“ON AIR!” – PRUZZO: “La Roma può prendersi quello che le è stato tolto l’anno scorso”, AGRESTI: “Bayer giovane e inesperto, questo può essere decisivo”, VISNADI: “Tedeschi favoriti, alla finale tutta italiana ci credo poco”

22
624

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Io mi aspetto qualche mossa particolare stasera da De Rossi. Se la Roma si presentasse con il 4-3-3 classico con Karsdorp a destra sarei molto sorpreso, sarebbe una scelta da “facciamo un cazzotto per uno”. Che in casa però ci può stare…Se pensi di prenderti la qualificazione stasera, devi fare l’impresa…devi vincere la partita, andando lì a giocare per due risultati su tre…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Il Bayer è una squadra che gioca bene a calcio. La formazione della Roma? Ruota tutto sulla presenza di Smalling e Lukaku, ma vista l’importanza della partita giocheranno entrambi. L’unica cosa da capire è questo ballottaggio tra Karsdorp e uno tra Llorente e Ndicka. Negli undici la Roma se la può giocare col Leverkusen, ma mi spaventa tantissimo la solidità e la consapevolezza che hanno acquisito i tedeschi in questo anno, è una squadra che non perde dal 27 maggio dell’anno scorso. Non dico che se la sente calda, ma gioca serena. Ed è preoccupante questo, perchè la Roma è ancora una squadra che ha più dubbi che certezze…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Il Bayer è forte, ma anche la Roma lo è. El Shaarawy col Milan ha dimostrato di saper fare tutta la fascia, non è possibile pensare a lui sulla destra con Angelino e Spinazzola a sinistra? Il Bayer dietro, a differenza di quello che si dice, è macchinosa e lenta… A me Daniele è piaciuto tanto quando ha detto che gli piacerebbe giocarsela uno contro uno col Bayer…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Il Bayer Leverkusen non è abituato alla vittoria come altri top club, e voglio sperare che un minimo calo della tensione ci sia dopo il trionfo in Bundesliga… A me i tre centrali del Bayer mi impressionarono nel match dell’anno scorso, io li avrei preso tutti e tre. E’ una squadra che ha giocatori di grandissimo profilo…”

Roberto Bernabai (Rete Sport): “Io penso che qualche artificio tattico De Rossi lo stia pensando. La cosa che spero di evitare è la presenza di Karsdorp…ma quanti passaggi indietro ha fatto anche in quei 20 minuti di partita dove si doveva andare tutti all’attacco?… La Roma secondo me tenderà ad allargare il gioco. Il Bayer è una squadra molto verticale, fa grande densità a centrocampo e ha un possesso palla impressionante. Anche sul piano motivazionale, loro sono ancora sul pezzo: il loro obiettivo è il triplete. Hanno ancora motivazioni elevate, e secondo me non sono per niente sazi. E poi per loro la sconfitta dell’anno scorso pesa, hanno voglia di rivincita, questa è un’altra motivazione…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Mourinho non ha insegnato tanto calcio, ma ha insegnato ai giocatori come si giocano due partite di coppa. E’ un po’ il contrario di Capello, ci ha insegnato come vincere in due partite, e questo ci è rimasto. La Roma è convinta dei propri mezzi e ha 5-6 giocatori su cui fare affidamento. Io godo di una certa serenità. Poi il Bayer non perde mai, hanno cambiato la storia, ma questo può portare un po’ di appagamento. Ora vedremo… Ma con questa società e con questo allenatore possiamo solo crescere…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Lo chiamavano Neverkusen, perchè non vinceva mai…Ora io penso che il Bayer sia satollo dopo la vittoria della Bundesliga, arrivare sopra il Bayern è tanta roba… Io penso che la Roma abbia più motivazioni, chi è vicino alla squadra ci dice che i giocatori ci credono. Tanti pensano che non ce la farà, ma ci siamo spaventati col Brighton, col Milan, e invece siamo qui un’altra volta. La Roma ora ha una dimensione internazionale, anche se speriamo di passare alla Champions, lì sì che ci divertiamo veramente…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “E’ oggettivo che la Roma in coppa cambia la testa…le motivazioni eccome se fanno la differenza. De Rossi non c’era a Budapest, ma c’erano tutti quelli che andranno in campo stasera. Il loro obiettivo è riprendersi quanto gli è stato tolto da Taylor… Il Bayer però ha voglia di vendetta, ritengono di aver perso immeritatamente l’anno scorso, e questo può dare loro delle motivazioni…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “In caso di vittoria di misura questa sera, avresti tutte le possibilità di farcela e di giocarti le tue chance in Germania. Ma il doppio vantaggio mi darebbe una bella garanzia…Dal punto di vista tattico è più difficile scegliere una strategia di partita al ritorno dovendo difendere un 2 a 0 all’andata…è più facile se perdi o pareggi o se vinci di misura, perchè sai che non puoi difenderti…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma sulla carta appare sfavorita perchè il Bayer è campione di Germania ed è imbattuto da 42 partite. Ma se facciamo le figurine Panini, a me sembra più forte la Roma. Se vedo le formazioni, mi soffermo su Wirtz e Xhaka…ma negli altri non trovo i Dybala e i Lukaku. Per di più stasera si giocherà in un’atmosfera pazzesca. La Roma può fare la sua grande partita, e la deve fare perchè poi in Germania diventerà tutto più complicato. Stasera vedo favorita la Roma, ma nel doppio confronto è leggermente favorito il Bayer…L’Atalanta? Il Marsiglia è settimo nel suo campionato, non mi sembra una squadra che preoccupa… ”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma come esperienza europea ha pochi uguali, ha giocatori che hanno giocato e vinto campionati del Mondo e d’Europa. Noi tendiamo a sminuire la forza delle nostre squadre, ma nella Roma giocano Pellegrini, Cristante, Paredes, Dybala, Lukaku…come esperienza e come curriculum è una squadra importantissima. Il Bayer è più giovane e inesperto, ma più fresco e sicuro di sé per aver vinto la Bundesliga. L’esperienza però può incidere molto. Certo, il ritorno in trasferta è un piccolo svantaggio, ma la Roma ha le spalle larghe. L’importante è fare bene stasera…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “I fluidi sono positivi e bisogna mantenerli, giocando una grande partita all’Olimpico tipo quella contro il Milan. Il Bayer le cose peggiori le ha fatte in Europa ma è sempre riuscita a venirne a capo. Ci sono delle buone possibilità di andare avanti. La Roma si deve prendere quello che gli è stato tolto maldestramente da uno che ancora gira e non so come sia possibile… Le possibilità ci sono, secondo me la Roma col Bayer se la gioca alla pari. L’Atalanta? Col Liverpool ha dimostrato di essere a livello molto alto, ma la partita in Francia non sarà per niente facile…”

Gianni Visnadi (Radio Radio): “Partita molto difficile, è la sfida più difficile da quando De Rossi ha preso la Roma. Non ci sono derby di campionato e d’Europa che tengano. Io sinceramente la Roma la vedo svantaggiata. Il Bayer l’ho visto almeno tre volte quest’anno, è una squadra totale, che gioca bene…la vedo molto difficile, già a cominciare da stasera. Ma nel calcio non vincono sempre i più forti. E le classifiche dei vari campionati non le guarderei: ieri la quinta del campionato tedesco ha battuto la prima di quello francese. Però per me la Roma è sfavorita, e io alla finale tutta italiana ci credo molto poco…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, l’intermediario di Kumbulla: “Ha ancora mercato in Germania, ma lui vuole aspettare”
Articolo successivoCalciomercato Roma, il Chelsea rivuole Conte: con lui può tornare anche Lukaku

22 Commenti

  1. Il pronostico di Visnadi lo dobbiamo prendere come un buon augurio visto che Zenone a parte è il numero 1 per ciò che concerne i topparoli.

    • È bello fa il pecorone intruppato dentro al gregge, evvero compa’ polinick?
      Nun se sbaja mai… 🐑

  2. Va bene tutto, bravi ad essere arrivati dove siamo.

    Ciò che ci è stato tolto, nessuno mai ce lo ridarà… in bacheca soprattutto.

    Ma è una grandissima occasione per far vedere chi siamo e cosa ci meritiamo a lungo termine.

    TAYLOR … #vatteneamorìammazzato

  3. Partita non difficile, difficilissima. Ma una squadra che arriva in semifinale quattro volte non può ritenersi da nessuno morta in partenza. Forza Roma!

  4. Marione continua a far finta di non sapere che il livello della Champions è tutt’altro. Oppure, se è davvero convinto che la Roma, in caso di partecipazione il prossimo anno, possa giocarla per vincerla, sarebbe ora che appendesse il microfono al chiodo.

  5. Figurati se ci dovessero risarcire per lo scorso anno ci dovrebbero consegnare la coppa stasera.
    Comq ogni romanista che si rispetti vorrei stasera 3-0 “per noi” alla fine del primo tempo e mantenere il risultato fino a fine gara, ma so già che non sarà così, e comunque soffrirei anche stando 3-0 ma sarebbe una bella sofferenza.
    Loro sono convinti e credo che abbiano non solo una voglia di rivincita ma ci considerino una squadra abbordabile almeno inferiore al MILAN, quell’esultanzaè stata chiara ed inequivocabile.
    Questo Bayern NON è stato costruito per vincere la BUNDESLIGA e trofei in EUROPA ma quest’anno gli è andata tutta l’acqua per l’orto (hanno avuto “l’annata Leichester”), speriamo che non gli giri tutto anche stasera ma si perdano durante la gara. Dovremmo ricorrere a tutto ciò che abbiamo ed anche ad un pizzico di fortuna.

    • Beh, il Feyenoord doveva prendersi la rivincita, col Brighton sembrava avessimo pescato il Real de noantri, col Milan eravamo spacciati già al sorteggio, con questi… no, vabbè mi gratto e sto zitto.

  6. Ribadisco: in questa doppia sfida ci vorrà un miracolo sportivo per arrivare in finale. Avremo contro una grande squadra in ascesa ma, soprattutto, avremo contro l’uefa (normale conseguenza del fatto che lega e Figc tutelano alcune altre squadre, come l’atalanta, offrendoci all’uefa come vittima sacrificale…) e vedremo arbitraggi osceni. Dobbiamo essere più forti di tutto. Io ci credo.
    Tutto ciò non lo dicono i media…

  7. tutto tranne Dybala falso nove.
    I tedeschi sono bestioni in difesa e in attacco ci deve sempre essere uno che regga bene le stecche sugli stinchi. Xabi Alonso sa benissimo che per lui oggi un pareggio varrebbe la finale assicurata. l’ordine sarà menare menare menare, se poi si infortuna Dybala meglio ancora.
    i tedeschi in Europa League giocano duro.
    va messo Lukaku o chi per lui, ma non Dybala.
    o tempo 20 minuti esce zoppicando se conosco bene le squadre tedesche

  8. Secondo il mainstream la Roma sembra spacciata ma io invito a ricordarvi che il Leverkusen questa sera sarà all’olimpico grazie a due gol segnati al 93 e al 95 contro il Qarabag (…) che la stava eliminando nel doppio confronto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome