“ON AIR!” – GALOPEIRA: “Giovane e non inquinato, l’idea Boldt mi piacerebbe”, PETRUCCI: “Friedkin lento nelle decisioni, mi preoccupa”, PRUZZO: “Milik a gennaio lo prenderei senza pensarci”, BERSANI: “Io mi accontenterei di El Shaarawy”

15
5122

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Se la Roma aspettasse Paratici, non andrebbe in Germania per parlare con questo Boldt.  Spero che i proprietari scelgano in base a quanto spessore umano abbia per venire a lavorare qui, perchè deve capire cosa è successo alle persone che hanno lavorato prima di lui… A me l’idea Boldt mi piacerebbe, uno giovane, con voglia di fare, che non conosce l’ambiente e che metterebbe più tempo a inquinarsi… Credo di poter dire che questo Boldt non è conosciutissimo nell’ambiente… Alla Roma non serve Paratici che compra Cristiano Ronaldo, serve qualcuno che lavora, che si muove… A me piace che siano i Friedkin stessi a decidere il prossimo ds, e sono disposto ad accompagnare la Roma in questo percorso nuovo…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “La vicenda Boldt è una notizia, c’è stato un contatto, anche se questo non vuol dire che sarà lui il prossimo ds. Fonseca è l’ultimo problema della Roma, e persino la squadra. Eppure c’è chi scrive che ha sette partite di tempo per tenersi la panchina… L’unico neo che trovo nei Friedkin è quello di non essere velocissimi nelle decisioni, e vista la situazione della Roma la cosa mi preoccupa…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Già cominciano con Zaniolo che lancia segnali interessanti…accannatelo vi prego, lasciatelo stare fino a quando non rientra in campo. Non lo fomentate, non è così che funziona. Villar? Dicono che siano buono. Petrachi? Lui ha ragione sul fatto che Baldissoni gli faceva la guerra, sono queste le cose che hanno dilaniato la Roma, oltre il fatto che Pallotta non aveva soldi…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Se la Roma riuscisse a prendere Milik o a gennaio o a giugno, sarebbe un colpo straordinario. Non ci sono soldi? Ma se riuscissi a prenderlo a parametro zero o a condizioni molto favorevoli a gennaio, secondo me faresti un ottimo affare…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Non è stata una grande idea mandare i giocatori in giro per le Nazionali, e infatti ora che stanno tornando qualche preoccupazione c’è…Il proseguimento del campionato mi sembra molto, molto a rischio… Milik? Magari, però non mi sembra sia possibile al momento…”

Dario Bersani (Rete Sport): “La frase di Spadafora è gravissima. Dice che qualche società ha violato il protocollo, e se il ministro dello Sport dice una cosa del genere bisogna andare in fondo e capire chi ha sbagliato. Qua si parla della salute dei cittadini. Io certe cose non riesco a passarci sopra. Milik a gennaio? Io mi accontenterei di El Shaarawy…”

Marco Juric (Rete Sport): “Le prossime sette partite sono il primo esame vero della stagione della Roma. Questo ciclo di partite sarà un test importante per la squadra, al termine delle quali vedremo in che posizione si troverà la Roma…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Milik alla Roma? Non credo sia possibile per quest’anno, casomai per giugno. Ora la Roma in attacco sta messa bene con Dzeko e Borja Mayoral. Ora c’è da pensare anche al bilancio del club…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Milik a gennaio è una grande occasione di mercato, avrà un prezzo accessibile, chi lo prende fa bene, Roma compresa pensando in prospettiva…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Per domenica sono curioso di vedere in quale parte del campo giocherà Pellegrini, per me deve giocare dalla trequarti in su perché lì può essere decisivo e ti regala un qualcosa in più anche in zona gol. Borja Mayoral? L’ho visto mezza volta, mi sembra un po’ confusionario. Se l’hanno paragonato a Raul mi sa che si sono allargati un po’ troppo. In attacco la Roma ha bisogno di imprevedibilità che in questo momento non c’è. Io Milik lo prenderei a gennaio, non ci penserei due volte…”

Redazione Giallorossi.net

15 Commenti

    • io sono preoccupato da Lei Sig. Petrucci, poiché se Lei è colui che è ritenuto “Il Maestro”, appellativo con il quale la chiamano e si fa chiamare, posso solo immaginare quali saranno le nuove leve che sul solco da Lei tracciato continueranno a mistificare la realtà, con la Sua stessa pervicace ed inquinata opinione che, se trattasi del commento alla partita della Roma, alla rosa dei giocatori quando non alla conduzione tecnica della stessa spesso è anche condivisibile, ma se si prende lo spunto da elementi di cronaca giornaliera per atterrirci con i Suoi polpettoni politici allora le cose cambiano e, quantomeno, dovrebbe ogni volta dare diritto di replica a coloro che si trovano dalla parte che Lei avversa: la classe operaia, i proletari, quelli che la mattina presto di ogni giorno si alzano per andare a lavorare duramente e a tutti coloro che si ritengono oltraggiati dalle Sue prezzolate filippiche quotidiane.
      Un proletario
      Forza Roma, sempre!

  1. Che cofusione… Prima vogliono Milik, adesso no perché c’è Borja Mayoral, la lucidità di Marione su Villar è commovente…. “BUONGIORNOOOO!” Poi la chicca Galopeira che conosce il DS tedesco…. Ma ce ne rendiamo conto….

    • galopeira non conosce nemmeno la ricetta della carbonara… figurati se può conoscere un ds tedesco

  2. Parlate di Suburra e i motivi, i perché non si fa lo stadio
    Immaginatevi che batosta sarebbe per la città di Suburra se lo fanno a Fiumucino, spariscono tutte le 5💩…

    • a fiumicino stanne bene i laziali tutti compresi.
      La Roma lo stadio deve farlo nella città di Roma.

  3. “Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Per domenica sono curioso di vedere in quale parte del campo giocherà Pellegrini, ”
    Ma tipo oltre la linea destra vicino al massaggiatore no?
    Seduto, comodo, non suda, non si stanca….

    ps: PETRUCCI di TELE RADIO STEREO che attacca i tempi decisionali di Friedkin è più metafisico di un quadro di De Chirico….

  4. segnalo due cose al limite del demeziale.
    1) galopeira che è dispsto ad accompagnare la roma in questo percorso. AAHHHHHH. ma chi te lo ha chiesto e a noi che cosa ci frega di lui. Incredibile.
    2) il commento di Corsi al limite tra un commento di un bambino delle medie (somaro) e un commento in uno ospizio. Poi pallotta non c’è più. Basta.

    • Occhio che Petrucci è preoccupato della lentezza dei Friedkin….lui che spara caxxate ad una velocità supersonica…

  5. Che Villar è bono, je lo hanno detto l altri. Perché lui le partite della Roma non le guarda, se le fa racconta’. Però sa con certezza che a fa’ la guerra a Petrachi era Baldissoni. La cosa strana è che Baldissoni (così come Baldini) non è più alla Roma, ma Petrachi non è stato richiamato. Eppure il posto da DS è vacante. Sarà che quel cattivone senza soldi de Pallotta, abbia messo una clausola apposita in merito per cedere il club a Friedkin ? Ce vorrebbe un bel dossier….

    • Corsi ha dichiarato più volta, lo scorso anno, che Ibanez e Villar erano “due pippe conclamate”. Il che ne certificava l’ottima carriera, date le men che minime capacità di raziocinio del soggetto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome