“ON AIR!” – CORSI: “Vista la Roma, stasera non sarà una passeggiata”, ROSSI: “Dobbiamo ancora capire di che pasta siamo fatti”, FOCOLARI: “Il campo sintetico? Meglio dell’Olimpico”

24
1065

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Visto come sta la Roma non penso che sarà una passeggiata stasera. Però spero che si possa vincere, altrimenti diventa un problema. Ho visto Dzeko e Mkhitaryan ieri, l’armeno andava come un treno, il bosniaco ha fatto il fenomeno: gol, tunnel, dribbling… Per carità, non si rimpiange nessuno, ma vedere un calciatore di 36 e uno di 33 anni, e pensare ai nostri, ti prende un colpo per la qualità. I nostri sono più giovani ma non sono a quell’altezza, non ancora almeno…”

David Rossi (Rete Sport): “Partita da dentro o fuori stasera. La Roma ha sempre perso quando ha giocato sul sintetico, ma devi essere più forte lo stesso. Capisco che questi sono i campioni di Finlandia, rispetto per tutti, ma non scherziamo… La Roma deve dare un’importante risposta sul campo in un periodo altalenante, siamo in attesa di una definizione, dobbiamo capire di che pasta siamo fatti. La fase difensiva è interessante, ma quella offensiva è inquietante per il potenziale che abbiamo…Abraham e Zaniolo? Dobbiamo ancora capire se possono diventare quello che pensiamo e speriamo, ma domani, non tra 5 anni. Sono due calciatori di 24 anni, non ti puoi più permettere di non essere né carne né pesce…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Viste le terze che arriveranno dalla Champions, forse le migliore da pescare sono Salisburgo e Ajax…pensa te come siamo messi. Io la penso come Mou, preferisco giocare contro una di queste che tornare in Conference. Ho letto cose bizzarre, tipo che Mourinho punta a rivincere la Conference…no. Sei già in difetto a non essere primo in questo girone, ora devi arrivare secondo e sperare in un turno abbordabile e di andare avanti in Europa League. La Roma deve puntare ad arrivare almeno ai quarti di finale…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Matic e Wijnaldum sono due campioni e non li scambierei con Anguissa e Lobotka. Io tra Dybala e Raspadori mi prendo sempre Dybala.  Attenzione a dare giudizi assoluti in base al rendimento che si vede in questo momento qua… Matic è sempre stato considerato uno dei migliori centrocampisti al mondo, ma è un uomo d’ordine, non è l’Anguissa. Tu in quel ruolo hai preso Wijnaldum che secondo me è più forte di Anguissa… Poi vediamo, se andando avanti nel tempo si confermeranno questi valori bisognerà fare un altro tipo di discorso… Pellegrini? Tutti i giornali dicono che giocherà, secondo me no…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Pellegrini? Tutte le indicazioni che arrivano è che giocherà, ma io un dubbio me lo tengo: stasera si giocherà alle 22 ora locale, farà freddo, è prevista pioggia, e sarebbe un rischio mandarlo in campo stasera. C’è il Verona ma soprattutto il derby alle porte. Io sinceramente non lo manderei in campo, ma le indicazioni da dentro ci dicono che stasera giocherà. Quella di oggi è la partita giusta per riprendersi, è da dentro o fuori e quindi importante, ma è anche alla portata dei giallorossi. Spero che già stasera Abraham possa sbloccarsi…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Ieri in conferenza stampa davano tutti del tu a Mourinho, la cosa mi ha sorpreso. Il fatto che tutti i giornali mettono la stessa formazione e mi viene da pensare che gli sia stata allungata… La partita deve vincere, a prescindere dal modulo che interessa poco. Giocare sul sintetico è una iattura, condiziona lo sviluppo tecnico. Sarei molto sorpreso se la Roma stasera andasse lì e dilagasse. Io mi accontenterei della vittoria, mi piacerebbe soprattutto vedere una Roma in crescita…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Sul campo sintetico non è calcio? Solito motivetto che ci piace tanto… I tennisti giocano su tutte le superfici, ma quelli forti vincono sempre… Partita interessante stasera, partita trappola, vedremo come sarà questo terreno di gioco. Io ritengo che quelli bravi giocheranno un buon football, quelli scarsi avranno la scusa…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Partita delicata stasera, devi fare sei punti nelle prossime due partite per arrivare al meglio al derby. Formazione obbligata, ma ci sono delle situazioni tattiche che non mi convincono per niente: le due punte fanno fatica, quasi quasi metterei Abraham più dietro con Belotti davanti a fare il lavoro sporco. Spero che Pellegrini torni in condizione perchè se quelli più forti non ti fanno la differenza, rischi di andare incontro a partite difficili…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Giocare sul sintetico è un vantaggio per la squadra di casa, la palla rimbalza e corre in un modo diverso. L’Helsinki è abituato a giocare su quel campo e la Roma no. Ma la differenza deve emergere, non può bastare la superficie a stravolgere i valori in campo. La Roma deve vincere questa partita…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Milinkovic diffidato in vista del derby? Se hanno cervello questo deve succedere: in campo stasera, e riposo contro la Salernitana. Lui è uno che il giallo lo prende spesso, è un giocatore a tutto campo, e spesso viene ammonito per proteste e questo deve evitarlo. La partita della Roma di stasera? E’ vero che i giocatori non sono abituati sul sintetico, ma se sei forte, sei forte. La squadra debole non è che batte quella forte perchè gioca sul sintetico. Magari può avere un minimo vantaggio. In questo momento è meglio il sintetico del terreno dell’Olimpico…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteSpalletti: “Fortunato ad avere sempre avuto attaccanti tecnici e veloci. Anche alla Roma avevo calciatori fantastici”
Articolo successivoCalciomercato Roma: contatti in corso con gli agenti di Aouar, ma il francese spara alto…

24 Commenti

  1. Dzeko e Mkhitaryan.
    Ora, a parte che ieri giocavano contro nessuno (3 gol fatti e 20 subiti in 5 partite),
    nessuno può discutere il valore dei giocatori.
    SOLO che se ne sono andati loro.
    A entrambi hanno offerto di restare, entrambi hanno preferito giocare la CL.
    Comprensibile alla loro età,
    ma non è che puoi rimpiangere chi è andato via di sua totale iniziativa.

    Anche perchè penso ce lo ricordiamo tutti Dzeko con il broncio l’ultimo anno a Roma,
    un soprammobile.

    • Se a Dzeko e Mikhytarian il Direttore generale avesse offerto 2 anni di contratto,come ha fatto l’inter, certo che sarebbero rimasti.
      Pinto invece no,gliene ha offerto uno,salvo poi darne 5 a Mancini e forse anche a Cristante,per non parlare di Zaniolo.
      C’è una logica in tutto ciò?

    • Zenò, inizio a temere anche io che il nostro problema sia Pinto. sembra che non ci siano né scouting né competenza. c’è la buona volontà, non ne discuto, ma di giocatori buoni chi sta uscendo? Zale, che era già nostro, e Dybala, che conoscevamo tutti…degli altri arrivati in queste due ultime estati chi salviamo? ce n’è uno che arriverà al livello di Dzeko e Miky?

    • Anto in realtà il solo Miki ci ha snobbato, Edin in realtà l’ha lasciato andare la Roma, perché lui sarebbe anche rimasto più o meno volentieri come avvenuto le volte precedenti in cui era stato ad un passo dall’addio.
      Diciamo che entrambe le parti hanno trovato vantaggi nella separazione.
      Ora io non contesto la decisione della nostra società di non voler puntare su ultra trentenni con ingaggi pesanti.
      Contesto il fatto che il sostituto di Edin non è stato un giocatore alla sua altezza.
      Già per Miki, Gini sulla carta era un valido sostituto.

  2. Daccordo con corsi..pero’ e’ pur vero che a centrocampo avevi naingolan,pjanic,strooman,de rossi, adesso hai cristante!!! Dove vuoi andare co cristante !! Il livello sopratutto a centrocampo e’ bassissimo, cristante ne e’ l’ esempio lampante, non puo’ giocare titolare in una squadra come la ROMA! per carita’ ,buono per la panchina ma nulla piu’! Ci vuole gente forte e con esperienza internazionale come matic,e cristante non ha ne’ una ne’ l’ altra,e questi sono i risultati,forza ROMA

    • Cristante sta giocando titolare in nazionale, è campione d’Europa, ha vinto la Conference, ha giocato più di 40 partite internazionali e non ha esperienza???? Mah….i misteri della vita……

    • prima Pallotta, poi Friedkin volevi i campioni e tifavi la maglia, te tifi solo il tuo idolo mariuccio e la lazio

  3. Se la partita della Roma femminile di ieri l’avesse fatta quella maschile, ne parleremmo per mesi. Ovviamente è sciocco creare contrapposizioni e paragoni tra le due divisioni della società, ma vorrei vedere il carattere dimostrato ieri dalle ragazze nelle prossime partite dei ragazzi.
    Il match di stasera è scivoloso e ti giochi metà della stagione. Non sono in grado di fare pronostici.

    • vabbe bastano gli highligts della gara…. ci son voluti quasi 10 minuti (!) di servizio per far vedere il “riassunto”. E azioni loro, nel 1T in particolare, il vuoto totale. Però sono andate sopra 1 a 0, e poi trovato anche il 2 a 0 quasi per sbaglio.
      Però (nel 2T inoltrato, e meno male!) la ROMA ne ha fatti 4 in fila…
      Tu lo chiami… CARATTERE? Ok, presupposto indispensabile, ma lo stesso carattere, pure di più, nei maschietti ha prodotto vs la DEA 0 goal. E la DEA vs i maschietti ha vinto 1 a 0, facendo un decimo scarso di quel che hanno fatto le avversarie della Roma femminile ieri sera (che ne hanno fatte pure 3!).

  4. Micky e Edin ieri avevano davanti una difesa da precampionato, forse Marione non se n’è accorto. Non cominciamo coi rimpianti please

    • Concordo con te, caro amico, parzialmente.
      Perché le parole per definire un… bip! (censura) che paragona il calcio al tennis (?!) esistono, ma qui non si può scrivere.
      A lui, e a quelli che sottovalutano l’incidenza del sintetico puro (non tanto il misto, erba naturale e sintetica insieme, ma la sola erba artificiale), che per motivi climatici é abituale per loro, segnalerei alcuni aspetti che son fatti, e no opinioni. I giocatori norvegesi (tipo finnici) in generale emigrati in Europa, ad esempio, hanno spesso fatto molto meno di quel che promettevano. FOCOLARI poi, amava ricordare i 6 pallini presi dal BODO, dopo il MYDTJYLLAND che gliene ha fatti 5 tende ad andare oltre…😉
      HALAAND del resto non é esploso in Norvegia. Vedremo Ola Solbakken se arriva, comunque ci costerà poco.
      Parallelamente al sintetico, altro esempio é pensare allo Stadio principe di Bolivia, a La Paz, dove l’aria rarefatta oltre i 3500 mt porta la Nazionale Boliviana da sempre a mettere in enorme difficoltà, spesso le batte alla Davide vs Golia, le principali Nazionali che vanno a trovarla, BRASILE pentacampione o Argentina di Diego comprese… salvo prenderle, e tante, appena gioca in trasferta a casa loro, o su un campo “normale”.

    • @SardegnaGiallorossa (S1967) ad esser sinceri, ripensando a quanto accaduto con il Bodo (e altri match analoghi) il mio unico timore è che i nostri scendino in campo con il timore di farsi male oppure che sottovalutando l’avversario Come detto giustamente da @sbinf: Nessun alibi, occorre tirar fuori gl’attributi La mancanza di alcuni giocatori non dev’essere una scusante ma una motivazione in piu’ Ho sempre pensato che il valore effettivo di una squadra lo si dimostra sul campo non attraverso proclami o scusanti Magari sbaglio ma per me falliree tale Competizione sarebbe un danno enorme non solo per la Società ma anche per un intera tifoseria.

    • Concordo con te, BASARA. Non passare neanche il girone sarebbe una brutta botta per questa ROMA.
      Il fatto é che se in A abbiamo tutto il tempo di recuperare momenti di appannamento (e devo conoscere una squadra ancora che, in A, non li ha mai conosciuti nell’arco di un’annata), non essendo neanche al primo terzo concluso, in Coppa sbagliare può non concedere altre chance.
      Arrivare secondi dietro al BETIS non sarebbe un disonore, loro sono forti, e comunque hanno avuto tanta buona sorte a favore, con noi.
      Ma terzi dietro al LUDOGORETS… anche se con loro 2 rigori solari negati dagli arbitri inglesi avrebbero dato, sul campo, ben altro esito.
      La ROMA deve conquistare il passaggio del turno. Speriamo che gli Dei del pallone ci aiutino.
      Se poi vedessi una partita (come succede) tipo Italia-Macedonia 0 a 1, o Napoli – Spezia 0-1 sull’unico tiro “spezzino” in 90 minuti, che fu un autogoal di Jesus che devia nella sua porta un innocuo cross loro, certamente sarà una brutta botta, ma non me la prenderò con la Roma ferita.
      Speriamo bene, ti abbraccio.

  5. Il fatto è uno. Se non riusciamo a vincere stasera con almeno un paio di reti, dimostriamo di non essere all’altezza della competizione. Ma non solo, dimostriamo inoltre di non essere la squadra che tutti si aspettavano ad inizio campionato. Non devono esserci alibi. La mancanza di Gini e Paulo non deve essere una scusa perché l’Helsinki si batte anche con le riserve. E poi basta con questa storia che i nostri attaccanti di punto in bianco non sanno più giocare. Il problema è a livello tattico perché rispetto allo scorso anno abbiamo cambiato schema di gioco e loro ricevono appalla a 40 metri dalla porta. Tammy viene sempre raddoppiato e Zaniolo viene sistematicamente portato sull’esterno dove sanno che diventa inoffensivo. Io farei giocare Volpato, Bove, Zalewski, Shomurodov e Camara. Poi vedesse il mister.

  6. S Oliveira Mkitharyan Veretout in meno.a centrocampo.
    Wijnaldum ( teoricamente) Matic.al loro posto.finalmente ora Camara impiegato.
    E stato commesso un GRAVE ERRORE : serviva e serve tuttora 1 centrocampista in più visto che BOVE riceve complimenti ma non fiducia.

    Lo scorso anno all’ inizio era Veretout a fare la differenza = 4 gol 2 assist alla 10ma di campionato
    Cessione non molto comprensibile.
    lo stesso Abraham cominciò con una falsa partenza.
    Ps
    A gennaio comincia il VERO CAMPIONATO .

  7. Caro mr. CORSI l’armeno interista andava come un treno? Te credo, ha passato gran parte della stagione Europa compresa a guardare giocare gli altri, facendosi si e no qualche spezzone di gara, peraltro fino a Genova, pure maluccio, per il resto serenamente al calduccio in panchina o a curarsi dolorucci vari…

  8. È brutto da dirsi, ma non credo che stasera il Betis perderà coi bulgari e quindi ci basterà pure il pareggio per rimanere in corsa. Detto questo spero ovviamente nella vittoria.

  9. corsi: il sostituto di miky l’avevamo se ben ricordi peccato che se rotto e sto parlando di Gini, o ti ricordi solo di parlare male della Roma facendo paragoni assurdi. Forza Roma

  10. Da tanti anni gioco sui terreni in erba , qualche volta. ho giocato sul sintetico , non è la stessa cosa. Però questo può saperlo solo chi ci ha giocato. Qualche anno fa hanno cercato di imporre il sintetico poi hanno rinunciato proprio per questo. Chi è abituato a giocarci è avvantaggiato e non lo dico per trovare scuse ad un eventuale passo falso. Bisogna vincere e lo faremo.

  11. viste le squadre che sono scese dalla champions più quelle già ostiche che già erano presenti in Europa League arrivare alle semifinali sarebbe un mezzo miracolo

  12. Il sostituto di Miki è ROTTO..Naturalmente la colpa è di Pinto. (Portece n’ artro litro).🥃🍺🍸🍹🤣🤣🤣🤣

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome