“ON AIR!” – LENGUA: “Col Bodo è una partita facile”, FOCOLARI: “Non vincere sarebbe molto grave”, CORSI: “Alzare la Conference sarebbe tanta roba”, CATALANI: “Solbakken? Senza la Roma farebbe ancora il falegname”

29
1353

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Luca Fallica (Roma Radio): “Il Bodo in casa ti aveva fatto sei gol, ma poi te ne ha fatti altri due al ritorno giocando sull’erba dell’Olimpico e rischiando di vincere anche quella partita. Per cui i norvegesi sono uno spauracchio…L’impressione è che noi siamo cambiati molto più di loro, abbiamo vissuto una vera e propria metamorfosi nel corso di questa stagione, abbiamo cambiato modulo e giocatori. Spero che Mourinho riesca a fare questo miracolo, a farci passare una parte di stagione super positiva, a mantenere il quinto posto in classifica e magari ad ambire a qualcosina in più, e a  portarci alle semifinale di una coppa che qualcuno oggi su quotidiani prestigiosi vuole sminuire…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Non manca tantissimo alla vittoria della Conference, prima l’avevamo snobbata perchè pensavamo che la Roma fosse molto più forte, ma ora se dovessimo vincere questa coppa sarebbe tanta roba anche per far rosicare i laziali, che direbbero di tutto e di più e ci divertiremmo tantissimo. E soprattutto per i pallotteiri che dicono di tutto e di più contro Abraham, contro Totti, contro Mourinho, contro la Roma…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Io non mi incateno a Trigoria se vendono Cristante, ma un giocatore così utile, che ha 27 anni e un contratto abbordabile non puoi cederlo a 15 milioni. Mi sembra che abbia tutti i requisiti per valere tra i 20 e i 25 milioni…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Stasera non mi aspetto sorprese di formazione, Mou ha trovato la quadratura del cerchio con questo undici. Sento parlare del campo sintetico, io ho giocato come tutti anche nei primi campi sintetici che erano terribili. Una decina di anni fa ho giocato invece su un sintetico di nuova generazione, forse la palla va più veloce, ma oggi si gioca a calcio, sembra davvero erba. Il Bodo ci ha fatto sei gol all’andata e non per colpa del sintetico. Ma il Bodo era già allora poca cosa, e ora è ancora meno perchè si è venduto mezza squadra grazie al 6 a 1 con la Roma, e dovrebbero fare anche un regalo ai Friedkin, a Mou e ai giocatori della Roma. Il Bodo fra l’altro ha iniziato il campionato l’altroieri, per cui non vorrei nemmeno parlarne. Solbakken? Senza quella partita contro la Roma, stava ancora facendo il falegname e non possiamo pensare che possa essere il futuro della Roma…”

Gianluca Lengua (Radio Radio): “Stasera giocherà la Roma che ha battuto Lazio e Samp, una squadra che ha trovato equilibrio. C’è tanta voglia di rivincita, di vendetta. Mourinho si è lamentato del campo sintetico, ma la Roma deve vincere e rendere il ritorno una formalità perchè in campionato ha impegni gravosi come Napoli e Inter… Pellegrini? Credo che sia il futuro della Roma, parla il contratto che gli hanno fatto: un contratto da 6 milioni non lo troverà da nessun’altra parte. E Zaniolo no, abbiamo capito che non è il futuro della società. I Friedkin non hanno voluto ancora rinnovargli il contratto, e non mi sembra ci sia la volontà di aspettarlo. E’ un peccato, secondo me ha un talento cristallino, ma ha dei problemi evidenti sia di mentalità che in campo… Pronostico per stasera? Partita semplice, penso che la Roma vinca…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Zaniolo è un azzardo in rapporto a quello che costa. Siamo tutti convinti che abbia mezzi tecnici straordinari, ma non sappiamo se è guarito mentalmente e fisicamente. Quest’anno è andato male, è probabile che sia solo per colpa degli infortuni. Ma se così non fosse, la Juve rischierebbe di spendere 40 milioni per un’eventuale spalla di Vlahovic, e forse è troppo… La Roma viene da dieci risultati utili consecutivi, è sull’onda, e Mou sta cominciando a fare bene. L’allenatore ha ragione sul campo sintetico, ma ha sbagliato a dare alibi ai calciatori. La Roma dopo la batosta dell’altra volta affronterà la partita nella maniera giusta, e se lo farà non vedo altri risultati che la vittoria della Roma… Pellegrini? Il nuovo modulo lo favorisce. Lui è forte, e non so perchè ci sono tifosi che lo criticano. Certo, non è Totti, ma uno così ne nasce uno ogni quattro generazioni, ma Pellegrini è molto forte e lo metto tra i primi tre centrocampisti del nostro campionato… Pronostico per stasera? Sarebbe molto grave se la Roma non vincesse…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Raspadori è svelto e rapido, costa 30 milioni ma sono soldi che di sicuro non andrai a rimetterci. Con Zaniolo forse ti viene la tentazione di pagarlo di più, ma è anche  più alto il rischio di rimetterci, anche per colpa degli infortuni… La Roma? Smalling è la guida della difesa, e Abraham sta crescendo. C’è il dubbio però che, come Lukaku, sia un grande in Serie A, ma non a livello internazionale. Il giallorosso però ha dei margini di crescita notevoli e a differenza di Lukaku, che gioca molto col fisico, lui ha una grande tecnica e quella non è che la perdi. Capisco perchè il Chelsea ha mantenuto un diritto di ricompra a 80 milioni…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Della Juve dicono che prenderà Zaniolo, Raspadori, Rudiger, Pogba…ma con quali soldi? Questa è la seconda parte del titolo che spesso dimenticano. In questo momento non c’è la liquidità per acquistare certi giocatori, e prima devi fare cassa… Vincere la Conference per Mou sarebbe aggiungere una medaglia a una bacheca importante, lo hanno fatto altri colleghi come Ancelotti vincendo l’Intertoto. Però prima di arrivare alla vittoria ci sono altri passaggi, non è che la Roma ha la wild card per la finale… La partita di stasera può essere una trappola per il campo, ma penso che la squadra riscatterà la vergogna che resta nella storia del club e del calcio internazionale, ma anche per Mourinho. E poi ci sono 5 punti che lo dividono dal quarto posto… Pellegrini? Buon calciatore, in assenza di grandi giocatori basta e avanza. E’ migliorato nelle punizioni, è bravo negli inserimenti. Ma quando la Roma puntò sui giovani, su Totti, su De Rossi, c’era anche un certo Aquilani, uno destinato a una grande carriera se non avesse avuto quei guai fisici. La Roma ci ha abituato a giocatori di spessore superiore…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteUn tifoso del Bodo tenta di colpire Mourinho con una palla di neve: il mister schiva, niente autografi (VIDEO)
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

29 Commenti

  1. “E Zaniolo no, abbiamo capito che non è il futuro della società. I Friedkin non hanno voluto ancora rinnovargli il contratto, e non mi sembra ci sia la volontà di aspettarlo” Per carità non volendo osannare nessuno Tuttavia: Zaniolo, Ha un contratto sino al 2024. Il giocatore ha espresso la volontà di rimanere alla Roma. Vi sono state delle smentite da parte di Pinto e del suo Agente”, Mourinho lo reputa essenziale ed incedibile (vi è tanto di articolo riportato sulle pagine di gr.net. Basta recuperarlo) Eppure ancora insistono… Chiamasi informazione, Se vabbè😑

  2. Ma è troppo comodo, Marione, se la canta e se la suona da solo. Pare un dissociato, crea dei nemici dal nulla e poi ci spara addosso, praticamente si fa la trasmissione da solo…
    Ma davvero sta ancora alla ricerca dei pallottiani? Poi scrive “prima l’AVEVAMO snobbata”, ma l’aveva snobbata solo lui, io sono preoccupato per quest’uomo, forse è ora che si ritiri, in fondo dare il becchime ai piccioni seduto su una panchina non è così male, per uno con la sua carriera…

    Stasera è inutile nasconnese, sarà una lotta al coltello, tra freddo, campo e Norvegesi carichi come mai. Po’ succede de tutto, se la squadra regge l’urto il risultato si porta a casa, ma la qualificazione si gioca in 180 minuti (e recuperi).

    • La prosciuttara è in pieno delirio da: non mi caka più nessuno…. e adesso? Lavorare? No eh non scherziamo🤘🤘🤘🤘🤘

    • Marione ne bono ne a legge e ne a scrive, io non capisco perche lo fanno parlare , ma che cristi cia in cielo!

  3. Sparare caz##ate ad ogni pie ‘ sospinto, in ogni dove è il nuovo lavoro artigianale di pseudo giornalisti……ma soprattutto chi je lo dice che zaniolo 💛❤️ vale 40 testoni???
    La stampa??!! 🤔🤔Ogni giorno se alza, è sa che dovrà scrivere la caz@@@@ate sul caz#@#aronews….

    In Italia tra inquisiti, pregiudicati, fanfaroni, caz###ari, bugiardi, faziosi, tifosi adminchiam di pseudo edicolanti… C’è so rimasti tre giornalisti che si possano definire così…. Il resto è elencato come sopra….

    🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮

  4. Mariolone da dei pallotteiri (il peggiore insulto concepibile per quanto mi riguarda) a chi critica Abraham e Mourinho dopo aver detto che il primo gli sembrava will smith e che il secondo gli faceva rimpiangere fon-sega.

    • Marione ha memoria corta,noi tifosi no,ma per me è un personaggio insignificante e quindi non voglio raccontargli tutte le contraddizioni che ha detto.

  5. Una cosa: se a Mancini dai 3,5 milioni, Cristante ha ragione a volere almeno la stessa cifra. Dirò di più: vale più Cristante come centrocampista che Mancini come difensore.

    • stiamo parlando di 2 giocatori del giro della nazionale, non saranno dei top player, ma comunque potrebbero entrambi giocare in qualsiasi squadra di A

  6. catalani è in mala fede su tutto. Solbakker – indipendentemente se viene o meno – non è un falegname, ricordo a catalani che il bodo ha vinto il campionato, prima chi lo vinceva faceva la champions, basti ricordare il roseborg dove non si vinceva facilmente. ricordo a quell’ignorante di catalani che anche halland è norvegese.
    su zaniolo loro non sanno niente e continuano a parlare nonostante ieri hanno parlato i procuratori sono una vergogna.
    damascelli e focolari sono davvero due che di calcio non capiscono niente.
    la conference come l’intertoto buffone.

  7. E soprattutto per i pallotteiri che dicono di tutto e di più contro Abraham, contro Totti, contro Mourinho, contro la Roma…”

    😂😂😂😂

    DETTO da lui che è stato il primo in Italia ad inventare il tifo contro la propria squadra fa proprio ridere 😃😃un vero innovatore è stato in tal senso.

    Se voi ci fate caso la rivalità Roma Lazio è sopita anzi non frega più niente a nessuno è solo un romanisti contro romanisti, un juventini contro juventini, laziali contro laziali, interisti contro interisti e via dicendo e questo grazie e al suo bombardamento a tappeto che fa da trenta anni a questa parte, 5 ore al giorno tutti i giorni mattina e replica la notte è riuscito a cambiare il DNA del tifoso molti dei quali ora sono molto più contenti quando la propria squadra perde, perché conta più la polemica e il contestare le proprietà che il tifo per una squadra che ormai prende sempre di meno

    • Credo vivrebbe vol reddito di cittadinanza. Che altro saprebbe fare?

  8. Catalano, credo sia più Solbakken un calciatore che tu un giornalista. Se il futuro della stampa sono tipi come te, povera informazione.

  9. A giornalari vi confido una cosa, me l’ha detto un amico di un amico del vostro amico moggio, la Roma già si è venduto alla Rube Zaniolo, Cristante e stanotte pure Abhram. Però non vogliono ancora dirlo. Adesso tenetevi questo segreto e non ci rompete le paxxe fino a giugno.

  10. CATALANI a parlar di falegnami diventati pedatori decenti, dovrebbe darsi una calmata.
    É abbastanza maturo per ricordarsi di Torricelli.

  11. Catalani non è un giornalista sportivo ma un regista televisivo rai da almeno tre decenni, per la cronaca e fa (purtroppo!) soltanto l’opinionista tifoso romanista. Raramente sono d’accordo con lui ma stavolta concordo sull’inutiltà di un eventuale acquisto di solbakken, anche se a costo zero. Preferirei di meglio se possibile, di parecchio se si vuole alzare l’asticella.
    Radio centro suono sport ormai è irrimediabilmente un ospizio….

  12. Corsi: tu che dai dei laziali a chi critica quando un giorno si e l’altro pure attacchi giocatori tecnico o dirigenza ci vuole un gran coraggio, solo per fare un esempio Ciccio bello a Pinto lo chiamato io,
    Lengua: attenzione ha sparare di nuovo ca@@ate che poi Mourinho in conferenza ti bacchetta. Forza Roma

  13. … DAMASCELLI é juventino, no? Allora dovrebbe sapere che ALLEGRI (come Sarri e il liquido Pirlo prima di lui) avrebbero firmato col sangue di …Agnelli per poter avere avuto e avere oggi, a centrocampo in rosa, negli ultimi anni quello che sminuisce tanto, Lorenzo PELLEGRINI, che nessuno di noi pensa sia TOTTI certo.
    E magari CRISTANTE (immagino che BETANCOURT che con Max giocava fisso manchi tanto) pure non sarebbe male (se e vero che lo cerca, penso sia meglio di ZAKARIA…).
    Meno male che a centrocampo soffriamo. Ma pure loro non é che siano tanto meglio. Forse pure PADOIN vorrebbero in squadra. Certo anche loro, in passato, qualcuno buono lo hanno avuto. Tanto tempo fa.

  14. Mario Corsi (Centro Suono Sport): “E soprattutto per i pallotteiri che dicono di tutto e di più contro Abraham, contro Totti, contro Mourinho, contro la Roma…”

    Non eri quello che aveva dato le dimissioni da tifoso te e l’amici tua.
    Me raccomando non ricomincia con le canzoncine.

  15. marione si esprime secondo la direzione del vento, la classica banderuola e nella capoccia c’ha i neuroni che se mannano affanc. l’uno con l’altro.
    Fino a 2 settimane fa infatti diceva l’esatto contrario di quello che dice oggi.

  16. Scusa Catala’ ma il campo sintetico si gioca al massimo a 8, spiega con che scarpette giochi quando vai in scivolata te parte una gamba piu’ le palline verdi cancerogene che te rovinano con bruciature di 3 grado forse ste cose nulle sai spiega il concetto di un giocatore di calcio vero a uno che come te gioca 2 volte l’ anno ma che paragoni fai…se le cose nulle sai SALLE

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome