“ON AIR!” – COSENZA: “La Roma avrebbe dovuto giocare il mondiale per club, ennesima sòla dell’amico Ceferin”, PIACENTINI: “Smalling e Sanches giocatori su cui non puoi più contare”, MACCHERONI: “Lazio? Per loro sarebbe perfetto Brocchi…”

42
1013

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Ndicka non era Baresi, ma dire che non era da Serie A mi sembrava un po’ troppo… Sarri? Non mi sembra uno che lascia i soldi sul tavolo, sono convinto che abbia già un accordo con un altro club per l’anno prossimo e allora ha sfruttato il momento di difficoltà per lasciare…Ranking Uefa? L’Italia ha ancora un buon vantaggio, speriamo che riesca a portare avanti tutte le altre squadre, sarebbe un bel passo avanti per il quinto posto utile per la Champions…In tanti dicevano che con l’addio di Mourinho molti giocatori sarebbero rinati, in realtà no, perchè Renato Sanches e Smalling stanno di nuovo male…non credo fosse una cosa indirizzata al vecchio allenatore. Mi sembrano due giocatori su cui non puoi fare affidamento…”

Fabio Maccheroni (Rete Sport): “Il Brighton? Occhio anche alla partita di domenica col Sassuolo, perchè quando una squadra cambia allenatore fa sempre il risultato…fortunatamente loro hanno già vinto domenica scorsa, quello è una cosa ottima. E al Sassuolo mancherà anche un giocatore fondamentale… La Lazio? Per loro sarebbe perfetto Brocchi…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “De Rossi domani non dico che può fare tutto il turn-over che vuole, ma insomma…Domani spazio a Bove, Baldanzi, Azmoun…Sento dire “in campana”, ma se noi gli facciamo un gol loro poi ce ne devono fare sei per batterci. La prudenza non è mai troppa, ma un minimo di serenità ce l’abbiamo… Ieri avrei preferito che passassero Napoli e Porto, ma è andate male… Lotito? No, grazie. De Laurentiis? No, grazie. Gazidis? No, grazie…Mi tengo il muto di San Diego (Dan Friedkin, ndr), perchè è una persona perbene e mi rappresenta…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Leggo che si parla ancora di progetto a lunga scadenza per la Roma, non ne posso più, è una maledizione… Ma quando succederà qualcosa di importante nella Roma? In questa città ci sono due squadre che hanno vinto meno scudetti del Bologna…ma possibile che dobbiamo fare il tifo per una squadra sovradimensionata? Noi siamo sempre costretti a parlare di Conti, Falcao e Batistuta…Sarri? Sono sicuro che abbia già un’altra squadra… Era meglio averlo per il derby? Alla Lazio stavolta la sfonnamo, poi ci possono mettere chi gli pare in panchina… Mondiale per club? La Roma per noi è la più forte di tutte, ma la realtà è che non gioca la Champions dal 2019. La Roma deve tornare in Champions, una coppa che gli americani non ci fanno fare da anni e anni…”

Paolo Cosenza (Tele Radio Stereo): “A fare il mondiale per club ci dovrebbe essere la Roma, e non la Juve…Era stato detto e scritto che i posti sarebbero stati determinati dal Ranking Uefa, poi lo hanno cambiato aggiungendo “eccezionalmente varrà con i punti della Champions“. Il Ranking Uefa è unico da sempre, ma stavolta se lo sono girato come gli pareva a loro… L’amico Ceferin ci dà l’ennesima sola…ma la Roma non dice niente? E’ sempre passiva? Se sta bene a loro, io non dico più niente e va bene così…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteUfficiale: Sarri non è più l’allenatore della Lazio. Squadra affidata a Martusciello
Articolo successivoROMA-SASSUOLO: arbitra Manganiello, Sozza al VAR

42 Commenti

  1. Il problema di Ceferin è che non conosce il linguaggio dei segni…
    Perciò nascono così tante incomprensioni col muto di San Diego.

  2. Perdonatemi per l’ignoranza, ma qualcuno mi spiega gentilmente come faccia la Rubentus a giocare il mondiale per club? Negli ultimi 5 anni hanno fatto schifo in coppa, esclusi dalle coppe e penalizzati in campionato per falso in bilancio e li mandano a fare il mondiale per club? Ma perché? Qualcuno sa chi abbia fatto le regole per truffare ancora una volta le società a favore dei rubentini? che vergogna

    • business, tifoseria numerosa…le solite cose, i motivi del perchè si parla sempre delle strisciate…

    • Contano solo i punti fatti in Champions e danno un grosso bonus alla qualificazione agli ottavi. I gobbi maledetti hanno fatto 3 ottavi e un quarto di finale negli ultimi 5 anni.

    • Non capisco perchè a Roma non sia mai iniziata questa crociata ampiamente motivata. In europa c’è una classifica che è il ranking nel quale è ampiamente calcolata la differenza fra le prestazioni in Champion’s, in Europa e Conference , in pratica la Roma ha fatto un miracolo sportivo per trovarsi in quella posizione ,vista la differenza nell’assegnazione dei punti , e per premiarla si inventano una classifica ad hoc a vantaggio di una società che ha più volte violato le regole civili e morali dello sport. Secondo questa scelta le regole sulla scarpa d’oro non hanno nessun fondamento a questo punto. Nella prima edizione di questa coppa del mondo andava utilizzata l’unica classifica che esiste (il ranking) anche perchè il criterio per costruire la classifica è stato approvato in un periodo successivo allo svolgimento delle competizioni in cui bisogna realizzare i punti. C’è tutto per una battaglia sia legale che di principio, perchè questa è la piu grande violazione dello spirito sportivo dell’intera storia dello sport. Le regole ad hoc si possono anche fare, ma tutti ne devono essere a conoscenza prima che iniziano i giochi.

    • daje marietto sfonnamo l’americanil che non ci mandano in Champions, se scorda che gli ultimi 4 anni che ci siamo stati la Roma era de Pallotta daje Marie che so finiti i soldi che ti davano prima sfonnamoli

    • @roma caput mundi Chiedilo all’amico intimo di ceferin, cioè dan friedkin.

  3. è una ennesima porcata che con il nono posto nel ranking non andiamo al mondiale per club.

    nei criteri di scelta fifa ci sopravanzava persino la ladsio che sul piano internazionale fa evacuare meglio di una boccetta di confetti falqui (chissà se esistono ancora)

    ora vanno i ladri che non fanno le coppe…
    ma il mondiale si

    roba da vomitare

    • Mi citeresti una competizione calcistica alla quale si acceda per ranking e non grazie ai risultati sul campo per cortesia?

      Me ne basta una!

    • @zitti e pedalare … ma che discorso fai? ma che te fumi, i zampironi?

      *questa* è l’unica competizione calcistica a cui si accede per il ranking. *anche* per il ranking.

      hanno scelto, invece del normalissimo ranking uefa, l’unico esistente, un ranking derivato dai risultati nella sola Champions.

      che stai a di?
      la questione riguardava esclusivamente 2 squadre.
      se si usava il ranking uefa erano Roma e Lipsia
      usando l’altro saranno Juve e un’altra che non ricordo.

      sai che vuol dire mondiale per con, a parte il prestigio?
      50 milioni secchi solo perché partecipi.

      ci hanno dato in c…
      as usual

      e bisogna pure sentire pseudo tifosi come te che giustificano.
      tafazzi te spiccia casa.

    • vorresti lasciare intendere che la juve ….che doveva essere radiata per comportamento antisportivo grave e tutti i testi che sappiamo….si é guadagnata sul campo la partecipazione al mondiale??

  4. COSENZA: “La Roma avrebbe dovuto giocare il mondiale per club, ennesima sòla dell’amico Ceferin”
    ce credo c hanno rubato 80 milioni sotto al naso lo scorso anno…e nemmeno mezza parola dagli alti dirigenti della Roma, va bene a loro va bene a tutti.

    • Rispondo a zitti ped..
      Il ranking si conquista sul campo, nonostante i bonus dei passaggi della champion’s la Roma ha fatto più punti ed è nona per questo motivo. I punti si fanno vincendo le partite e con i passaggi del turno

  5. Ha ragione Paolo Cosenza,il mutismo dell’attuale dirigenza della Roma ormai rasenta l’acquiescenza,ossia la passiva accettazione di qualsiasi decisione presa ai danni della società,senza la minima nota di protesta.
    Gli americani,dopo ben 4 anni di permanenza nella Capitale, non hanno ancora compreso che la discrezione e la riservatezza nel mondo del calcio, non sono una virtù ma un segno di debolezza. Certo uno non pretende un comportamento sciancato come quello di De Laurentis, ma in tutte le cose esiste sempre una via di mezzo.

    • Qui Mourinho avrebbe detto la sua, che sarebbe stata anche la nostra. Chissà se qualche giornalista sfrucullierà DDR con qualche domanda sull’argomento.

  6. il sistema di qualificazione adottato per il mondiale per club è una porcata unica, essendo basato su un ranking che non esiste.
    Non c’è alcuna giustificazione che tenga

  7. tutto molto giusto, se non fosse che il mondiale per club è una competizione fifa. la UEFA e Ceferin non c’entrano nulla. le critiche da parte di qualche Cesarone ai Friedkin sono semplicemente ridicole e la ingrate.

    • sèeeeeeee non c’entrano nulla

      secondo te UEFA non c’entra nulla sulle squadre europee…

  8. Vecchia storia si sa che parlera’ quando vincera’ la CL ! Ma dai….per Ceferin si vuole candidare per la 3 volta, sembra un politico italiano la sedia non la lascia. Comunque una cosa e’ certa in Italia le amicizie se le sceglie brutte brutte….dopo Agnelli, adesso Gravina tutti inquisiti presto pure lui ! A noi piace vincere pulito tutto qui.

    • Ma no, Pogo,
      è molto meglio il bonsai di Ballotta rispetto alla Conference League, voi mette?

      Ma chi scrive qui sopra, Pippo, Pluto & Paperino? Boh…

  9. La sacrosanta verità viene….da Cosenza!
    Null’altro da aggiungere se non che l’Uefa è la Madre di tutte le nefandezze che seguono.
    Il messaggio è sempre lo stesso: se accisi qualcosa poi ti bastonano.
    Ieri, al Napoli del “post-commedia-Dela”, gli hanno negato un rigore decisivo (da 0-2 a 2-2 cambiava l’inerzia).
    Se alzi la voce loro ti devono sotterrare!
    È la solita storia dei poteri forti!
    Questo “MONDIALE” poteva essere pure interessante per tutti ma lo hanno reso interessante per pochi, quelli giusti…(una sorta di risarcimento della superlega, con tanto di COMPLIMENTI ALLA JUVE…)!
    LA ROMA DOVEVA PRESENZIARE ASSOLUTAMENTE.
    Perché o l’Europa League è una coppa importante (come l’Uefa se ne pavoneggia quando la mette sul mercato) e la Roma ne è la più indiscussa protagonista, o non vale unca (e te la vendi come una “sola”!).
    FORZA ROMA

    • È bello dirsi da soli che siamo forti, meglio sarebbe essere forti veramente. Ma se la coppa di gran lunga più importante annovererà 36 SQUADRE, cosa rimane per la Europa League? Poi, se vogliamo, possiamo raccontarci di tutto, ma, al momento, il nostro livello è lontano dal top europeo.

    • Il mondiale per club è organizzato dalla FIFA e non dall’UEFA di Ceferin, ma mandarci la squadra più preguidicata al mondo sorpassa ogni limite del lecito.

    • invece ha senso il chelsea che probabilmente starà fuori da tutte le coppe per il secondo anno consecutivo…
      Di certo non seguirò sta pagliacciata di manifestazione

  10. io credo che la mia squadra del cuore ( la Roma) deve partecipare a competizioni dove ha buone possibilità di vincere il titolo,che ce volete fa’ ho la mourignite voglio vincere ….dajeromadaje

    • Rispondo a Mardocheo76. Il Chelsea ha vinto la Champion’s e quindi ha conquistato sul campo la partecipazione, la juve invece prende il posto della Roma che si era conquistata la partecipazione all’evento sul campo raggiungendo il nono posto dell’unica classifica accreditata che c’è in europa il Ranking. Io mi vergognerei a partecipare a qualcosa che si è conquistato un altro con i risultati sportivi, ma aspettarsi gesti di fair play quando la partecipazione permette di incassare 100 milioni in soli 30 gg credo che sia un’utopia

  11. Mi tocca pure leggere che la Roma è si forte, ma non partecipa alla champions dal 2019.

    Mentre le altre compagini stanno a fa sfracelli .

    Tipo sti gobbi che stanno sotto de noi nel ranking,manco arrivano agli ottavi dal 2019 e non giocano manco le coppe però… se nguattano 50 mil( dico 50) per la semplice comparsata, un gettone, al prossimo mondiale per club!

    Ma la Uefa nicchia… anzi, mo se sveglia ( se se come no) e s’accorge che milan e Lille so dello stesso proprietario,nel mentre la GdF sta a spulcià na vagonata de scartoffie per comprendere meglio le dinamiche de sto bluff,anzi, per risalire alla vera identità che si cela a casa milan,quasi fosse na barzelletta del tipo : ” ci stava un americano,un banchiere un arabo ed un napoletano camuffato da cinese “.

  12. Copio e incollo:
    “Per l’Europa si qualificheranno 12 squadre, ovvero le ultime quattro che hanno vinto la Champions League più altre otto in base al loro cammino in Champions League nelle ultime quattro stagioni. Per questo, ad esempio, la Roma è tagliata fuori nonostante un ottimo posizionamento nel ranking generale UEFA grazie al cammino in Conference League ed Europa League nelle ultime due stagioni.”
    Ovviamente a noi rode, perchè alla fine la cruda realtà dice che l’unica coppa che conta veramente è la champion’s league.
    La cosa perversa è che un torneo FIFA venga organizzato in base ai risultati uefa, ma senza tenere conto del ranking che certifica il risultato sportivo durante gli anni.

  13. quello che dà fastidio è l’incoerenza che sembra tirata fuori al bisogno…
    il ranking UEFA è esistente e valido. non e’ solo scenografico, ma utilizzato per esempio per la composizione dei gironi.
    penso anche io che una partita vinta in Champions possa valere quanto una in conference, ma le regole esistono e non le ha stabilite la Roma a suo uso e consumo.
    in base a quelle regole, la Roma è attualmente la 9 squadra europea, la seconda italiana.
    ogni variazione a questo stato di cose è senza dubbio una palese forzatura.
    a questo punto era più pulita la partecipazione a invito della superlega. almeno non si cercava di camuffare la scelta

  14. Faccio presente che i punti che si guadagnano giocando la champions e quelli che si guadagnano giocando l’europa league non sono gli stessi.
    Quindi, chi gioca la champions, a parità di percorso fatto, è già avvantaggiato.

    Se la Roma è alla nona posizione attualmente, sopra a squadre come manchester united, barcellona, atletico madrid, siviglia porto benfica juve… ) è perché se lo è guadagnato SUL CAMPO!

    Peraltro, direi, che forse i sesti e settimi posti dipendono anche (o molto) dal fatto che la Roma HA ONORATO le competizioni, sportivamente, fino all’ultimo, magari perdendo posizioni in campionato.

    Lo scorso anno eravamo terzi, prima del rush delle fasi finali della coppa.

    Quest’anno rischiamo lo stesso.

    A chi dice sopra: (tale Cocco) “la Roma al mondiale per club non ha senso” dico di ricordarsi questa frase quando vedrà che squadre ci staranno dall’asia, dall’oceania, dal nordamerica … eccetera… non è che ci sarà solo real liverpool city ecc

    No, trovo che abbiamo subito una profonda ingiustizia, alla quale in qualche modo si doveva rispondere.

  15. Che la formellese fosse una società allo sbando era noto a tutti, almeno qui in città ne eravamo consapevoli. Lo scorso anno sono arrivati secondi perché il Napoli aveva già vinto lo scudetto nel girone di andata e tutte le altre, noi compresi, eravamo affaccendati nelle coppe. Perciò, come sempre, loro si attribuiscono meriti inesistenti mentre il loro piazzamento d’onore…. fu solo il frutto dei demeriti altrui. Perciò la loro debacle attuale, o ennesimo fallimento, è il frutto di un inganno che loro hanno cavalcato come un trionfo mentre in realtà li ha fuorvianti, ingannati come è nella loro storia, nel loro squallido destino. L’unico privo di colpe è l’allenatore che si è dimesso e ha rinunciato a sei mesi di stipendio (gesto di altruismo che qualcun altro dalle nostre parti non ha fatto per puro interesse venale….), oltre che a un rinnovo automatico, segno che la situazione tecnica della loro striminzita rosa è drammatica.
    Io dedicherei questa ulteriore disfatta a molti giornalisti del nord, simpatizzanti formellesi o diversamente tali, a opinionisti autoctoni, a pseudogiornalisti palesemente di parte, a saltimbanchi nostrani, a vedove anche giallrosse dell’ex tecnico non dimissionario che si sta godendo il residuo lauto stipendio immeritatamente in Arabia, dispensando sorrisi anche con chi credevo fosse una bandiera enorme, senza alcuna macchia e tutto ciò mi addolora soorattutto per la nostra Storia gloriosa. Per il resto Daje Roma e Daje Daniele!!!!💛❤

  16. “A fare il mondiale per club ci dovrebbe essere la Roma, e non la Juve…Era stato detto e scritto che i posti sarebbero stati determinati dal Ranking Uefa, poi lo hanno cambiato aggiungendo “eccezionalmente varrà con i punti della Champions“… Questa frase andrebbe detta e scritta continuamente. Invece nulla. I media taccuino e…non diciamo una parola neppure noi!!! Inspiegabile. p.s. su questo schifo, ipotizzato già da mesi, neppure Mou ha mai detto una parola dato che sarebbe servito a difendere la Roma e non se stesso…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome