“ON AIR!” – DAMASCELLI: “Mourinho fenomeno a parte, non verrà giudicato per i risultati”, PIACENTINI: “Rapuano, Aureliano e Maresca una tris niente male”, MORONI: “Basta vittimismo becero, si diventa ridicoli”

21
766

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “La Roma quest’anno non gioca meglio, e non lo dico in senso negativo: la Roma è questa, la differenza è che quest’anno ha due attaccanti che hanno una cifra realizzativa superiore. La differenza la fanno gli uomini. C’è anche una ricerca di gioco differente, ma legata sempre agli uomini: Paredes e Cristante ti danno uno sviluppo diverso alla manovra rispetto all’anno passato. E’ un modo di giocare un po’ differente. Ma la differenza la fanno i giocatori, e se hai Abraham o Lukaku qualcosa di differente c’è. Mourinho? Non so se parlerà stavolta in conferenza stampa. L’atra volta lo ha fatto perchè voleva dire qualcosa, ora non sarei stupito se dovesse saltare il turno… Rapuano, Aureliano e Maresca per Roma-Fiorentina? E’ una bella tris eh…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Premesso che voglio Friedkin e Mourinho non a vita ma per i prossimi 5 o 6 anni, però bisogna cercare di essere romanisti con dignità. A me il vittimismo becero di alcuni tifosi non lo tollero. L’arbitro della Roma è stato designato alle 14:30, e alle 14:31 già leggevo “hai capito, ci hanno mandato Rapuano! Che nel 72 A.C. ci ha negato un fuorigioco!“…Che poi Rapuano ci ha arbitrato due volte…A me questo fa star male. Io col Sassuolo non ho mai tremato, sapevo che avremmo vinto. Se tu sei consapevole della tua forza, e la Roma lo sta diventando con la rosa al completo, tu non puoi aggrapparti a certe cose, è ridicolo…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Ho la sensazione che le dichiarazioni di Mourinho erano studiate per avere un impatto superiore alla partita di domenica col Sassuolo. Soprattutto perchè ora arriveranno una serie di gare nelle quali Mou vuole che gli arbitri siano tutti sulla corda quando dirigeranno la Roma, che siano nella situazione psicologica per cui se sbagliano danno ragione a Mourinho, perchè gli arbitrano conto. Io ho questa idea, e se fosse così sarebbe una strategia dal suo punto di vista azzeccata…”

Alessio Nardo (Tele Radio Stereo): “Per Roma-Fiorentina c’è una questione aperta a centrocampo, perchè difesa e attacco sono scontati. Stavo pensando che forse per Mancini, vista la diffida, sarebbe meglio prenderla ora questa ammonizione dato che la prossima è col Bologna e dopo hai Napoli e Juventus. O lui è un fenomeno e non riesce a farsi ammonire per un mese, perchè poi hai anche Atalanta e Milan, oppure forse questo è il momento per giocarsi il jolly…”

Emanuele Zotti (Tele Radio Stereo): “Mancini ammonito per saltare il Bologna? Secondo me in questo momento è più dura la trasferta in Emilia che la gara in casa col Napoli…e comunque Mourinho non mi sembra uno che fa calcoli del genere. Io penso che contro la Fiorentina sia la volta buona per vedere Pellegrini titolare, così come Kristensen, che potrebbe essere premiato dopo Sassuolo. Io una maglia da titolare gliela darei…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Sono contento che il Parma ieri abbia fatto stancare i viola. La Fiorentina di Italiano gioca molto alta, speriamo che la Roma possa approfittarne, chiudendosi bene e ripartendo in modo da sfondarli… Cristante? Gioca sempre, e per questo è diventato un idolo: non prende mai otto in pagella, e non è quello che ti cambia la squadra, però prende sempre sei e verrà ricordato come quello che non si faceva mai male… Mourinho? Ora è più importante vedere cosa succederà domenica contro la Fiorentina…”

Paolo Cosenza (Centro Suono Sport): “Sulla carta il Napoli è più squadra della Roma, come giocatori ha più soluzioni, ma a gennaio le loro assenze saranno più pesanti, perchè è vero che la Roma non avrà Ndicka e Aouar, ma il Napoli perderà Osimhen che per loro è il 30-35% in meno. Tu devi sfruttare questo discorso, devi sperare di guadagnare un po’ di vantaggio sui partenopei. Il Milan mi sembra meno forte del Napoli come squadra, ma in un modo o nell’altro, e spesso in modi che non mi piacciono, riesce sempre a portare punti a casa. Ora come ora la corsa Champions mi sembra un discorso tra Milan, Napoli e Roma, facendo sempre attenzione ai ritorni di Atalanta e Lazio…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Ma voi avete capito la gerarchia di Mourinho a destra? Io no, e forse nemmeno la squadra… Io avevo espresso delle perplessità a Sassuolo quando Kristensen era subentrato a Karsdorp, ma poi al gol del due a uno ho commentato dicendo che era per questo che Mourinho è l’allenatore della Roma e non noi…”

Ubaldo Righetti (Radio Romanista): “Dybala nel secondo tempo di Sassuolo è rimasto molto largo, e quando tu hai un punto di riferimento come lui diventa tutto più facile. Un  giocatore sa che quando da palla a lui può correre senza guardare cosa sta succedendo, perchè poi ti giri, chiedi il pallone e sai che ti arriva. Anche questa è la differenza di avere in campo Dybala…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Quanti punti deve fare la Roma nelle prossime sei partite affinché Mourinho venga confermato? Zero punti, e poi venga quello che venga… Ma pensate davvero che Mou possa essere confermato per i risultati? Ma chi lo dice? A Roma manca solo il laticlavio a Mourinho, per il resto ha tutto…Mourinho è un fenomeno a parte, non c’entra niente con i risultati: se la Roma perde è colpa dei giocatori, se lo stadio è pieno è grazie a Mourinho, se lo stadio è pieno è grazie a Mourinho…Il futuro di Mourinho dipende solo da Mou: se vuole restare rimane. Cosa trova meglio di Roma e della Roma?…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “C’è un elemento che va tenuto a mente, che è la volontà del club e nessuno ha capito quali siano le intenzioni dei Friedkin. E’ chiaro che se fosse per i romanisti, Mourinho resterebbe alla Roma. E penso che anche lui voglia restare. Quanti punti deve fare nelle prossime partite? Non è quello il discorso, ai Friedkin possono venire dei dubbi se non dovesse fare bene. Non è che i Friedkin hanno messo un tetto di punti, che se fa 10 punti rimane e 9 va via. Sono tante partite difficili dove la Roma può fare il salto in avanti oppure indietro…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma fa tanti gol in più quest’anno? La qualità è venuta meno in realtà, perché Pellegrini è a mezzo servizio, e Aouar e Sanches ancora meno. E la Roma deve far leva sulla forza del resto della squadra, che ha dato segnali. Certo, le partite da qui alla fine del mese sono contro le squadre migliori e ci vorrà una Roma attenta, sperando di ritrovare il miglior Lukaku e il miglior Dybala. Poi se anche Pellegrini, Sanches e Aouar dessero una mano non sarebbe male. Scontri diretti? Se fai 3 vittorie e 3 pareggi sarebbe ottimale, da sottoscrivere. Però la Roma dovrebbe giocare partite diverse da quelle fatte contro Inter e Milan. Spero che sia più consapevole, più organizzata. Questo non significa che poi le vinci, ma almeno giochi belle partite…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteMarcos Leonardo non salva il Santos: il ko col Fortaleza vale la retrocessione, esplode la rabbia dei tifosi
Articolo successivoPogba, la Procura antidoping chiede quattro anni di squalifica

21 Commenti

    • Però Siviglia – Roma 4-1.

      Moroni ha in parte ragione, ma le sue sono le stesse argomentazioni della Juve di Calciopoli. Stesse parole. “Se sei forte puoi ignorare l’episodio a sfavore” era il leight motiv di Moggi, vorrà ben dire qualcosa.

    • Certo che dopo tutte le sentenze che vi sono state contro di noi e i relativi condoni a rubens e scazzie, continuare a sostenere che la Roma sia ben vista dal Palazzo mi sembra da platocefali conclamati. Son 40anni che subiamo furti di ogni genere ma per voi non esiste. Vi basta insultare chi difende con passione i colori giallorossi. Certo che, arrivare al punto di difendere Rapuano, Maresca e Aureliano, dopo tutto quello che ci hanno combinato mi sembra un pò troppo. Rimane un dato di fatto: Caso serra, caso schiffi, caso taylor, caso Marcenaro… Mourinho da quando siede sulla panca della Roma è l’allenatore che ha subito piu’ deferimenti e squalifiche in assoluto (i dati parlano da soli) Chi è l’agnostico o mistificatore?! A voi la risposta. Sempre Forza Roma💛❤️

    • quante vittorie, quanti punti, quanti se e ma per il rinnovo di Mou alla Roma. Non abbiamo capito che è una questione di soldi, di bilancio. Se si riesce chiudere al 4 posto è un discorso, altrimenti bisognerà ristrutturare tutto il bilancio economico per il 2024-2025. E’ evidente che alla Roma mancano dei giocatori chiave a centrocampo e in difesa, che per il prossimo anno dovranno in qualche modo essere ricoperti in concreto, senza prendere giocatori con deficienze fisiche croniche. Penso che i Friedkin, a gennaio decideranno, e penso che difficilmente rinunceranno ad un allenatore che sa riempire lo stadio in ogni partita della Roma. Pinto, per quanto si voglia, economicamente ha fatto un ottimo lavoro, certo se avesse portato alla Roma gente più stabile fisicamente, sarebbe stato molto ma molto meglio, ma chi di voi ha storto il naso quando questa estate è stato annunciato l’arrivo di Sanchez, o l’anno scorso con …… non ricordo il nome, ma veniva dal PSG. Questa estate l’arrivo a costo zero di Aouar ha entusiasmato l’intera stampa, confermando un ottimo precampionato da parte del giocatore. Dobbiamo avere piu fiducia in questa presidenza che fino ad ora non ha deluso! Facciamo i tifosi, quelli veri, le critiche e le supposizioni “maleodoranti” lasciamole agli altri a chi in tutti i modi vuole affossare le aspettative di una Roma sempre più forte!!!
      Sempre, comunque e dovunque, forza ROMA!!!!!

  1. Cristante gioca sempre ma anche Paredes è un duro: è anche sopravvissuto al fallo killer di Boloca domenica scorsa. Personalmente il cattivo Kristensen che ha ribaltato il risultato con il Sassuolo lo farei rigiocare.

    • anche loro hanno i fans personali…..malati…ma pur sempre fans…….servono a capire quanti danni fanno ignoranza ….invidia….prevenzione e tifo avverso.

    • Ma anche quella sulla corsia preferenziale. Chi ha la precedenza? I bus o i taxi? 😄😄😄😄

  2. Rapuano-Aureliano-Maresca amazza che ku-l-o che c’abbiamo aho!… La prossima volta chi ce mannate: Moggi-Damascelli-Focolari oppure Moreno-Taylor-Lotito?
    Cci-vostri e de tutti l’avi e della futura progenie… questo è lo schifo dello schifo!

  3. Contro la Fiorentina bisognerà usare bene i cambi, nella seconda parte della partita la viola potrebbe subire causa stanchezza gente che corre. Concordo che poi nelle partite successive il Bologna è da temere di più rispetto al napoli.
    P.S.
    Non so se avete visto la partita di ieri sera, ma il Parma ha un paio di giocatori veramente molto interessanti, ad oggi spreco per la serie cadetta…
    FORZA ROMA

  4. Al terzo anno di Mou Damascelli è invecchiato di 20 anni, se sta a consuma giorno x giorno nella sua stessa bile … bellissimo

    • Se dovessero rinnovà er contratto allo Special One (come mi auguro) in molti ce resteranno secchi. Damascelli compreso😂🤣

  5. Io sono un tifoso di 64 anni e ne ho visto di furti ai nostri danni a cominciare dal gol di turone ho calcolato dagli anni ottanta ad adesso ci mancano sette scudetti e. Poi parlano di vittimismo chiudessero la bocca sto giornalisti della triade sempre al servizio dei potenti dagli ottanta ad adesso la Roma molte volte ha avuto squadre più forti di Juve Inter e Milan eppure non ci hanno fatto vincere perché qualche arbitro inventa qualcosa per farci perdere altro che vittimismo siate onesti quando parlate.a dimenticavo abbiamo perso tre finali europee senza perdere sul campo

  6. Dimenticavo una coppa delle coppe negli anni sessanta alla monetina scusate la mia lunghezza ma è la prima volta che scrivo dovevo sfogarmi

    • Rasty era la semifinale Roma – Gornik Zarzbe. Nei tempi supplementari con il risultato praticamente in bilico, il povero Scaratti segnò in mezzo al fango campo un gol da quasi mezzo campo e tutti pensavamo che la Maggica si fosse qualificata per la finale. Ma qui intervenne la uefa (proprio non ce la faccio a scriverla con la maiuscola) che si inventò che i gol segnati nei supplementari non valevano doppio, in caso di parità, quindi si andò alla monetina , che (come te sbagli) ci condannò… Subito dopo quella partita, la stessa uefa riconobbe che i gol segnati anche nei supplementari valevano doppio (sempre in caso di parità)…Altro furto subito dalla ROMA che anche in questo caso, ha fatto a proprie spese, giurisprudenza

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome