“ON AIR!” – AGRESTI: “Alla Roma serve un miracolo”, PRUZZO: “Segnare subito? Cavolate, guardate il Real”, PIACENTINI: “La partita che conta è quella contro l’Atalanta”, ROSSI: “Se perdiamo a Bergamo siamo fuori da tutto”

46
798

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Ecco la formazione con cui giocherei stasera: Konsel, Nela, Loria, Castan, Marangon, Domini, Bonacina, Piacentini, Iorio, Balbo e Fonseca…io me la giocherei così. Questo per farvi capire come la vedo io…So che ora mi insulterete tutti, perchè anche De Rossi ha detto che bisogna giocarsela…Cominciamo a dire le cose come stanno: De Rossi non può dire niente di diverso. Non dico che la pensa come me, me ne guardo bene, ma il suo ruolo impone che dica così… Senza girarci troppo intorno: se la Roma perde a Bergamo, siamo fuori da tutto. L’unica speranza a quel punto sarebbe arrivare sesti, che l’Atalanta arrivi quinta e vinca l’Europa League…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Atalanta-Roma è la partita più importante. Più importante di quella di oggi? Certo che sì…Ragazzi, potete immaginare con quale spirito sto affrontando la partita di questa sera…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Sono contento di un fatto, che De Rossi ha già fatto delle richieste sul mercato: vuole due terzini, una mezzala di corsa, due attaccanti esterni e un centravanti… Baldanzi? Non lo so, magari lo vede in un altro ruolo. Ma lui vuole due ali, due giocatori che saltino l’uomo, che abbiano il coraggio di puntare l’avversario e non tornare sempre indietro…”

Roberto Bernabai (Rete Sport): “Se ci credo? La mia anima è divisa in due: da addetto ai lavori metto in preventivo anche i rischi del tentativo di un’impresa molto complicata che potrebbe avere effetti sull’altra partita fondamentale, quella di domenica con l’Atalanta. Da tifoso invece mi faccio contagiare dall’entusiasmo generale sulla possibilità dell’impresa, che è oggettivamente molto difficile, perchè il Bayer è una squadra forte. Però perchè non crederci…Speriamo che i ragazzi si siano caricati al punto giusto, che De Rossi abbia indovinato le alchimie, e provarci…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Basta con questa storia che ci si stanca a giocare ogni tre o quattro giorni. PSG-Borussia Dortmund ha dimostrato tutto il contrario: i francesi a dispetto ai tedeschi avevo riposato negli ultimi 15 giorni, e sono entrati in campo scarichi, non avevano più l’intensità della partita vera… Roma-Juventus ha dimostrato che la squadra non è stanca…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “La Roma all’andata ha avuto l’occasione di fare gol, due ne abbiamo proprio mangiati…Questo il Bayer lo sa, ho letto le dichiarazioni di Tabsoba e loro ne sono consapevoli. Ci stanno ragionando, e questo mi preoccupa perchè mi sembrano sul pezzo…”

Paolo Cosenza (Tele Radio Stereo): “Basta scaramanzia, io sarei proprio per il fomento…la partita non è finita, questa è una sfida che dura 180 minuti. Ho l’impressione che lentamente ci sia sempre meno gente che è convinta di passare. Per me invece è la partita più importante della stagione, e io sono convinto di andare lì e potercela fare…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “De Rossi è convinto che la Roma possa provarci davvero. Le sue tre parole sono forza mentale, pazienza e attenzione: sono le cose che deve fare, e non farsi prendere dall’ansia… La partita sarà giocata molto sui nervi, e devi rimanere molto focalizzato…Il fatto che loro la vivano così, che stanno ancora a pensare alla partita dell’anno scorso, ci dàù ancora una piccola speranza…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “La Roma quelle tre caratteristiche che ha detto De Rossi ieri dovrebbe averle in tutte le partite. Lui ci crede, e penso che ci proverà nella prima ora di gioco. Poi nel corso della partita farà le sue valutazioni. Sono curioso di vedere che formazione metterà in campo, non sono convinto che sarà quella che danno tutti, io penso che una sorpresa ci sarà. Rolfes? Le sue parole mi consolano, significa che il dolore per la gara dell’anno scorso non è rimarginabile. Io tutte ste furbate di cui parla all’andata non le ho viste…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “De Rossi fa bene a giocarsi le sue chance. Niente è impossibile, anche se qui ti trovi davanti una squadra che sa quello che deve fare. Stasera devi non dare troppo nell’occhio, vedere come si mette, e cercare di segnare una rete. Quella cosa di segnare subito è un po’ una cavolata, guardate il Real ieri sera. I cambi sono importanti, e dovrai avere dalla panchina qualcosa che possa cambiarti la partita…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma va a giocare una partita quasi impossibile, ma deve cercare di fare la grande partita e vincerla, quello deve essere lo spirito. Per me le speranze sono praticamente nulle, però ancora oggi darei il Barcellona che passa dopo il 4 a 2 (era 4 a 1, ndr) sulla Roma di sei anni fa…i pronostici sono fatti anche per essere smentiti…però quella volta la Roma aveva dalla sua un pubblico meraviglioso, non giocava alla BayArena…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “L’Atalanta è favorita, ma con grande attenzione e rispetto dell’avversario. Io sono convinto che passerà, difficilmente fallisce certi obiettivi. Per la Roma invece serve una specie di miracolo: De Rossi ha trasmesso lo spirito giusto, in certe situazioni è impossibile non provarci, sei in semifinale di Europa League e giochi contro i campioni di Germania…hai il dovere di provarci. La Roma ci proverà, poi non ci riuscirà, l’impresa è quasi impossibile, ma ha il dovere di provarci…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, ecco Ghisolfi: da Danso a Openda, tutti i talenti scovati dal ds francese
Articolo successivoDe Laurentiis: “Casini il migliore presidente di Lega degli ultimi 20 anni. Lui sfiduciato? Non si può fare”

46 Commenti

    • Ti ho messo mi piace perché la penso così…CE CREDO! Ma la realtà di Davidino è concreta…Molto concreta… Tanti dicono che DDR doveva venire prima, MOU ha perso tanti punti, io dico che la squadra non doveva remare contro perché i punti li hanno persi loro. Ormai è successo, siamo in ballo su due fronti e tanti nemici…

    • Poco prima dell’esonero Rona-Napoli 2-0 e Roma-Fiorentina 1-1 in 9, tutti segnali di una squadra che re a contro in effetti.
      Sto tizio ci ha impiccato la stagione e ancora a difenderlo e dare le colpe ai giocatori, incredibile.

    • Peraltro, la formazione del rosso David vincerebbe a mani basse.
      Voglio dire, Bonacina non può giocare peggio di come giocava, Konsel, Nela Balbo e Fonseca sono campioni pure da fermi.

  1. Io mi chiedo come facciano i ciclisti a fare 19 tappe massacranti in 21 giorni e i calciatori invece non riescono a recuperare la fatica fisica in 3 giorni…

    • Tutto doping controllato, hanno dei limiti… Se li superano incappato in sospensioni, Pantani purtroppo era uno dei pochi che non ne faceva uso smodato, avendo una conformazione fisica che gli permetteva veramente di recuperare efare delle imprese, ma purtroppo è “incappato” in un percorso di vita ambigua…

    • Al di là di pozioni e intrugli magici il discorso è semplice: cambia totalmente il tipo di sforzo.

      Nel ciclismo o nella maratona è uno sforzo costante e ripetitivo, il movimento diventa meccanico. Nel calcio ci sono contrasti, cambi di direzione, movimenti che seguono un pallone che rimbalza e si muove, in più aggiungici i contrasti e gli scatti intensi.

      Come vedi cambia tutto.

  2. E lo so caro rossi che quando facevi er pappone con Pallotta eri abituato solo a pensa de incassi Champions prusvalenze…. Poi c’è stamo noi beceri tifosi che invece vorremmo vincere qualche trofeo.. Cmq so che è quasi impossibile ma se una volta nella vita dovesse succedere un miracolo sportivo io sta gente e i pseudo tifosi commercialisti anziché vederli salire sul carro li vorrei vedere alla pubblica gogna… Dajee roma

  3. certo che sentendo ogni volta piacentini e compagnia cantante questi si professano tifosi della Roma maaaaaa ho dei dubbi visto che si augurano ogni volta una sconfitta della Roma e sono sicuro che godono anche quando la Roma perde m…….cci vostri

  4. Sperando di chiedere venia , non credo per niente alla rimonta , all’andata ho visto troppa differenza nelle ripartenze e se loro avevano una punta centrale ,ne avrebbero fatto almeno un’altro , nel 90% dei casi in trasferta non recuperi , se avremmo fatto almeno un gol pure pure , penso gia’ a Bergamo e a vincere le restanti partite…

    • io invece ho visto una partita in cui fino all’errore di karsdrop era in equilibrio, la differenza sostenziale è che il bayer quando ha avuto l’occasione pulita per farti male lo ha fatto, la roma invece ha sbagliato a porta vuota. Il secondo gol loro è il frutto anche di un tiro della domenica di Andrich.

  5. …Domando: ma loro giocheranno in 12 o forse in 13?
    Sarà pure una buona squadra, ma non me sò sembrati imbattibili all’andata.
    Mò metti che stasera je lo famo ‘sto K@22o de gol nel primo quarto d’ora, pure fosse un bel autogollazzo, e che poi je scappa via Dybala o n’altro qualsiasi da ultimo uomo, e je fanno fallo e vai col rosso… oppure che ripetemo Roma – Barcellona… io ce credo e ce spero e se non fosse così avrei dovuto lascià perde de tifà Roma da anni e anni… invece sto ancora qui, perciò: DAJJEEEE!
    PS: una volta in regata al giro de boa sotto “spi”, lo “spi” non viene giù, er prodiere ce riesce ma stamo ormai a 300 metri sottovento alla boa, l’equipaggio dice “annamosene a casa” ndò annamo con almeno 90 secondi de ritardo? Continuiamo, indovinamo i bordi cò pure un po’ de kiulo e da ultimi che eravamo… arrivamo SECONDI!!! L’insegnamento è: Non è finita finché non è finita.

  6. 🎶🎵 Voglia di stringersi un po, curva sud Roma vecchie maniere, e si parlava di noi, di giorno e sera, alza al cielo la bandiera, (💛❤️) e grida FORTE ROMA VINCI INSIEME A NOI…. Seeee, per innamorarsi ancora, sosterranno SEMPRE E SOLO LA MIA ROMA, lo sai perchéeee, TUTTA LA MIA VITA È GIALLOROSSA, 💛❤️ c è una ragione, ho la ROMA IN FONDO AL CUORE, A.S. ROMA, IO NON VIVO SENZA TEEEEE….🎶🎵 (meno 8 oreeee)

  7. David Rossi non ha ragione ma di più.Se la Roma malauguratamente arrivasse settima potrebbe uscire anche dalla Europa League e finire un’ altra volta in quell’ immondezzaio della conference Qualora la Fiorentina vinca la sua competizione europea.La partita reale è a Bergamo ed è la più importante degli ultimi 5 anni dopo quella persa col il Siviglia lo scorso anno. Ma se “itagliano ber gioggo” lungamente dileggiato qua sopra vincesse la finale dopo quella persa l’ anno scorso il suo score sarebbe alla Fiorentina migliore di quello di mou alla Roma visto che ha fatto anche una finale di coppa Italia e collezionato in campionato più o meno la media punti del portoghese. Ne consegue che a questo punto anche lui attualmente potrebbe essere considerato in tal caso un vate calcistico. Quindi sono 2 le cose , o la conference vale quello che molti di noi pensano o “itagliano” è un mega allenatore; dedicato a mourinhani.

    • ” Mancini si gode” devi sapere che Italiano deve prima vincere altri 25 trofei, poi può essere considerato un vate. E dico questo senza essere un fanatico sostenitore del portoghese. Ma quando sento queste forzature non posso non risponderti.

    • Ho specificato però, paragonando le due esperienze una a Roma e l’ altra a Firenze. Purtroppo la Roma non usufruisce per la proprietà transitiva dei trofei che mourinho si è guadagnato con Porto, chelsea, Inter, real e Manchester utd… tutte squadrette tra l’ altro 🤣

  8. Sarò pazzo, ma ribadisco quanto scritto qualche giorno fa. Loro devono perdere (statisticamente) prima o poi e spero che facciano un tonfo clamoroso, noi siamo 4 partite che non vinciamo più: allora bayer-Roma 0-4 (ma anche 1-4 va bene) e tutto dentro i 90 minuti regolamentari… io ci CREDO!

    Aggiungo che, forse, solo io all’andata non ho visto tutta questa superiorità del bayer, entrambe le squadre hanno avuto occasioni ed entrambe le squadre hanno fallito gol, poi il nostro errore ha dato loro la possibilità di segnare e nel secondo tempo, devo dire che il 2-0 ci ha spiazzato più di quel che poteva essere. Magari aver perso 1-2 con l’occasione di Abraham sprecata!!!

    • AleSsandRo caro LA PENSO PARO PARO A TE!
      FORZA ROMA mia bbbella, FORZA!
      Ci dobbiamo credere, anche andassimo sotto, ma ci dobbiamo credere.
      Ci devono ammazzare per eliminarci, ma non sopporto sta qualificazione finisca col SUICIDIO dell’andata!!!
      FORZA ROMA

  9. Nn è questione di provarci o no, è qustine che il nome della Roma è importante e la squadra deve tenerlo in alto
    se vai con formazioni da caciottari rischi di prendere un altra sveja memorabile che prima dell Atalanta sarebbe letale
    Si va e si gioca, ci sono 5 cambi ogni partita e domenica affronti l Atalanta che gioca come noi e dopo ha pure una finale di coppa Italia
    Forza e Onore💛❤️

  10. Sento parlare di partita ai limiti dell’impossibile.Se la Roma dovesse passare in vantaggio,la sicurezza dei tedeschi si trasformerebbe in ansia.La Roma in questi anni ha dimostrato nelle partite in Europa di andata e ritorno che al massimo ne sbaglia una di partita e non due.Tra l’altro,l’unica volta nella sua storia che la Roma ha rimontato una sconfitta casalinga in Europa avvenne proprio con una sqadra tedesca.Stagione 1988/89 primo turno perdemmo l’andata al Flaminio contro il Norimberga 2-1 e poi al ritorno grazie anche a una strepitosa (purtroppo fu l’unica)partita di un certo Renato Portaluppi vincemmo nei supplementari.Sara’ come scalare una montagna ripida ma io ci credo ancora.Sempre Forza Roma!

    • Vedo tanti che confidano in questa ansia delle aspirine nel caso dovessero beccare un gol, però le statistiche dicono che quest’anno hanno ribaltato ben 19 situazioni di svantaggio, e paradigmatica è quella col Qarabag dove stavano sorprendentemente sotto di due gol e ne hanno fatti tre nel finale.
      Per cui mi sembra di poter dire che anche mentalmente sono ben strutturati.

  11. Ma tutti quelli che dicono che ormai siamo fuori, tante volte, fossero convinti (vero Zenone) di rivelarci chissà quale verità. Tutti, pure i più ottimisti, sanno che è “quasi” impossibile ma sperare non costa niente. Nessuno e dico nessuno pensa che le possibilità di qualificazione siano più del 5℅ ma è inutile che ce lo ricordiate ogni 5 minuti. Il Lecce nell’86 non aveva nemmeno quelle, eppure sappiamo tutti come è finita(ed il Lecce non aveva nulla da guadagnare).

    • No, infatti, “solo” 100 milioni di vecchie lire a cranio (per l impegno a NON PERDERE) PROMESSE dal re della cassaintrgrazione di turin…😏

  12. C’e’ la giochiamo senza se…. e senza ma’…Loro sono forti ma anche noi, loro fortunati noi meno, loro veloci noi meno…non dobbiamo essere precipitosi tranquilli e vediamo come inizia la partita da li’ intuisci se si fa’ o no. Mai perdere l’ ottimismo se ci dice male spero che il sorrisetto del loro DS cambi e si metta vicino il cesso che gli servira’ fino alla fine.

  13. La partita va giocata con la ferocia di voler passare, poi sarà quello che sarà. Pensare che questi siano imbattibili è una panzana, all’andata a kulo invertito vincevamo noi 2 a 0. Sono consapevole che sono molto forti e ci congratuleremo in caso di loro vittoria, ma rendiamogliela difficile almeno!

  14. “Quella cosa di segnare subito è un po’ una cavolata, guardate il Real ieri sera”

    Bomber, ti si vuole bene, ma il Real mi prendi come pietra di paragone !?
    Una squadra che ha giocato infinite semifinali e finali di champions?
    Hanno pigliato un gol al settantesimo e non solo non gli ha fatto niente a livello mentale, ma anzi hanno cominciato a giocare al doppio del ritmo.
    A noi ci ha ammazzato nello spirito un gol preso al 25esimo del primo tempo!
    Credo che l’UNICA speranza e’ proprio segnare un gol presto.
    E credo anche che se ne dovessimo subirne uno, in qualunque momento della partita, e’ finita.
    Poi nessuno e’ nostradamus, ma insomma…

  15. D.D.R. ha fatto diversi errori ma fa parte del processo di crescita , ha qualità e se sapremo aspettarlo ci darà delle soddisfazioni. Però io non riesco a portare rancore nei confronti di Mou perché, ha rinunciato a una montagna di soldi che gli avrebbero dato gli Arabi oppure poteva andare ad allenare il Portogallo , opinione mia è che era diventato un po’ romanista. Sapeva che non gli avrebbero comprato i giocatori che chiedeva ma è rimasto .Facciamocele queste domande. Poi ha fatto una serie di errori difficili da spiegare. Mettersi contro gli arbitri come contro i giornalisti ,sono errori che paghi poi , lo scontro con alcuni giocatori e’ un altro errore incomprensibile , i giocatori sono controllati e manipolati dai procuratori i quali , opinione mia , sono il cancro del calcio.

  16. a piacentì magari vince stasera e vince la coppa, sai quanto me frega batte l’atalanta e arrivà quinto.
    non fa er tifoso che non lo sei.

  17. il miracolo mi auguro avvenga ma anche io ci credo poco comunque te la devi giocare non dargliela vinta all andata sarà una mia sensazione dopo il gol la squadra si è sciolta e non ha avuto o dato cenni di reazione come se non sapesse cosa fare mentre essendo in casa la poteva mettere un po’ sull agonismo cercando il contatto fisico e a volte facendo finta pure di subire falli da poter magari guadagnare un rosso degli avversari invece nada li a me non mi e piaciuta poi loro certo più forti ma si era messa come la volevano loro
    non sarò un allenatore ma io non capisco perché Lukaku debba sempre giocare a me tutto sto campione non sembra non salta mai l uomo non fa un passaggio decente non vince mai un contrasto si fa sempre anticipare certo non e il suo gioco e non gli viene data la palla in profondità ma e sempre fermo qui per me giochi un uomo in meno oggi deve spostarne 3e fare 3gol altrimenti meglio che vada via io opterei per gente di gamba e tante ali cioè baldanzi e bove con El Sha cioè senza riferimenti centrali facendoli correre dietro alla palla e mettere dopo Lukaku all intervallo per me vanno in crisi sarà cioe nom cambi 15minuti prima caro DDR

    • Mirko, gioca a calcio qualche volta e vedrai che quanno rileggerai ‘sto tuo post te dirai: ma che K@22o scrivevo!
      E’ incredibile, quando non s’è mai visto un pallone, un campo regolare, e non hai mai fatto un contrasto a uno che pesa 15 kg più de te, le cose incredibili che se possono scrive! …” usamo tante ali “… Baldanzi… Bove… e niente riferimenti centrali…
      Guardate qualche statistica de Calcio così scopri quale è la zona da cui arrivano i gol… Baldanzi è come crede a Babbo Natale (poi oh pure Diamoutene, a Londra, una volta nella vita fece una signora partita e forse je capitò ‘na volta pure a Loria… però…

  18. cmq,non x fare polemica,ma una fiorentina che è di fatto una squadra scarsa e lo dimostra anche nel nostro campionato….che x 2 anni di fila ti arriva in finale di conference…ti fa’ capire il livello di questa competizione!se la Juventus avesse accettato di parteciparvi gli potevano dare la coppa già a settembre! purtroppo quella vittoria ci ha troppo inebriato(forse anche la società) facendoci pensare di essere forti.

  19. non esistono i miracoli.
    anche perché “se il mondo fosse un angolo di cielo, rimangerei la mela del peccato!”

    Oggi serve una grandissima Roma.
    perché solo così puoi provare a farcela.

    i miracoli non esistono.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome