“ON AIR!” – ROSSI: “Ultime 36 ore tra le più belle della storia della Roma”, PETRUZZI: “Il Bayer? Abbiamo appena battuto una squadra più forte”, AGRESTI: “Con De Rossi è cambiato il mondo”

42
1118

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Parto dalla conferenza di De Rossi e Pellegrini: queste ultime 36 ore sono state da sogno. Io 36 ore così nella storia della Roma raramente me le ricordo. Tra risultati sportivi, programmazione per il futuro, parole pesanti come macigni, lo stadio, la coreografia, il risultato della partita, il modo in cui è stato ottenuto…se mettete tutto fuori sapete che esce fuori? El Shaarawy. Che sarebbe da Pallone d’oro per quanto fatto tra l’andata e il ritorno…è stato incredibile, io lo amo, è un giocatore di cui si parla poco. Non rompe mai le palle, dove lo metti s’impegna…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Quello di Celik è stato un fallo molto stupido, a 60 metri dalla porta…Ci sta il rosso. E’ vero che prima c’erano due ammonizioni, ma secondo me Marciniak ieri sera ha arbitrato bene…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Il Leverkusen è forse la squadra più forte dell’Europa League dopo il Liverpool. Però non so se sia più forte del Milan. Anzi, secondo me la Roma ha battuto una squadra più forte del Bayer. Ieri De Rossi ha avuto tutte le risposte che voleva. De Rossi ha chiesto Chiesa? Ragazzi…un tridente Chiesa-Lukaku-Dybala è tanta roba…”

Roberto Bernabai (Rete Sport): “Voglio ringraziare Marciniak che con quella espulsione ci ha dato la controprova di quanto è forte questa Roma. Ovviamente è un paradosso, ma la Roma ieri in dieci contro undici non solo si è difesa in maniera organizzata, ma non ha rinunciato a fare gioco e ha creato lei le occasioni migliori. Queste è una squadra vera, e chi ha sbandierato per mesi quanto fosse debole mi auguro che almeno si stia ricredendo…”

Checco Oddo Casano (Rete Sport): “La Champions del prossimo anno ti darà la certezza di più incassi, le squadre giocheranno due partite in più e questo significa più ricavi rispetto agli anni precedenti. Sono tanti soldi in più. Ed è qui che entra in gioco la mentalità imprenditoriale: l’imprenditore investe sapendo che quei soldi frutteranno. Quindi penso che questa estate, nei limiti dei paletti del FPF, avrai la cinta meno tirata e più possibilità di investire…investire eh, non buttare via i soldi…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Questa Roma è tanta roba…siamo alla quarta semifinale consecutiva. Se vinciamo la coppa, diventiamo la regina d’Europa, altro che il Manchester… Povero Celik, quello di ieri è giallo tutta la vita, ma per noi diventa rosso…Rosetti, c’hai un po’ stufato… Anche perchè ora arriva un’altra semifinale. Xabi Alonso era tutto contento ieri, questi non hanno mai perso. Questo sapete cosa significa, sì? E’ la legge dei grandi numeri…”

Daniele Lo Monaco (Rete Sport): “Queste partite sono molto dispendiose non solo dal punto di vista fisico, sono partite che dal punto di vista mentale ti scaricano tanto, ti tolgono troppo. Sono terrorizzato dal fatto che tra due giorni giochi col Bologna, perchè forse oggi è una squadra più forte del Milan a livello di collettivo e di quanto credono al proprio allenatore. E’ una squadra in stato di grazia, proprio come la Roma. Quella partita meriterebbe la stessa attenzione di come hai preparato il Milan, il problema è che stavolta non hai giocato con l’Udinese settanta minuti con sette titolari a riposo, hai giocato al massimo in dieci contro il Milan. Oggi a Trigoria saranno tutti morti…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Io credo che per una volta bisogna evidenziare i meriti della Roma che è stata nettamente superiore del Milan, evidentemente i rossoneri non ne hanno più, hanno raschiato il fondo del barile. Un Leao così non te lo aspetti. Il Milan ha subìto la superiorità della Roma, e i meriti di De Rossi ci sono tutti. Con l’uomo in meno sembrava addirittura più facile il 3 a 0 che non il 2 a 1. Non sarà facile, ma la Roma può chiudere questa stagione alla grande… Il Bayer Leverkusen? Non so dire la reale forza di questa squadra, ha faticato col West Ham. Il Bayer è favorito, ma la Roma ha raggiunto un livello molto alto…l’impressione è che le due squadre siano molto vicine…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma ha vinto una grande partita perchè ha giocato meglio. Avevamo detto che la Roma attuale non era più debole del Milan. Ieri si è ritrovata in dieci perchè Celik ha fatto una follia, e il suo era un fallo da rosso. Ma questa situazione ha dato ancora più dimensione alla grandezza della Roma di De Rossi… Il Barcellona col PSG è rimasto in dieci uomini e ne ha presi 4, la Roma è rimasta in dieci e ne ha preso uno per caso, ma poteva farne altri due…Questa è la Roma. Senza voler tornare sul passato e sui disastri di Mourinho, ma come poteva questa squadra essere da decimo posto in classifica, ma come poteva? Ora si può sognare una finale tutta italiana: l’Atalanta è favorita col Marsiglia, la Roma no. Il Bayer non perde da 50 partite, e ha i favori del pronostico, ma la Roma è il quinto anno che arriva in semifinale, è una squadra abituata e se la può giocare…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma ha strameritato la qualificazione, ha giocato una partita monumentale, anche nel secondo tempo sembrava che fosse il Milan in dieci. Con De Rossi è cambiato il mondo, ha cambiato la Roma dal punto di vista tattico, l’ha cambiata dal punto di vista dell’atteggiamento in campo, prima la squadra protestava sempre con l’arbitro e ora invece si assume le proprie responsabilità. Prima sembrava ci fosse un allenatore fenomenale alla guida di una squadra modestissima, ora invece c’è un allenatore che ha dato consapevolezza alla squadra della forza che la squadra ha… Bayer-Roma? I tedeschi sembrano una macchina perfetta, ma di campioni acclarati non ne ha. E’ una squadra che si basa molto sul collettivo e sull’organizzazione di gioco, ma come uomini è meno forte dei risultati che ha ottenuto…Non hanno mai perso, sembra imbattibile, ma la Roma può batterli…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma, lettera alla Lega: chiesto l’anticipo al sabato col Napoli e di giocare a maggio con l’Udinese
Articolo successivoCalciomercato Roma, De Rossi ha chiesto Chiesa come primo rinforzo del prossimo anno

42 Commenti

  1. ROSSI: “Ultime 36 ore tra le più belle della storia della Roma”,
    nO sono 6 anni che sono i piu belli della Roma 5 semifinale europee e 4 consecutive.

    • Il signor Rossi viaggia con il vento
      cambia d’opinione dopo che le cose succedono,
      Se non erro é stato uno dei primi a dire
      che Pellegrini non é calciatore da Roma, che non
      meta la fascia di capitano ecc,ecc , e adesso!!
      ed adesso sgrana gli occhi👎🏿
      Articolaio da campi di parrocchia

  2. La penultima partita persa dal Leverkusen è Roma-Bayer 1-0 con gol di Bove, incredibile a pensarci. Poi ne hanno persa una a campionato finito col Bochum. Tocca fare il bis.

  3. Piacentini in evidente stato confusionale.
    Provate a pensare a Marciniak che butta fuori Celik per quel fallo senza che la Roma avesse 3 goals di vantaggio…

    • Per me è andata bene così, alla fine quel rosso ha fatto fluire altra acqua nel nostro orto dando a DDR l’ottimo pretesto per sostituire Dybala che avremo quindi pimpante per il già prossimo fondamentale match contro il Bologna (quante volte toccherà ripetere “fondamentale” per tutto il prossimo mese?).
      Detto questo, il fallo di Celik è insensato, con Leao che doveva ancora fare 60 mt di campo.
      A velocità normale non è bellissimo, si nota bene l’intenzionalità.
      Interviene da dietro in scivolata e alla fine tocca Leao solo marginalmente, ma se lo prende bene sul calcagno rischia di fargli saltare il tendine d’Achille.
      L’arbitro ha pensato di punire l’intenzionalità e la potenziale pericolosità dell’intervento.
      Gli errori sicuri di Marciniak sono stati il mancato giallo a Bennacer e gli incomprensibili 7 minuti di recupero del primo tempo.

    • A mio parere lo ha fatto per permettere al Milan di recuperare. Non è andato al Var per rivedere il fallo . Era molto più fallo e ugualmente intenzionale quello di theo ad esempio. Ci ha fatto giocare in 10 e ovviamente senza Dybala. Il fallo netto sulla caviglia di Dybala partito tra due sarebbe andato in porta non ha dato cartellino giallo. Se vogliono portare alle finali solo squadre che fanno “Audience” facessero la Superlega ma tirassero fuori il coraggio per dirlo. Ieri sarebbe finita tanto a poco per noi in undici contro undici.

    • Ma non solo… non è intervenuto il VAR come su Hernandez… Celik ha preso il tallone pieno, non è espulsione, Leao accentua tantissimo…7 mnt di recupero altri 5 mnt alla fine… Ma quale arbitraggio giusto e poi il fallo sulla ripartenza di Dybala 2 contro 1 non sanzionato? Caro Piacentini…DA CHE PARTE STAI?

    • Al VAR ce lo deve richiamare il VAR stesso, non può andarci da solo, come ha fatto in occasione del mani nella nostra area e nel caso del rosso a Hernandez, intervento sì volontario, ma che non aveva nulla del potenziale pericoloso di quello di Celik, in scivolata e a tutta velocità.
      Quella di Theo è stata la classica “cianchetta”, giallo sacrosanto che non può mai essere rosso.
      Come era giustamente sacrosanto il giallo a Bennacer per il fallo su Dybala che stava andando via. Quello un grossolano errore.

    • Direi proprio di no, oltre al fatto che dopo una partita che entra di fatto nella storia della Roma lui pensa a fare i conti della serva

  4. “… Prima sembrava ci fosse un allenatore fenomenale alla guida di una squadra modestissima, ora invece c’è un allenatore che ha dato consapevolezza alla squadra della forza che la squadra ha… ” parole sante.
    Forza Roma

  5. Dove sta Visnadi?
    Con le pezze sulla fronte?

    Vorrei comunque sentitamente ringraziarlo perché i commenti come i sui, in un pre partita, sono veramente utili, sono quelli che ti aiutano a preparare la partita nel modo più giusto…

    Passa er Mila..se Leao fa Leao non ce n’è pe nessuno…hehehe…

    • Visnadi sta a fa’ il Visnadi.

      (anche se ormai li conosciamo peggio delle nostre tasche, perciò è facilissimo prevedere la sua dichiarazione: “avevo ragione. Leao non ha fatto Leao e Theo non ha fatto Theo, quindi è andata com’è andata”. Il giornalista sportivo è un metodo si assistenza sociale alternativo al reddito di cittadinanza, cascano sempre in piedi).

  6. rinnovo con comunicato urbi et orbi di DDR la mattina e vittoria in 10 per sessanta minuti in questo modo la metto sul podio della nostra storia, concordo con David Rossi al 110%!!!
    ….e contro il Milan, la squadra più insidiosa dell’Europa league, che credeva convintamente di ribaltarla, enerix, manfredi, cohen….. DDR ha sparecchiato, sta RISCRIVENDO la STORIA della AS ROMA…… e non è finita qui……

  7. Celik ha commesso un fallo che poteva anche evitare, però lasciare una squadra in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo mi sembra eccessivo Inoltre, non estrarre il cartellino giallo nei confronti di chi aveva commesso fallo in precedenza, concedere ben 7minuti di recupero completamente inventati e abbonare l’espulsione di Theo Hernandez mi sembra perfetta malafede. Se per lui il pelatone ha arbitrato bene, già m’immagino cosa dirà di Maresca…
    Taylor, Marciniak o Zwayer… Ma è mai possibile che solo con noi gl’arbitri vadino in confusione?
    Se vede che al Rosso delle magliette, sbroccano come i Tori Ma per favore…

  8. AAA cercasi Visnadi disperatamente … per chi lo trova in regalo due biglietti andata e ritorno della semifinale di Europa league leverkusen – milan da vedere insieme allo stesso indovino.

    • Certa gente è priva di logica, ma è normale nel mondo dei giornalisti ops scusate giornalai. Tutti erano convinti che il Milan passasse facile anche dopo lo 0 1, peccato che i numeri della Roma in europa dicono altro. Ho sentito parlare i tifosi milanisti di figuraccia senza rendersi conto che la Roma all’olimpico ha addirittura travolto squadre molto più forti del Milan e che la Roma non è la 7^ nel ranking per caso, per dirla tutta i nostri calciatori sono più abituati a questo tipo di partite . Ora abbiamo una semifinale che ha lo stesso coefficiente di difficoltà di una semifinale di Champion’s visto che il Leverkusen è più forte di Dortmund e Bayern, i numeri dicono questo e non solo i numeri. L’unica cosa che la Roma ha in più è la maggior esperienza di alcuni calciatori. Staremo comunque a vedere, anche per il Barca di Messi e Suarez noi eravamo un pasticcino se non ricordo male

  9. noto con piacere che alcuni personaggi, pubblici e non, sono spariti…e altrettanto piacere lo provo nel constatare come ci siano stati diversi ravvedimenti rispetto a un giudizio iniziale affrettato su DDR. Di ieri ho apprezzato tutto, dall’ansia del prepartita, alla prova sontuosa dei ragazzi, ma la ciliegina sulla torta, che dimostra la grandezza dell’uomo, sono state le parole di Daniele sul “caso” montato ad arte su Pioli…un richiamo giusto ai giornalisti, fatto con chiarezza, durezza, ma anche senza arroganza, invitandoli a rispettare le persone. Questo e il tipo di Uomo che vorrei sempre avere a guidare i nostri gladiatori. Bravo Daniele

  10. Su questo forum se ne sono lette di cotte e di crude, da parte di chi doveva dare tutte la scusanti possibili e immaginabili ad una parodia di allenatore. Basta ricordare come Mancini e Pellegrini siano stati massacrati, come del resto altri che con De Rossi si sono dimostrati ottimi giocatori. Una rosa da secondo posto con la pipa in bocca (che non potrà ottenere perché la società non ha osato trarre le dovute conseguenze della disfatta di Marassi, protraendo per mesi l’agonia) è stata letteralmente sbeffeggiata dai pasdaran di Mourinho, roba che fa dubitare molto della reale fede calcistica di questi tizi. L’unica consolazione è che il peggio è passato e il prossimo anno si ripartirà con un allenatore vero e una preparazione.

  11. David Rossi è passato dalla preoccupazione e dallo sconforto dell’altro giorno al carro dei vincitori odierno. Che bel lavoro quello dei chiacchieratori da radio.

  12. Leggevo di una dichiarazione di Ddr che mi ha alquanto incuriosito:
    “Vi devo bacchettare, non sono scemo… Quando parlo di miei colleghi o di emozioni e tattica, vorrei riportaste le mie parole. Se io dico che Pioli non è all’ultima spiaggia e il giorno dopo sui giornali vedo scritto il contrario, mi dà fastidio”, questo il passaggio principale del suo discorso.
    Guardate se qualcuno ne parla Meglio evitare.

  13. Visnadi ce sta, è sul forum a spollicia’!
    Visto che ce sta a legge je damo un messaggino: 🥒!!!
    E nu piagne che semo stati pure boni….
    FORZA ROMA

  14. Ma dove è finito Damascelli che diceva che alla Roma Lukaku e Dybala non aggiungono nulla e si può giocare anche senza di loro io dico invece che se DYBALA e LUKAKU stanno bene con ELSHA di fianco partiamo quasi sempre per non dire sempre con un gol di vantaggio

  15. Petruzzi dice che il Milan è meglio del Bayer. Questa convinzione che il Milan sia più forte non riesco a capire da dove nasca. Il Leverkusen è imbattuto in tutte le competizioni, ha vinto nettamente un campionato davanti a due finaliste di Champions. Per fortuna la Roma non affronta mai nessuno sottovalutandone il valore. Ed è solo così che arrivano i risultati.

  16. Agresti non conosce il calcio tedesco. Il Leverkusen non ha campioni acclarati? Ma acclarati da chi? Da te? Sono tutti giocatori di livello assoluto, ma che è matto Agresti? Ma ha seguito qualche giornata di Bundes? Incredibile che ste persone parlino come esperti (pagati) e poi fanno ste figure barbine… Il Leverkusen l’ unico giocatore mediocre ce l’ hanno in porta, per il resto è una squadra fortissima, con tre -quattro individualità fuori scala… L’ allenatore è bravo, ma solo quest’ anno che ha avuto la squadra perfetta sta facendo i botti. FR

  17. Quindi a 4 dietro non si poteva giocare eh?? Oh il santone coach Neanderthal ce l’ha detto un sacco di volte…era proprio proprio impossibile con questa massa di seghe…

    • No, ma poi ci sono i suoi adepti secondo i quali se giochi bene non vinci, figurati. Da due anni e mezzo a questa parte è stato il festival del tarzanello fritto, su ‘sto forum, da parte di tizi che prima inneggiavano al “Mai schiavi del risultato”. ‘No spettacolo, proprio…

  18. Quindi Wirtz, Grimaldo, Xhaka e Frimpong non sono campioni acclarati? Per carità, non sono Maradona, Zidane, De Rossi e Roberto Carlos ma non esagererei… ed è possibile che stia scordando altri

  19. Grimaldo e Xhaka lo scorso anno non c’erano ma Wirtz e Frimpong con tanti altri giocatori c’erano quando li abbiamo sbattuti fuori dalla coppa e la Roma aveva anche la difesa rimaneggiata e Dybala infortunato lo scorso anno, avevamo addirittura dovuto mettere Cristante come difensore centrale. Poi, noi adesso abbiamo cambiato allenatore, da Mourinho con un gioco difensivista a De Rossi con un gioco propositivo ed una media punti decisamente più alta sui livelli della Roma di Spalletti quando fece 87 punti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome