“ON AIR!” – FOCOLARI: “La Roma fino ad ora ha incontrato squadrette, ora il livello si alza”, PRUZZO: “Il Leicester gioca ad alti ritmi, non sono tranquillo”, PIACENTINI: “Zaniolo? Inquietato da una sua frase”

29
1952

ÀULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Alessandro Spartà (Roma Radio): “Io non so se si possa rinunciare a un giocatore dell’esperienza di Oliveira per una partita come quella di giovedì prossimo, ma bisogna vedere come la pensa Mourinho. Secondo me lui non vede tanto Zaniolo come arma a partita in corso, come il giocatore che entra e ti spacca la partita. Secondo me se lo mette, lo mette dall’inizio. Veretout? L’anno scorso era un giocatore fondamentale per la Roma, secondo me non è corretto parlarne come uno dei tanti, ma nella dinamica tattica di Mourinho c’entra un pochino meno…”

Luca Fallica (Roma Radio): “C’è da difendere questo quinto posto in campionato, la Fiorentina ha una partita in meno così come l’Atalanta. Ci sono 4 squadre in pochi punti, tra il 5o e l’8o posto è un attimo. C’è anche da difendere il primato cittadino, e bisogna trovare le energie giuste per questo finale di stagione. Io lo dico adesso: contro il Bologna sarà difficilissima. E’ una squadra in salute, e sarà veramente dura, sappiamo che dopo la coppa è sempre molto complicato. Prevedo tanti cambi per domenica sera, credo proprio che giocherà la Roma B. Ora tutta la squadra, tutti i 25 a disposizione, devono dimostrare qualcosa, dovranno fare gli straordinari…”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “In Italia, e qua a Roma in modo particolare, perchè la Roma non ha l’appeal della Juve o delle milanesi, devi sempre aggrapparti al risultato sportivo. La Roma nei dieci anni precedenti ha avuto visibilità e un certo indotto dalle sponsorizzazioni quando è arrivata in semifinale di Champions League. Puoi organizzarti con i migliori manager del settore, con direttori marketing validissimi, ma nel calcio italiano, e qui a Roma in particolare, l’introito te lo dà sempre il premio Uefa, e ti crea l’indotto. Perchè noi pensiamo ancora che quando la Roma va a vendersi alle aziende, si porta le brochure del Colosseo, ma non è così…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Il Corriere dello Sport dice che la Roma farà un mercato da big, ma se poi leggete l’articolo è una tragedia: taglio del monte ingaggi e sostanziosi incassi dalle cessioni. Ma magari sono tutte caz*ate. Io spero che siano tutte cose inventate, perchè se non se l’è inventata, ma come pensi di dare massimo 3 milioni di stipendio per i nuovi acquisti… ma chi pensi di prendere così. Ma come la pensi di fare una grande squadra così…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Maddison e Tielemans sono i gioiellini del centrocampo del Leicester, poi ha dei difensori molto importanti. Totti su Pellegrini fa una investitura importante, ci ha messo la faccia. Ho letto che con la nuova proprietà, il Milan potrebbe interessarsi seriamente a Zaniolo…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Il Leicester ha mollato il campionato, ormai sta puntando tutto sulla Conference League. Non hanno altri modi per raggiungere l’Europa il prossimo anno. Nell’intervista di Zaniolo al sito dell’Uefa, in tutte le lunghe risposte c’è una frase che mi ha inquietato: “i tifosi saranno sempre nel mio cuore”. Saranno…come per dire: anche quando andrò tra la Juve tra tre mesi, penserò sempre ai tifosi della Roma. Sarò io che penso male, ma quella frase mi ha fatto pensare a quella cosa lì…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Dopo la partita della Roma di sabato ci sono state sensazioni opposte: c’era chi ha avuto sensazioni positive, io invece ero tra quelli che le avevano negative. Mi ha dato molto fastidio come ha giocato la Roma, e mi può capire solo chi ha visto la finale di Coppa Uefa quando a Milano ci hanno tirato di tutto dall’anello superiore, o quando a Roma sono venuti con lo striscione “siamo venuti a ritirare la Coppa“… Queste sono cose che non dimentico. E quando ho visto la squadra giocare in quel modo, consegnandosi all’Inter, la cosa mi ha fatto inca*zare. La squadra non voleva fare figure di mer*a? E invece l’ha fatta…”

Jacopo Aliprandi (Rete Sport): “La Roma non è che si è consegnata sabato scorso, la squadra non voleva fare figure di mer*a, e nemmeno Mourinho. Se tu hai fatto una brutta partita è anche per merito degli avversari che vanno considerati, e ci può stare che l’Inter te l’abbia incartata…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma in certi momenti sembra avere trovato un’identità, ma poi all’improvviso la perde. C’è poi la squadra che vai ad affrontare, che non è di primissimo livello nella Premier, ma ha un ritmo di gioco che può crearti un sacco di problemi, e la cosa non mi fa stare tranquillo… Io spero che ci sia la giusta concentrazione, ma anche l’umiltà di fare una partita per portare a casa il miglior risultato, poi all’Olimpico puoi anche ribaltarla. La Roma dovrà evitare assolutamente certi errori…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Al di là del pubblico, di Zaniolo, della serata magica contro il Bodo, quella sera c’era una grande coesione nella Roma. Sembravano tutti molto uniti. La Roma deve evitare di essere sfilacciata come l’ho vista contro l’Inter. A me Cristante, pur con tutti i suoi limiti, mi sembra una presenza che soprattutto in campo internazionale è imprescindibile, è un centrocampista molto solido…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma deve evitare di pensare al Bodo/Glimt, a quello che c’è stato fino ad adesso. E’ stata una competizione di terza fascia, ma ora con Leicester e Marsiglia o Feyenoord si passa a una seconda fascia alta, come quella della Roma. Il Leicester quest’anno è un po’ più in basso, è decimo, però è una squadra abituata a lottare a certi livelli. Sarà una partita ad armi pari. La Roma deve evitare di pensare a quello che ha fatto fino ad adesso, perchè ha incontrato squadrette, ora invece incontra squadre…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Giocare in Inghilterra è sempre un banco di prova, sia tecnico che agonistico. Mourinho conosce bene l’avversario. La Roma se vuole crescere deve dimostrarlo sul campo, perchè per ora è solo propaganda…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteCessioni sostanziose e ricapitalizzazione: le mosse dei Friedkin per il prossimo mercato
Articolo successivoAncelotti “dimentica” la Roma: “Quando smetterò di allenare tiferò per Milan e Real”

29 Commenti

    • Sono tutti sul trespolo… Stanno tutti aspettando, si è difficile, ma io ce credo, in finale vojo il Marsiglia, così finisce pure sta storia de Fonseca… 💛🧡❤️

  1. Che sono il primo a rispondere? Le squadrette che incontra la Roma…. Questo ha fatto il giornalista, ma ci rendiamo conto come studiano certe parole come poi raggirano adesso Mourinho e’ bravo no….mo deve dimostrare se e’ una grande squadra quindi essendo l’ ultima rimasta se esce e’ una manica de pippe e le altre uscite so pippe perche’ questo hanno dimostrato no. Cosi ha parlato l’altro fenomeno e gli danno pure i soldi per scrivere ste boiate

  2. A senti sti pezzentati….. Stamo nella medxa…..

    Dopo che vi ho letto….. 😭🤮🤮🤮…

    Me ne faccio una grossa…….

    Che poraccitudine…..

  3. La Roma e in semifinale di Conference na è anche 5 in campionato, vediamo come andrà…Focolazio e i suoi amici nn dicevano lo stesso per Lazio Panionions ai tempi della Coppa delle coppe….

  4. Mou dice che vuole “tre Pellegrini”, Totti lo investe…solo su questo forum non si capisce che Pellegrini è il Grande Calciatore di questa rosa.

    • Guarda, come dico sempre le ciance contano zero e i fatti tutto.
      Gol e assists di Pellegrini?
      Punto.
      Dopodichè NON è un fuoriclasse ma sminuirlo in un contesto non proprio tecnicamente eccelso mi sembra paradossale.
      Qui le critiche le beccano sempre i migliori e le seghe mai, perciò sono stati massacrati i vari Totti e De Rossi (invisi a ballotta come tutti i Romanisti, e vai con la war room), Nainggolan, Salah, Pjanic etc. (vabbè….ballotta se li doveva vendere e aridaje con la war room) ed esaltati i villar e i mayoral (ormai ballotta solo quelli poteva “comprare” e allora….war room again).
      Di questa squadra Pellegrini è uno dei pochi a poter far parte di una AS Roma competitiva nei prossimi anni (auspicabilmente).

    • E’ chiaro che in questa Roma non si possa dire diversamente ed incoraggiare chi e’ in difficolta’.

      Se metti a confronto le carriere di Mourinho allenatore e Totti calciatore confrontate a quella di Pellegrini calciatore, capisci che certe parole devono essere necessarie da stimolo, vorrei ricordare e sottolineare che Mourinho oltre che vincere 25 titoli, lo ha fatto da anonimo con il Porto e con gente che era conoscsiuta meno di quanto non e’ il nostro Pellegrini, mentre Totti con noi ha vinto scudetto, coppa italia e supercoppa, oltre che 1 mondiale da titolare zoppo, mi perdonerai ma Pellegrini n’ada magna de pagnotte per arrivare ad 1 decimo di quanto hanno vinto i due personaghi sopra citati.

    • Magari TOTTI lo investisse……!

      All’epoca del primo endorsement, c’erano solo due papabili: kokkodenonna e ergeco. Il primo non lo ha neanche nominato – visto gli spifferi che faceva uscire da Trigoria – ed il secondo non poteva certo approvarlo. Ergo: lollo deve essere il capitano. Dopo di che, silenzio, fino a qualche giorno fa. E che doveva dire? O rinnegava quel che aveva detto in precedenza o riaffermava il suo appoggio.
      Mou i 3 lollo non li nomina da mesi. Com’e’?

  5. Focolari: guarda che me sa che te stai a confonde, la squadretta la incontrata il Milan domenica sera, porelli stanno messi proprio male. Forza Roma

  6. Corsi ha torto giusto? 3 milioni di stipendio ce prendi manco na mezza gamba di augello, mah!!!! Aspetto giugno sapendo gia’ come andra’ a finire, poi gia’ lo sappiamo pinto per bocca di friedkin se ne uscito piu’ volte dicendo di abbassare gli stipendi, quindi i giocatori forti non arriveranno mai perche’ gli devi garantire degli stipendi alti, uno piu’ uno fa’ due, tutto il resto so chiacchiere da bar

  7. Insomma, più Mourinho e i giocatori si dicono pronti alla sfida con il Leicester e più i commentatori radiofonici si dicono preoccupati… Poi non c’è un problema di ambiente, nooo. Tutti pronti al “l’avevo detto io” se poi le cose si mettono male, e se si mettono bene, “facevo lo scaramantico”.

    Mariolone fa outing e confessa di rientrare fra quei 27 che ancora leggono lo Zazzariere dello sport. Bene, solo che – more solito – esordisce facendo finta di non credere all’articolo ma poi conclude presupponendone la fondatezza. Complimenti vivissimi.

    La frase di Zaniolo che stigmatizza Piacentini, già l’avevamo notata in un precedente articolo Chico Mendes, Ubaldo il Quarantenne e io. Forse Piacentini è uno di noi tre??? 😱

    • Aspè, HIC, leggi bene: anche CORSI qualcosa di accettabile, non si sa come, la dice ogni tanto.
      Qui dà dello sparacazza*e all’Ubaldino da Casale… anche se, alla fine, adombra che se avesse ragione l’apocalittico Ubaldo, significa che i Friedkin stanno a prenderci per i fondelli… no?
      Perché se cederanno i migliori, e contestualmente metteranno 3 milioni di ingaggio massimo, i famosi 2/3 big per competere ai vertici della A non pensano certo di prenderli.
      Anzi, dimentica quel che scrivevo altrove, mr. CORSI, che PELLEGRINI e ABRAHAM sui 3 annui già vanno parecchio oltre, ZANIOLO non potrà rinnovare a molto meno, quindi già questa é una fanfaronata dell’UBALDO FURIOSO, perché altrimenti si dovrebbe dedurre che faranno una squadra forte come? Solo CR7 prendeva uno stipendio spacca spogliatoio a Torino, da noi dovremmo portare tre big (ma anche 2) che vengono a prender meno di almeno 3 dei nostri e quanto, ipotesi, MANCINI o MYKY (che a parametro zero, ne trova 100 squadre che gli danno oltre 3 milioni. Pure Lotito…).
      Quindi delle 2 una: o UBALDO spara cazza*e (e CORSI qui lo dice chiaro) o i FRIEDKIN hanno in mente il nuovo SASSUOLO… scegliete voi 😉

  8. Nella stampa romana trovo uno strano atteggiamento: appena Zaniolo resuscita, via con le ipotesi di cessione, ieri in premier, oggi alla juve, domani pure al milan. Lo stesso succede anche con altri profili minori; lo stesso giochetto si era fatto con Pellegrini, prima con Villar che sembrava avesse già rubato il posto a Modric dopo tre partite fatte bene, e addirittura con Ibanez (!).
    Vi risulta facciano lo stesso con i laziali? Avete mai sentito voci simili su, che so, Milinkovic, luis alberto o immobile? Cito questi tre perchè forse sono gli unici pigiamati che avrebbero un mercato di livello, eppure mai una parola.
    E dire che un paio d’anni fa Milinkovic valeva 90 milioni secondo Lotito.
    Perché questo stillicidio quotidiano, per non dire rottura de coiò, solo con i nostri?

  9. Se Zaniolo dice “i tifosi resteranno sempre nel mio cuore” significa che è già della Juventus? Questi non sanno più cosa dire o scrivere. Prima o poi, in un modo o in un altro, smetterà di giocare con la Roma, i tifosi resteranno comunque nel suo cuore, non mi sembra difficile da capire.
    Poi figuriamoci se in una intervista un giocatore si mette a pesare le parole anche in una frase del genere

  10. PIACENTINI, però una cosa… pure quando sposi una ragazza gli dici: SARAI sempre nel mio cuore (che infatti mai diresti all’altare, che hai intenzione di divorziare).
    Perché non dici: sei (oggi) nel mio cuore. Domani si vedrà.
    Quindi? Mi sa che qualunque cosa esca dalla bocca di ZANIOLO e del suo procuratore, avete la mente a senso unico.
    Se, per ipotesi, VIGORELLI dicesse (come ha detto) che “il progetto della ROMA é bellissimo, e troveremo senza dubbio una soluzione che fa contenti tutti” verrebbe tradotto uguale, cessione del 22. E se pure a fine campionato rinnovasse, sarebbe indice di 40 piuttosto che 30 pippi da sborsare, perché il rinnovo sarebbe solo per venderlo meglio…

  11. …infine 4 righe in omaggio a SERGIO OLIVEIRA che non sarebbe “adatto” a certe gare di lotta, e al Leicester. Però l’anno scorso col PORTO é andato a casa di SIMEONE (0 a 0) da capitano, e, sempre da capitano, ha fatto meno di un tempo col LIVERPOOL e, con tutto il rispetto per LEICESTER, è andato a vincere 1 a 0 giocando oltre 80 minuti a Londra col CHELSEA di TUCHEL (non era ancora calcio inglese?) poi campione, nei quarti…
    Per non parlare del Milan sbattuto fuori, della JUVE idem prima (la crema di A).
    E la Lazio, poverina…
    Io dico che si gioca in 11, che se lo mandi in campo senza CRISTANTE accanto e con questo VERETOUT assente, che non esiste, allora… ma, arrivato da 3 mesi scarsi, altro che se può giocare contro gli inglesi.
    Ma dire che il capitano portoghese non può dare tanto, se non lo lasci solo a centrocampo… parliamo di CHELSEA vs PORTO pochi mesi fa…
    allora chi della ROMA oggi se le può giocar tranquillo? ZALEWSKJ?… 😊

  12. Eh già, finora abbiamo incontrato squadrette di terza fascia, certo, gli sbiaditi caciottari nel derby, quella si che è la vera squadretta di terza fascia.

  13. La ROMA ha incontrato squadre in gara per quella competizione. il sig. Focolari forse voleva scegliere lui le squadre giuste per quel torneo. Ma mi faccia il piacere !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome