“ON AIR!” – PIACENTINI: “Critiche assurde a Pinto, bisognerebbe fargli un monumento”, ROSSI: “Facile spendere per i cartellini, più difficile pagare gli ingaggi”, PRUZZO: “Juve-Roma? Non l’ho vista così drammatica”

38
1819

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “E’ capitato all’Inter e al Chelsea: questa di Mourinho è la fase anche pubblica della responsabilizzazione dei giocatori. C’è la fase in cui il nemico è l’arbitro, quella in cui c’è un allenatore con cui prendersela, questa è la fase in cui c’è da fare un salto di qualità anche visti gli investimenti fatti dalla proprietà. Lui così responsabilizza i giocatori…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Una cosa buona fatta da Mourinho è stata togliere Mancini all’intervallo, penso che sia stato un segnale importante. Tra Mancini e Ibanez non c’è proprio partita, almeno l’altra sera. Mou ti fa capire che non è che siccome hai rinnovato giochi tutta la vita…se giochi male non giochi, punto…”

David Rossi (Rete Sport): “Per una società è più facile pagare 50 milioni di cartellino e dare un milione e mezzo a un giocatore che pagare zero, e dargliene cinque e mezzo al giocatore. Quando ti presenti davanti alla Uefa per il Fair Play Finanziario, quello che pesa è il monte ingaggi. Questi non sono discorsi opinabili: se tu compri un giocatore a 50 milioni e gli fai un contratto quinquennale, ogni hanno ammorti 10 milioni sul bilancio, e poi piano piano è come se lo avessi pagato zero, e quando lo vai a rivendere fai tutta plusvalenza. Sugli ingaggi questo discorso non lo puoi fare. Quindi non si può dire che hai speso 8 milioni, perchè questi che hai preso guadagnano quello che guadagnano…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Tutti a dire questa storia che la Roma ha speso sette milioni e ne ha incassati 20…non vuole dire niente! Bisognerebbe fare un busto a Tiago Pinto, o a Friedkin o a Mourinho, perchè con 7 milioni sei riuscito a portare qua gente come Matic, Wijnaldum, Dybala e Belotti… A me dà fastidio sentir dare dei poracci invece di dire, guarda questo che miracolo ti hanno fatto… Ma rigiriamolo questo discorso, con pochi soldi di cartellino hanno fatto una squadra veramente forte. Io per il mercato fatto li ringrazio, non ricordo un calciomercato così importante e così intelligente…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Non l’ho vista così drammatica la partita, Rui Patricio non ha fatto nulla nel primo tempo. Chiaramente la Roma era in difficoltà. È mancato tanto Zaniolo, lui nelle situazioni complicate ti allunga la squadra. I terzini erano in difficoltà, anche troppa rispetto al dirimpettaio. Roma sottotono, Matic e Cristante insieme vanno troppo piano. Ma il pari ci sta. È mancato anche Pellegrini l’altra sera. Tante critiche a Dybala, e io non sono d’accordo. Criticare lui e Abraham per l’altra sera non è giusto, si sono fatti un bel mazzo…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Nel primo tempo c’è stata una Juve molto aggressiva che faceva giocare e respirare poco la Roma. Allegri aveva preparato il match volendo vincere ogni duello. La Juve ha avuto il controllo della partita, ma non è riuscita a tenere il ritmo a livello fisico fino alla fine. Ma è comprensibile. La Roma nel secondo tempo si è presentata più determinata, e c’è stato un altro errore difensivo pacchiano dei bianconeri…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “La Juventus ha avuto il pieno controllo della partita, con un ritmo di alto livello che però non è riuscita a tenere fino alla fine. L’unica spiegazione possibile è che non hanno saputo reggere dal punto di vista fisico, e in più la Roma si è presentata più ordinata di quella vista nel primo tempo. La Juve è incappata nell’ennesimo errore difensivo: il gol di testa di Abraham è riuscito perché vicino a lui non c’era una maglia bianconera, ed è grave…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteDi Canio: “Roma ancora senza identità, ma si parla sempre e solo di mentalità e carattere”
Articolo successivoROMA-MONZA, arbitra Piccinini. Al VAR scelto Mazzoleni

38 Commenti

    • beh..dire che il gol di Tammy è solo errore delle zebbre..ma che Dyabala consapevole o meno ha fatto na bella giocata no è ?..

    • Ragazzi i giocatori sono stati comprati,non è stato venduto nessuno dei forti l’allenamento cazzu.to c’è lo abbiamo manca di piazzare qualche esubero è il mercato della Roma passa da 9,75 a 10 ,io non capisco tutti questi che già criticano alla 3 giornata con 7 punti diamo il tempo a mau di plasmare la squadra e cerchiamo di essere realistici un progetto serio a bisogno di tempo per essere realizzato fortunatamente noi siamo a buon punto abbiamo tutto per spaccare quest’anno un po’ di pazienza e vedrete Roma in cima al mondo come giusto che sia!!!!

    • Ciao Stefano, normalmente non leggo più questi… ma il male c’è sempre.
      Ok dagli juventini come MATTIOLI, che descrive un regalo/errore della Juve che ha dominato la gara (?!) Il pareggio, vedi…
      Ma il goal di Dusan (che non é Pelé) dopo neanche 2 minuti (?!), su un jolly pescato tipo unico quadrifoglio tra centomila trifogli…, e che la mette subito su un piano inclinato al 80% mentale, ambientale, a favore loro…
      abbiamo perso 2 punti noi più che loro. MOU fa il furbo e i suoi interessi nel post partita, ma Allegri è molto chiaro.
      Ma CORSI, che juventino non é, e per il quale il calcio é chiaramente un lavoro che svolge male, parla male di MANCINI senza capire un nulla di quali cambi poteva ed era meglio fare, perché non ne capisce nulla. Fa solo danni, alla Cassano, fino alla prossima volta, quando dir nero piuttosto che bianco sarà (per il suo pensiero) più conveniente.

    • …alla fine Pruzzo, infatti, é l’unico che ha giocato a pallone, e che dice qualcosa si conforme alla gara. Anche se anche lui risente dell’ambiente.

    • A me me sa che de Rossi c’ha grossi problemi con la matematica i calcoli li fa a CdCane

  1. Secondo me ha ragione Gianluca Piacentini: criticare Pinto è come minimo ingeneroso. Ma forse qualcuno ha dimenticato troppo in fretta certi errori sul mercato fatti in passato da altri “addetti ai lavori”…

    • Vedo molta invidia nelle critiche a Pinto.
      L’invidia da fuori Roma la capisco, perché fare un mercato come quello di questa Estate spendendo solo 8 milioni è oggettivamente un capolavoro. Se un romanista riesce a farsi dare del poveraccio per questo motivo, beh, mi dispiace per quel romanista, che evidentemente riuscirebbe a farsi perculare pure da un tifoso del Lumezzane. La Juve, per dire, ha speso milioni in questi ultimi anni e guardate come si è ridotta…

      Le critiche da dentro Roma, invece, non riesco a capirle. Sembra che su Pinto ci sia una sorta di maledizione per cui a prescindere è un incapace. Boh… averne, che ti fanno un mercato così… Poi ha sicuramente preso un paio di cantonate (Vina, Shomurodov…) ma credo che nessun DS in Italia e all’estero possa dire di aver fatto sempre centro, che cavolo.

      Sulla partita, ripeto, non puoi presentarti a Torino e rinunciare a giocare. Il fatto che la squadra sia forte lo dimostra il fatto che non hai imbarcato, ma una grande squadra lotta. Possiamo anche perdere a Torino, ma devi lottare, non puoi andare in bambola. Sei la Roma, accidenti! Sono sicuro che Mou durante l’intervallo li ha attaccati all’armadietto, eppure rientrati in campo la solfa non è cambiata. Il contrasto più netto è a fine partita, con Abraham che sorride davanti alle telecamere e Mou che dice (giustamente) che non capisce perchè rida.
      È inaccettabile. Inaccettabile pure che ogni volta questo tipo di lavoro psicologico vada rifatto da zero. Io voglio una squadra in campo che si mangi erba, pallone e caviglie avversarie, sempre! Li pagano apposta!

  2. Io francamente non capisco che caxxo ce ne frega a noi di difendere Pinto o chiunque lavori dietro le quinte per la Roma. E’ gente pagata, pure bene, che sta facendo il proprio lavoro…i loro risultati possono piacere o meno, ma alla fine quello che conta è se la Roma vince un trofeo e/o si piazza tra le prime 4, e tutto il resto è noia. Tra un po’ ci infoieremo pure se uno parla male del giardiniere di Trigoria o di un magazziniere…ma pensiamo a parlare di calcio, che è la cosa che conta, non di un impiegato qualsiasi che sta facendo solo il lavoro per cui è pagato. Questi, chiunque vogliamo considerare, è gente che lavora per la Roma, non per una squadretta amatoriale, quindi che essere bravi e professionali è il minimo del dovere loro…capisco quando si idolatrava Totti, capisco (più o meno) che si idolatri Mou, ma mo’ fa le stature pure a Pinto…eddai…

    • pensa te
      io più ti leggo e più invece faccio fatica a capire di che squadra sei, non è questione di idolatrare o meno, se non l’avessi capito, per vincere occorre che tutti in società, dal primo all’ultimo remino costantemente nella stessa direzione e all’esterno devono essere consapevoli che se attacchi uno di loro, attacchi tutti e tutti gli si schiereranno affianco.

      professionisti o no, l’ambiente conta e pure tanto per riuscire a lavorare serenamente, e, se non lo capisci, è un problema tutto tuo

    • In linea di massima non fa un piega il discorso.

      Però nel calcio moderno il tifoso è diventato tuttologo, quindi è competente (millanta e spara cagate spaziali, più che altro) a 360gradi del mondo sportivo, finanziario e gestionale delle risorse umane e pedatorie, maschili e femminili.
      Era bello quando eravamo bambini e al massimo conoscevamo a memoria gli 11 titolari.

      Nel caso umano del povero Pinto, si può altresì confutare che, appena l’anno scorso, egli venne perculato e insultato per mesi, da centinaia di utenti – gli stessi che oggi vorrebbero fargli una statua – per aver detto improvvidamente, che era stato un mercato da 8.

      Quindi nel caso specifico, farei un’eccezione e direi che i complimenti sono leciti e legittimi.

    • @ddr16, quanti dirigenti hai visto andare e venire negli ultimi anni in società? questa è gente che se trova di meglio se ne va…siamo solo noi abbocconi che famo le statue a DS, DG, allenatori, calciatori…ma pensi veramente che se a Pinto domani lo chiamano al PSG e lo ricoprono d’oro, quello ce pensa due volte? io tifo la maglia, a me delle persone non me ne frega niente, a prescindere dal ruolo o dal pedigree…forse è questo che mi distingue da voi “veri tifosi”, ma non fa certo di me uno sbiadito, come tanto spesso vi piace etichettare chi non la pensa come voi

  3. mentre i Friedkin hanno gia’ capito dove va il mercato ( svincolo a tempi brevi ) la UEFA
    mi sembra o in ritardo o in malafede

    Inoltre e’ vero che questo inizio di campionato e’ calcio d’Agosto , ma il gioco espresso in serie A mi pare molto brutto
    Abbiamo un 70% di stranieri : tanta tanissima rumenta

    • la Roma può schierare sino a 6 nazionali italiana , queste cose in passato se le poteva permettere solo la juve e questa è una cosa bella.
      inter e milan , al massimo schierano 2 italiani

  4. Davide Rossi :
    “Lo paghi 50 mln ammortizzi 10 mln l’ anno eppoi alla fine tutta plusvalenza,,”.
    Ma che fuma questo ? Alla fine va via a 0
    .Come Kessie Dybala Belotti Pogba etc etc
    Ma veramente ha il patentino da giornalista ?
    Raggiungere la Ch League , questo e basilare.
    Comporta 70/80 mln

    • È che andato via da Roma radio ora fa una bella virata per attestarsi di nuovo su posizioni anti-societarie… Rossi veramente un uomo falso!

  5. Pinto o non Pinto,io dico che l’operato del nostro Direttore generale va giudicato dopo un anno,sulla base del rendimento dei giocatori acquistati. Adesso si può formulare un giudizio sulla campagna acquisti del 2021 e non di certo dell’annata in corso.
    E’ il campo che da il verdetto inconfutabile.
    Ebbene ,ritornando all’anno scorso quando il nostro Direttore generale si diede pomposamente un 7 e mezzo,per me il voto è stato 4.
    L’anno prossimo daremo il voto sul 2022.

    • E infatti il campo ha emesso verdetti precisi. Sesto posto per la EL, che poteva essere un 5o senza il gol alla lezzie contro lo Spezia o addirittura un 4o sommando i 12-13 punti toltici da INCREDIBILI errori arbitrali. Si sono inventate regole all’istante, come rigore su gol e’ rigore, pur di fermarci.
      Ma soprattutto il campo ha detto che, per l’ennesima volta, e’ stata la Roma a rappresentare l’Italia in Europa. Ed e’ stata la Roma a vincere il primo trofeo internazionale di un club italiano dal triplete dell’inda (di Mou!).
      Voto per zenone zuzzurellone: ZERU!

    • Zeno invece il commento sui tuoi post se dà immediatamente xchè fanno cagxare..eh eh eh..senza offesa eh..ah ah ah..

    • Zanone lascia stare non si riesce a ragionare.. nel calcio come in altri ambiti esiste il pensiero unico…sono vietate riflessioni critiche non autorizzate.
      Tutti devono remare nella stessa direzione .. ho i brividi a leggere certe cose scritte da ragazzi che dovrebbero contestare tutto e spaccare il mondo per migliorarlo (sono conservatori già in culla).
      Ma se ci siamo divisi per anni su Manfredonia, su due figli di ROMA, Totti e DDR, ora su Pinto pensiero unico?
      Abbiamo fischiato allo stadio Viola e Sensi che ci hanno regalato due scudetti e non possiamo avere delle diverse opinioni un DS/DG portoghese, che per sostituire un campione come Wijnaldum mi prende Camara (mica Pjanic) ?
      Fate pace con il cervello.

    • Il filosofo col cappellino di carta di giornale dovrebbe dire: voto 10 se fossimo arrivati primi, 9 se secondi, e così via a scalare. Allora un 5 ci starebbe per il sesto posto… Se non fosse che si tratta comunque di un obiettivo che rientrava nei piani e, soprattutto, che a parte il campionato abbiamo portato a casa un trofeo europeo dopo un’infinità di anni. Ma il Nostro ha una certa età e quindi è soggetto ogni tanto a defaillances mnemoniche…
      Che poi, Pinto meriterebbe l’insufficienza se la Conference League Cup l’avessero vinta solo i giocatori che lui non ha preso, ma non è così: e non si dica che nel nostro percorso non siano stati determinanti Rui Patricio e Tammy Abraham.

  6. Orsi e Mattioli notano errori pacchiani delle difese quando segna la Roma…
    Io vedo errori ingenui quando la Roma subisce goal….
    È proprio vero, dipende dai punti di vista..🤷
    💪🧡❤️

  7. Corsi e più stupido di coniglio, ha tolto mancini perché a sx gioca meglio ibanez e ha mantenuto smalling a dx dove ruotava più spesso vlaovich. Questi neanche un torneo di bocce potrebbero commentare

  8. Ragazzi, non capisco tanti dislike contro di me)))) io intendevo che le radio non sono così male li dove difendono Pinto…))))

  9. Francamente non ho trovato la prestazione dell’olandese di così scarso livello, anzi alcuni recuperi e diagonali mostravano attenzione e tonicità. delik comunque ha dimostrato un bellissimo approccio, ancor più zalewski che a parer mio meriterebbe la titolarità. matic ha piede, visione, purtroppo non può giocare con un altro lento di fianco. forse pellegrini il più deludente, anche se penso che l’impostazione molto bassa del primo tempo, con i tre centrali contro una sola punta di ruolo, abbia penalizzato parecchio

  10. Pinto è bravo ma deve tante delle sue fortune alla presenza di Mourinho. Senza di lui alcuni giocatori svincolati non sarebbero probabilmente mai arrivati, i vari Matic, Gini e pure Dibala.
    Mourinho è la “fortuna” del mercato di Pinto.

    • c’è anche da dire che non ci voleva un profondo conoscitore di calcio per dire che Matic, Gini e Dybala sono giocatori forti…e non credo che i giocatori se li vada a capare uno per uno Pinto, ma ci siano persone deputate a farlo. Lui contratta, probabilmente neanche da solo, e chiude acquisti e cessioni, spesso facendolo a buone condizione, altre volte un po’ meno bene (magari per via di qualche paletto messo dalla società). Perchè perdere tutto sto tempo a fare di un DG un personaggio epico, non lo capisco davvero.

  11. Chi ha il coraggio di criticaRE UNO QUALSIASI DELLA ROMA deve CAMBIARE MAGLIA …INDOSSI SA VERA FEDE : a righe verticali BIaNCA E AZZUrrA QUESTA – L’UNICA SPIEGAZIONE POSSIBILE PER CERTEA GENTE

  12. Secondo Mattioli Abraham segna perché vicino a lui non ci sono maglie bianconere…
    In realtà Tammy colpisce di testa a 2,5mt dalla porta su sviluppo da palla inattiva e dentro l’area piccola, oltre a Szczesny c’erano ben 5 juventini e il più vicino era il tanto celebrato Bremer che si fa una bella dormita e neanche va a saltare…
    Aggiungo che, con mestiere dà anche un leggero tocco a De Sciglio che stava davanti a lui per farsi spazio per staccare…
    Grande Tammy Abraham!

  13. Ragazzi questi ancora stanno a parla’ della Juve che voleva vince co’ 3 tiri in porta 3 e invece se so’ sarvati su una mischia 50/50 che voleva di’ vittoria nostra. Piano piano sto cominciando a pensare che il calcio vincente noi non lo abbiamo mai visto e che esteticamente è molto più brutto di quanto immaginiamo

  14. L’estetica ha il suo fascino ma vincere giocando anche male è il calcio che conta.la Juve ditrapattoni ha vinto campionati con sempre un gol a partita appena fatto palla spedita sistematicamente in tribuna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome