“ON AIR!” – CORSI: “Questa Roma è un incubo per porci e laziali”, ROSSI: “Squadra commovente e epica”, FOCOLARI: “Ma il Bayer mi è sembrato poca cosa”, PUGLIESE: “Abbiamo bisogno di Mou, Friedkin in colpevole ritardo”

53
3852

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

David Rossi (Rete Sport): “Roma per certi versi commovente, per certi versi epica: sul campo abbiamo riconosciuto le difficoltà di questa squadra, dopo sette minuti potevano stare sotto due a zero…il Bayer ha avuto due rigori in movimento, soprattutto il secondo, non so come abbia fatto a mandarla fuori. La Roma sta giocando coi resti, ma abbiamo visto un grande attaccamento alla maglia. Sono rimasto impressionato dalla partita di Lorenzo Pellegrini, che non avrà giocato una partita raffinata, ma ieri era partita da spada più che da fioretto, e lui ha giocato da capitano: ha preso tanti calci, e credo che ieri non si possa dire che non abbia interpretato al meglio lo spirito che c’era nello stadio. La sua prestazione è la fotografia della prestazione della Roma…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Calma, perchè non è fatto niente. E’ finito solo il primo tempo. La Roma è questa, non abbiamo visto niente di diverso da quello che ci aspettavamo, e in queste condizioni mi sembra già tantissimo. Speriamo che tra una settimana qualcuno di quelli che ieri non c’è stato possa esserci. La Roma ha delle possibilità dopo la partita di ieri, ed è l’unica delle italiane ad aver vinto…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Non possiamo ancora dire niente, c’è ancora un ritorno da fare. In tanti stanno tifando per i tedeschi, perchè questa Roma è un incubo per molte persone. I laziali si domandano: “Non è che questi fanno un’altra finale?“. Poi ci sono i porci, che sono peggio dei laziali, sono quelli che tifano contro e non possono festeggiare per altre squadre: odiano la Roma, odiano Mourinho… Sta storia della Roma è sempre nel segno di Mou: abbiamo giocato con i calciatori contati, è una squadra che ce la mette tutta. Siamo tornati ai tempi di Radice, una squadra non fortissima, ma che i giocatori li aveva e ce la metteva tutta. Io capisco che Friedkin sta facendo tutto per fare lo stadio, è anche giusto, ma se facesse anche firmare Mourinho…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Cristante è un giocatore forte, importante, si nota quando manca. E’ intelligente, ti sa dare equilibrio e ritmo. Forse non è un giocatore da 7, ma sempre da 6,5. Mancini è cresciuto tanto come autostima e controllo della sua irruenza, Mou con lui ha fatto un grande lavoro a livello mentale. Mourinho? Fossi nella proprietà dopo la partita di ieri sera lo convocherei e gli direi: “Ti vuoi giocare la semifinale di ritorno? Allora firma il rinnovo di contratto, e se non lo fai entro giovedì quella partita la va a fare Guidi…“. Questo per dire: ma cosa gli vuoi dire a questo allenatore? Lo dovevi aver già convocato, parlato, programmato tutto. Ora che sei in colpevole ritardo, cerca di recuperare nel miglior modo possibile. Di un condottiero così la Roma ne ha bisogno anche il prossimo anno…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “I contributi che hanno dato ieri Bove e Pellegrini giocando da intermedi è stato fondamentale. Mou ha studiato la partita per impedire ai tedeschi di giocare come preferiscono, e c’è riuscito. Oltre al cuore c’è una presenza importante sul piano tattico, e questo va riconosciuto alla squadra ma anche all’allenatore…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “I calciatori ieri hanno dato tutto. Ci sarebbe bisogno di tirare il fiato col Bologna, ma non so se ci sono alternative. Per il ritorno devi avere tutti al meglio. Il Bayer non sembra avere tante varianti nel suo gioco, ma ho l’impressione che in casa possono cambiare marcia e sarà ancora più dura. Spero nel recupero di Smalling, anche se Cristante se l’è cavata bene. Con l’inglese riporteresti un giocatore in più a centrocampo, perchè non ci sono proprio…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Vittoria meritata. La Roma è stata fortunata all’inizio, il Leverkusen ha sbagliato due occasioni, la seconda è clamorosa. Ma poi la Roma ha preso il pallino del gioco e non l’ha lasciato più. Una Roma così incerottata ha ottenuto un risultato prezioso, sperando che nel ritorno ci siano più titolari. Ma il Bayer mi è sembrato poca cosa, un calcio compassato, mi sono sembrati veramente modesti. Sono convinto che la Roma recuperando qualcuno vincerà anche la prossima. Nella partita di ritorno Dybala e Wijnaldum dovrebbero avere almeno 30-40 minuti. Per quello che abbiamo visto ieri, i due non sono in grado di giocare, ma in una settimana le cose possono cambiare… Bove l’ho conosciuto e mi ha fatto una bellissima impressione: ha testa, è umile e sta crescendo nella maniera giusta. Percentuale di qualificazione alla finale? Dico 55%…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma mi è piaciuta molto, non solo carattere, ma anche organizzazione tattica, accorta ed efficace. Merito di Mou che nel momento delle difficoltà sa esaltare certe caratteristiche dei suoi giocatori. Io non so se il Bayer sia una squadra modesta o se è la Roma che l’ha resa modesta, perchè poi ci sono meriti di chi hai davanti. Davanti alla Roma tutti sembrano peggiori di quello che sono, è successo anche con la Real Sociedad. Alla BayArena non sarà scontata, è un campo difficile, ma la Roma è favorita. Bove ha dimostrato di avere grandi qualità e personalità, e nei meriti di Mou c’è anche quello di aver lanciato diversi ragazzi. Dybala e Wijnaldum? Sono giocatori importantissimi, ti fanno la differenza. L’olandese era un grande centrocampista, non lo abbiamo potuto apprezzare in pieno ma è uno che poteva fare la differenza. Ora hai la prospettiva di poter giocare la finale, e con tutto l’arsenale a disposizione la Roma può davvero mettere paura a Juventus o Siviglia…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteZazzaroni: “So da tempo che Mourinho vuole andare via, la pazienza ha retto fino a un mese fa”
Articolo successivoRanking Uefa: la Roma scavalca l’Inter ed entra nella top ten

53 Commenti

  1. a burinozzi fate ride state sempre a gufa !! la dovete smette de pensa alla Roma pensate ai pascoli de formello e a quale capitano avrà la vostra squadra regionale il prossimo anno se romeno o napoletano!!! fate piagne

    • Era scontato che qualcuno oggi se ne sarebbe uscito così! Io chiederei loro: se il Bayer è modesto, l’AZ cos’è?

    • L’ AZ invece è una squadra di Campioni.

    • il Bayer… una poca cosa arrivata in semifinale di Europe League. Per Focolari e Melli deve essere davvero dura!

    • Trovatemi un lazziese più ossessionato e cretino dalla Roma di Focolari ahahahah

  2. Non se ne può più, Mourinho ha un altro anno di contratto, la Roma non mi sembra sia in procinto di esonerarlo, quindi se le parti vogliono ci sono almeno 13 mesi per discuterne.
    Se Mourinho decide di voler andare via con un anno di anticipo sarà una SUA decisione, perché c’è un contratto in essere. Ma poi, dopo la vittoria nella semifinale di andata di una coppa europea veramente bisogna parlare di questo?! Solo attorno alla Roma c’è questo circo, cerchiamo di non alimentarlo anche noi tifosi per piacere

  3. Vi chiedo una cortesia: basta Furio Focolari, è pure della Lazio. A ‘sto punto perché non mettere pure Guido De Angelis? L’adoratore dell’Uccello Reale, dimentica che delle 4 semifinaliste, la Roma, è l’unica squadra che ha iniziato l’Europa League: le altre, sono scese dalla Champions, con budget e calciatori diversi. Modesta è la sua Lazio, che è stata cacciata a calci in c§l0 sia dall’Europa League, che dalla tanto bistrattata Conference League.

    Siamo li. Il primo tempo è nostro. Facciamo questa impresa.

    • Se succede si arriverà al punto che il Maalox lo dovranno acquistare sul Dark Web

  4. Pugliese: “se vuoi che faccio la semifinale di ritorno, firmami il rinnovo”.
    Primo: la semifinale fa parte dell’anno 2022/23 ed è coperta da contratto;
    Secondo: il contratto di Mourinho, per chi non lo ricordasse, scade nel 2024 ed è il più oneroso di tutta la serie A.
    Prima di dire fregnacce, certi giornalisti dovrebbero accendere il cervello

  5. C’è una questione che non capisco, corsi è stato mesi a ripetere che i rinnovi di cristante e mancini avrebbero fatto andare via mourinho. Dopo tutto il letame spalato contro due giocatori che sembrerebbero essere oggi due pedine importanti proprio per l’allenatore, dato che ieri li ha citati come base della squadra, questo tizio perché ancora parla? Ancora lo stadio voler fare lo stadio come una cosa brutta?

    • Hai dimenticato che ha passato più di sette mesi ad attaccare Pellegrini, poi dopo lo striscione dell’Olimpico, muto!

  6. Se non rientrano bene alcuni giocatori Dybala/Wijnaldum/Smalling, si può passare il turno ma non possiamo dirci favoriti (l’1-0 era quello che aveva il Feyenoord prima di venire a Roma). Il passaggio alla finale è importante per la stagione, Mou sa come fare. Forza Roma!

    • Una piccola differenza, gli spocchiosi olandesi , forti del fatto che non perdevano una gara ufficiale da settembre, si sentivano già in semifinale, qui dal presidente fino all’ultimo dei tifosi , che sono io, nessuno si sente la qualificazione in tasca, anzi tutto il contrario.
      L’euforia e’ dovuta perché abbiamo vinto , contro una squadra in salute, forte, che non perdeva da febbraio, che ha battuto pure il Bayern Monaco, nonostante fossimo pieni di assenti, li abbiamo battuti meritatamente e nessuno me lo toglie dalla testa, che con Smalling e Llorente in campo, con Wjinaldum e Dybala al pieno delle forze, avremmo chiuso i giochi già ieri.
      Quindi calma e sangue freddo a Leverkusen ci sarà da battagliare peggio della gara col Real Sociedad

  7. Non so chi sia più ridicolo tra Pugliese e Focolari!!!
    Propongo 2 soluzioni una più stupida dell’altra…
    A MOURINHO che te c’ha portato lì je dice de minacciallo, e focolazio che considera i tedeschi poca roba (pe tiraccela!) poi je da il 45% de qualificazione….
    Ridicoli.
    FORZA ROMA

  8. Personalmente mi sono rotto di sta storia: se ieri avessimo perso, sarebbe stata colpa di Ibanez o Spinazzola, invece abbiamo vinto ed è merito di Mou. Ieri hanno vinto i giocatori, anche quelli che normalmente definiamo pixxe, perchè in campo ci sono andati loro, loro hanno preso calci, sudato nella maglia, retto contro una squadra che a pallone sa giocare. Se la rosa fosse scarsa, come qualcuno blatera in continuazione, non saremmo qui, perchè se il mister non può insegnare a fare uno stop o un tiro (?), allora non può insegnare neanche a Bove a fare quello che ha fatto, o a Cristante a fare il centrale difensivo nel modo in cui l’ha fatto. Iniziamo a dare merito anche a chi gioca, perchè c’è chi li motiva, ma poi in campo vanno loro, e ieri sono stati loro i veri eroi

    • Ieri abbiamo seriamente corso il rischio di pareggiare grazie all’immancabile cappellata del duo Ibanez – Rui Patricio che si stavano facendo gol da soli su un innocuo cross dalla trequarti.
      Errare è umano, ma questi 2 stanno perseverando un po’ troppo…

    • io direi che la riuscita è il mix di entrambi allenatore e giocatori, mi spiego meglio il mister il suo lo fa, e si vede come studia le partite e da come i giocatori recepiscano i suoi dettami che poi mettono in pratica alla perfezione facendo passare anche squadre attrezzate come Bayer – Feyenord per scarse, anche con il milan ci erano riusciti ….. tranne per quel minuto in più di recupero in cui è stato sperperata tutta la partita che avevi impostato , poi vorrei vedere quanti veramente prima della partita ci davano possibili vincitori ,c’è gente che al 93 gli stavano saltando le coronarie e che se so ripresi al pareggio. Oggi con quella vittoria staremmo in classifica sopra a milan e atlanta e staremmo facendo considerazioni diverse non vedendola come una stagione semi fallimentare….
      Come dici tu sono i giocatori che vanno in campo…. ma danno il massimo quando sono in perfetta coesione con il loro tecnico e si fidano di lui…. in altri fasti nemmeno troppo lontani abbiamo visto sulla nostra pelle quando questa sinergia non era cosi forte, come alla fine chi andava in campo non sempre dava il 110% ma che alle brutte tirava anche i remi in barca, magari non tutta la squadra ma quei pochi che lo facevano pregiudicavano anche il lavoro degli altri.
      Perciò vedendo e considerando tutte le attestazioni che stanno facendo i giocatori verso il proprio allenatore , che non mi sembra solo di facciata, anche perché per tutte le minkiate che girano in teoria il mister potrebbe lasciare a fine anno , io sono sempre più convinto che dobbiamo proseguire il ciclo iniziato con Mourimho e con la squadra, che ha già un’ossatura importante che va solo rinforzata con quei 3/4 elementi che possano essere titolari nelle carenze che abbiamo e qualche giovane di prospettiva che andrà a sostituire i giocatori più vecchi magari tra un anno o due .
      FORZA ROMA SEMPRE E COMUNQUE A TESTA ALTA

    • A oggi a la Roma femminile e’la squadra più forte d’Italia, pure dei napulegni…

    • Ma che kaisso dici?!
      Sei nel MOMENTO FOCALE della stagione e lo si dovrebbe approcciare con i diktat?!
      Come se, ipotizzando fosse come scrive giancaxxaroni, MOURINHO è uno che se fa prendere per il collo!
      Ma che ve bevete aho’?!
      Uno può anche scrivere pagliacciate, ma chi je va appresso è moooolto peggio!!!
      FORZA ROMA

  9. Per una volta Agresti ha colto il segno: davanti alla Roma tutti sembrano peggiori di quello che sono, perché Mourinho la mette in campo in modo da rendere gli ingranaggi degli altri pieni di sabbia.

    Questo allenatore fa la differenza per come sa preparare e come sa leggere le partite applicando correttivi velocemente.

    Ha selezionato un gruppo che dà tutto in campo e ha cieca fiducia in lui, sono attentissimi sul piano tattico a seguire le indicazioni.
    Non appena si vede un cambiamento nel gioco avversario che crea problemi lui interviene, i ragazzi fanno, e si mette una toppa.

    Mi ricordo Di Francesco a Anfield, era inebetito. Prima di capire quello che era evidente (e cioè che non poteva aggredire alto con Juan Jesus su Salah) ci hanno massacrato. Gli ci è voluto un tempo per capire.
    Mi ricordo Fonseca in diversi occasioni: aveva un tempo di reazione di 15 minuti minimo.
    Anche Spalletti, col Porto, col Lione, tardò parecchio a effettuare i cambiamenti in campo.

    Mourinho tiene la partita in mano per tutto il tempo di gioco e interviene immediatamente.
    Ieri siamo stati fortunati che loro hanno sbagliato le due occasioni iniziali. Dopodiché ha tenuto Matic basso e ha detto a Mancini e Ibanez di uscire in anticipo fino a centrocampo sulle fonti di gioco avversarie.

    E ecco che il Bayer è diventato “poca cosa”.

    Veramente non riesco a capire come si faccia a non vedere l’enorme qualità tattica di Mourinho. C’è ancora chi dice che ha vinto quello che ha vinto “perché è fortunato” “perché aveva bravi giocatori”.
    Infatti guardate il PSG che collezione di trofei.

    I bravi giocatori sono una condizione necessaria, ma non sufficiente.
    E l’organizzazione tattica è una condizione necessaria, ma lo stesso, non sufficiente.
    Serve un mix delle due cose.

    Solo dopo, arriva la “fortuna”.

  10. Come te sbagli? Appena vinciamo comincia lo smertamento dell’avversario (vero Focolazie?). La Conference è na coppetta, il Fejenord na squadretta, el Salisburgo niente de che, la Real Sociedad mica è il Real Madrid e così via. Ve dovreste vergogna’ solo a pensalle ste cose pensa tu a scriverle. Focolazie per te semo un incubo….. D’altra parte sei laziale e…… Leggete er titolo dell’articolo

  11. Focolari.. probabilmente dopo questa giornata avrete 8 o 9 punti di vantaggio dalla Roma quindi godetevi questo vostro momento magico e giovedì sera guardate altro perché l’Europa non fa per voi, festeggiate il decennale della goppa nfaccia, state bene così.. intanto il vostro vater in panchina dopo la partita col milan parla di “arbitro che vuole indirizzare la partita” ma per lui non scatta nessun deferimento, nessuna dichiarazione lesiva, me manda ai pazzi che nessuno dico nessuno ne parli

  12. Ora bisogna solo pensare al campo. La programmazione della prossima stagione si vedrà successivamente. Basta chiacchiere che destabilizzano l’ambiente. Facciano tutti il bene della Roma

  13. mourinho vince l’Europa league e dopo se ne va?
    così entra nel mito, un grosso problema per Dan Friedkin…
    il presidente ne uscirebbe solo con un altro TOP allenatore.
    Gli uomini cambiano, la ROMA resta!

  14. la cosa più bella di tutto è che i pennuti col pigiama sono terrorizzati al pensiero di un’altra finale della Maggica ed un’altra vittoria, perché con Mourinho sarà un’altra vittoria, e questi non ce stanno a dormi’ la notte. Si prepara un esodo verso il ponte di Ariccia, e vi guarderò buttarvi giù uno dopo l’altro mentre mi mangio un bel panino con la porchetta 💛❤

  15. Loro sono modesti la Roma vince anche un Germania .. possibilità di passaggio turno 55 per cento… Sei propio della Lazio

  16. Così a partita finita cade sempre in piedi.
    Se la Roma esce, dirà che e’un fallimento poiché eliminata da una squadra modesta.
    Se vince dirà che ha passato il turno perché ha affrontato una squadra modesta.
    Se vinciamo dura che lui aveva previsto al 55% il nostro passaggio del turno.
    Se perdiamo dirà che aveva previsto al 45% il passaggio del turno dei tedeschi.
    O paese mio la gente come Fokolazzio si chiamano paraculi..

  17. Per focoscazie quindi la sua squadra di pigiamati dovrebbe giocare nelle serie cadette visto che il Bayer è poca cosa ma stava in Champions mentre loro sono stati buttati fuori dal dentifricio che è meno cosa del Bayer.
    E qualcuno ancora non ha capito che questa EL è praticamente una Champions viste le diverse squadre scese dalla Champions e chi c’era anche già all’inizio, tra gobbi, Siviglia, Bayer Leverkusen, Sporting Lisbona, Barcellona, Manchester United, Arsenal.
    Ci mancavano solo Real Madrid, City e Bayern Monaco e poi diventava una superlega o una superchampions.
    Intanto Roma sopra gl’intertristi nel ranking UEFA ed a ridosso del Barça.
    Scusate se è poco !!!

  18. Continuo a pensare che ci sono romanisti e romanisti per modo di dire…..quando si vince che squadra che allenatore che presidenti lungimiranti poi pero’ quando le cose vanno male cercano le colpe squadra de pippe allenatore bollito ecc ecc ecc ecco qui sopra c’e’ un campionario di scienziati di calcio che ne dicono…. poi ne abbiamo pure tra di noi de sti fenomeni per me comunque anche se va male fatte le dovute grattate io amo solo la Roma sempre e solo specie quando va male ed e’ importante dirlo !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome