“ON AIR!” – FERRAZZA: “Dybala non c’è rimasto bene. E la Roma non pensa al rinnovo”, AGRESTI: “Totti ha la memoria corta”, MORONI: “Un grande terzino destro e la permanenza di Lukaku, così si può sognare”

27
903

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Prezzi dei biglietti? Se le curve costassero 100 euro, lo stadio si riempirebbe lo stesso, ma non ci andrebbe la gente che ci va abitualmente… Detto ciò, la verità sta nel mezzo: è vero che i prezzi sono sensibilmente aumentati, perchè 53 euro per una curva per un abbonato è un incremento importante e sarebbe stupido dire il contrario. Ma 53 euro è in linea con tutti gli stadi europei, anzi in Inghilterra costa perfino qualcosa di più. Tra il tifoso della Roma e la Roma c’è un rapporto passionale che va al di là del valore della competizione e della partita, e dire che si fa un prezzo in linea con quello di altre squadre anche più blasonate è una cosa che genera frustrazione, rabbia e delusione nel tifoso romanista. E chi decide certe cose ne deve tenere conto…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Dybala si gioca molto in questo finale di stagione, non tanto per il rinnovo, perchè ha un altro anno di contratto con la Roma, ma comunque per il futuro… Se portarlo a scadenza sarebbe un errore? Beneficeresti comunque delle sue prestazioni per un altro anno… Il caro biglietti? Mi ci confronto con mio figlio: per Roma-Brighton ho pagato 30 euro per farlo andare allo stadio, ma 53 euro per Roma-Milan no, se la vede in televisione…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Spesa per l’anno prossimo? Comprerei un portiere esperto, tipo Consigli, da mettere dietro a Svilar, poi per la difesa venderei Smalling e proverei a tenere Huijsen, via Kristensen e Karsdorp, mentre a sinistra terrei Spinazzola, per me è tra i 4 che può farti la differenza, sapendo che può saltare un certo numero di partite. A centrocampo via Sanches e Aouar, e al risparmio ho adocchiato Brescianini e Thauvin. Io tutto il montepremi lo metterei su un Cafu a destra, un terzino che mi faccia la differenza, e poi proverei a prendermi definitivamente Lukaku e mi terrei Dybala. Questi sono i tre grandi punti imprescindibili per poter sognare l’anno prossimo…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Io a centrocampo andrei a prendere Lovric dell’Udinese, che mi sembra un giocatore interessante. La Roma dagli ultimi anni ha attinto molto dagli svincolati e con i prestiti, e potrebbe cercare qualche completamento con queste formule…ad esempio invece di spendere 13 milioni per Azmoun, potresti cercare un vice Lukaku in prestito… Solbakken? In Giappone non ha giocato nemmeno un minuto, quello è un altro problema che la Roma dovrà risolvere…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Dybala non c’è rimasto bene, lo immaginavamo e abbiamo avuto un po’ di conferme… Vi ricordate quando Mourinho disse che se Dybala non fosse stato rotto non sarebbe mai venuto alla Roma? L’argentino c’era rimasto male. Di Dybala si continua a dire che la Roma non vuole rinnovargli il contratto, che si resta con questa clausola e con la scadenza 2025…Cosa dirà De Rossi delle parole di Totti? Che è un sua idea, e che lui è soddisfatto di quello che sta facendo Dybala alla Roma…”

Paolo Cosenza (Tele Radio Stereo): “Come risponderà De Rossi? Secondo me farà il vago, e dirà che se fosse un dirigente della Roma, Totti a Dybala se lo terrebbe stretto. E secondo me è quello che voleva dire Totti. La polemica sorge perchè c’è gente che non vede l’ora di creare la polemica. Se i risultati non fossero stati questi, il bersaglio ora sarebbe quello che siede sulla panchina della Roma. Siccome non ci sta questo bersaglio, e non è più attaccabile Mourinho, allora si attacca Totti. E questi che attaccano Totti sono gli stessi che prima attaccavano Mourinho, sono gli stessi che attaccavano la Roma in ogni circostanza…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Dybala? Io sono per i rinnovi annuali ai calciatori, specie dopo una certa età. Però io lo terrei, è un calciatore che fa troppo la differenza anche se non gioca tutte le partite. Però prima di andare a cercarne un altro, mi terrei lui. Tempo ce n’è per decidere, e faranno la cosa giusta al momento giusto…”

Gianni Visnadi (Radio Radio): “Totti su Dybala ha detto una cosa con un po’ di leggerezza, ma è non così sbagliata. Ora la Roma si gioca il suo futuro, e non si sa se potrà schierare Dybala. E’ un calciatore di qualità eccelsa, superiore a quasi tutti i giocatori del nostro campionato, ma i suoi problemi fisici ne hanno condizionato le prestazioni alla fine dell’anno. E’ un calciatore che va verso i 32 anni la prossima stagione, che richiede un investimento importante e la Roma deve decidere cosa fare e se continuare con lui…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Dybala? Tempo per parlare del rinnovo ce n’è. Totti forse non ha tanta memoria, lui voleva il rinnovo anche a 40 anni, e io ero d’accordo, perchè spesso un suo quarto d’ora valeva molto di più 90 minuti di altri giocatori. Però su Dybala ha usato parole sbagliate, e io spero per la Roma e per il calcio italiano che rimanga alla Roma. Quando gioca lui vince le partite, ed è sempre meglio tenerlo…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Totti non è un dirigente della Roma o di un’altra squadra, è un tifoso e dice quello che vuole. Non dice cose assurde, ma cose su cui discutere. Anche io lo terrei Dybala, ma è giusto chiedersi se ne vale la pena visto che gioca metà delle partite, e la metà della metà te le fa in maniera spettacolare e l’altra metà della metà bene…però l’altra metà non le gioca… Lui sa che Dybala è un fenomeno, non ha mica detto che è scarso, ma ha messo l’accento su quelle che sono le problematiche legate a Dybala…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDybala non gradisce: c’è la risposta a Totti
Articolo successivoDe Rossi e Lombardo alla camera ardente per Joe Barone (VIDEO)

27 Commenti

    • Il problema non è nel merito. Il problema è nella forma.
      Ci sono cose che possono anche essere pensate…..Ma dirle e’ diverso perché scatenano un putiferio soprattutto se a dirle e’ una persona che il giorno dopo sta su tutti i giornali.
      In definitiva io credo che questa affermazione non aiuti né Dibala, né DDR ne la squadra.
      E tutto ciò che non aiuta, danneggia.
      Conclusione se Francesco avesse fatto più attenzione secondo me era meglio.

  1. “Se le curve costassero 100 euro, lo stadio si riempirebbe lo stesso, ma non ci andrebbe la gente che ci va abitualmente…” cosa che per un imprenditore americano, sarebbe perfetto: meno FI e più gente che spende…meglio di così…

    • Il problema è che se comincia ad andare in curva gente “occasionale”, che si porta la fidanzata per farle vedere lo spettacolo, che si lamenta delle bandiere che non gli fanno vedere bene il campo, che non canta perchè, anche volendo, non conosce i cori, bhe ne perde lo spettacolo, la passione e in prospettiva l’affluenza.
      Il nuovo responsabile del ticketing vuole fare il fenomeno ma rischia di creare un bel casino.

  2. Allora se c’avessimo la palla de vetro che ce dicesse che Dybala c’è al 100% della forma (anche all’80%) al derby, nelle partite importanti de Coppa e specie in tutte quelle a eliminazione diretta, contro le squadre de alta classifica della Serie A, allora senz’altro tenemolo a tutti i costi Dybala.
    Se invece nei momenti più importanti della stagione Dybala ce manca, o va in campo al 30% perché reduce da infortuni, a che ce serve Dybala? A vince co’ la Salernitana, L’Empoli, Il Verona, il Cagliari e compagnia de salvezza?

    • A vincere il quarto di europa league con un gol che può fare solo lui in serie a, a vincere la finale di europa league se non si mette in mezzo un arbitraggio ai limiti della legalità visto che la var non si stanca durante la partita e che quindi dovrebbe essere sempre lucida.

    • 10 partite giocate quest’anno in EL: Dybala 1 goal e 0 assist.
      2 partite saltate per infortunio a legamenti e al bicipite, 2 partite solo panchina, 29 minuti con lo Sheriff e 22 minuti con lo Slavia Praga.
      Ottimo rendimento! Pijamoli tutti così e accontentamose de un gran goal ogni tanto.

  3. Totti quando parla lo fa solo per un suo tornaconto o per parlare male della società o di qualcuno che ci lavora, in questo caso un giocatore, e poco prima del mister.
    Ha iniziato questo “astio” ai tempi del secondo Spalletti e non ha più smesso. Forse giusto nella lettera dell’ultima partita… ma a questo punto mi viene da pensare che anche quella fu “addolcita” da qualcuno per evitare polemiche pure quel giorno.
    Perfino le parole su De Rossi sono veramente irritanti quando dice: “sta facendo bene perché conosce l’ambiente”…. ma veramente? Questo sta tenendo una media scudetto, va avanti nelle coppe, ha ridato un gioco e resuscitato mezza squadra, e il merito sarebbe perché conosce la piazza??? e non perché sono vent’anni che studia da allenatore, che va a vedere metodi di allenamento in mezza Europa, che può parlare in inglese e spagnolo senza problemi, che ha uno staff ottimo, che non ha mai sbagliato mezza dichiarazione da quando ha 15 anni ed è uno che si passa le nottate a studiare gli avversari… sono frasi che se le dicesse un laziale direi che rientrano nella classica presa in giro da derby, ma dette da un romanista vedo tanto, tantissimo rosicamento, e a distanza di 10 anni possiamo dire che aveva ragione Pallotta quando lo voleva come ambasciatore del marchio nel mondo… ma non parlando inglese manco quello alla fine poteva fare! voleva un ruolo da DS… ma io ricordo come ieri quando disse che l’unico suo erede che vedeva in Italia era Jovetic e che la società doveva investire sul suo acquisto…. giocatore che poi ha fatto una carriera mediocre, sempre in prestito tra Italia, UK, Francia, Germania e che adesso a svernare in Grecia.
    Onore al giocatore….. che sarà probabilmente il più forte che i nostri occhi avranno mai visto, letteralmente un Dio del pallone…. invece per il resto, quando parla di Roma, mi lascia sempre tanta amarezza!

  4. io darei uno stop alle critiche e gossip, da tifoso e radio di parte romsnista farei in modo che la squadra stesse tranquilla, invece…. chiacchiere destabilizzanti e prosciutteria.
    Forza Roms.

    • bravo Franz.
      prosciutterie e palazzinari da raccordo…
      Piazza mediocre, fanno bene i Friedkin ad allontanare gli spifferi da Trigoria

    • E come faresti? Come imbavaglieresti l’etere nell’epoca della comunicazione globale?
      Detta così, a me la prosciutteria sembra la tua.
      Invece è importante che la Società stia sul pezzo, smentendo coi fatti le chiacchiere.
      Per dire….chiami Dybala e rinnovi, altrimenti è ovvio che poi col passare dei giorni le voci si incrementano.
      Per quanto riguarda l’argentino il discorso è semplice: è un fuoriclasse che a causa di problemi fisici salta delle partite, quando gioca fa la differenza in modo clamoroso.
      Per cui tu, Proprietà, ce li hai i soldi per comprare un Campione di quel livello che gioca tutte le partite?; ce li hai i soldi per pagargli l’ingaggio? Sta tutto qui.
      Se soldi non ne hai, tieniti Dybala, che apporta anche per quanto concerne il merchandising.
      Altrimenti sei uno sciancato come il fruttarolo bostonian-sabino. Come purtroppo a me pare chiaro….

    • Ilario famme due etti de San Daniele !
      sai a forza de parla e sparla de prosciuttari me lo farei un panino o due

  5. Sig Davide Rossi costerà pure un pochino di più in Ingliterra ed è in linea con l’Europa ma magli stipendi sono pure piu alti di quelli italiani soprattutto in Ingliterra quindi non dire sciocchezze la verità è che se ne approfittano io pagherei pure qualcosa in più ma con una squadra che lotta e vince anche lo scudetto e testa a testa in Champion non con una squadra da 6/7 posto come gli ultimi anni

  6. La Ferrazza stupisce sempre con le sue qualità extra-sensoriali. Sà persino che Friedkin “non pensa ” al rinnovo.

  7. Capienza Allianz Stadium 41000 spettatori
    ricavi Juve 2023 61 milioni €
    ricavo lordo per posto 1.488 €

    Capienza San Siro 76.000 spettatori
    ricavi Inter 2023 79 milioni di €
    ricavo lordo per posto 1.039€

    Capienza San Siro 76.000 spettatori
    ricavi Milan 2023 73 milioni di €
    ricavo lordo per posto 960 €

    Capienza Olimpico 72.000 spettatori
    ricavi Roma 2023 49 milioni €
    ricavo lordo per posto 680 €

    Questi dati sono a fronte di un percorso campionato coppe più o meno simile (la Juventus meno partite in champions l’inter più partite per la coppa italia).

    Cosa ci dicono?
    1) che i prezzi medi della Roma sono bassi. Giustificati dal fatto di fare l’EL piuttosto che la CL? Forse. Il che vuol dire che se faremo la champions aumenteranno.
    2) che lo stadio di proprietà porterà a un aumento dei prezzi.

  8. La Roma non pensa al rinnovo di Dybala e invece pensa a quello di Spinazzola……..non ho parole solo parolacce!

  9. Ma ogniuno puo’ dire quello che pensa senza essere sempre giudicati, per quello che dice e quello che fa’? Se siamo in Democrazia io credo si ma sui social non e’ possibile sta divenendo una dittatura subito si punta il dito. Si giudica sull’aspetto esteriore dei fatti e superficialmente, invece servono per riflettere per creare e crearsi un pensiero magari cambiarlo noi non siamo …io per primo… i portatori della verita’! Dobbiamo farci un bagno di umilta’. Il capitano ha espresso un pensiero su uno che gioca e sul calcio penso che ne sappia un po’ piu’ di noi andare ha dire se parla inglese che vuol dire se uno parla le lingue puo’ aspirare invece se non le parla e’ fuori ? Sta facendo altro ma si e’ liberi di fare della propria vita quello che ci pare ? Se gli fanno sempre la stessa domanda da quando ha smesso il calcio ma che vuoi che risponda poi su Dybala siamo sicuri che ha detto proprio cosi ?

  10. Il problema della Roma, è sempre stato così, è l’mbiente che c’è intorno. Le chiacchiere destabilizzano , Roma è una centrifuga di chiacchiere . Adesso ci si mette pure Totti…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome