e su un’altro tecnico che al momento e’difficile identificare, ma che abbia come caretteristica fondamentale di essere Italiano, basta con gli stranieri…..ieri per curiosita stavo osservando la formazione dell’Atalanta c’erano tranne l’allenatore e il portiere 10 stranieri su 11!
    Anche cambiando tutta la squadra il prossimo anno con Mourinho saremmo da capo a dodici,non riesce a dare un gioco alle sue squadre, nelle sue vittorie passate si e’ solo aggrappato alle qualita straordinarie dei campioni che ha avuto e nonostante questo pure li ho visto delle partite difensive clamorose per gli uomini che aveva….ancora non riesce a comprendere che i Friedkin non possono dargli 10 Dybala, e che la Roma non e’il MU il Real Madrid o L’Inter dei bei tempi con Moratti che comprava tutti i giocatori che lui voleva…..

  22. Insomma è completamente mancato uno dei due centrocampisti titolari presi nel mercato, la Stella presa si è infortunata nel momento topico di questa parte della stagione, sono mancati per due mesi entrambi i terzini destri, il portiere con un anno in più ha evidente meno potenza nelle gambe non arriva su tutti i palloni, davanti non si segna manco con le mani, hai fatto la solita collezione di pali e traverse, ovviamente manca il giochismo corale (ma quello non se lo aspetta nessuno) e poi scopri che hai due punti in più rispetto la stagione prima incontrando tutte le squadre avanti in classifica tranne il Milan.

    A pensare positvo, mica male.

  23. ROSSI lavorava nella Radio / Tv della Roma, chiusa? L’ha presa male… Gaetano da SARNO dovrebbe scrivergli qualche spunto sul giochino: “vedi le differenze” visto che a lui piace tanto…
    così capisce quanto sia da… BIPPONI fare queste comparazioni e quanto sia un privilegiato a non fare un lavoro vero.
    CORSI é un bip, tanto per cambiare. Anzi, un vero bippone…
    FOCOLARI é un laziale, non ha colpe.
    Gli altri manco li leggo….

  24. juric con una rosa che…boh …non so definire viene a Roma e ci incarta il.pallone giocando a calcio da squadra, Monza,Salernitana Udinese ma quante ne volete de squadre che giocano a pallone con mezzi tecnici….limitati….la.Roma una squadra de nazionali
    e una squadra mediocre?per.chi per.lui che è abituato a vincere in un certo.modo….campioni,stampa ,tifoseria è un genio
    ma.il.lavoro.sul.campo e un altra cosa…..
    quindi caro Dan spedì sti 200mln e.amen…occhio.che può non bastare perché
    gli Spurs hanno speso a fiumi e hanno vinto.zero.
    accetto tutto ma.la.Roma e una ottima squadra solo.che non la puoi dare a lui.

  25. scusate, tutti sti scribacchini, opinionisti di dazn, sky, rai, cameramen e tutti sti pezzi de .. nessuno si è accorto del bel gesto del giocatore granata all’ultimo minuto.
    lo avesse fatto uno nostro sarebbe partita subito la gogna mediatica, per una squalifica esemplare.
    che schifo!!

  26. Caro toro seduto, io i numeri non me li invento, e sono sempre coerente. I tiri dove li ho visi? Vai su Kicktest, ci dono tutti i numeri e le statistiche che vuoi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome