“ON AIR!” – CORSI: “De Rossi? Se vuoi sopravvivere a Roma non devi andare contro i giocatori”, CANDELA: “Stasera vinceremo, ne sono sicuro”, MORONI: “Angelino? Finalmente un terzino sinistro mancino…”

36
1099

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Rete Sport): “Il campionato oggi ti chiama, le dirette concorrenti hanno quasi tutte perso o pareggiato, e quindi stasera devi vincere… Paredes? Se De Rossi vuole fare un centrocampo veloce nella trasmissione della palla, non so quanto sia adatto, ha tempi di gioco più lenti…”

Vincent Candela (Rete Sport): “La Roma ha molta più qualità della Salernitana, non sono preoccupato, sono quasi sicuro che stasera vincerà. Anche dal punto di vista mentale non può essere distratta. Sono abbastanza sereno, come qualità non sarà da primo posto, ma è di sicuro superiore alla Salernitana…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Il valzer delle panchine? Speriamo non coinvolga la Roma, magari De Rossi fa bene e gli fanno un triennale…La Salernitana è ultima in classifica e devi vincere, punto. E’ vero che per loro è l’ultima chiamata, ma anche per la Roma non dico che è l’ultima ma quasi. De Rossi mi piace, toglie qualsiasi alibi alla squadra quando dice che bisogna vincere. Sta mettendo dei paletti per stabilire delle sue verità ma anche per ritrovare equilibrio: è vero che noi tendiamo a sopravvalutare i nostri giocatori, ma non sono manco una squadra de morammazzati…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “A me Mourinho non piaceva per le dichiarazioni o per certi atteggiamenti che non vanno bene per un allenatore serio, per questo lo attaccavo, ma non l’ho mai fatto dal punto di vista tecnico e tattico. Ora c’è una curiosità infinita su De Rossi e sul suo gioco, perchè tutto è ancora possibile… Angelino? Finalmente arriva un terzino sinistro di piede mancino, che è uno reattivo, brillante, che ha dribbling e scatto, e ha anche il calcio di punizione. Perchè ha cambiato tante squadre? Non lo so, forse sarà cattivo nello spogliatoio…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “Angelino potrebbe essere uno spigoloso, è uno dal caratterino forte, disse: “Meno male che Guardiola mi ha mandato via perchè Naglesmann mi ha cambiato la carriera…“. Lui fu bocciato da Guardiola perchè sbagliò un’amichevole con il City e non lo fece più giocare, e dopo lo prese il Lipsia. E’ uno dal carattere forte…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Ho una sensazione positiva, perchè come giustamente ha detto Daniele (De Rossi, ndr), qua nella Roma c’è una qualità tale che se veramente li metti in campo e gli fai fare palla avanti, palla dietro…non gli devi insegnare niente a questi calciatori… Angelino? Ci vuole anche fortuna, devi arrivare nella squadra giusta, con l’allenatore giusto che ti faccia giocare nel tuo ruolo naturale. Ci sono allenatori che non vedono certi calciatori, che poi vanno a giocare da un’altra parte e diventano fenomeni. Non è detto che se vai via è perchè sei scarso…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Nella corsa Champions c’è grande equilibrio perchè le squadre sono tutte bene allenate ma non hanno grandi campioni. Forse gli unici li ha la Roma… Zalewski? Per lui è un bene uscire dall’equivoco del ruolo, ma è grazie a Mourinho che è cresciuto molto, si sognava l’anno prima di giocare al Mondiale partendo addirittura da titolare. A un certo punto si troverà a dover scegliere tra squadre che lo vogliono da esterno e altre che lo vogliono da trequartista. Secondo me è bene che si applichi sul ruolo in cui è nato, e cioè trequartista. Poi magari la sua dimensione potrebbe non essere da top club. Credo che se giocasse in un squadra di fascia media, potrebbe essere un ottimo giocatore…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “De Rossi ieri fa una conferenza stampa da 10. I giocatori sono stati sottoposti a tre anni di angherie, e non potevano vivere con quell’uomo dietro (Mourinho, ndr) che li critica tutti i giorni. Non lo hanno retto, ed è una cosa terribile, gli metteva troppa pressione, erano vessati da un matto che voleva vincere tutte le partite…(è ironico, ndr). Mourinho però ha esagerato, non doveva dire certe cose, aveva una squadra non all’altezza e doveva andarsene. De Rossi, ribadisco, è stato da dieci: cosa deve fare uno più intelligente dei giocatori che ha? Che sono forti e bravi. Ha fatto quello che i ragazzi vogliono sentirsi dire. Chi vuole sopravvivere alla Roma, così devi fare: se vuoi sopravvivere alla Roma, non devi rompere le scatole ai giocatori. Difficilmente qui si può vincere, perchè i giocatori se la comandano e fanno come gli pare…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “De Rossi ha parlato anche di squadra fatta di giocatori di grande personalità…lui non è scemo, sa che sono pochi gli allenatori che possono entrare in questo spogliatoio e dire: “Tu sei scarso…“. La Roma fuoricasa è stata un disastro fino a ora, fare meglio non sarà difficile…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Col Verona la Roma ha fatto una partita a due facce,  oggi giochi con l’ultima, con la squadra più staccata di tutte e deve sfruttare queste situazioni. ..Mourinho o non Mourinho, in queste tre partite servono nove punti così ti metti in una certa posizione…poi con l’Inter succeda quello che succeda…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “La Roma stasera può raccogliere i cocci della Salernitana. È una partita impari, credo che la Roma debba prolungare i 55 minuti visti col Verona, e penso lo farà. Non credo che la Salernitana abbia le armi tattiche e tecniche per ribaltare i valori in campo. La Roma poi deve rimettersi in sesto e vincere a prescindere dalla Salernitana, senza se e senza ma…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteSalernitana: ceduto Daniulic al Salisburgo, ma contro la Roma ci sarà. Al suo posto arriva Boateng
Articolo successivoLIVE – Angeliño è atterrato a Fiumicino, ora visite mediche e firma. Contratto fino al 2028 a 2 milioni netti a stagione (VIDEO)

36 Commenti

  1. Corsi è ironico nei confronti di De Rossi perchè DDR qualche anno fa disse “via i papponi da Trigoria”.
    Daje Mister DDR !!!!!!!!!

    • De Rossi coi suoi preparatori italiani li fa correre. A Formello er caccxxola sta già a piagne. Le camminate lusitane so’ finite..

    • L’ironia può anche starci. Marione fa sarcasmo tendenzioso. In pratica un attacco a Daniele mascherato da commento tutto sommato innocente.
      Poi vuole anche far passare l’idea che Mourinho sia stato letteralmente cacciato dai giocatori, senza alcuna responsabilità da parte sua.
      Tanto ormai lo conosciamo.

    • la prosciuttara + tele radio stereo, che nn si farebbe per una busta… de pipi però 🤣🤣🤣🤣🤣

    • Sí, è vero! Mi ricordo: maiali con il microfono! Credo che De Rossi ce l’ avesse proprio con lui! Non credo che Marione sarà così tenero di critiche verso Daniele; anzi mi aspetto molte polemiche, notizie inventate eccetera, con il metodo “Marione” : infangare l’ antagonista di turno, senza mostrare un minimo di etica. Purtroppo a questo ci ha abituato Mario Corsi. Moltissimi gli vanno dietro perché è molto intelligente e astuto. Sa come e quando creare il caso. Non è uno sprovveduto ed è naturalmente in grado di manovrare le opinioni di molte persone, utizzando tutti i mezzi, senza scrupoli. L’ importante è saperlo. Se lo diciamo prima forse gli spuntiamo un po’ le sue armi. FR

    • Mou ha fatto bene a dirgliene quattro non e possibile che i giocatori devono comandare, tolto questo forza DDR e spero che faccia bene!!!

  2. le parole di petruzzi le condivido.
    Dai video angelino sembra molto tecnico e guardiola comunque lo aveva voluto.
    Poi è chiaro che rimanere nella rosa di guardiola è difficile, certo non ci riuscirebbero i nostri titolari (forse dybala sano anche romelu con haland e gli altri se ne sta in panca tranquillamente).

  3. Marione quando parla lo fa solo per provocare, è imbarazzante che abbia il diritto di parlare della Roma e lo dico senza considerare il suo passato che basterebbe per renderlo inadeguato a parlare in pubblico.

  4. Mourinho è sempre stato quello che “cogl**nava” noi romanisti ai tempi dell’Inter…. memoria troppo corta o poca fede giallorossa evidentemente per chi va fino all’inferno con Mourinho.
    Che gente….
    daje Roma SEMPRE!

    • Vaglielo a spiegare che qua sono stati cambiati 10 allenatori in 10 anni perché il 2 anni i giocatori gli giocavano contro ,hanno inparaocchi come i cavali vedono solo quello che gli fa comodo,sta di fatto che qua a Roma max 2 anni e l allenatore si cambia ma i giocatori sono sempre i stessi io una domanda inizierei a farmela

    • Vai a spiegare a Nando Mericoni che all’Inter e al Milan prima di vincere lo scudetto saltava un allenatore ogni due mesi, non ogni due anni…

    • Sempre gli stessi giocatori? Guarda quanti giocatori ha comprato/venduto la Roma negli ultimi 5 anni e poi dimmi. Escluso Allegri (che i juventini odiano) non mi sembra che le altre squadre abbiano portato avanti dinastie di allenatori alla Ferguson, Simeone o Klopp.

    • Sono ossessionati da Mourinho. Se ne è andato si è girata pagina. Ma continuano commenti carichi de odio, rinnegando quello che ha fatto la Roma, nei due anni precedenti. Questi cambieranno nick e sfonderanno DDR alla prima difficoltà.
      A De Rossi sti continui richiami con la vecchia gestione non fanno bene.
      Lasciamolo lavorare e speriamo che porti ASRoma in champions ( arbitri permettendo…) e a Dublino.

    • Karsdorp ha fatto secco 1 presidente 3 allenatori e 3 Ds
      Pallotta Monchi DFra Petrachi Pinto Mou Fonseca.

      il giovane persiste e sorride….contento

    • Karsdorp non farebbe secca manco una mosca sulla propria testa.
      Piange la propria testa colui che se la tagliò da solo.

    • Arrivando decimo DDR non avrebbe alcun merito perché Mourinho ci ha lasciati al nono.
      Tutto il duro lavoro lo avrebbe fatto lui.

  5. Marione ha sottolineato la qualità migliore di De Rossi,che già avevo esposto al momento di essere nominato allenator della Roma: la furbizia.
    Ma non so se basti quella per portare la Roma al 4° posto ,come lui poco furbescamente ha dichiarato.

    • IPSE DIXIT, Zenone caro, quarto posto e quarto posto si deve pretendere, furbizia o fesseria.
      Ha detto che siamo forti. Tu sai a Roma che dicono dei forti.
      Serve un filotto, altrimenti maddeche’ parliamo? Er ber gioco è durato contro il Verona un tempo, se non finiva la partita, rigore sbagliato escluso, ristavamo a parlare dello strapiombo. Spero che per salvarsi dall’ignominia più completa i calciatori facciano l’obbligo del dovere loro e vincano. Il resto è fuffa. Ciao
      #FRIEDKINOUT

    • purtroppo ormai portare la Roma al 4* posto sarebbe un vero miracolo sportivo, e chissà che De Rossi nn ci riesca!
      i trespoli sono finiti, li ha occupati tt la prosciuttara è I suoi discepoli di trs. 🦉🦉🦉

  6. Cioè De Rossi sarebbe un furbo solo perché è arrivato da una settimana alla Roma e non ha ancora iniziato a dare delle pippe ai suoi giocatori ? Mah…

    • Che poi ma che deve dire? Se sta a giocà tutto co sti giocatori, devono esse 5 mesi cor sangue nell’occhi e lotta costante…speriamo che je vanno dietro piuttosto…

    • @Sop…la furbizia è la sorellastra dell’intelligenza. Comunque sempre meglio averci quella in mancanza di questa. E’ a misura d’Abboccone.
      Il mio giudizio su di lui esula dalla sua decisione di allenare la Roma. E’ antecedente.

  7. De Rossi dice che i suoi giocatori hanno qualità.
    mi sembra il minimo che possa dire, un allenatore arrivato da dieci giorni e che praticamente non ha curriculum.

    d’altro canto, Mourinho non ha mai detto che i suoi giocatori non avessero qualità.
    ha parlato in certi momenti di rosa corta e in altri di ruoli inadeguati.

    lo ha fatto in primo luogo per spingere la società a rispettare le promesse che gli aveva fatto, in secondo luogo per stimolare i giocatori a dare tutto.

    con 26 titoli in carriera non ha bisogno di mettere scuse.

    poi certo c’è chi si sente stimolato e chi invece si arrende e c’è chi inizia a giocare contro

    è probabile che 2-3 giocatori presi di petto abbiamo diminuito l’impegno.

    è probabile che qualcun altro, che prima non poteva permettersi fronde faceva buon viso a cattivo gioco, visto che il malumore iniziava a crescere si sia aggiunto al gruppo “contro”.

    da certi atteggiamenti e dall’ impegno in campo, non mi meraviglierei se fra i primi ci fossero zalewsky spinazzola e pellegrini, (che probabilmente sapevano che l’alternativa poteva essere de Rossi) cui si sono aggiunti poi altri, tipo karsdorp, smalling…

    non dico che sia stato mandato via per questo, penso che anche la proprietà fosse predisposta in tal senso

    lo sapremo forse fra qualche anno

    le motivazioni tecniche sono roba per abbocconi

    • Mourinho… A suo tempo Sensi dovette mandare via Zeman per motivazioni simili. Le motivazioni non erano certo a Trigoria, ma nel Palazzo. Dove contavamo poco allora come ora.

    • E uno di questi mi dispiace perché era il mio beniamino, caro Wtf, ha fatto schifo, bello che capitano, tanto che io spero che cambi proprietà e riescano a farci mercato.
      #FRIEDKIN

    • “Mourinho non ha mai detto che i suoi giocatori non avessero qualità”.

      In effetti ha solo detto che il Bodo Glimt ha più qualità di noi, che la Juve è fortunata avere Rugani, che la Fiorentina è più forte di noi, che sono superficiali, traditori, non professionali, ecc. ecc. ecc.

      Però non ha mai detto la frase che “non hanno qualità”, giusto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome