“ON AIR!” – FERRAZZA: “L’offerta dei Friedkin per l’Everton mi preoccupa molto”, ROSSI: “Perchè non è stato ancora annunciato il contratto di De Rossi?, AGRESTI: “Sulla Roma c’è un catastrofismo esagerato”

35
826

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Mourinho diceva che alla Roma non giocava per vincere…ma l’allenatore non era lui? Mi viene da rispondergli che in fondo ha ragione: con Mourinho la Roma non poteva giocare per vincere… Ma non è quella la cosa che mi ha indispettivo. Quello che dovrebbe far riflettere sulle reali intenzioni di questo personaggio è che quando parla di Roma e Tottenham, che per lui sono due cose equipollenti, per lui è tutto uguale. Solo chi pensa che Gesù Cristo è morto di freddo poteva credere alla storia della seconda pelle, della famiglia…sono le stesse identiche cazzate che dice ora da allenatore del Fenerbahce… De Rossi? Sono passati due mesi dalla stretta di mano, ma che ci vuole tutto questo tempo per scrivere un contratto? Quindi perchè non è stato ancora annunciato? Non si capisce bene. Tutto questo contribuisce a dare un’idea di poca solidità…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Ci vuole un titolarissimo a destra, e un simil Angelino a sinistra. Belotti? Preso a parametro zero tutti abbiamo pensato che al massimo se avesse fatto 5 o 6 gol lo avremmo potuto rivendere e farci plusvalenza…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “E’ molto complicato che i Friedkin riescano a prendere l’Everton, c’è un signore che ha il triplo della loro possibilità di acquistarlo. Quando è uscita la notizia mi aspettavo che avrebbero smentito, e invece non solo hanno confermato, ma anche indirizzato i giornali che da due giorni stanno facendo una campagna in pompa magna dell’acquisizione dell’Everton come se portasse dei benefici pazzeschi alla Roma. Ma nel momento in cui sei in piena campagna abbonamenti, in cui tutti sono in attesa di un acquisto sul mercato, tu lanci la volata per acquisire un club importante come l’Everton? La seconda cosa che ho pensato è: stanno lasciando la Roma. Perchè stavolta non c’è disparità che c’è tra la Roma e il Cannes, o tra il Napoli e il Bari. L’Everton è un club importante, che sta per costruire uno degli stadi più importanti d’Europa… Ma se i Friedkin vogliono spendere 700 milioni per l’Everton, perchè non investono sulla Roma per farla diventare un top club?… Questa storia mi preoccupa molto…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Spalletti con la maglia numero dieci a Pellegrini gli sta porgendo un testimone, gli sta dicendo: “Questo è il tuo momento, corri, vai ragazzo“, e io spero che sia la sua consacrazione. C’è anche bisogno di questo nella carriera di un giocatore, ci sono momenti in cui puoi fare davvero qualcosa in più e cambiare la tua storia, e io me lo auguro perchè sono particolarmente legato a questo giocatore dal punto di vista empatico. E’ un giocatore che mi piace molto, so che incarna il sogno del romanista che veste quella maglia. Forse dire “ora o mai più” è troppo, ma un po’ lo penso…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “I Friedkin interessati all’acquisto dell’Everton? Da un lato mi fa piacere sapere che la proprietà della Roma offra 700 milioni per il 45% del club, il che vuol dire che viene valutato un miliardo e mezzo, che mi sembra un tantinello esagerato per l’Everton, che è la Lazio di Liverpool…Da un punto di vista economico è dunque una proprietà economicamente solida. Dall’altro lato mi dà un po’ fastidio: è vero che fanno filtrare che la Roma resterà il core business, ma non è che stai comprando il Frascati, stai comprando un club della Premier League e anche con una certa storia. Vedo difficile una sinergia con l’Everton, loro non pensano di certo di fare i vassalli della Roma…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio):Alla Roma servono degli acquisti sia sulla fascia destra che quella sinistra. Spero che De Rossi abbia due terzini che alzino il livello delle squadra. L’importante è sapere quali sono i programmi. Il centravanti almeno la Roma lo ha, altre squadre stanno peggio perché non lo hanno proprio…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il terzino destro è la priorità della Roma? Dipende dal modulo di De Rossi. Se giocherà a tre, non c’è dubbio che serve l’esterno destro. Ma se gioca a quattro, è meglio Celik di Angelino… Io però non condivido questa storia esagerata che devi cambiare molto…devi farlo forse se vuoi vincere il campionato. Se vendi Pellegrini per prendere Foden o Cristante per avere Bernardo Silva, allora è un conto. Prima devi prendere giocatori al posto di quelli più scarsi, non puoi partire sostituendo quelli più forti. La Roma deve pensare a prendere giocatori forti nei punti deboli: la Roma è debole sugli esterni e poi nel centravanti. Serve assolutamente il centravanti…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Leggo che la Roma deve sfoltire il suo organico cambiando addirittura sedici calciatori…va benissimo…ma chi li prende? Ragazzi, ci sono dei costi, e poi non è detto che il giocatore accetti. Noi facciamo il fantamercato, ma poi dobbiamo fare i conti con gli stipendi, con i procuratori, con i calciatori e con le rispettive famiglie, e con i direttori sportivi…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Sulla Roma c’è un catastrofismo ingiustificato… E’ arrivata sesta, ha fatto una semifinale di Europa League,  e ha tanti giocatori importanti. La Roma deve crescere progressivamente partendo dai suoi punti fermi. A centrocampo ha dei giocatori buoni, ha un regista campione del mondo e due nazionali italiani. Se vanno bene per Argentina e Italia, perchè non possono andar bene per la Roma? E’ vero che devi prendere un mediano più dirompente, ma i giocatori li hai. E anche dietro ai calciatori su cui costruire. La Roma deve prendere gli esterni e capire cosa fare col centravanti, sono queste le sue priorità…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteLotito: “Offerta di 600 milioni degli arabi? La Lazio vale il doppio. Subito tre colpi per Baroni”
Articolo successivoCalciomercato Roma, De Rossi vuole Frattesi ma l’Inter chiude la porta: servono 45 milioni

35 Commenti

  1. Tocca vedere, Ferrazza.
    Se si comprassero l’Everton e accannassero l’AS Roma un spiraglio di luce s’aprirebbe.

    • Porca pupazza (scusa il francesismo), ma tu e altri seriamente pensate che questi siano abbarbicati alla Roma come Lotito alla Lazio?
      Vi manca proprio questo minimo quid?
      Cha cavolo significa “accannare l’AS Roma”, spiegatelo possibilmente senza slogan fanciulleschi. Che la devono vendere a chiunque a qualunque prezzo, pure rimettendoci soldi?
      Beh, scordatevelo, non lo faranno loro come non lo fareste voi.
      Arriva qualcuno con una proposta che copre la spesa e lascia una generosa mancetta?
      99% ringraziano, prendono il malloppo e partono.
      La questione è una sola: c’è in giro per il mondo adesso un fesso che spende un miliardo per un club come la Roma?
      Non si vedono in giro arabi disposti a comprare Inter o Milan che hanno ricavi due volte quelli della Roma, i cui proprietari sono fondi di investimento che di mestiere fanno esattamente quello, comprare e rivendere, ma pensate di vederli qui.
      Oh, poi ognuno è libero di vederla come vuole…

    • Catti’, te sei convertito? Ma te n eri quello che nun commentava mai su “on air”? Stai a perdi i colpi? 😆 (in amicizia eh 😁)

    • Raramente Pa’, e in questo caso è un commento al commento.
      Mi sto stressando a leggere sempre più roba del tenore di cui sopra, senza un capo né una coda. Qua non si parla di gente che non aveva i soldi o la voglia di ripianare il buco come Pallotta, è un gruppo industriale da 12 miliardi di dollari, i “vendete”, “accannate”, sono puerili e privi di senso.
      I soldi che ci hanno messo gli devono tornare indietro incluso il disturbo ed è pure troppo ovvio che staranno qui fin quando non accadrà. E non sarà a brevissimo termine, a meno, come dicevo prima, di trovare un pazzo che abbia voglia di fare un investimento ad oggi senza senso.
      Questo non significa che non abbiano fatto errori e siano esenti da critiche, tutt’altro.
      Per me il più grave di tutti è quello di imporre oggi ciò che avrebbero dovuto fare quattro anni fa, senza lasciarsi andare alla tentazione di lanciare l’osso verso il cane.
      Che poi inevitabilmente si incaxxa una volta che ce l’ha tra i denti e provi a sfilarglielo, pure se era un osso di plastica.

    • ilario io vedo con preoccupazione Baccini che vuole fare Focene provincia per sistemare qualche parente…..

  2. Secondo Focolari, Agresti e Damascelli la Roma non ha necessità di cambiare molto…
    e se lo dicono loro è la prova provata del contrario.

    • Invece la Lazio cambierà sicuramente …..
      a cominciare dai tifosi per passare per i giornalai asserviti.

  3. Più che altro da quello che sembra per i colpi più alla portata de rossi sembra abbia chiesto Doig a sinistra che viene valutato 6/7 mln. Difficile accontentarlo anche la ? No capisco per chiesa o per una punta ma anche per un terzino dal prezzo in saldo ci sono 6000 riflessioni? Possa piacere o meno ma se vuole quello visto che non ha chiesto theo Hernandez si potrà accontentare?

  4. Ah dimenticavo, se de rossi vuole llorente perché gli devi forzare kumbulla ? Perché non ha mercato ed è tuo? Non ho nulla contro il giocatore albanese però se nemmeno per le piccole operazioni ci si trova diventa un problema.

    • però finora di questi desideri e di queste trattative ce ne parlano solo i soliti noti, quelli che mediamente rimangono sorpresi dal mercato vero.
      Dalla bocca di De Rossi (eh si che sta’ sempre a parla’) non sono usciti nomi, tranne forse Chiesa come un forte apprezzamento.
      e chi vi dice che non sia un depistaggio ?
      anche perchè il mercato inizia il primo di luglio.

  5. Faccio notare come un palese antiromanista come agreste, auspicando una Roma scarsa, cerca ostinatamente di far passare il concetto che la squadra è già forte, che ha i nazionali e i campioni del mondo, che bisogna crescere dai punti fermi (chi sarebbero?) e che non serve chissacchè.
    Di conseguenza ogni segone, conservato o accostato che sia, va strabenissimo.
    Come lui focolaido e tutti gli altri, ogni giorno con questa solfa.
    Ecco, se pensate una cosa del genere, treate voi le vostre conclusioni.

    • No, dice una cosa vera, che stiamo parlando di una squadra da sesto posto, non di una squadretta. Quindi sicuramente da rinforzare, non certo da stravolgere come vorrebbero quelli che un anno fa si opponevano furiosamente a Frattesi. Ovvero i soliti ignoti.

  6. Monaco la consacrazione di cosa??? Pellegrini 28 anni e’questo.. un buon giocatore quando in forma e sta bene..praticamente due mesi L’anno da sette campionati con sei milioni di stipendio potrà fare un buon europeo perché si svolge in un mese ma in un campionato intero e su gli occhi di tutti come è andata ripeto da sette campionati. Poi se parli di empatia allora fermate proprio la sua faccia nel derby di coppa Italia la ricorderò per sempre quindi se ben pagato andasse a fare le fortune di un altra squadra grazie

    • Sono quattro milioni, non sei, non è che ripetendo una falsa notizia all’infinito, questa diventi vera, eh…

    • Per stimare il costo di un giocatore per la società, occorre guardare al lordo: nel caso è di 6,4 milioni. Senza calcolare i bonus (gli emolumenti netti, infatti, di base, sono 3,5 milioni, appunto, pari a 6,4 lordi; coi bonus eventuali, più o meno facili, arriverebbe sui 4 netti; ma aumenterebbe il lordo di poco meno di un milione)

    • Ghiggia io purtroppo non ti ho visto giocare, mio padre che ti ha visto diceva che era un piacere guardarti la sola cosa che lo faceva imbestialire era che dopo aver ubriacato la difesa avversaria riuscivi a sbagliare anche a porta vuota.
      Forse erano i mondiali e le sfide importanti ad esaltarti.
      Però mi ha detto anche che eri un signore e non parlavi mai male dei compagni .
      specialmente dei compagni che segnavano più di te !

  7. Le parole di Agresti sono da condividere al 100%, pare che si stia parlando della Pergolettese, una squadra che è arrivata sesta solo perché il bollito era nono e si stava giocando la finale di Europa League a dieci minuti dal termine del doppio scontro coi campioni (largamente) di Germania. Senza contare che il prossimo anno avremo un portiere vero per tutto l’anno, non un citofono, una preparazione e un’organizzazione di gioco.

    • Occorre però capire che, per chi guarda le partite, abbiamo avuto un finale di stagione sconcertante. Dal Bologna all’Atalanta, passando per il Napoli e finendo con l’Empoli.
      C’è modo e modo di fallire gli appuntamenti.

      Con questo non contesto DDR, tra l’altro, ma non mi convincono i discorsi all’Agresti; sembrano polpette avvelenate

    • di sconcertante c’è stato solo il finale di partita con l’Empoli, quando la Roma alla notizia del gol dell’Udinese ha smesso di giocare e la faccia stupefatta di De Rossi faceva trapelare quello che pensava di quello che succedeva in campo

  8. comprare l’Everton ?
    avrei preferito che avessero usato QUEI SOLDI per comprare due difensori, due centricampisti, due esterni veloci, un entravanti, TUTTI DI PRIMO LIVELLO .. e poi avessero pagato le multe del fpf come fossero mancette ..

    invece li spendete per l’Everton .. ok .. buon per i Friedkin .. ma a noi .. ma che ce frega a noi dell’Everton ?

    • E invece ,
      guarda un po’ se comprano un pezzo di Everton,
      invece de regalatte la solita figurina si regalano l’album !
      I soldi sono i tuoi , me sa’ di no !
      Mica ti hanno contestato che te sei andato a magnà na pizza invece de compratte la maglietta di Lukaku.
      quindi che voi ?
      uno coi soldi sua ci fa’ quello che vuole !

  9. Anch’io non condivido il generale disfattismo che ha colpito almeno il 70% dei frequentatori di questo forum. La squadra proveniva da una nona posizione e un ridicolo secondo posto nel girone EL. Con De Rossi ha fatto 34 punti che, se rapportati al campionato intero sono 72, in pratica il 3° posto. Inoltre, ha eliminato Feyenoord, Brighton e Milan, uscendo in semifinale per un pelo eliminato dal Leverkusen ma soprattutto dalla follia del terzino olandese. Tutte squadre più forti di quelle affrontate lo scorso anno. Ora voglio aspettare la fine del mercato e le prime partite per esprimere un giudizio, valutando i giocatori che compreremo. Non dimentichiamo che, se 2 anni fa avessimo preso kvara e kim, qui ci sarebbe stata la rivoluzione. La cosa che mi preoccupa di più, per ora, è il silenzio della società. Mi sembra che Ghisolfi non migliori affatto la situazione, quindi chi parlerà? Spero che DDR non venga lasciato solo a fare il parafulmine.

  10. Fino a qualche anno fa speravo negli arabi, adesso che hanno deciso di investire in casa loro, dobbiamo pregare che questa proprietà resti a lungo per non incappare in un Lotirchio.

  11. Qualcuno scrive che riguardo alla A.S Roma c’è troppo catastrofismo.
    Io non sono d’accordo.Da troppi anni questa squadra arranca e a Trigoria non c’è la fila di calciatori per venirci a giocare.

    • Ma allora al Palazzo civiltà del lavoro i 40.000 che ci stavano a fare per la presentazione di Dybala? E quelli che zompavano sui tettucci delle macchine a Ciampino per Lukaku ? E il circo Massimo dopo Tirana?E ancora i continui sold out? Più che catastrofismo io vedo un pubblico appassionato e abituato a veder passare fior di giocatori come Ruediger,Marquinho, Salah,Allison ,Dzeko,Mikytarian e tanti altri che non riesci a bloccare per mancanza di programmi,primo fra tutti uno stadio degno di tal nome impantanato nelle secche di una città ,quella si’, che arranca nei giochi di potere e nella speculazione

  12. D’accordissimo con La Ferrazza, la notizia lanciata e non smentita da i Friedkin in piena campagna abbonamenti, e una cosa preoccupanti.

  13. Come al solito.. c’è un grandissimo pressappochismo nel raccontare gli eventi ed i loro possibili sviluppi da parte della maggior parte dei media ( radio, giornali, tv etc..) . Questo poi comporta, per forza di cose , anche valutazioni non appropriate da parte dei tifosi che ricevono le notizie.. subendole in un certo senso. Chiaramente questo discorso non vale per i contestadores.. loro ci sguazzano mistificando ogni cosa in favore delle loro tesi strampalate.
    Allora proviamo a fare un po’ di chiarezza sulla questione Friedkin Everton… Andando ad approfondire la notizia , dalle poche fonti che la riportano in modo più approfondito, personalmente ho inteso che Friedkin, così come gli altri pretendenti , starebbero trattando il 47% del 94%. In altre parole, stanno trattando una quota che non comporta il controllo del club. Se così fosse, e sembra che sia proprio così, tutti i discorsi che leggo e sento in questi giorni non sarebbero altro che fuffa! Anche i pareri di espertoni come Sartori di Football B. non hanno il minimo senso o valore. Non ci sarebbero problemi con la UEFA a livello di coppe etc. Sicuramente comporterebbe un sempre maggior potere della nostra proprietà nel mondo del calcio, potendo estendere importanti rapporti , che poi sono il fulcro del potere, anche in premier League . Vorrei dire a Torri che la valutazione di 700 milioni e la valutazione data da Football B all Everton.. non l’offerta dei Friedkin. Cari Saluti e Forza Roma

  14. comunque piero torri mischia le pere con le mele… il 45% sarebbe la società da acquistare che detiene il 94% del’Everton…

    • Esatto Alessandro.. Friedkin sta trattando l’acquisto di una quota importante , ma non di maggioranza assoluta, della controllante del club. Non conoscendo nel dettaglio la situazione dell’Everton, non so se si possa parlare di maggioranza relativa, ma non credo. L’Everton ha problemi finanziari, e sta costruendo il nuovo stadio che sarà terminato tra un anno. A naso, ma ripeto di non conoscere nel dettaglio la situazione del
      Club inglese, mi sembra che Friedkin si sia candidato come partner finanziario. Un domani, quando la controllante dovesse vendere tutte le sue quote, Friedkin potrebbe segnare una ricca plusvalenza rispetto all’investimento e nel frattempo estendere ancora di più le proprie relazioni nel mondo del calcio. Se la situazione fosse effettivamente questa, non solo tutto ciò non comporterebbe alcun danno alla Roma, ma , al contrario, potrebbe portare direttamente e indirettamente vantaggi importanti. Qui in molti dipingono questo gruppo imprenditoriale in modo assolutamente sbagliato. Veramente non si rendono conto di che caratura sia la nostra proprietà. Sembra la fiera dell’assurdo questo forum

  15. Spero vivamente che a breve i friedkin vendano la Roma. La AS ROMA è una cosa seria, non è una vetrina per albergatori improvvisati, non è un passatempo per produttori cinefili annoiati.
    Comprate l’everton e lasciateci in mani arabe sicure, mettete il cartello “vendesi” al cancello di trigoria e risparmiateci i piani C, D, E…. per il povero Daniele….

    • Credo che veramente non abbiate la percezione del reale. Parlate di pancia .. non si possono spiegare in altri modi certi interventi di questo forum. Saluti e forza Roma

  16. La statistica che prevede un grafico sulla immensa incompetenza calcistica degli utenti di questo forum prevede una crescita alle stelle!!!!! Spero che siate solo annoiati per questo inizio di estate senza la Roma, allora vi capisco e comprendo, ma se state in una fase “normale” devo solo sperare (come credo) che non rappresentiate assolutamente il tifoso romanista medio, che davvero sarebbe regredito in una maniera folle , dalllo standard di passione e ottimismo degno della nostra tradizione e storia .

  17. piuttosto di difendere il loro presidente i tifosi commercialisti danno ragione ad Agresti, non ce se crede

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome