“ON AIR!” – CIARDI: “Mou sa fare la differenza in questo momento della stagione”, ROSSI: “Su Pellegrini sloganismo da laziali”, PUGLIESE: “Se lo recuperi può diventare fondamentale”, FOCOLARI: “Solo cose positivi ieri sera”

30
2173

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Quattro partite contro le lombarde nelle prossime quattro giornate di campionate, praticamente è Roma contro la Lega Lombarda, e poi vai a Bologna. Sarà un calendario duro. Oltre alla stanchezza fisica, inciderà quella mentale: bisogna saper fare turn-over, e qui si entra nel giardino di casa di Mourinho. Lui questo tipo di gestione lo fa da anni. Secondo o terzo posto non consegna medaglie, ma Roma in Champions e semifinale di Europa League sarebbe un grande risultato, anche se non un miracolo. Ma nessuno poteva pensare dopo la sconfitta nel derby e col Sassuolo che la Roma sarebbe stata al terzo posto e avrebbe avuto 5 punti di vantaggio sull’Inter. Merito di questo signore qua che abbiamo in panchina, che a questo punto della stagione sa fare la differenza più di tanti altri suoi colleghi…”

David Rossi (Rete Sport): “Su Pellegrini si continua a fare l’errore di fare una discussione sul valore del calciatore, e non su quello che rappresenta. Lui è il capitano dell’AS Roma, vi può piacere o meno. Il capitano è il capitano, punto. Il calcio ha quelle regole non scritte che si tramandano di generazione in generazione. Annate in curva sud a parlare di “Lollo vostro“. Se volete fare i coatti delle vostre idee, fatelo con chi lo è almeno quanto voi. A me che Pellegrini è forte o non è forte non mi interessa, non conta il valore, il capitano vale come la Roma, il problema non è se è forte o meno. E’ il capitano. Questa cattiveria, questa cosa di dire “Lollo vostro” è un sloganismo da laziali. Con la Roma che ha vinto 3 a 0 una partita complicatissima, e il tifoso della Roma che fa? Invece di dire grandi, sta perdendo tempo a dire “eh ma non è che mo Pellegrini…“. Questo dopo un 3 a 0, terza in classifica, e con Roma-Feyenoord alle porte…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Sarri ha detto chiaro che la Lazio è una squadra provinciale che mira solo ad arrivare sopra la Roma. Questo è un secondo posto che non vale niente, pompato dagli organi di stampa. C’è stato addirittura chi su Il Messaggero che scrive che è incredibile che un uomo che non è mai stato al potere del centro del potere calcistico è secondo in Italia. Udite, udite: Lotito non è al centro del potere calcistico in Italia… Su Mourinho, lui è stato ammazzato questa settimana, sulla Gazzetta è stato addirittura intervistato Cassano per far prendere in giro il nostro allenatore. Pinto poteva dire due parole a riguardo. Mourinho è al terzo posto, facendo però tutte le partite che Gesù Cristo gli ha chiesto di fare. Lui nonostante abbia dei giocatori ridotti e tante partite da giocare, ti porta ad essere terzo e con la chance di arrivare in una semifinale di una coppa importante come l’Europa League. Sarri può essere secondo perchè tutte le squadre che giocano in Champions ed Europa League, poi in campionato perdono. Tutte. Tranne la Roma. E c’è ancora chi tira fango su Mourinho, è veramente incredibile…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “La partita di ieri nascondeva mille insidie, l’Udinese aveva ripreso un buon cammino, e poi c’erano le fatiche di Rotterdam. Mai mi sarei immaginato una vittoria così netta, vanno fatti gli applausi a Mourinho, alla squadra, ma anche allo stadio che è stato meraviglioso ed encomiabile, a cominciare dall’aver fatto quello striscione a capitan Pellegrini. Mi piace che sia una vittoria romana e romanista, che abbiano lasciato il segno Bove e Pellegrini, e che il capitano sia tornato al gol su azione dopo oltre 500 giorni, perchè secondo me è un giocatore che può essere fondamentale. Riaverlo a certi livelli è fondamentale per il rush finale della Roma. Nessun segnale di entusiasmo, ma Belotti lotta e dà l’assist, e Abraham fa il gol del tre a zero: segnali di risveglio da parte degli attaccanti, e anche questo è un aspetto importante…”

Paolo Cento (Rete Sport): “La vittoria di ieri consolida il terzo posto. I giocatori ci sono, sono in palla, e poi sono stati recuperati alcuni calciatori prima del previsto. Avere 5 punti sulla quinta, che ora è l’Inter, ci mette in una condizione positiva. E ora affronti la partita contro il Feyenoord con la testa più libera, e questo è molto importante. Il rigore sbagliato da Cristante e quello parato da Rui Patricio? Ho subito pensato a giovedì e alla possibilità che la partita possa essere decisa dal dischetto… La Roma ha la possibilità di arrivare fino in fondo sia in campionato che in coppa: la rosa non è larghissima, ma quando i giocatori stanno bene hai quei 14-15 che puoi alternare e che sono giocatori che possono giocare titolari in squadre di Serie A di medio-alta classifica…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “La Roma secondo me ieri dal punto di vista tattico ieri ha fatto una delle migliori partite della stagione. Non fa spettacolo? Secondo me ha fatto spettacolo nel non aver fatto giocare l’avversario…La Roma, con tutti i suoi difetti, non sarà la migliore squadra del mondo, nemmeno d’Italia, ma nemmeno la peggiore come viene ogni tanto descritta… L’argomento che teneva banco al bar è che un nostro portiere ha parato un rigore: per anno abbiamo avuto portieri che si accasciavano al suolo, mentre invece ieri Rui Patricio gliel’ha perfino bloccata. Cristante ha sbagliato il suo secondo rigore, sempre calciato in quel modo, e sempre con l’Udinese…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “E’ stata una buona partita, soprattutto perchè venivi da una partita difficile in Olanda, ma non c’è stata ripercussione fisica. La squadra ha reagito bene. Bravo Rui Patricio a sventare l’occasione di riaprire la partita. E’ venuta fuori la qualità che ti permette poi di vincere le partite: Pellegrini, Wijnaldum, che sta tornando quello di prima… Il gol di Abraham per lui può valere molto. Recuperare questi calciatori sarà fondamentale, in attesa del rientro di Dybala. Se poi cominci ad avere 2-3 calciatori che possono farti vincere le partite, questo fattore può essere fondamentale…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma ieri ha fatto la prova generale per il Feyenoord, ha giocato una partita importante, e ultimamente non è che gli succedeva spesso. La nota positiva è Pellegrini, con la tifoseria che ha dato uno stimolo incredibile al ragazzo, che era sotto botta. Lui ieri sera ha dato una grande dimostrazione. Belotti generoso, ma ha fatto un assist da centrocampista di classe, non pensavo che fosse capace di finezze del genere. E poi Bove, ha dimostrato di essere pronto. Solo cose positive per la Roma stavolta, non c’è dubbio…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La Roma ha giocato una bella partita, e non era scontato: è l’unica che ha giocato le coppe ad aver vinto, e non è irrilevante né casuale. Ha vinto con grande autorevolezza contro un’Udinese affamata di punti, perchè c’è un po’ di tensione a Udine. Il gol di Pellegrini sembra facile, ma controllare quel pallone e metterlo in rete non è una giocata banale. La Roma va incontro alla partita col Feyenoord con maggiore fiducia, e ha 5 punti di vantaggio sulla quinta: la Lazio ha la Champions in mano, ma anche la Roma ha un buon vantaggio. Certo, il calendario non è facile: ha l’Atalanta, Inter, Milan, Fiorentina…ma ora è messa bene, anche dal punto di vista mentale…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedentePinto senza sosta: dopo Aouar, Ndicka e Firmino ora punta Veltman
Articolo successivoGli ultras del Feyenoord sono a Napoli: lo scatto in compagnia dei tifosi partenopei (FOTO)

30 Commenti

  1. esistono 2 tifosi della Roma :
    quelli che vanno allo stadio e i tifosi social.
    i primi ci sono sempre , pioggia , neve , vento,vinci , perdi sono sempre li , a cantare e sorreggere la squadra.
    i secondi, li vedi solo quando perdi, basta vincere qualche partita di fila e spariscono tutti, non sanno più argomentare la loro esistenza.
    stamani, siamo a commentare 4 gatti , spero che sia sempre cosi .

    • purtroppo i secondi so pure quelli che parlano di scudetto ad agosto, quelli che se arriva un calciatore è una pippa, se non lo prende se lo è fatto scappà.
      I RIOMMERS
      ROMANISTA SEMPRE riommanìsta MAI

    • Ci sono anche quelli che vivono all’estero come me. Romano e Romanista senza vizi di forma.
      Che frequentavano assiduamente lo stadio negli anni 80 e 90. E che adesso continuano a seguire e supportare la grande Magica Roma in TV.
      Forza Magica Roma e grazie Mou!!

    • l’amore per la Roma è un po’ come il matrimonio, nella buona e nella cattiva sorte, solo che non esiste il divorzio perché dura tutta la vita
      ti fa incazzare, ti fa smadonnare, ma poi ti tira fuori partite come quella di ieri e capisci perché la ami così tanto
      Io allo stadio purtroppo ci vado raramente, molto meno di quanto vorrei, ma non mi perdo una partita, spesso rinuncio anche ad altri impegni per lei e non me ne pento, mai
      è un amore irrazionale, che non ha una spiegazione

    • condivido .
      ovvio che poi ci sono mille sfaccettature nel mezzo ,ma quello che avvalora la teoria è che stamani ci sono un decimo dei commenti rispetto a un lunedì dopo una sconfitta

    • Hi Five, HighRise,
      io sono un po’ più fortunato. Tra 4 settimane torno a Roma per almeno 9-10 mesi. Non lavoro più e quindi mi posso permettere una lunga “degenza” nella mia città natale. Dopo di che, staffetta: 8-9 mesi in Italia e 3-4 mesi qui dove mi trovo, ma solo perché ci sono figli e nipoti.
      Spero di vivere un po’ più a lungo e di vedere il nuovo stadio della Roma, un altro paio di scudetti (e più), qualche altra coppa, la lezzie e la giubbe radiati, lu naBBBule in BBBBBBB, insomma tutti i sogni del tifoso romanista!
      Ci vediamo quando vieni!✋✋✋✋

    • Vinz, amore irrazionale e’ una tautologia. L’amore E’ SEMPRE irrazionale. Quindi lasciati andare e di’, con il poeta : E il naufragar mi e’ dolce in questo mare.
      FORZA ROMA NUNC ET SEMPER!

    • Sono un abbonato, mi sono visto allo stadio tutte le partite di coppa, quelle della coppa italia e perfino Roma barcellona femminile. Non ho mai pensato che ci fossero tifosi di serie a e tifosi di serie b, penso che il tifo è passione, coinvolgimento e amore. Penso che ognuno, nel limite delle proprie capacità di spesa, dovrebbe partecipare a far crescere la nostra Roma, come? comprando prodotti ufficiali, biglietti, abbonamenti TV e via discorrendo, anche una penna da 2 euro. Tutti abbiamo il diritto di avere un pensiero proprio, di criticare, di volere una società migliore, una squadra più forte. Quello che non sopporto, sono le critiche continue di certi utenti, la cattiveria verso certi giocatori, il pensiero diffuso, impartito, insegnato da certi personaggi radiofonici o da scribbacchini vari, i fischi allo stadio, perchè penso che i giocatori con tutti i loro limiti, debbano sempre essere incoraggiati quando portano la nostra maglia. Infine non sopporto gli acefali che commentano nel nostro forum, fingendosi tifosi romanisti. Detto questo, non mi sento un tifoso migliore di altri, perchè esulto dalle gradinate dello stadio, anzichè dal mio divano, lo considero solo un mio grande privilegio. Forza Roma

    • Io non vado allo stadio ma tifo Roma sempre, sempre e ancora di più quando le cose non vanno bene.

    • Non sono abbonato, e allo stadio ci sarei voluto andare più spesso: solo che è sempre tutto esaurito.
      Concordo con la tua analisi, che è quella di Mou: conta lo stadio.
      Aggiungo: ieri sera, Marione, ha anche detto che non era vero quello che hanno detto Mou e Capitano, cioè che è stata una scelta del mister quella di non far tirare il rigore a Pellegrini.

      Certa gente va contro a prescindere.

      Marione è diventato Guidone (De Angelis)

    • Ahimè è verissimo, sono admin di un forum che accolse gi utenti del forum del vecchio sito ufficiale della Roma dei Sensi, che fu chiuso quando Pallotta lo fece rifare: quando le cose andavano male tutti lì a lamentarsi, e quando si vinceva scrivevamo in pochissimi; adesso che abbiamo vinto qualcosa a livello internazionale sono spariti da mesi quasi tutti, compreso l’altro admin, eppure abbiamo fatto tanto per farlo essere bello, divertente, accogliente, variegato. Non dico in quanti siamo rimasti a scrivere.

    • Applausi per tutti tranne che per Anacronistico. I riommers non sono definibili come tifosi romanisti, puntualmente dopo una prestazione positiva i riommers spariscono e ricicciano solo quando la Roma perde e quando le cose per qualcuno dei nostri vanno male.. loro non sono degni di rappresentare la nostra tifoseria, sarà un’utopia qui a Roma ma disintossicare questo ambiente da questa gentaglia sarebbe stato il mio sogno..

  2. Ieri finalmente si sono visti due gol su azione, segno che a volte le assenza forzate danno più equilibrio rispetto alla squadra “ideale” sulla carta. Certo, sono gol arrivati quando eravamo già in vantaggio e l’Udinese ha concesso spazi, ma sicuramente è una bella novità aver vinto nettamente e non col solito golletto su palla da fermo. Con gli olandesi, purtroppo, saremo noi a dover fare la partita, e loro a poter giocare di rimessa, il che, ad oggi, sembra essere meno nelle nostre corde, ma di sicuro non mancherà la motivazione. Una nota per Abraham, che, udite udite, ha ricevuto finalmente un cross fatto come dio comanda…spero che tutto l’amore che la gente continua a dare alla squadra, anche a chi ha avuto più difficoltà, sia ripagato sul campo anche giovedì…daje Roma!

    • Alcune partite come quella di ieri, ma anche quella in casa con la R.Sociedad, hanno invece dimostrato che quando facciamo la partita con lo scopo di sbloccarla, tutti sono molto concentrati e determinati. Probabilmente non si puó fare sempre giocando ogni tre giorni, ma essendo questa la fase decisiva penso che José, la nostra vecchia volpe argentata, abbia indirizzato la stagione esattamente per arrivare a questo punto nelle condizioni migliori. Sono convinto che giovedí ne avremo la riprova con un’altra euro-prestazione da applausi.
      Magica Roma facci sognare!

  3. ieri si è ulteriormente rafforzata la leadership di Mourinho e dell’effetto Olimpico.
    aggiungo per la prima volta l’indipendenza della squadra dal fattore Dybala, vincere e convincere senza la Joya è stato il risultato più importante.
    Pellegrini è uscito dal tunnel con una prestazione sontuosa, periodi difficili li hanno avuti tutti, nessuno è esente. Belotti è resuscitato contro una difesa non facile come i friulani, Bove lo stesso, Gini più gioca e più torna quello dello united o psg.
    Il Feyenoord soccomberebbe contro l’udinese figuratevi con noi, dopo ieri sera e con mourinho in panchina che prepara solo lui quesi appuntamenti decisivi. Troppo facile uscire dalle coppe per concentrarsi solo sul campionato, è da autentici falliti, da sbiaditi scemi……

  4. Una Roma che sta crescendo , numericamente , di mentalità , di intensità.
    Ieri spettacolare.
    Quando crei tanto e concedi poco , quasi niente , per un tifoso è SPETTACOLARE , logicamente se guardo altre squadre mi diverto vedendo tanti gol.
    Come sta arrivando questa “crescita” ?
    WIJNALDUM = classe mentalita inserimenti
    LLORENTE =sa gestire palla , non sembra mai in affanno , Gran colpitore di testa. Esperienza.
    BOVE =MOU sta liberando il PITT BULL ( va a mordere tutti i palloni).
    Da agosto a dicembre 49 minuti in campo .
    Nel 2023 in campo 364 minuti.

    Ora aspettiamo di rivedere in piena forma Spinazzola Pellegrini Belotti Abraham. e ne vedremo delle belle.
    PS
    Ah , dimenticavo , nel 2023 ceduto la “zavorra ”
    grazie Galatasaray

    • tutto giusto, però se la zavorra avesse segnato quel gol con stop a seguire e sinistro all’incrocio quando stava con noi, dovevano rifà le tribune dell’Olimpico…il dubbio che sia stato mal sfruttato io continuo ad averlo, al netto di tutte le caxxate che hanno fatto lui e il suo entourage…

  5. Ho una maledetta voglia che arrivi presto giovedì!!!
    Dobbiamo battere il ferro finché è caldo.
    Ho il terrore di uscire con una squadra inferiore a noi: non lo accetterei!
    Voglio, desidero, ardo che NOI gli si faccia il mazzo come Cristo comanda!
    Giovedì dovremo avere solo una missione, e deve avvenire sul campo: ROMA PADRONA!!!
    La questione deve essere indirizzata nel 1° tp.
    Dovessimo “tardare” crescerebbero dubbi, pensieri, perplessità.
    Da scongiurare ASSOLUTAMENTE!!!
    E nella peggiore delle ipotedi NON DEVE RIGUARDARE L’OLIMPICO, alla peggio solo quei tifosi sofferenti davanti alla tv, come me!
    Tutti gli altri scatenassero 90′ d’inferno!!!
    FORZA ROMA

  6. ho visto bene il gol di Abraham in TV dai distinti non era chiara la prodezza deciso, sotto il sette ..gran bel giocatore i fischi della sud non li ho capiti .tammy gioca da solo ma che deve fa .. e’ attaccante da uno due se non c’è Dybala per lui e molto molto difficile..capito mouri’?? il suo.potenziale non può essere espresso così .va beh giovedì sera mamma
    mia..però bello attendere queste coppe And e Rit per il tifoso queste attese sono il.massimo…

    • Se non c’è Dybala per lui è molto difficile..

      Lo scorso anno senza Dybala.. Con Zaniolo (1 solo assist).. 27 goal..

      Con Dybala che è chiaramente un campione 8 goal..

      A me sembra quasi il contrario.. Anzi i numeri dicono il contrario..

      Sicuro di poter insegnare qualcosa a Mou?

      Forza Roma..

    • Vero l’anno scorso non c’era Dybala, ma c’era Miky che interpretava un ruolo di centrocampo come nessuno, che aveva i piedi buoni e la visione di gioco, che ha permesso ad Abraham di essere sempre servito nel modo migliore, che ha fatto si che pellegrini giocasse più avanti e facesse più gol ed assist, ma è anche vero che lui Abraham era molto più reattivo di quello che è oggi, purtroppo per noi quel ruolo lo doveva ricoprire Gini, e sarebbe stato tutto diverso se un certo nostro giocatore nella rifinitura……. e dico “rifinitura, dove tutti quelli che hanno praticato calcio a certi livelli sanno che mai e poi mai si entra duro….” non lo avesse rotto facendolo mancare per quasi un stagione e con la condizionale che prima di tornare ai livelli che gli appartengono, purtroppo ci volesse tempo…… se le cose fossero andate come studiate da Josè probabilmente staremmo parlando di una stagione dove staremmo con una classifica ben più alta di altri, e soprattutto dove gli sbiaditi avrebbero 6 punti in meno. Che probabilmente avrebbe consentito al nostro centravanti forse di ripetere lo score dell’anno scorso, ed oggi nessuno lo metterebbe in discussione…… insomma non poteva essere un fenomeno lo scorso anno e un a pippa oggi…… 27 gol non si fanno solo per c@@o

  7. Hai pienamente ragione Roma ti amo, ma qui c’e’gente che il suo allo stadio lo ha fatto in tempi che credo non eri manco nato, ma le critiche nota bene partono solo non quando la Roma perde partono perche’ al calcio italiano una Roma 3 in classifica da fastidio. 4 sono le squadre in Champion ti pare che vogliono mandare la Roma ? In campionato vedrai il prossimo anno sara’ come questo e sara’ sempre cosi se non cambiano le regole in campo e fuori ci sara’ sempre da lottare……e’ il sistema oggi c’e’ la sentenza Juve se finisce con assoluzione perde il calcio se viene ricondannata e’ un viatico per cambiarlo. Marione riparla di Cassano ancora !!! <lui deve parlare di lui su Mourinho per quello che ha detto si preparesse adesso per il prossimo anno questo e' il suo modus operandi se non gli piace richiamasse Spallettone.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome