Roma, lettera alla Lega: chiesto l’anticipo al sabato col Napoli e di giocare a maggio con l’Udinese

14
397

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma ha inviato una lettera alla Lega di Serie A indirizzata al presidente Lorenzo Casini e l’amministratore delegato Luigi De Siervo, nella quale chiede con spirito cooperativo di che il recupero del match sospeso con l’Udinese per il malore di Ndicka avvenga nel mese di maggio e non il 25 aprile o a fine campionato.

A scriverlo è l’edizione odierna de Il Messaggero. Una richiesta che prende forza soprattutto alla luce del passaggio del turno di Europa League. I giallorossi sono la prima squadra italiana ad aver raggiunto quatto semifinali europee e si aspettano che il calcio italiano tuteli gli impegni internazionali.

Un esempio? L’andata contro i tedeschi si giocherà il 2 maggio, mentre la gara di campionato contro il Napoli è prevista per domenica 28 aprile. Il Leverkusen, invece, giocherà di sabato 27 contro lo Stoccarda usufruendo di un giorno in più di riposo. Per questo, la Roma chiede di giocare Napoli-Roma non oltre sabato 27 aprile, ipotesi che potrebbe essere ben accolta dalle tv che avrebbero l’opportunità di trasmettere la possibile vittoria scudetto dell’Inter alle 15, il big match Juventus-Milan alle 18 e, appunto, il derby del Sud alle 20.45.

Se questa richiesta venisse accolta, sarebbe inopportuno costringere la Roma a recarsi a Udine il 25 aprile, in una settimana decisiva per la preparazione alla semifinale europea e per la qualificazione in Champions attraverso la Serie A. Se così fosse i giallorossi giocherebbe tre gare determinanti in un lasso di tempo massimo di otto giorni (22-29 aprile compresi).

Inoltre, considerata la prospettiva delle squadre che lottano per la Champions, l’eventualità di giocare il 25 aprile risulterebbe antitetico rispetto al rinvio di Atalanta-Fiorentina a data ancora da destinarsi. La Roma, per salvaguardare l’integrità del campionato, vorrebbe che sia il recupero con l’Udinese (e i friulani sono d’accordo) sia Atalanta-Fiorentina si giocassero nel mese di maggio e in contemporaneità. Neanche l’ipotesi di disputarle a fine campionato sarebbe valida perché minerebbe la regolarità della Serie A. Ora tutte le decisioni (si spera di buon senso) sono rimandate alla Lega.

Fonte: Il Messaggero

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRoma-Bayer un anno dopo: sarà di nuovo sfida in semifinale. Xabi Alonso esulta, ma De Rossi può batterlo (VIDEO)
Articolo successivo“ON AIR!” – ROSSI: “Ultime 36 ore tra le più belle della storia della Roma”, PETRUZZI: “Il Bayer? Abbiamo appena battuto una squadra più forte”, AGRESTI: “Con De Rossi è cambiato il mondo”

14 Commenti

  1. Ora li abbiamo messi spalle al muro, vediamo cosa si inventano , per rifiutare questa più che legittima richiesta, in caso di un rifiuto, senza un giustificato motivo, non solo sarebbe la conferma che nel palazzo ci boicottano ma sono servi delle solite note, papponi di Castelvolturno e Formello compresi.

    • Dormi tranquillo Gaetà.
      Co’ la lettera della Roma ci si puliscono.
      La Roma va bene fino a quando porta punti al ranking nonostante tutto, dopodiché, per loro, meglio se arriva decima.

    • Sicuramente, trattandosi della Roma, saranno richieste NON ACCETTATE, diversamente sarebbe stato trattandosi di una squadra con la maglia a strisce, indipendentemente dai colori.

    • hanno negato……se sei in malafede ci resti…..devono rendere conto a chi li ha messi li….prostituti intellettuali …e forse non solo.

  2. Sarebbe ora che anche in Italia si facesse come all’estero e si agevolassero le squadre per proseguire nelle competizioni europee…. Ma siamo la Roma e non mi aspetto nulla da quegli individui.

    • Sarebbe ora che cacciassero via, chi s’intasca quattrini a palate speculando sul Mondo del Calcio. Ma vi sono in ballo interessi talmente alti che non avverrà mai

    • Il brand Roma non godrà mai degli stessi privilegi del brand Juve e altre strisciate varie

  3. Sarebbe grave non concedere l’anticipo al sabato,
    che è invece garantito all’Atalanta.
    A quel punto giocare il 25 a Udine non sarebbe più neanche ipotizzabile.

  4. Per loro la Roma non è una squadra italiana perché odiano la Roma, Roma e i romani
    La richiesta non verrà accolta
    E occhio agli arbitri di Roma Bayer e ritorno che ci capera’ dal mazzo il designatore “italiano”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome