“ON AIR!” – ROSSI: “Niente storie, domani in campo col 2-3-5”, CORSI: “Sarebbero tre punti di platino”, PIACENTINI: “Se finissimo dietro alla Lazio mi farei esplodere”, FERRAZZA: “Chiesa e non Lukaku l’anno prossimo? Mi spaventa”

8
503

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Dopo l’incazzatura di lunedì, ieri sera una punta di soddisfazione ce l’abbiamo avuta…c’hanno creduto, pensavano di vincere la Coppa Italia e invece no… Domani è una partita non partita, è una sprint-race…Non dicevo per scherzo, io mi aspetto un 2-3-5 domani. Mi aspetto due centrali con i piedi sul centrocampo, mi aspetto due esterni che spingono molto come Spinazzola e Celik, poi Cristante davanti alla difesa e poi tutti avanti. Non voglio sentire storie…E’ vero che rischieresti, ma perdere o pareggiare cambierebbe poco, per questo devi provare a vincere…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Spero che De Rossi butti tutti dentro domani: Azmoun, Abraham, Pellegrini, Dybala, El Shaarawy…A me però questa storia del fatto che zero punti o un punto solo sia la stessa cosa non mi convince. Perchè dietro rincorrono, e non parlo solo dell’Atalanta…Se dovessi perdere, saresti solo a tre punti da quelli (la Lazio, ndr) e a parità di partite…un punto sarebbe comunque meglio di niente. Lo dico prima, se la Roma arrivasse dietro a loro anche quest’anno, io mi faccio esplodere…”

Roberto Bernabai (Rete Sport): “La nuova Champions ti dà la possibilità di incamerare denari importanti. Serviranno rinforzi, a partire dall’attaccante e dalla scelta sul futuro di Lukaku. Poi su Azmoun che fai, lo riscatti? Poi c’è un laterale destro su cui investire, e un centrocampista da prendere… Burdisso come ds? So che vuole iniziare l’avventura da direttore sportivo in solitaria, alla Fiorentina ha fatto una palestra importante con Pradè. Il rapporto tra ds e allenatore deve essere molto saldo, ed essendo Burdisso molto legato a De Rossi potrebbe essere una soluzione interessante. I top sarebbero però Marotta o Sartori…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “I Friedkin sanno che serve un ds, di sicuro non sono con le mani in mano, stanno lavorando. Questi non parlano, ma fanno i fatti… La Roma perde ancora con le big? Abbiamo battuto Lazio e Milan, ora aspettiamo le partite contro Juventus e Atalanta. La Roma che più mi ha entusiasmato è quella vista contro Milan e Brighton, mi ha dato la sensazione della grande squadra. Poi so che bisogna confermare Dybala e Lukaku, trovare il Maicon per la destra e prendere Bonaventura. Ma la Roma ha il taglio della grande squadra…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “La Juventus è veramente inguardabile, in questo momento è una squadra piccola. E questo mi fa pensare che certi allenatori come Allegri o Mourinho siano in grado di allenare solo grandi squadre con i campioni… Noi comunque con una buona squadra due finali ce le siamo sparate… Udinese-Roma? Vincere domani sarebbe troppo importanti, i tre punti in più non sarebbero d’oro ma di platino. Dobbiamo mettercela tutta, vincere servirebbe in maniera clamorosa, andare a 58 punti sarebbe tanta roba… Chiesa? Con la Juventus non gioca da un anno: se è perchè ce l’ha con qualcuno là, allora lo prendo, altrimenti lo lascerei a Torino… ”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “La Roma ha giocato due settimana fa a Udine che c’era un clima quasi estivo, domani invece rischi di trovare la neve. Questo per dire quanto è tutto folle…questa è una partita che comunque ti condizionerà… Aoaur e Huijsen domani non potranno giocare, e già questo è un vantaggio…Chiesa? Giocatore con un carattere particolare. Il tridente dell’anno prossimo con Dybala e Abraham? Questo mi spaventa…se così fosse, allora no…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “L’Atalanta ha un tour de force peggiore del nostro, stasera gioca una partita intera e non 20 minuti… Chiesa? Prima c’era solo Mourinho a chiamare i giocatori, adesso c’è De Rossi, c’è Burdisso e c’è Modesto… Il Bologna è la migliore squadra del nostro campionato dopo l’Inter, ma la Roma in condizioni normali, senza le fatiche di coppa e con un altro arbitro, se la sarebbe giocata alla pari…”

Massimo Caputi (Radio Manà Manà Sport): “Quei tre punti di Udine ora ti servono come il pane, perchè le squadre dietro hanno un calendario decisamente migliore del tuo. Ma non ho grandi aspettative, in 20 minuti è difficile, l’Udinese ha bisogno di quel punto e immagino farà di tutto per difendere quel risultato. Occhio a volerla vincere a tutti i costi, perchè poi rischi di perderla…”

Piero Torri (Radio Manà Manà Sport): “Incredibile quello che sta facendo il Bologna, pensavamo tutti che gli sarebbe venuto il braccetto, e invece se la stanno giocando alla grande. Contro la Roma hanno fatto la miglior partita dell’anno…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “A Udine De Rossi ci proverà come ha fatto nei primi 15 minuti col Bologna. La Roma deve stare attenta sulle fasce perché i suoi terzini sono facilmente superabili…”

Nado Orsi (Radio Radio): “La Roma va in difficoltà quando gli attaccanti avversari non ti danno punti di riferimento. E si sente molto l’assenza di Lukaku. La squadra deve essere un pochino più equilibrata. Venti minuti non si possono giudicare, non so che tipo di atteggiamento possono avere le due squadre…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “La Roma vista con il Bologna ha fatto notare un po’ di stanchezza. Ora a Udine è complicata la scelta di come gestire la rosa, anche se il cambio di allenatore ha decretato la retrocessione dell’Udinese. La Roma se parte subito a tavoletta può prendersi i tre punti…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteCalciomercato Roma, Lukaku vuole restare giallorosso: Chelsea pronto allo sconto o al rinnovo del prestito
Articolo successivoGravina, duro attacco a Lotito: “Pensa di gestire il mondo del calcio a proprio piacimento. Senatore, proprietario di club e consigliere: com’è possibile?”

8 Commenti

  1. “Preghiamo” ognuno chi vuole , nel mio caso dio 🙏 che domani la Roma vada ad Udine vincendo di autorità la partita, e che non si verifichino quei capitomboli noti nella nostra storia dove poi sentiremo che Cannavaro il campione del mondo del 2006 ha cambiato in 2 giorni la mentalità dei friulani salvo poi che li vedremo perdere con tutti dalla partita dopo. Per un volta che cambi il corso degli eventi ed in ogni caso meglio un punto che nulla.

  2. @David Rossi…cinque attaccanti si calpestano i piedi l’uno con l’altro e finiscono col creare un’ammucchiata al limite dell’area avversaria con i 5-6 difensori che gli si mettono contro.
    Se uno ragiona così,dovrebbe schierare lo 0-10 e lo 0-11 su calcio d’angolo.

    • strano, perchè nei due anni precedenti si è vista spesso sta soluzione quando c’era bisogno di ribaltare un risultato…ora non è più un colpo di genio?

  3. Dimenticavo, cosa fondamentale… non giocasse llorente al posto di smalling che il centrale inglese serve come il pane sulle palle alte ed anche di più… dentro pure Spinazzola e fuori nè carne nè pesce angelino.

  4. Se la lazie arriva prima della Roma anche quest’anno è perché per l’ennesima volta la Roma arriva in fondo ad una competizione europea e la Lazio sta col pigiama da Febbraio/Marzo e gioca 1 volta a settimana …

  5. mamma mia quante cassate dicono questi delle radio .. serve una roma solida in difesa con centrocampisti veloci ed attaccanti veloci .. basterebbe non far giocare giocatori inutili ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome