“ON AIR!” – PETRUZZI: “Lukaku vuole restare alla Roma”, PRUZZO: “Con tutti il rispetto per il belga, punterei su altro”, CORSI: “Ekitiké o Lucca al suo posto? Una presa in giro”

12
518

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “La mezzala è un’esigenza di questa squadra, negli ultimi due anni di mercato la Roma ha cercato un giocatore in quel ruolo: Renato Sanches doveva essere quella idea lì. Ma la squadra deve rinforzarsi almeno in due ruoli più importanti: terzino destro e ala sinistra. Con l’incognita centravanti, perchè se va via Lukaku devi pensare anche a un grande attaccante…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Vi leggo la mia formazione del futuro: Svilar, Bellanova, Mancini, Ndicka, Spinazzola, Paredes, Cristante, Pellegrini, Dybala, Abraham, Chiesa. E in panchina Gollini, Brescianini e Lucca con Celik, Smalling, Angelino, Llorente, Bove, Baldanzi ed El Shaarawy. Capisco che Bellanova e Chiesa sarebbero acquisti pesanti, ma sarebbero solo quelli e compenserebbero l’addio di Lukaku…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Chiesa sarebbe perfetto per l’attacco della Roma, ma come costi è uno dei giocatori più pagati della Serie A. E tra lui, Dybala e Abraham ci sarebbero diverse incognite sulla tenuta fisica dell’intero reparto…sarebbe una scommessa… Se dire addio a Lukaku sarebbe un ridimensionamento? Dipende se compensi la sua perdita con un altro grande acquisto. Se prendessi il Salah di 3 o 4 anni fa, con Dybala e Abraham avresti un grande attacco lo stesso. Non dobbiamo pensare tanto al singolo, ma al numero: il calcio è statistica. I 18 gol di Lukaku li può fare Abraham con un altro attaccante al posto di El Shaarawy? Io penso di sì. Però la Roma secondo me ha bisogno di un Barella, serve una grande mezzala…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Chiesa, Bellanova, Brescianini e Lucca? Sono nomi interessanti, Brescianini mi piace molto e anche Lucca secondo me sarebbe una bella scommessa…Però io farei di tutto per tenere Lukaku, perchè una cosa è avere lui lì davanti e un’altra Abraham o Lucca… La sua volontà, sono convinto, è di restare a Roma, perchè si trova bene, perchè è amato, perchè è stimato da tutti a Trigoria. Poi dipenderà anche dalla scelta finale sull’allenatore e spero che possa essere ancora De Rossi. Oggi sarebbe una follia cambiare, perchè sta meritando sul campo la riconferma. Certo, mi aspettavo il rinnovo già in queste settimane, il ritardo della società fa un po’ pensare. Fiorentina? Non penso, so che Aquilani è in pole per sostituire Italiano…”

Stefano Petrucci (Radio Manà Manà Sport): “La Roma è una squadra che soffre il doppio impegno, e ora in quale partita puoi pensare di far giocare qualche riserva? A Lecce? Non credo…Nel derby? Col Milan?…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Lucca o Ekitiké al posto di Lukaku? Spero che non sia così…Quando uno scrive che con questi la Roma è da Champions, mi sta prendendo in giro…vabbè che i giornali ormai li conoscete bene… De Rossi? Se porti Klopp o Guardiola, allora va bene, altrimenti non capisco perchè al suo posto dovrebbe venire Italiano o altri allenatori con cui non ci fai niente. C’è tutto il gruppo radio-ex lavoratori della Roma che attaccano la tagliatrice di teste Souloukou perchè ha cacciato gli amichetti loro, dicendo che non ha ancora rinnovato a De Rossi. Ma per me Daniele resta non al 100%, ma al 5000% perchè costa poco, la squadra è risorta e giocano tutti bene con lui…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “De Rossi è stato scelto all’inizio perchè veniva gratis e non avrebbe preso i fischi dei tifosi. Lo avevano scelto per sei mesi, con l’intenzione di ricostruire subito dopo. Nessuno dentro la Roma si aspettava minimamente che sarebbe andato così bene, sono rimasti sorpresi. Ora non so quale sia la volontà interna, se i dubbi li abbia la Souloukou o Dan Friedkin, sicuramente c’è un dibattito interno nel dire: “Ci è esploso tra le mani un ottimo allenatore. Continuiamo con lui o proseguiamo quello che avevamo pensato inizialmente con un altro allenatore?”. Sicuramente è una domanda che si sta facendo anche De Rossi, quindi è un caso, un dibattito che c’è, altrimenti gli avrebbero già proposto il rinnovo…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Io sarei molto tentato a puntare tutto su Tammy Abraham, ma è troppo rischioso perchè viene da un infortunio pesante. Devi cercare di  scovare un giocatore molto più giovane e che abbia la prospettiva di essere titolare. Con tutto il rispetto per i gol che ti può fare Lukaku, cercherei un’altra strada… De Rossi? Non è una novità per la Fiorentina, la dirigenza della viola guarda verso la Roma, ma allenare la Fiorentina non sarebbe di certo una passeggiata di salute, non è assolutamente una cosa semplice, bisogna essere molto preparati per allenare in una piazza del genere…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “De Rossi è destinato a restare alla Roma il più lungo possibile, perchè è un caso più unico che raro di allenatore già diventato patrimonio, per la sua storia e per quello che può essere se viene ben supportato dalla società…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “La scelta su Lukaku è complicata, credo sia difficile che rimanga. Se guardiamo quello che è successo negli ultimi anni c’è stata molta confusione da parte di Lukaku, ed è difficile che rimanga. Abraham è stato fuori un anno, la Roma deve creare le condizioni per farlo rientrare in serenità, se punta tutto su di lui il prossimo anno rischia molto, l’anno dopo uno stop così lungo è sempre sofferto. Io spero di no, ha già sofferto abbastanza, ma la logica dice questo. Però mettergli un tappo come Lukaku forse è troppo per lui…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “È difficile pensare a Lukaku e Abraham insieme, perchè sono due giocatori che occupano sia a livello fisico che tatticouna posizione centrale in campo. Correrebbero il rischio di pestarsi piedi, li vedo difficilmente accoppiati, a meno che uno dei due non faccia il Mandzukic della situazione, che uno dei due vada a sostenere anche la fase difensiva in maniera energica, ma non vedo questa possibilità. Per il belga, il problema è prima imprenditoriale e poi tecnico. E’ un ragazzo del 93′ che ha un costo importante, e non è tuo. Friedkin deve capire se il gioco vale la candela… De Rossi? Ci facciamo prendere troppo dall’euforia: serve prudenza, vediamo cosa farà fino a fine stagione, e cosa voglia fare lui, se vuole accomodarsi nella sua città o fare l’allenatore altrove…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Lukaku alla Roma? Non ci credo molto. Se riesce a tenerlo fa bene, è un giocatore importante. Ma che lui si riduca lo stipendio…non lo so. Dal punto di vista tecnico però sarebbe meglio tenere Lukaku, su questo non c’è dubbio… La Fiorentina su De Rossi? Lui non può aspettare in eterno la Roma. Che ci sia una squadra come la Fiorentina che lo voglia è naturale, ha dimostrato tanta roba in questi mesi e può essere un allenatore importante per una squadra importante, e la Fiorentina lo è. Però questa storia mi fa tristezza: quello che ha fatto De Rossi non basta per essere riconfermato?…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, occhi su Bijol per rimpiazzare Huijsen in difesa
Articolo successivoRoma, senti Rizzitelli: “Scamacca il centravanti ideale per il futuro dell’attacco”

12 Commenti

  1. Oh, si sono accorti di Brescianini, posso fare l’opinionista calcistico anche io, sono pure in anticipo con le valutazioni!

  2. Casano ha perfettamente ragione, alla Roma serve un Barella al posto di Cristante per rafforzare finalmente in maniera adeguata il centrocampo, ove manca il giocatore in grado di contrastare e ripartire. E, aggiungo, il Brescianini evocato da Moroni, è un ottimo centrocampista, magari una riserva così.

    • ce l’ ha già è Bove.
      I senatori non glibfaranno spazio.

  3. Sono circa 10 giorni che aleggia un clima di disfattismo totale intorno alla Roma, nonostante i risultati eccellenti riportati da De Rossi. Pare che il prossimo anno (perché si parla già di prossimo anno con due obiettivi ancora aperti?) faticheremo ad avere 11 giocatori in campo e non si sa quale allenatore. Ma vi rendete conto dell’invidia e della cattiveria che radio e giornali fomentano contro questa squadra? Io sono così inca**ato per le cose che leggo che non riesco nemmeno a sbroccare ormai. E c’è gente che continua a negare che “l’ambiente romano” non esista…

  4. se a De Rossi non gli rinnovano il contratto …sicuramente non rimarrà senza lavoro gli capiterà senza dubbio una squadra che gli darà più soldi …cmq non sarà così i Friedkin gli rinnoveranno il contratto senza problemi anche senza Champions perché gli costa 2 spicci e la piazza e’ contenta

    • In effetti meglio dare due spicci ad un allenatore che fa meglio di uno che prende 7,5 di euro, tu che ne pensi?

  5. io è da anni che mi chiedo sempre una cosa…vedendo giocare jamal nel Barcellona(in spagna -brasile è stato eccezionale).il fortissimo Davies lanciato dal Bayern Monaco ancora sconosciuto o Bellingham scovato e lanciato da Zorc al Dortumd….ma lo Scouting a Roma… è stato abolito x un editto papale x caso ?qualcuno mi ragguagli perché altrimenti non capisco.a Roma solo e soltanto o giocatori a fine carriera o parametri zero in scadenza in altri club.boh..un mistero

    • concordo…un Huijsen non lo devi comprare dai gobbi, lo devi scoprire prima degli altri…

    • Oddio, uno lo avevi trovato, Zaniolo, ma si sono dimenticati di acquistargli pure un cervello.

  6. la prosciuttara non si smentisce mai, grande intenditore di calcio e molto addentrato nelle notizie della Roma.
    🤘🤘🤘🦉🦉🦉

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome