“ON AIR!” – CORSI: “Ghisolfi? Se dice a De Rossi “ci penso io” è finita…”, ROSSI: “Per il sesto posto potrebbe bastare vincere col Genoa”, PIACENTINI: “Dybala? Non ci farei più affidamento”

34
1028

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “L’Atalanta se vincesse l’Europa League potrebbe mollare le ultime due partite contro Torino e Fiorentina. Se l’Atalanta dovesse battere il Bayer, poi per me potresti giocarti casa sull’x di Atalanta-Torino… E se la Fiorentina non dovesse vincere la Conference, e con l’Olympiacos non se la porta da casa, poi se la deve giocare con l’Atalanta…Ecco perchè vi dico che è ancora presto per parlare, dobbiamo aspettare… La Roma? Potrebbero bastare tre punti, se la Lazio dovesse pareggiare sabato tu vincendo contro il Genoa domenica sera avresti la matematica certezza del sesto posto…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Dybala in campo per il Genoa? Non ci farei più affidamento. Ultimamente ne ha saltate troppe di partite… In teoria Roma-Genoa non dovrebbe essere una partita, tu hai un minimo di motivazioni, loro non più…con o senza Dybala te la devi portare a casa…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Mi deludono i Friedkin se presentano il ds con tutto questo ritardo. A meno che il nuovo direttore sportivo dopo dieci giorni non abbia in canna 3 o 4 acquisti sui quali stava già lavorando…Noi siamo anche tifosi e per questo non riusciamo a essere del tutto obiettivi, i nostri giudizi sono influenzati dall’essere molto partecipi…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “C’è tanta gente che parla dell’Atalanta come una squadra dopata…è sbagliato perchè non abbiamo le prove e poi perchè con l’antidoping migliore che c’è in Europa è impossibile che in otto anni non sia stato trovato niente… E’ strano che sia in queste condizioni giocando su tre fronti? Guardate che l’Atalanta stava sotto la Roma fino a un paio di partite fa, non è che parliamo di questo campionato pazzesco… Allora anche la Roma e la Lazio di Zeman si dopavano, perchè in certi periodi dell’anno volavano…Io onestamente credo alle metodologie di lavoro e alla scelta di certi giocatori in funzione di quello. E poi sono bravi anche tatticamente: l’Atalanta non corre e basta, sono bravi anche a giocare a pallone…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Pinto è stato un presuntuoso appena arrivato. Spero che questo Ghisolfi sia un minimo intelligente, che si prepari e capisca com’è Roma. Se arriva qui e comincia a dire a De Rossi “ci penso io“, è finita… Spero che la Souloukou sia forte a spiegare le cose a quest’uomo…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Spinazzola? Devi uscire da certe logiche di quel gruppo di comari dello spogliatoio che fanno fare i contratti a chi dicono loro…basta farli comandare su certe cose. Tu a sinistra devi prendere un bel terzino… Le priorità sul mercato sono due esterni forti e un attaccante…”

Paolo Cosenza (Tele Radio Stereo): “Cento milioni per il mercato? Secondo me quest’anno è possibile. Non c’è più il discorso del transfert balance, e cioè che tanto esce e tanto entra, è un vincolo che hai superato. In più non hai bisogno di fare plusvalenze. Sei squadre in Champions? In quel caso le italiane dovrebbero dividere per sei e non per cinque i soldi dei diritti televisivi, per questo mi domando se certi club non abbiano interesse a vincere le ultime partite in modo da far arrivare quarta l’Atalanta e portare solo 5 squadre in Champions…Io comunque il 22 maggio tifo Bayer Leverkusen, da Gasperini non voglio favori…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “A meno di offerte importanti, io l’anima italiana della Roma non la toccherei. Io faccio fatica a pensare che il ciclo di certi giocatori sia finito. Tanti dicono che la Roma farà una rivoluzione, ma non è facile fare la rivoluzione senza avere un budget importante da riversare sul mercato…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Roma e Lazio per andare in Champions devono sperare  che l’Atalanta vinca l’Europa League dopo aver polemizzato sul recupero con la Fiorentina… La Roma ha tanti calciatori in prestito in ruoli fondamentali e deve ricostruire la sua rosa, e non ha nemmeno un ds che fa sul mercato. E’ tutto in mano a Lina Souloukou. Messo tutto insieme, questo crea delusione e preoccupazione…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Sia Roma che Lazio hanno sostituito gli allenatori, questo significa che c’è stato un fallimento. La possibilità che rimangano entrambe col cerino in mano è forte: ora l’odiata Atalanta diventa la squadra del cuore, tutti a tifare Atalanta…ma fino a un certo punto, perchè se arriva quarta non va bene…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La mia idea è quella di non fare più di due anni di contratto, sia ad allenatori che ai calciatori. Perchè poi i rapporti si logorano. Poi dopo se ci sono le condizioni per continuare, allora ok. Sulla Roma, quando sei salito sull’areo per prendere Lukaku pensavi di poter fare grandi cose, e invece non è andata così. Ora sembra che ci siano le macerie, devi ricostruire e non sarà facile…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, rivoluzione a destra: tre in partenza, occhi puntati su Gendrey
Articolo successivoULTIME DA TRIGORIA – Dybala ancora out. Individuale programmato per Pellegrini e Paredes

34 Commenti

  1. Direi che anche con i friedkin la AS Roma è finita in un vicolo cieco.
    Una squadra da rifondare senza un euro da spendere.
    Una missione impossibile, a meno di non credere alle favole. O perfino a Ghisolfi.
    Un futuro da sassuolo o giù di li.

  2. chiacchiere e distintivo… il problema principale e che ci si trascina da anni in primis è il centrocampo… troppo compassato, poco dinamico e nemmeno talentuoso… non supporta l attacco e… peggio ancora non scherma la difesa… Ecco anche perché l Atalanta ci ha preso a pallonate ed arrivavano come treni in area… Sono anni che nessuno pone rimedio a questo problema…e… cosa grave… sia tecnici che direttori sportivi non hanno dato priorità a ricostruire questo settore nevralgico

    • il problema principale è che ci facciamo tante illusioni e ci creiamo tante aspettative..

    • Ti quoto a mille. La qualità sulle fasce è indiscutibilmente un tema, ma la priorità assoluta è il centrocampo, anche numericamente. Almeno due titolari di assoluto livello per relegare Bove, Pellegrini e Cristante a riserve. Paredes sinceramente (con questo 4-3-3) lo tengo tutta la vita come regista.

  3. Resto convinto che Mourinho non sia stato esonerato per motivi tecnici (a metà campionato e sei mesi dalla scadenza del contratto) ma principalmente per motivi disciplinari in una discussione con la proprietà che voleva il quarto posto (accettato al volo da De Rossi come obiettivo).

    • Abbiamo anche avuto bravi centrocampisti che hanno preferito altri lidi a cui portare anche lo scudetto.Forse non abbiamo avuto uno staff tecnico adeguato.Risposta per Barret

  4. La Lazio perderà contro l’ inter o proprio se le andrà bene pareggerà e l’ Atalanta perderà sicuramente con il Leverkusen. La Roma può e deve arrivare sesta ma farà comunque l’ Europa League ed è ciò che meritiamo.
    In campionato contro le prime :
    Inter 2 sconfitte
    Milan 2 sconfitte
    Bologna 2 sconfitte
    Juve un pareggio ed una sconfitta
    Atalanta un pareggio ed una sconfitta
    La realtà dei fatti è che si vale ciò che siamo ed anzi, non fosse stato per de Rossi avremmo un saldo negativo anche contro la Lazie e bene che andava staremmo a pari punti col Napoli.

    • Ahò ,da quando ti sei messo sto nick,Mancini è diventato na pippa e godono solo gli altri.
      Cambia!

    • Andrea: sei convinto che Mou avrebbe superato gli ostacoli per arrivare fino alle semifinali?…….

    • No Andrea , mou questo Leverkusen non lo avrebbe mai battuto. Con la Roma ha fallito contro tutte le squadre forti, nel cammino europeo con lui la Roma non ha mai incontrato un top club. È stato fortunatissimo. Quanto alla conference, secondo me a partire da di Francesco passando per fonseca e finendo con de Rossi la avrebbero vinta tutti. A dimostrazione di ciò c’è Italiano 2 volte in finale ed i greci altra finalista che in Europa non hanno mai contato nulla, in più la prima edizione è stata un po’ di pulcinella e ricca di club di settima fascia. Mourinho una sciagura.

    • Bravo.
      Bravissimo.
      Lapalissiano!
      (Ci metto dentro che tra storture arbitrali, tempi REGALATI, e sfortune come il ritorno con l’Inter, il risultato sarebbe più o meno lo stesso. Quindi…).
      Siamo da 6° posto, come da 3 anni a sta parte.
      E ribadisco, che ciò nonostante, come fosse stata vittima delle porcate col Milan e Bologna appena dopo (Orsato), l’anno scorso, MOURINHO ci avrebbe portato cmq in Champions!
      (Non per metterlo a confronto con DDR, ma solo per ricordare a tutti, che “quello” non era un vecchio rimbambito ma un grande conoscitore di calcio! Quindi della sua rosa.).
      FORZA ROMA

    • Andrea, quindi tu sei sicuro che dopo averci perso 2 volte in campionato senza mai vedere la palla, Mourinho avrebbe eliminato il Milan ai quarti di EL, giusto?

    • Ma quelli che sono convinti che mou ci avrebbe portato in finale lo sanno che con lui avrebbe giocato Rui pasticcio?

    • mah, io di errori arbitrali clamorosi quest’ anno ne ho visti contro tutti(Inter esclusa,loro mi paiono essere diventati la nuova Juve). Ed il rigore che ci hanno regalato contro l’Atalanta lo dimostra

  5. Comunque se ci fosse stata la prima rivoluzione dopo Budapest l’ avrei capita… così non è stato. Se ci fosse adesso manderei via chi ha tradito MOU, il perché? Remando contro hanno perso punti importanti in ottica Champion (se avessero giocato con criterio saremmo tra bilan e gobbi…) devono pagare loro. Hanno avuto il cambio e scelto il nuovo allenatore, quindi per me hanno fallito…Salverei DDR adesso, ha solo 2 stagioni per confermarsi, se non porta nulla può andare… Tocca fa così…

  6. ma si può sperare di arrivare sesti?…. ma chi è ghisolfi?…. ma veramente siamo ridotti così male? e noi tifosi cosa facciamo ora? siamo spettatori silenziosi e ci va bene tutto o contestiamo la società? io non ci sto! questa situazione non mi piace affatti! voglio un altro tipo di società, non sopporto più i friedkin, il loro silenzio, la loro gestione e la posizione della soulouku. Spero che a breve decidano di vendere la società in mani assai più facoltosi delle loro con un direttore sportivo italiano come sartori o d’amico. Massara è ancora libero, voglio lui non un francese…

  7. Credo, con una considerazione del sennò di poi, che la società avesse bocciato il duo portoghese già l’anno scorso (ad Aprile è entrata Lina Soloulokou), e limitato le risorse nella precedente sessione estiva. La proprietà ha avuto una mancanza di coraggio nell’ operare scelte drastiche, ma necessarie.
    La rosa , a mio avviso, era superiore l’ anno scorso ed era in quel campionato che dovevi andare in Champions.
    Quest’ anno non è stata attrezzata una squadra competitiva, e ci siamo ritrovati un po’ per caso a sperare in un posto Champions.

  8. Ma è mai possibile che questa società di peracottari non ha la forza di andarsi a prendere Sartori? Adesso dopo l’atalanta anche il bologna è più appetibile di noi? Ma in che mani siamo finiti?
    Cari tifosi togliamoci le fette di prosciutto davanti agli occhi ed iniziamo una contestazione degna del nostro amore per questa maglia.

    • in mano a chi non spende manco 10 milioni sul mercato basta vedere come hanno fatto gli ultimi mercati, se vuoi tornare in Champions devi fare investimenti importanti finché ci saranno loro bisogna rassegnarsi ad ambire al massimo all’europa league

    • Ma che te voi contestà ?

      Quel calcio là e’ FINITO.

      Tu contesti… e quello pia l’ aereo e vola in Texas a magnà il pollo fritto.

      E il budget per il mercato resta sempre ZERO.

    • Se non riusciamo a entrare in coppa da troppo tempo forse anche pellegrini e cristante hanno le loro responsabilità.Provare a sostituirli magari sperando in qualche utile economico?

    • Pellegrini è un morto che cammina per 25 partite su 38. Cade a terra pure se Angelino lo saluta con una pacca sulle spalle, la mattina, al bar di Trigoria. Cristante grande uomo e professionista ma lento come un bradipo. Quando ripenso al centrocampo DDR-Strootman-Nainggolan mi viene da piangere.

  9. l’Atalanta, nel caso vincesse la coppa, deciderà se giocare o non giocare le partite restanti in base a chi è sesto. Probabilmente se saremo noi, farà di tutto per arrivare quarta (e dal momento che sono settimane che non c’è un solo romanista che non li insulta, sarebbe una logica conseguenza). Se sarà la Lazio, visti gli ottimi rapporti che hanno, non farà nulla e rimarrà quinta.

    • Ciao Maurizio, sul comportamento dell’Atalanta nel caso di vittoria in EL, resto convinto che NON rinuncerebbe al 4 posto in nessun caso. Infatti, la quota spettante alle italiane sarebbe maggiore se le partecipanti saranno 5. E quelli sono soldi, non bruscolini. Io non escluderei neanche passi falsi “dolosi” di juve e Bologna per farsi sorpassare da Gasperini, pensa un po’!

  10. Primo passo: smantellare i clan di parassiti e bulletti che vegetano a Trigoria…poi far capire alla maggior parte dei calciatori che per loro è meglio una carriera di attori fighetti di Moccia al fianco di Roul Bova che lottare e sudare sui campi di calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome