“ON AIR!” – ROSSI: “Con quei 16 rigori dati alla Lazio, la Roma ora sarebbe al loro posto”, CATALANI: “Cessione del club? I compratori scappano davanti alle richieste di Pallotta”, MAGNI: “Fonseca unico credibile, ma se ora vendono Zaniolo…”

21
4605

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Le mosse della Roma farebbero intuire che c’è ancora l’intenzione di costruire una squadra importante, perchè hai trattenuto Mkhitaryan, vuole tenere Smaling e hai preso Pedro. Però questo stride col fatto che si continua a parlare di una possibile partenza di Dzeko… Alla fine qual è il progetto della Roma? Si naviga a vista o si pensa di costruire comunque una squadra competitiva? Perchè se pensi di allestire una squadra di ragazzini o scarsa, è evidente che tra un anno non ti scordi solo la Champions ma anche il quinto posto…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il rimprovero di Fonseca a Zaniolo? La Roma quando se ne esce pubblicamente con questi toni provoca dal punto di vista mediatico questo tipo di reazione, che c’è il rischio che se lo vendono. Se poi Zaniolo dovesse davvero partire, Fonseca, che lo avesse voluto o no, si sarà giocato una parte della credibilità che aveva con i tifosi della Roma. E lui in questo momento è l’unico nella Roma ad avere credibilità agli occhi dei tifosi. E lui questa credibilità se la deve tenere ben stretta. Per questo mi chiedo: ne valeva la pena fare quell’uscita pubblica?…”

Tonino Cagnucci (Roma Radio): “Col Verona abbiamo sofferto un po’, ma è una delle poche squadre che hanno un bel gioco. Io ho sofferto sempre, perchè se arrivi al 90esimo al 2 a 1 soffri per forza, ma la Roma ha avuto sette occasioni da gol e il Verona quasi nessuna. Veretout l’adoro, è un aratro… La vicenza Zaniolo? Vuol dire che c’è ciccia, che c’è nervatura, che ci tengono…”

David Rossi (Roma Radio): “Ho letto addirittura “Bufera Zaniolo”…bufera… La Roma di quest’anno, con tutti i limiti, se gli avevano dato sedici rigori e le succedeva tutte le cose che succedevano a quegli altri, secondo voi dove stava? Ve lo dico io, al posto di quelli…è molto semplice… Se un giocatore mio si butta e gli danno un rigore, senza andare al Var, io vinco le partite.. Con tutti i problemi avuti, dammi 16 rigori e trattami al Var come hanno trattato quelli…e io ora sto al posto loro!…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Dopo Roma-Udinese ero davvero preoccupato, pensavo che la squadra dopo quel bruttissimo ko le potesse perdere tutte, invece ha dato sempre dimostrazione di sapersi rialzare dai momenti difficili…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Sapevo dell’interesse di un gruppo di un altro paese per la Roma, ma da quello che so dopo due o tre colloqui la cosa è terminata. Comprare la Roma non è mica una cosa facile, chi si interessa al club dopo che fa una due diligence si rende conto dell’effettiva situazione debitoria. Pallotta vuole vendere, ma se ti dice che ha 100 di debiti e in più ne vuole altri 100, è normale che gli investitori scappano, mica hanno l’anello al naso… Chi ha i soldi per comprare la Roma non può essere un deficiente. A meno che non sia un miliardario romano che ama il club ed è disposto a spendere più del necessario per amore, ma io non ne vedo…”

Ilario Di Giovabattista (Radio Radio): “Ibanez era stato contestato come acquisto, e invece sta diventando importante per la difesa della Roma. Con Mancini fanno una difesa di 40 anni… Il dossier Roma è su diversi tavoli, e sono certo che Pallotta stia cercando di vendere il club, ma non scende dai 600/700 milioni. C’è in ballo ancora Friedkin. La Roma si è rimessa in sesto per il quinto posto, un po’ grazie ad alcuni aiutini arbitrali. La Roma ha vinto tre partite di seguito e si è rimessa in sesto, l’obiettivo è mantenere il quinto posto e forse allenarsi per sorprenderci in Europa League…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Fonseca sta facendo bene adesso, ha avuto il coraggio di cambiare. Aveva una squadra che non gli rendeva, con giocatori che secondo i giornali costano 30 milioni ma che non la strusciano mai… Fonseca ha avuto coraggio a cambiare, ha tolto le ali, ha messo tre difensori, ha dato fiducia a Ibanez che non mi sembrava presentabile a queste latitudini e invece è migliorato molto, però aspetterei delle conferme.. Il rimprovero a Zaniolo è un altro merito di Fonseca, la deve smettere di avere comportamenti sbagliati che lo possono danneggiare. Ora pensiamo all’Europa League, e il Siviglia è difficile da battere: vale l’Atletico Madrid nel campionato spagnolo…”

Franco Melli (Radio Radio): “Comanda Fonseca? Credo che dal punto di vista dei comportanti Fonseca sia ineccepibile. Il suo comando non lo manifesta con comportamenti discutibili. Zaniolo meritava il rimprovero, quindi bene così. Roma-Inter? Non vorrei che fosse il derby delle rigorazze…vince una delle due con un rigorazzo…”

Xavier Jacobelli (Radio Radio): “Mancini ha dimostrato di poter avere un grande futuro della sua carriera. Ibanez è agli inizi, nell’Atalanta non giocava nemmeno titolare, però sembra un giocatore che sta crescendo…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Contro il Siviglia sarà dura e lì la Roma deve giocare bene e difendere meglio di quello che sta facendo adesso… La Roma è in crescita e mi sembra che stia bene. La squadra è in salute, Miki è tornato, Dzeko ti risolve le partite e i terzini sembrano in buona forma. Il test con l’Inter è importante, e poi devi trovare il sistema di battere Monchi ma il Siviglia sembra una squadra pericolosa…”

Redazione Giallorossi.net

21 Commenti

  1. Melli che parla di rigorazzi… Da che pulpito, rigori regalati tutto l’anno, mai visti al var, minuti di recupero infiniti.. letame!

  2. Fonseca per me non ha mai avuto credibilità.
    Allenatore confuso, un Paulo Sosa 2.0 ( che guarda caso cercava Baldini con insistenza).
    Per la Roma che vorrei Fonseca non ne farebbe mai parte, come non ne farebbero MAI parte Pellegrini IN PRIMIS, poi Cristante, Fazio, Jesus, Palo Lopez, Under, Kluivert, Kalinic, Pastore, Perotti, B.Peres, Santon, Karsdorp, Olsen, Antonoucci, Florenzi.

    • @Dario, però dimmi CHI compreresti, chi faresti giocare e come… Per me meno male che non fai ne DS ne allenatore della Roma. Comunque vediamo chi, prendibile, per te sarebbe meglio dei citati. E non mi fare quello che quando disse che ci voleva un centrale meglio di Manolas (era il primo anno del greco allora semi sconosciuto e che veniva al posto di Benatia) mi disse Boateng del Bayern… che non solo è meno forte dei 2, MA sopratutto allora prendeva l’assurdo stipendio di 14M€ l’anno figlio di un rinnovo dopo un apio d’anni ad alto livello mai più ripetuti!!!

    • A laziale che non sei altro. Ti piacerebbe una squadra di pippe è????
      Tanto datti pace che, se continua così, pure quast’anno ti andiamo (come sempre) sopra in classifica.

  3. Gli aiutini, anzi aiutoni, sono quelli che ha avuto sempre la Lazio, ora che gli aiutini /aiutoni non fioccano più sta dimostrando di essere la solita squadra da serie B

  4. Assurdi! A rosico rosico hanno la faccia come il cxlo! La loro squadretta ha avuto 16 rigori, la metà inesistenti, recuperi che sembrano tempi supplementari, anzi, alle volte con la regola “giochiamo finchè non segnate”, aiuti per le nefandezze che capitano nella loro area di rigore, ed hanno il coraggio di parlare della ROMA? Fanno veramente schifo!

    • Mancini è un fenomeno, novello Chivu che sa far partire ľ azione dalla difesa. Ibanez è un gran bel difensore alla Zago già visto da qualche dirigente dello United

    • Sinceramente se giochi a 3 i titolari sono 4… e li usi secondo forma e caratteristiche dell’avversario!
      Contare i “titolari” come sulla Playstation è una cosa da 10-20 anni fa!!!

  5. Abbiamo ripreso a giocare (soprattutto per fare un piacere a Lotito) con la Roma a -6 dal 4° posto con 12 partite da giocare, adesso siamo a -12 con solo 5 partite. Vediamo essenzialmente di evitare un aggancio da dietro. Forza Roma!

  6. Ma invidiare la lassio fa capire che anche sta retorica da 4 spiccetti è finita.
    Che si parla di società fruttariana lo sapevamo ma adesso siamo al limite del ridicolo pure con le scusanti.
    Cambiate direttore che questo è fuso e durante le sue parole si odono rumori di specchi arrampicati da dita appiccicaticce.

  7. Radio ballotta invece di pensare al loro badrone e delle’ ennesima coppafocene…….si preoccupa de laziesi trattoristi caciottari e dei rigori….visto visto? A ballotta mio se glie davano i 59 rigori a quedt’ ora eravamo a due punti da rubentus….
    Si perche’ ballotta mio me da da’ magna’ e poi e’ bello e buono e a me mi stipendia… quindi amo il mio ballotto
    Ps
    Nun ce de crede ao….stamo a frutta
    Forza romaaaaaaa a foce’!!!!

  8. David Rossi (anche se lavora x la società) ha ragione invertendo i rigori, noi saremmo al posto loro. Forza Roma e speriamo che ci compri qualcuno x farci finalmente divertire, xche ci hanno tolto anche quello!!!

    • Sai come potevi essere al posto loro, o almeno in lotta fino alla fine? Evitando di perdere in modo ignobile come hai fatto le partite contro Torino, Bologna, Sassuolo, Udinese.
      Prima pensi a fare il tuo e poi eventualmente recrimini.
      Pensa che stiamo ancora qui, e del tutto legittimamente, a recriminare sul gol di Tirone.

  9. No ma veramente parlano ancora sti sbiaditi…ma 16 rigori chi li ha avuti quest’anno? Fra giovambattista e quell’altro pupazzo che se porta appresso stanno sempre a parlà male della Roma…ma fatela finita mica è colpa nostra se per una vita siete stati sotto di noi…godetevi sto momento e sopratutto che dopo non so quanti anni arriverete sopra di noi…

  10. prima dell’epoca americana con 16 rigori ci vincevi uno Scudetto con qualche giornata d’anticipo…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome