“ON AIR!” – MORONI: “Mourinho ha stancato, non è più il mio allenatore”, CORSI: “Partita incommentabile”, ROSSI: “L’aria non è buona per niente”, CARINA: “La squadra si sta logorando”

37
1823

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Siamo alle solite…è una Roma incommentabile. Io non ci pensavo più a queste cose, perdere così, addirittura 2 a 0… non si può. Le responsabilità sono sia di Mourinho che dei calciatori. Sento tanti che attaccano Friedkin, io sono d’accordo che mancano giocatori, ma in questa partita che c’entra Friedkin… Io non dico che la Roma doveva travolgere lo Slavia, ma bastava anche un pareggio… Niente, nessuno riesce a cambiare questa Roma. Qua nessuno critica, va tutto bene, e invece non va bene per niente. Questi giocatori non hanno amor proprio, hanno giocato da fare schifo, senza nessun tipo di verve…Aouar è una pippa, Belotti è tornato quello dell’altro anno, Dybala e Lukaku non hanno fatto niente, e Mourinho pure. Lui doveva trasmettere la mentalità alla squadra, e in questa partita non l’ha trasmessa, e la Roma continua a fare queste figure di mer*a…”

David Rossi (Rete Sport): “Noi sappiamo già che l’anno prossimo l’allenatore non ci sarà, che il gm è un punto di domanda, ci sono 5 giocatori in prestito, due in scadenza di contratto… Dybala ha una clausola rescissoria di 12 milioni e faccio fatica a pensarlo ancora alla Roma se vede la malaparata, se vede che se ne vanno tutti compreso Mourinho… L’aria non è buona, non è buona per niente regà… Domenica paradossalmente c’è l’occasione migliore, vincendo anche di ruzzica riprenderesti un po’ di fiato. Perchè famo a capisse: se questi hanno intenzione di perdere il 4 derby degli ultimi 5 non va bene, nemmeno per l’allenatore. E chiudo dicendo una cosa: sentire dire da un portoghese che come vive lui il derby non lo vive nessuno, non lo posso accettare…Lui più di Bove, di Pellegrini, di Pisilli, non lo può vivere, è una caz*ata…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Pellegrini non sarà il miglior giocatore della storia, ma in questa Roma è uno che ti farebbe molto comodo. Mourinho nel momento in cui dice che ci sono giocatori non professionali, e salva solo Bove, mi fa entrare in una retorica che non mi piace. Se il migliore è Bove, che non è un titolare della Roma, sono molto molto preoccupato. La sua è un’ammissione, perchè allora è evidente che non è riuscito a trasmettere alla squadra un certo tipo di messaggio. Tutti dicevamo che le squadre di Mourinho hanno un marchio di fabbrica ben definito, che è quello della personalità, che le sue squadre si buttano nel fuoco per lui, una cosa che ieri per l’ennesima volta non è successa. E dopo tre anni è evidente che lui non è riuscito a trasmettere questo messaggio…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Io stamattina da tifoso sono inca**ato nero. Qua invece non si inca**a più nessuno…vinci, pareggi o perdi, va tutto bene… Io quello che vedo non piace: dirigenza inesistente, allenatore che fa dichiarazioni che poi non portano risultati perchè la squadra poi si comporta in maniera diversa, squadra che non ha gioco, calciatori scomparsi… Non poter fare di più di quello che abbiamo visto ieri in 60 minuti contro lo Slavia è squalificante, perchè significa che hai una rosa da retrocessione, che ogni tanto ha dei rigurgiti e vince qualche partita…L’attacco ai calciatori da parte del tecnico? Secondo me è tutto finto. Per me la sua reazione è stata di chi ha rosicato, perchè è caduto nel trappolone di Sarri che aveva parlato di amichevole…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Se vinco il derby domenica, non me ne frega niente della partita di ieri sera. Perchè la Roma secondo me passa il turno in coppa, e anche da prima perchè secondo me lo Slavia non vince lì in Moldavia. Ma la partita di ieri mi ha fatto avvelenare perchè sei stato sovrastato sotto ogni aspetto: sul piano del gioco, sul piano del risultato, sul piano della cattiveria…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Mourinho non è più il mio allenatore, perchè mi ha stancato. Ma non perchè la squadra gioca male, lui non insegna calcio e schemi. Non mi piace come persona: la settimana scorsa ha attaccato la società, ieri ha attaccato i giocatori dicendo che non sono professionali…ma è lui che non è professionale per niente, perchè ogni volta che perde non risponde alle domande e non ammette mai i suoi errori. Ieri non ci ha spiegato nulla: la tattica, la scelta dei giocatori, non ci hai spiegato nulla…Io credo che Mourinho difficilmente resterà, non è possibile… Si può anche perdere a Praga, ma lui scappa sempre, non si prende le responsabilità…”

Emanuele Zotti (Tele Radio Stereo): “La sconfitta di ieri è frutto di una squadra che sorprendentemente è scesa in campo senza motivazioni. Secondo me salvare solo Bove è ingeneroso, anche Svilar ha fatto il suo evitando guai peggiori alla Roma. Ho visto una squadra che ha tirato in porta dopo 52 minuti, zero calci d’angolo….Mi è sembrato uno spettacolo molto simile a quello di San Siro…”

Alessio Nardo (Tele Radio Stereo): “La Roma è andata peggio ieri che a San Siro, perchè lì non sei stato preso a pallonate, ieri invece sei stato surclassato sotto ogni aspetto dallo Slavia, e il passivo poteva essere anche più pesante. La Roma ha avuto un paio di occasioni, ma la reazione è stata appena dignitosa…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Smalling era il giocatore che molto spesso ti risolveva le patate bollenti dentro l’area di rigore. I due gol che prendi ieri sono gol che non puoi prendere, specie il secondo, perchè non puoi farti trovare scoperto da una rimessa laterale. Ieri avresti dovuto difendere l’1 a 0, perchè ti avrebbe lasciato davanti allo Slavia, e tu non sei stato in grado di farlo. Con uno come Smalling secondo me certi errori non li avresti commessi, e la sua assenza sta costando diversi punti alla Roma…”

Stefano Carina (Radio Radio): “Avvilente la partita della Roma per come è stata preparata, giocata, e commentata dopo. Secondo me la Roma vincerà il derby, il problema è che è una squadra che si sta logorando. Noi spesso ci fossilizziamo sul gioco di Mourinho, che secondo me è un falso problema, la cosa grave è come hai perso ieri: se togli lo spirito, la grinta, le seconde palle, giocare sempre come se fosse l’ultimo pallone, cosa resta? L’atteggiamento della squadra è inspiegabile. Per me va criticato il fatto che non era una squadra di Mourinho, ma era una squadra spenta. Non so se dopo tre anni la squadra non recepisce più il messaggio dell’allenatore. Magari domenica vinci il derby, ma poi riperdi a Reggio Emilia col Sassuolo, diventa una costante…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “I giocatori della Roma hanno ascoltato Sarri e non Mourinho, l’hanno affrontata come un’amichevole e ha fatto una brutta figura, perchè se pensi al derby e giochi in punta di piedi prendi delle imbarcate. La Roma ieri ha sbagliato completamente atteggiamento, e anche Mou non ha fatto quanto sufficiente per far sì che la partita non andasse in quel modo. Anche lui si è reso conto di non aver fatto abbastanza per tenere la squadra con la testa sul match nel modo corretto, non è riuscito a trasmettere quello che voleva. Salva Bove? Secondo me parla di atteggiamento, Bove può anche aver sbagliato delle cose, ma ha provato a dare qualche calcio, ha fatto vedere di aver voglia di lottare…”

Xaver Jacobelli (Radio Radio): “Giuste le parole di Mourinho. Il derby arriva a proposito, ora la Roma deve reagire a una prestazione così negativa. Pensare che questa partita contro lo Slavia fosse una formalità è stato un grave errore, lo Slavia in un anno e mezzo ha incassato solo una sconfitta in casa, e la Roma avrebbe dovuto affrontare la partita in un modo molto diverso…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Partita brutta brutta, Mourinho la definisce orribile, il 2 a 0 sta stretto allo Slavia. Mourinho ci dice che l’unico che non meritava di perdere era Bove, ma io nemmeno lui ho visto bene. La Roma cade spesso in questo genere di partite, e non è la prima volta che Mourinho dice di aver visto una partita orribile. Però ha ragione sul derby, quella è una partita isolata, non è che adesso la Lazio diventa favorita perchè la Roma ha fatto una figuraccia eri sera. La cosa positiva per la Lazio è che quella di ieri è la seconda partita in cui Lukaku gioca male, e questa è una novità…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteHorror Roma, Mou furioso
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Pellegrini torna in gruppo, ok anche Spinazzola e Zalewski

37 Commenti

  1. Onore a Mpurinho sempre e comunque. Cerchiamo di arrivare a fine stagione nel miglior modo possibile e come ormai è noto a tutti le strade si separeranno. Dopo Mourinho questa proprietà dovrà parlare e far capire ai tifosi cosa hanno in mente di fare perché il post Mou non sarà affatto semplice. Ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità fino ad oggi scaricate solo ed esclusivamente sull’allenatore. Due sono le strade. O nella Roma si costruisce una società che sa di calcio con uomini di “pallone” Boniek Totti De Rossi Nela…fate voi. O si venda il prima possibile perché i tifosi della Roma meritano il top dimostrando ogni partita l’amore incondizionato verso questi colori. È ora di diventare un Club da vertice europeo ce lo meritiamo e lo pretendiamo. Forza Roma

    • Onore a Mourinho sempre e comunque è una frase da ventennio.Io tifo Roma no Mourinho e se Zvilar con quella faccia da pupo coi baffetti comincia a perdere tempo dopo 5 minuti vuol dire che qualcuno gli ha dato l’ordine barricate a oltranza,ma contro chi?Cominciamo ad ammettere che un calcio così brutto a Roma non si ricorda a memoria d’uomo ,poi se te lo meriti ,tanto onore.Ma se ogni volta me devo magna’ er fegato e pure genuflette allora no,proprio no!

    • spe….fammi capire, la proprietà mette circa 600 milioni nel calcio, ogni anno ti porta un top player, non vendono mai praticamente nessuno, ti hanno portato l’allenatore più vincente di tutti i tempi, sborsano circa 20 milioni al mese per la cassa, stanno provando a fare uno stadio…..e adesso la colpa sarebbe loro se giochiamo di me*da, ci facciamo prendere a pallonate perfino dalle neopromosse e abbiamo i giocatori che non si reggono in piedi????
      Sono d’accordo che servono dirigenti che capiscano di calcio….ma non i totti i de rossi o i nela che sono radicati nella città e dividerebbero la piazza ancor prima di iniziare, serve gente da fuori….ma a parte questa colpa, ma che gli vuoi dire ai Friedkin??? per me sono dei pazzi anche solamente a stare qui a buttare soldi ogni giorno…..che la salute ce li mantenga a lungo!!!!

    • @Maggio73,Non esistono santoni o taumaturghi, ma solo esseri umani che possono diventare bravi professionisti. La stima non può essere incondizionata ma legata ai fatti, onori “sempre e comunque” non si tributano a nessuno.
      Servono un misto di persone che sappiano di calcio, che siano dei manager e che abbiano gli agganci e la diplomazia giusti.
      Fare Sold Out tutte le domeniche e per ogni partita è una cosa bellissima ma ogni tanto far capire alla proprietà e alla direzione tecnica che non abbiamo l’anello al naso, sarebbe ugualmente un messaggio importante,

    • In campo ci andranno anche i giocatori ma non santifichiamo chi non lo merita. Mourinho non è esente da colpe Se ne vole andà via? Non problem, offerte e guadagni a lui non mancano. Morto un Papa se fà n’altro, la Roma resta!

    • allora potevamo risparmiasse 7 milioni de ingaggio a mourinho se tanto l’allenatore non va in campo.

    • @Idman solite frasi di circostanza filolazziesi.
      Simeone l’ anno scorso ha fatto schifo lo hanno rinnovato fino al 2027 pochi giorni fa.
      Per voi se ne dovrebbero andare tutti e restare con la feccia…esattamente come quando c’ era Monchi che ulravate alla lazziese maniera via Alisson Rudiger Salah Nainggolan e ben vengano i Bianda e i Coric.
      Ve meritate Mazzarri.

  2. Domenica allo stadio la tifoseria gialorossa dovrebbe intonare il coro:”ci avete rotto er ca..”.Ma che cos’è sta schifezza? Bisogna pure pagarli per guardarli? ma davvero? ma vaff…mai mai mai..da voltastomaco!

    • Ma da quando mai? Da tre anni va tutto bene. Si applaude sempre, si grida tutti insieme Josè MOURINHOOOO… e si fanno i sold out.

  3. Per domenica la preoccupazione è che alcuni giocatori sentendosi dare del non professionista urbi et orbi in conferenza stampa, continuino a fare i non professionisti per “andare all’inferno” con l’allenatore.

  4. Lo detesto,ma, anche se non dovrebbe essere così,nel calcio ,purtroppo, succede ,ha ragione David Rossi. Società inesistente ,allenatore in scadenza e giocatori in leasing non fanno ben sperare

  5. Focolari comincia la danza della pioggia per Lukaku, speriamo che il belga lo smentisca. Certo è che il non gioco visto a Roma di mourinho deprime gli attaccanti, questa purtroppo è una costante.

  6. In campo ci vanno i giocatori, si, con la loro personalità e qualità. Ma li mette in campo l’allenatore, per farli giocare nel modo migliore.
    Io continuo a ritenere che:
    1) la rosa, pur con molti infortuni frequenti, non è certo inferiore a Lazio, Atalanta, Fiorentina, Sassuolo, Verona, Slavia Praga, ecc. ecc.. Dire il contrario mi sembra non veritiero.
    2) la squadra va in campo con grandi forzature sui ruoli (quinti di centrocampo fuori ruolo, mezzale fuori ruolo, esterni d’attacco fuori ruolo), dove io vedo giocatori che hanno difficoltà ad esprimersi al meglio.
    3) fisicamente non corrono, e questo pone la domanda: ma la preparazione a cosa è finalizzata? per quali obiettivi? le partite si vincono sulle seconde palle, e questa squadra va sempre in difficoltà…
    4) tutti, mi sembra, hanno l’impressione che la Roma vada in campo senza essere in grado di esprimere o imporre un qualche tipo di gioco che sia efficace, se non contro squadre organizzate molto blandamente.
    5) è anche vero che, grazie al FPF, ci sono scempi incredibili, soprattutto in coppa, dove porti Cherubini e Pagano o Joao Costa e non puoi portare Azmun o Kristensen..
    Insomma, io ho il sospetto che questa squadra possa fare molto meglio di così, e che Mourinho abbia (gran) parte di responsabilità….

    • 90minuti d’appausi. Non può essere solo colpa dei giocatori! Qui si continua a santificare un allenatore che guadagna 7/8 milioni l’anno esimendolo da qualsiasi responsabilità. Diciamo le cose come stanno: Chiunque altro al suo posto, sarebbe stato letteralmente massacrato.

  7. Amarezza ,speriamo la sconfitta serva a vincere il derby
    C’e’ della colpa nella situazione
    Un tifo che santifica sempre qualcuno e che giudica per speranza di un futuro che mai arriva, e mai chiedendo i risultati
    A qualcuno anche adesso guai a toccare Mourinho
    A qualcuno anche adesso guai a toccare Pinto
    Ma dopo tre anni che cosa volete sperare se non questo eterno logoramento
    Molti a condannare la proprieta’ Quella proprieta’ che ha investito 22 mln sull’allenatore e ha visto tutti gli anni l’esclusione dalla Champion l’unica che porta soldi
    I Friedkin credo stramaledicano il giorno che hanno assunto Mourinho che ogni giorno ha aizzato contro di loro la tifoseria
    Vediamo di non stancarli ci hanno salvato dal fallimento
    Quest’anno hanno portato alla Roma Lukaku , un centravanti da 20-30 gol che Mourinho utilizza in maniera indegna senza che nessuno protesti
    Mourinho e’ oramai questo , e peggiorera’
    Difendersi quando la difesa e’ il settore debole della squadra
    Non attaccare quando l’attacco e’ il settore piu’ forte della squadra
    E a centrocampo schierare insieme Cristante e Paredes uno piu lento dell’altro
    Di Pinto io non parlo nemmeno
    Oramai assisto alle partite della mia Roma come ad un rito necessario ma senza gioia e rassegnato

    • bè…..se prendevano Gilardino eravamo più simpatici……e poi se Gilardino alzava la voce ….tutti i giocatori muti e orecchie basse solo perché non ce ne sarebbero mai stati di livello alto…. comunque ognuno ha diritto di dire qualsiasi cosa…..poi si cambia Nick e si dice il contrario….o no ?

    • @Sognare è gratis
      io non ho mai cambiato nick , sei sicuro di poter dire lo stesso per te ?
      Attento la redazione ti vede !

  8. Moroni, Mourinho non sa nemmeno chi caxxo sei!
    il tuo cosa?
    e chi lo è? Mazzone che il primo anno lo stavamo linciando perché ci stava mandando in B? Luigi Enrico? chi? GRRRAAAANDE SPAAAAALLETTTTONEEEE! quello è?
    beh fattene una ragione, adesso c’è Mourinho.
    due titoli europei in due anni dei quali uno rubato.

  9. @claudio Moroni……e sti cavoli non. e li metti?
    non sarà più il tuo allenatore ma per fortuna è l’allenatore della Roma!
    mi piacerebbe sapere, coloro che non vogliono mou…..con chi lo sostituirebbero?
    Io non vedo nessuno meglio di lui tra i papabili.

  10. me ne farò una ragione che Mou non sarà più l’allenatore della Roma per qualcuno. dico solo equilibrio. Domenica scorsa ha cambiato la partita in 10 Min di partita compresi i 5 di recupero. Io sto con Mou. Sono i giocatori che devono mettersi al suo passo. in giro per il web leggo spesso dichiarazioni di grandi campioni allenati da Mou che lo osannano e lo ringraziano pur avendo avuto periodi duri con lui. Vedo Lukaku che è un suo discepolo e mi piacerebbe che i giocatori della Roma si adeguino ad uno dei più grandi allenatori della storia del calcio che Allena la Roma e fa soul out tutte le partite. Ditemi dove so è mai visto!?.

    • Ahah
      Per la ventesima volta in tre anni mette dentro 4 attaccanti con Carlos Bianchi, per la,prima volta va bene e la si ribalta, adesso lo incensiamo pure?
      Guarda che con Lecce e Monza è stato culo, culo

  11. l’unico che ne condivido il pensiero è Claudio Moroni. Non riesco a capire i motivi di tutto questo immenso e smisurato credito di cui gode Mourinho… quando in passato x molto meno diversi allenatori sono stati messi sulla graticola. Questa squadra in mano a Spalletti starebbe a ridosso delle prime…!!

  12. Butto lì una provocazione : non sarà che, malgrado Mou non faccia altro che parlare di una grande unita famiglia, i giocatori (se non tutti una gran parte) gli remano contro?

  13. molti si sono eccitati per due vittorie riacchiappate all’ultimo secondo contro Monza e Lecce, vivendo nella suggestione di un allenatore senza uno straccio di gioco e additando soltanto sulla scarsezza della rosa tutte le responsabilità.
    le dichiarazioni a fine partita sono peggio della gara di ieri, che non è il risultato del pensiero per il derby ma per l’incompetenza di un allenatore che ha fatto il suo tempi già da parecchio e una rosa organizzata malissimo da un assetto societario che dovrebbe meditare seriamente sul suo futuro. Dan Friedkin naviga a vista da quello sciagurato accordo con l’uefa che ha immobilizzato un mercato, fatto solo di parametri zero scartati da grandi società per gravi motivi fisici e ne stiamo già pagando le conseguenze…. Se anche il prossimo derby sarà negativo e friedkin non esonererà l’allenatore allora anche la società avrà una seria responsabilità, soprattutto sul suo futuro, sulla sua permanenza……. Arabi o qatarioti cercasi!!!!

  14. Ci sta che a San Siro con la squadra più forte del campionato e decimato fai 90 minuti di catenaccio, niente contropiede, e perdi 1 a 0. Ma con lo Slavia, anche se poi fai il derby dopo due giorni, non puoi impostare la partita di rimessa, sperando nel pareggio e se ti fanno un gol poi magari lo recupero, perché poi sucede che non lo recuperi e magari ne prendi un altro con la bordata da fuori area… Eppure ci sono state cose buone, tipo Svilar e Bove, ed è vero che i laterali sono scarsi, i difensori, soprattutto Npippa, sono quello che sono, ma insomma in generale se li prendi uno per uno sono migliori di quelli dello Slavia. Mi ha preoccupato invece vedere un Dybala che si mette a fare colpi di tacco e passaggi di prima, palombelle, etc. con un Lukaku lento e bloccato, quando devi recuperare e giocare alla pane e salame, metterla dentro e basta. Impostata malissimo e sta diventando una tradizione. Da Mourinho ci aspettiamo appunto un buon pane e salame, il fritto, na bella minestra e titoli.

  15. Svilar colpevole sul primo gol, respinge con troppa sufficienza quella palla si manda in calcio d’angolo. Boves migliore in campo secondo me.

  16. io auspico una rifondazione totale, Boniek o chi per lui, Massara o chi per lui, un allenatore bravo che conosca il calcio in Italia, con le spalle grosse e che sappia ottimizzare il materiale che ha a disposizione, buoni giocatori dal rendimento costante e affamati. Con un pò di amor proprio. E quindi sostenibilità sotto l’aspetto economico/finanziario. Tanto questo aspetto è imprescindibile. Basta super ingaggi, il modello è un pò più su dell’Atalanta. E io sono della Roma da sempre, continuerò a stranirmi e avvelenarmi e a rovinarmi le settimane intere per poi tornare a tifare il giorno dopo pure senza i Dybala e i Lukaku e i Mourinho. Ma beninteso MAI tiferò contro a chi rappresenta l’ ASRoma. Spero di vincerle tutte da qui a giugno

  17. Quello che fa Mourinho non è catenaccio, magari lo sapesse fare sul serio, pure stile anni ’70 o gli anni in cui quel sistema di gioco fu inventato da uno stratega del calcio, intendo il catenaccio vero e proprio, il gioco all’italiana.
    Il pullman davanti la porta con solo lancioni lunghi oppure staticità e retropassaggi senza riuscire ad organizzare dei veri e propri contropiedi è solo non gioco, solo squadra passiva che prende gol lo stesso e se crea qualcosa è solo con un’individualità, il tutto basato su tentativi di attacco in inferiorità numerica con un solo giocatore o con un giocatore e mezzo a sperare nell’errore del difensore avversario o nella fenomenite del proprio attaccante, questo è ciò che fa Mourinho.
    Il catenaccio autentico, quello originale, il gioco all’italiana, chiamiamolo pure arcaico come sistema di gioco, prevede un gioco e gli schemi, difesa e centrocampo bunker con l’avversario che non riesce a tirare in porta nemmeno con le mani e poi ripartenze micidiali senza lanci lunghi ma con il gioco, gli schemi, in velocità ed in 4-5 giocatori, quelli un pò più tecnici, quelli sulle fasce, il fantasista, il centravanti e/o la seconda punta che già erano appostati a ridosso della linea di centrocampo senza dover rientrare per difendere, andandosi a trovare poi in un 3 contro ono o un 4 contro 2 purgando inesorabilmente la squadra avversaria.
    In questo modo si vincerebbe, lo ha fatto Tuchel col Chelsea contro il City che era più forte in finale di Champions vincendo 1-0 ma meritando di vincere 3-0 con 3 contropiedi micidiali del Chelsea, solo uno sfruttato al meglio però e nessuna occasione da gol per il City che s’infrangeva sul muro dei blues col portiere del Chelsea inoperoso.
    Quindi quello di Mou, non chiamiamolo catenaccio ma semplicente non gioco o zero schemi.

  18. Moroni (che fa rima con lazialoni), ci hai stancato. invitiamo la radio presso la quale sproloqui a licenziarti. Sarà interessante vedere il genio che sostituirà Mou, con lo stadio semivuoto e i vari Dybala, Lukaku, Crisante giocare in altre squadre.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome