“ON AIR!” – CORSI: “Sento cose gravissime su De Rossi, ma le sue scelte erano giuste”, ROSSI: “Quella di ieri è la pietra tombale sulla difesa a tre”, ORSI: “Con Mou la Roma giocava molto peggio”, PRUZZO: “Sempre colpa sua, anche quando non c’è”

35
1022

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “La partita di ieri è servita per mettere forse la pietra tombale sulla difesa a tre. E questa cosa forse la pagherà Smalling… Massa? E’ stato irritante fin dai primi minuti, l’unica cosa giusta è stato l’atteggiamento nei confronti di Mancini: probabilmente il difensore andava espulso, l’ultimo fallo che fa era da giallo. Ma Massa sapeva di non essersi comportato in maniera lineare, a noi ogni fallo era cartellino giallo, e secondo me non lo espelle perchè aveva i sensi di colpa…”

Vincent Candela (Rete Sport): “Angelino a destra non c’aveva mai giocato, El Shaarawy da quando c’è Daniele in panchina quel ruolo non lo aveva più fatto…lui fa la differenza là davanti. Secondo me è l’ultima volta che rivedremo questo sistema…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Sull’1 a 1 era cambiata l’inerzia della partita, la Roma dava l’idea di poterla vincere, e allora devo per forza tornare a parlare dell’arbitro e delle sue decisioni, che hanno condizionato il risultato della partita. Perchè il rigore non era rigore, e il gol di Mandragora era viziato da un fallo di Belotti su Llorente evidente. Per come si era messa il pareggio è un buon risultato. Ma se io ieri sono andato a dormire contento, poi mi sono svegliato arrabbiato: rianalizzandola, la Roma, pur avendo regalato il primo tempo, poteva portarsi a casa più del pareggio. De Rossi a fine partita è stato lucido, ammettendo di aver sbagliato a rimettere la squadra a tre…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Tre indizi fanno una prova, e la prova è che la Roma vuole giocare a quattro perchè gioca meglio e si difende anche meglio. De Rossi questa cosa l’ha ammessa, e ha spiegato bene perchè ha scelto di inserire Huijsen. Se la Roma non avesse incassato quel secondo gol, discutibile, avrebbe dato la sensazione di poter vincere. Il pari è bello e giusto, specialmente per come è arrivato. De Rossi è un generale fortunato, perchè una sconfitta ieri avrebbe dato una patina di cambiamento, e invece continua il trend positivo… Quelli intelligenti ora dovrebbero tifare per il Napoli, che se elimina il Barcellona fa un grande favore anche a noi…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Parecchi ieri hanno usato il termine “fenomenite” per parlare di De Rossi e delle sue scelte di formazione…L’affermazione di Daniele ieri sera sul 3-5-2 sa un po’ di “Cicero pro domo sua“, perchè lui con grande eleganza riconosce di aver sbagliato ma al tempo stesso dice che i giocatori si trovano talmente bene con questa nuova formula, che sbaglio a cambiarlo…come per dire “ho fatto un lavoro talmente clamoroso…“…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Vedo e sento cose gravissime sulla Roma, che De Rossi ha toppato…lui ha fatto sette vittorie, la squadra ha giocato sempre bene, con calciatori sempre presenti. Il ragionamento di giocare a tre perchè la squadra era stanca ci stava tutto, la difesa a 4 si può fare se hai tutti gli elementi a disposizione e la panchina che non fa piangere rispetto ai titolari. Secondo me De Rossi si è reso conto di una cosa importante: la squadra a tre non ci vuole giocare, e dunque non ci giocherà più…Io ricordo a tutti che anche l’altro anno in primavera eravamo terzi, ma quando ti cominciano a mancare i giocatori ti prende un colpo…Se ti vengono di nuovo a mancare Dybala, Smalling e qualcun altro, tu a quattro non ci puoi giocare. Se mai fosse, dovresti decidere se provare ad arrivare in finale di Europa League o se puntare al quarto posto in campionato…”

Nando Orsi (Radio Radio): “Svilar? Quando un portiere para un rigore, è la sua esaltazione. Roma senza capo né coda? Con Mourinho ne abbiamo viste di Roma senza né capo né coda, giocava non male, di più…C’è questo sottobosco che aspetta gli errori di De Rossi, ma lui per fortuna ieri la partita l’ha rimessa a posto…prima era imbarazzante, ora almeno l’allenatore la riprende in corsa… La Fiorentina però non meritava di pareggiare, ha fatto una gran partita, ai livelli della partita contro la Lazio, di intensità incredibile. Per me l’errore di De Rossi è stato mettere un centrocampo molto lento, ci fai poco con la tecnica se vai a due all’ora…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Un Sottil così non se lo ricordano a Firenze, non aveva mai giocato una partita del genere, questo vuol dire che la Roma non l’ha proprio azzeccata la gara e non so quale motivo abbia spinto De Rossi a mettersi in quel modo. Nel primo tempo è stata una squadra senza né capo né coda, Angelino alto a destra è stata una forzatura. La squadra nel secondo tempo ha reagito, ci ha creduto, ma se fai 70% di possesso palla e non fai tiri in porta, significa che non è stata la partita della svolta. I singoli hanno deluso, ma ci sta, e alla fine ti sei portato a casa meritatamente un pareggio… Svilar? E’ sempre il migliore in campo… Colpa di Mourinho? E’ incredibile, anche quando non c’è più lui in panchina, è colpa sua se la squadra gioca male…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteLecce, D’Aversa esonerato dopo la testata a Henry
Articolo successivoZirkzee, lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro: stop di circa 1 mese per l’attaccante del Bologna

35 Commenti

  1. Sono tranquillo. Jeri la Roma la stava per vincere, ci si è messo in mezzo quel goal un po’ così di Mandragora. Ma siamo sul pezzo. L’Inter è passata, con tutte le altre i 3 punti li puoi (e in molti casi li devi) fare.
    Ce la possiamo fare.

  2. Non discuto MAI le scelte di un allenatore, perché ritengo che se io ne so 10 lui ne sa 1000.
    Anche quando non ne capisco le scelte, parto dal presupposto che lui sappia cose che io non so.
    Anche ieri, quando ho visto Angelino a destra non ho capito. Ma DDR avrà avuto le sue ragioni.

    Continuo a pensare però che chiunque alleni la Roma fa i conti con una coprta troppo corta. Che la metti a tre o a quattro, qualcosa non quadra in ogni caso.
    Anche quando abbiamo tutti gli effettivi, se non sono in condizione brillante.

    E ci sono giocatori che se non sono brillanti, si vede di più.

    La stagione, con la caccia al 4°-5° posto in campionato e l’EL in cui andare avanti il più possibile, è sempre in un equilibrio precario in cui ci sono tante altre variabili che non dipendono da noi.

    • Totalmente d’accordo. Sportivamente parlando bisogna fare come in Inghilterra, ogni competizione va giocata al massimo delle proprie forze.
      Se invece stiamo con la calcolatrice, e se è vero che chi va in Champions prende 100 milioni, forse occorrerebbe fare un bagno di umiltà, riconoscere che ad oggi non siamo in grado di stare in due competizioni e ragionare su cosa è bene per il club. Ad oggi le probabilità di qualificazione alla Champions sono, dalla maggiore alla minore:
      – quinto posto in campionato, dando per praticamente fatto il primo posto nel ranking UEFA dell’Italia;
      – quarto posto in campionato;
      – vittoria dell’EL.

      Se guardiamo alla situazione debitoria della Roma, al macigno del FPF e SA e a quanto si incassa in meno fallendo la Champions, l’amara conclusione è che occorre fare all-in sul quinto posto in campionato, che occupiamo e possiamo difendere. È un discorso che mi ripugna, ma sono davvero angosciato al pensiero di cosa accadrebbe alla squadra senza i soldi della Champions.

    • Celik stava bene…e non ha giocato, Karsdorp c’era…. e non ha giocato. Angelino è terzino sx e fallo giocare a sx, non devi inventarti niente, Elsha a tutta fascia non si può più vedere. L’ha capito? Si perché è una persona intelligente e con lui andremo molto, ma molto avanti.

    • Mi sembra ovvio che DDR non lo veda proprio Bove, ha giocato davvero poco da quando è arrivato lui e ieri non si è capito perchè non potesse tornare utile in una partita giocata a ritmi alti.
      E sapendo come gioca la Fiorentina forse anche far giocare negli spazi Azmoun che è veloce e furbo poteva essere un modo di impostare la gara in un’altra maniera e far riposare Lukaku.
      Invece Bove, Azmoun e Celik erano in panca e Il Faraone e Angelino titolari, ma fuori ruolo.
      DDR non ha bisogno di fare necessariamente il fenomeno come faceva ogni tanto Spalletti, qualcuno si ricorderà della prima partita da titolare di Gerson, schierato terzino contro Douglas Costa e mandato al massacro.
      Badare e mettere i giocatori nel proprio ruolo sarebbe già tanta roba.

    • Caro Maggiora, ti dico che sulla ns ROMA il lazialotto orsi non ha mai ragione, fidati.

  3. se ci si aspetta di fare 4 gol a ogni gara, forse si è sbagliato sport…se ci si aspetta che un allenatore che ha preso una squadra in corsa, possa incidere più di quanto abbia inciso Daniele, idem…manco da Klopp ci saremmo aspettati questo filotto di risultati positivi. Fino a due mesi fa eravamo una manica di pixxe mal assemblate e oggi si pretende di cancellare le responsabilità di chi quelle pixxe le ha acquistate o ne ha avallato l’acquisto? troppo comodo scaricare su DDR tutte le responsabilità, oltretutto ricordo che partite giocate male come quelle di ieri, raddrizzate a tempo scaduto, pochi mesi fa venivano definite “imprese”…oggi si fanno le pulci a chi ha dovuto fare turnover con Aouar? ma siamo seri dai…e che certe castronerie le dica Pruzzo fa ancora più specie

    • perdonami Carlo, ma la difesa a 3 è stata messa da de rossi, angelino a destra pure, aouar e no bove e prima inserire pellegrini pure, così come l’olandese terzino destro.
      Fino ad ora ha fatto bene ed è umile de rossi, non vorrei che iniziasse a fare il fenomeno.
      Anche dallo studio gli hanno fatto notare che dopo il passaggio 4 è avanzato di 20 metri.
      Credo, da osservatore, e qui è divertente che anche noi osservatori parliamo, che 3 monopasso come cristante, paredes e aoaur non possano giocare insieme.
      Lui ha detto siamo stati mosci, forse bove non è tanto moscio, e inserire prima pellegrini qualche possibilità in più ……, il Bologna ha perso l’opportunità era ghiotta.
      Ferme tutte le cose positive sin qui mostrate da ddr, tra cui l’umiltà che non deve perdere.

    • Ma guarda che ancora non abbiamo fatto nulla.
      O fa tutto schifo o tutto eccezionale, equilibrio questo sconosciutoe meno male ve lo ha detto DDR…

    • @maggiora, un allenatore che subentra in corsa, gli esperimenti può farli solo in partite che contano 3 punti e non in amichevole, e provare schemi e uomini diversi, se giochi anche le coppe, prima o poi devi farlo se non vuoi farli scoppiare. Se fosse facile, Mazzarri ora sarebbe l’allenatore del Napoli e sarebbe quarto, invece è stato esonerato pure lui, avendo preso la squadra campione d’italia. Io un minimo di margine di errore a DDR penso sia normale lasciarlo.
      @7dicoppe, è vero non abbiamo fatto niente, abbiamo fatto “solo” il passaggio dal nono al quinto posto, abbiamo fatto “solo” rifiorire giocatori che erano persi e privi di valore, abbiamo “solo” giocato in 10 senza che ci buttassero fuori Mancini alla prima occasione utile, abbiamo “solo” il piacere di vedere nuovamente del calcio giocato, di sentire interviste sensate…non abbiamo fatto niente, ma abbiamo, anzi DDR ha, fatto quello che andava fatto per provare a raddrizzare una barca che era pericolosamente incantata, e speriamo che ci porti oltre il nono posto, o il solito sesto, e magari anche a giocarci una coppa, ma viste le premesse, io penso che si possa essere un pochino più ottimisti oggi che due mesi fa

    • Ammazza t accontenti di poco.
      Mica siamo l Empoli di Maccarone “Andiamo a giocarci una coppa” m perchè ora che ci stiamo giocando na briscola?
      Ripeto non abbiamo fatto niente, vi esaltate per un eventuale piazzamento, sto pressappochismo da raccordo a volte ci fa contraddistinguere in maniera negativa e allarmante!

    • E allora che vuoi? Se la squadra resta al 50% piena di seghe…altro che forti. Non è come prima? Il bel gioco dura poco…se c’è. Vallo a dire ai Friedkin che ancora non hanno capito che questa è una squadra da 5° posto al massimo. Come prima…chi c’era c’era…chi c’è c’è.Conta il risultato di giugno che sarà vaticinante come oggi.

    • @7dicoppe, no non mi accontento affatto, ma non mi accontentavo quando la squadra era in mano a un top allenatore da 7 milioni, che ha potuto incidere su acquisti, preparazione e tattica…ora mettere in croce chi sta provando a salvare la baracca, mettendoci la faccia, mettendoci impegno, prendendo 4 spicci e dovendo fare le nozze cogli stessi fichi secchi di quello di prima, mi sembra semplicemente ingeneroso. Se poi l’anno prossimo DDR sarà ancora l’allenatore e avrà avallato acquisti idioti, o sarà nono in classifica, stai tranquillo che se li becca pure lui i fischi, ma oggi no…non dopo una serie di risultati eclatanti per un “dilettante” allo sbaraglio, non avendo in mano materiale e preparazione non dipendenti da lui…no ci voglio manco pensà a una EL vinta da Daniele, perchè sarei folle solo a pensarlo, e mi accontento, se gli riesce, di arrivare almeno quinto, visto in che situazione è arrivato. Le pretese ce le avevo col fenomeno…disattese…

  4. Anche io ero convinto di vincere prima del gol di Mandragora: la Roma stava dominando poi improvvisamente gol e rigore contro che poteva essere tombale. PS Mancini terzino destro è assolutamente improponibile, ieri Sottil lo avrebbe saltato come un paracarro.

    • A proposito di farsi saltare, l’altro ieri il buon Fazio si è fatto saltare dal buon Shomurodov e è rimasto piantato sul posto manco Eldor fosse Ronaldo il Fenomeno, brutta cosa il fine carriera…

    • La soluzione a 3 e 1/2 mettendo un centrale a fare il terzino destro era una soluzione che mi solleticava nel pre-gara.
      La prestazione di Mancini prima e in parte anche quella successiva di Hujisen entrambi in affanno su Sottil mi hanno fatto ricredere sulla bontà di tale opzione.

    • La soluzione a 3 e 1/2 è possibile se hai un centrale sciolto nella corsa come poteva essere Rudiger e come forse avrebbe potuto essere Ibanez.
      I nostri non lo sono e non sono adatti per lo stesso motivo al 352 perché diventa troppo passivo.
      E’ tutta gente che deve puntare sull’anticipo perché se devono rincorrere l’avversario soffrono parecchio.

  5. Sembra chiaro che con quello schieramento, complice anche qualche giocatore non propriamente in serata, il primo tempo lo si sia regalato alla Fiorentina. Peccato non si sia cambiato modulo e atteggiamento già nel corso del primo tempo, tant’è che ci è andata bene finire sotto di un solo goal il primo tempo.
    Nella ripresa c’è stata la possibilità di rimettere le cose a posto, e là si poteva anche vincere se loro non trovavano il 2-1 nel nostro momento migliore. Certo non si capisce come non sia stata valutata fallosa la tirata a due mani con la quale Belotti sbilancia Llorente.
    Ma ieri sera, per quello che si era visto nel secondo tempo, c’era da attendersi il goal del pari!
    Meritato.

  6. Io non ho ancora capito una cosa.. se una di quelle che ci sta davanti (inter, Milan) vince una coppa, le squadre in CL diventano 6 o rimangono comunque 5 max?

  7. Apprendo da Marione che se i giocatori sono stanchi, bisogna giocare col 352. Ho visto infatti quanto erano più riposati dopo un tempo a essere presi a pallate dall’avversario, un altro po’ di riposo e giocavamo in 10 tutto il secondo tempo……ma per favore.

  8. Non provassero ad attaccare DDR gia’ c’e’ passato Mou per le forche caudine, cosa deve dire magari ” prendersela con i giocatori” ! E’ troppo intelligente per lasciarsi andare questi sono capaci a fine stagione di dire ai presidenti…”ci sgrida troppo” va cacciato ! Ma cosi’ poi si da’ ragione a Jose’. Se fanno sti primi tempi della poca intensita’ che caspita e’ il problema del 352, l’ Inter ci sta vincendo lo scudetto quindi il problema non e’ il modulo…poi com’ e’ nel 2 tempo e’ un’altra Roma ? DDR si incacchia nello spogliatoio ! Uguale proprio uguale a Mou incredibile forse il problema erano e sono i giocatori ? Non tutti ma una buona parte…per me.

  9. Siete tornati sulla Terra? O credete che sia sufficiente dire che i giocatori sono forti perché lo diventino? Una prestazione al cardiopalma come ne abbiamo viste molte. Godiamoci il punticino e andiamo avanti.
    Forza Roma

    • Beh, al portoghese la scusa dell arbitro la trovavate sempre… ANCHE quando venivamo ASFALTATI dall avversario di turno… STRANO che ieri sia passato tutto in cavalleria…😏

    • un filotto di risultati mai visti in 3 anni…si, siamo tornati finalmente sulla Terra, dopo aver vagato per fantasylandia per 3 anni, appresso alle fregnacce raccontate da chi non sapeva far rendere sta manica di mezze segxe…oggi c’è chi li sta portando anche oltre i loro limiti, come deve fare un allenatore che lavora per la squadra e non per se stesso. E l’anno prossimo diamogli una rosa migliore di questa, che magari se la merita

  10. Non so quali problemi abbia Pruzzo contro la Roma, ha un astio palpabile, lui non fa una critica serena, sputa sentenze…. a sto punto sai che te dico? ma vattene a fan…….lo genovese de m……

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome