“ON AIR!” – PIACENTINI: “Le parole di Mou non sono di uno che se ne vuole andare”, AGRESTI: “Lui e Dybala hanno mancato di rispetto al club”, CORSI: “Chi spera in una Roma senza loro tifa per un’altra squadra”

40
2014

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Stavolta il messaggio di Mourinho è ai Friedkin, non a Tiago Pinto. Pinto non è il signor nessuno, sa che le squadre si fanno adesso. Se lui non è andato a parlare con Mourinho, è perchè non ha avuto il mandato di farlo. Io penso che i Friedkin già sappiano bene cosa fare, almeno lo spero. Ma da quello che dicono Dybala e Mourinho non sembra… C’è un allarme, lui ti dice che siamo a febbraio e non è che può aspettare giugno… Solo chi non è tifoso della Roma può sperare in una squadra senza Mourinho e Dybala, perchè senza di loro, addio…”

David Rossi (Rete Sport): “La cosa che mi fa sorridere è che si pone enfasi su una cosa normalissima detta da Mourinho, e non è stato dato tanto clamore quando Tiago Pinto minimizzò la cosa. A parte che Mou avrebbe un altro anno di contratto, cosa che non interessa a nessuno, e non è che lui può prendere e andarsene… Poi ovvio che se lui se ne vuole andare, non è che puoi pensare di tenerlo qui. Dybala? Cosa pesavate che vi dicesse? “Speriamo che va via Mourinho, e viene Italiano”? Io penso di no. Ma secondo me non c’è un giocatore che lo pensa, non solo Dybala…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Il problema di ieri è stata la combo Dybala-Mourinho. A me sembra che le parole di Mou non siano quelle di uno che vuole andare via. Lui potrebbe starsene zitto, aspettare giugno e dire: “Io ho aspettato per tre mesi, non si sono presentati, io me ne vado“. Parliamo di uno che dopo aver alzato una coppa dei campioni dentro lo stadio del Real Madrid, è uscito dallo stadio con la macchina del Real per andare a firmare con gli spagnoli… A occhio è croce non mi pare uno che si fa troppi problemi. A me sembrano parole che vanno nel verso opposto. E le parole di Dybala sono normalissime…Se io ho Mou e Dybala, e loro hanno fretta di mettere nero su bianco di continuare alla Roma, ma ben venga sta fretta, non è che sono dispiaciuto…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Mourinho è stato esplicito, ma è logico quelle che dice, non puoi pensare di programmare la prossima stagione a giugno. Ma le parole più importanti sono quelle di Dybala. Non solo lui, ma anche Smalling e Matic stanno aspettando di capire se resterà Mourinho. La figura dello Special One, ma questo già lo sapevamo, è centrale per il progetto e per la competitività della Roma….”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “E’ nobile da parte di Mourinho ammettere di aver sbagliato il termine con cui aveva appellato Karsdorp. L’accusa di tradimento è gravissima per un giocatore, significa che stai giocando con gli altri. Il ragazzo quella sera non ha dato il meglio di sé, ma non è che ha tradito la Roma. Sia Mou che Karsdorp hanno fatto un passo indietro, per cui bene così e forza Roma…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Le parole di Mourinho? Non capisco perchè lanciare quel messaggio alla vigilia di una partita importantissima per dire che giugno è tardi per incontrarsi. Io Mou lo vorrei a vita, ma sto cercando di capire che costa sta accadendo, è la terza volta che dice questa cosa dell’incontro con i Friedkin. Il fatto che dica queste cose alla vigilia di un crocevia della stagione della Roma mi sorprende. E oggi sarà una partita terribile, il Salisburgo è una squadra che va a duemila all’ora. Lui ha un altro anno di contratto, perchè devono vedersi? C’è qualcosa che ci sfugge, ma prima o poi lo capiremo… Dybala? Secondo me non ha detto niente di straordinario, sarebbe stato straordinario se avesse detto che voleva essere allenato da Ballardini…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Le parole di Dybala sono indicative, il suo futuro è legato a quello di Mourinho. La proprietà non può aspettare la fine dell’anno per capire se la Roma andrà o meno in Champions. Se Mou ha rinunciato al Portogallo, forse è contento di restare, l’impressione è quella. Ma nel calcio le cose cambiano repentinamente…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Non è la prima volta che Mourinho lancia questo messaggio ai Friedkin, anche questo mi lascia perplesso. Dice che a giugno è tardi, ma lui avrebbe un altro anno di contratto. Per cui tardi per cosa? Se lui non è contento, se ne va, ma teoricamente non potrebbe perchè lui ha un altro anno di contratto. A meno che non ci sono clausole, di cui non ci ha mai parlato nessuno. Anche le parole di Dybala sono un pochino allarmanti, forse anche più di quelle di Mourinho…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Le mie riflessioni sono due: ho avvertito un po’ di mancanza di rispetto nei confronti della Roma da parte di Mourinho e Dybala, pare che stanno facendo un favore a stare qui. Ma non ricordo club pronti a prendere Mourinho due anni fa, e Dybala ha scelto la Roma perchè non aveva altre squadre dietro. Io mi auguro che qualcuno sia pronto a spendere 20 milioni della clausola per Dybala, quando l’anno scorso gratis non lo ha preso nessuno… In tutto questo io ci vedo da parte di Mou e di Dybala una mancanza di rispetto nei confronti del club. La Roma merita di essere al centro delle loro idee, almeno nelle parole. Per il momento certe cose dovrebbe risparmiarsele, anche perchè la Roma gli ha dato tanti soldi e una squadra quando nessun altro li voleva…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Nessun monologhista di Sanremo vale Mourinho. Quando parla è meraviglioso, affascina chi non lo conosce bene. La storia di Mou dovrebbe insegnarci che lui pensa solo a sé stesso, ai tifosi, e in un po’ allo spogliatoio. Dopodiché è la società che lo paga, e a un certo punto lui saluta e se ne va senza nemmeno giustificare il suo comportamento. E’ accaduto ovunque. La Roma come club ha una fragilità che non è in linea con le qualità della squadra. Dovrebbe parlare la proprietà, ma sotto questo punto di vista i Friedkin sono meno americani di ogni americano. Non si sa bene dove siano, ci sono ma non ci sono. E questo è negativo per un grande club come la Roma. Fra l’altro stasera c’è una partita importante, l’Europa League può diventare alla portata della Roma, e invece si parla del futuro di Mourinho come se la Roma non possa prescindere da lui…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteSolbakken non molla: si mette sotto con l’italiano e punta a conquistare Mou sul campo
Articolo successivoLa Roma vince la causa contro la New Balance: via libera all’accordo con Adidas

40 Commenti

    • De Zerbi, con una squadra scarsa, è sesto in Premier League con 2 partite in meno di chi lo precede e se hai visto giocare il Brighton dovresti esserti accorto che gioca molto bene.
      Il Saasuolo con De Zerbi aveva una classifica medio alta, guarda adesso dove sta.
      Se Mourinho dovesse decidere di andare via, De Zerbi sarebbe il profilo ideale per la Roma.
      Tanto Klopp, Guardiola e Ancelotti qui non ci vengono perché guadagnano cifre improponibili per la Roma.

    • Mou resta, ma se dovesse partire vorrei Tuchel, altro che De Zerbi

    • De Zerbi oramai ha acquisito uno status per cui la Roma sarebbe una retrocessione.
      Sarebbe stato l’ideale per un progetto sostenibile e duraturo, si è preferito la scorciatoia portoghese.
      I risultati sono sotto gli occhi di chi vuol vederli.

    • Sarebbe simpatico vedere Brighton e Roma a panchine invertite.
      Non so dove sarebbe la Roma, il Brighton certamente ai margini della zona retrocessione…

    • @dove sta José
      …. niente niente sta a vede’ che, tra Mourinho e dezerbi, quello che deve dimostrare qualcosa è il portoghese!?!? Ci vuole coraggio….

    • Ale, sei abbastanza cresciutello per ricordare Trapattoni a Cagliari?
      Nemmeno lui doveva dimostrare niente, semmai dimostrò che coi Platini, Boniek, Tardelli, Scirea, Cabrini, Matthaeus, Brehme, Bergomi, Zenga ecc, sono capaci in parecchi, mentre con Firicano, Bisoli, Pusceddu, Dario Silva, si fa un po’ di fatica in più…

  1. A Roma si lavora nel Pubblico , con lo Stato.
    Per cui dov’è il problema a cambiare un Direttore Generale , un Presidente ?
    Via lui , sotto un altro.
    La Roma è un Club calcistico privato.
    Facile pensare ” via i Friedkin” ma dopo di loro CHI.?
    CHI è disponibile ad immettere ogni anno 200 mln ?
    CHI è disponibile a rilevare l’A.S.Roma ?
    Facile stare dalla parte di MOU
    ” servono investimenti” etc etc.
    Magari anche capire la Societa :
    ” valorizza anche quel che hai ”
    PS
    arrivano arabi ricchi a Roma ? EVVIVA.
    Ma se non arrivano
    quale scenario si prospetterebbe ?

    • Tutto Giusto, ma intanto festeggiamo 🙂

      La Roma vince la causa con New Balance: via libera all’accordo con Adidas.
      Con lodo del 15 febbraio 2023, l’Arbitro Unico ha integralmente rigettato le domande di New Balance e affermato che la Roma ha rispettato la clausola di prelazione, avendo concluso il nuovo contratto solamente dopo che la stessa New Balance, avutane l’opportunità, non aveva pareggiato i termini economici dell’offerta presentata dal nuovo sponsor tecnico (fra cui, gli impegni relativi alla distribuzione dei prodotti del Club e alla loro promozione anche via social media).

  2. “Solo chi non è tifoso della Roma può sperare in una squadra senza Mourinho e Dybala, perchè senza di loro, addio” Da quando il Corsi si professa tifoso della Roma?!🤔Cors… erie a parte😅Se dovessero partire (Se) Dybala e Mourinho forse (anzi sicuramente) si farà un passo indietro ma la ROMA continuerà ad esistere perchè 💛💖🔥”LA MAGICA E’ ETERNA”🔥💛💖

    • la definizione giusta per Corsi finisce sempre con ista ma non è attivista (ce ne stanno na decina …)

    • Avevo risposto a Giannis ma non mi è stato pubblicato il commento Meglio cosi’…
      Zenone non sò se fosse diretto al sottoscritto ma ti rispondo ugualmente. I miei idoli erano (e lo sono tutt’ora) B. Conti, Falcao, Di Bartolemei, Montella… Ma il primo che Calciatore” che ho ammirato nella mia vita, è stato un certo “Edson Arantes do Nascimento detto Pelè”. (Tengo una sua maglietta con tanto di autografo che custodisco gelosamente). Di quel che pensi tu poco m’interessa. Piccola postilla: Torno a ripetermi per l’ultima volta: Non è questo il caso ma “Occhio a ciò che scrivete”. – Minacce, insulti e denigrazioni da chi agisce in anonimato non le ho mai accettate ed esiste sempre chi può rintracciarvi. Daltronde, non mi risulta che le leggi riguardanti il Cyberbullismo siano state abolite.

    • la prosciuttara attivista?!?!?
      se delle sancisce… scadute in cella.nate.
      daje Roma daje
      fuori “corsisti” come zenobriello

    • scusa Basara, seriamente, ma dove stanno ste “Minacce, insulti e denigrazioni”???
      cmq per te e anche luchino, Corsi non ha detto che la ASRoma sparisce o non si seguirà, ha detto quello che in molti pensiamo e diciamo, che senza Mou e Bybala e la possibilità di fare un mercato da centinaia di ml difficilmente arriveranno calciatori più forti di Dybala senza i quali difficilmente si riusciurà ad alzare un altro Trofeo…

    • GS2012 Infatti mi sembra di aver scritto: “Non è questo il caso”… (Mi ripeto)
      Sostenere che: “Solo chi non è tifoso della Roma può sperare in una squadra senza Mourinho e Dybala, perchè senza di loro, addio…” per me è inaccettabile in quanto si etichetta pesantemente chi la pensa in maniera diversa. Che sia un “addio” (inteso come baratro) lo sostiene corsi ma è tutto da stabilire. Infine, ognuno ha diritto di osannare chi vuole o di pensarla come meglio crede ma Mai (e sottolineo Mai) darò ragione a chi in passato ha avuto “legami” con Nar e Brigate Rosse. Questo a prescindere. (Questioni mie personali). Spero di essermi spiegato…

  3. Solo chi non è tifoso della Roma può sperare in una squadra senza Mourinho e Dybala, perchè senza di loro, addio…”

    Ma chi l’ha detto dove sta scritto)
    ?

    Ma il futuro non lo può sapere e conoscere nessuno.

    A meno che uno non si vuole atteggiare alla maga Maria di Tik Tok quella siciliana che fa “pronto sono la maga Maria, l’amore vuoi sapere ti mariti ti mariti, tanti soldi e felicità, sono la maga Maria, solo cose buone ti dico 😃😂

    • Non è difficile da capire, al momento i piani non sono quelli originali ovvero una squadra attrezzata per vincere il campionato L’ anno prossimo. Se si incontrano e trovano il modo di provare a farla bene altrimenti allenatore e fuoriclasse annesso faranno le loro riflessioni.
      Di certo non possono aspettare gli altri 3 anni professati da pinto.

    • @Giannis
      Sei a conoscenza dei “piani originali”?
      Perché oltre a Mou solo tu ne sei a conoscenza?

    • Bolteni… i piani l’ha detto abbastanza chiaramente Mou in molte interviste, è venuto perchè promesso un progetto triennale che portava a competere per lo Scudetto, poi i piani saranno un pò cambiati ma lui è disponibile a trattare e rivalutare la situazione, l’ha detto chiaramente ieri, però come tutte le grandi società (e questo lo scrivo da sempre) la prox stagione si inizia a programmare da adesso, non a giugno… l’acquisti e le cessioni si impostano in questi mesi e gli acquisti e cessioni andrebbero organizzati in base al tipo di allenatore che hai, altrimenti torniamo a fare come con Pallotta che si comprava tanto per poter dire abbiamo comprato e si vendeva solo per far cassa…

  4. ma se soete voi giornalisti che ogni santa volta e mou va via e dybala va via .datimi una speranza pellegrini e cristante via non lo dite mai

  5. “Le parole di Mourinho? Non capisco perchè lanciare quel messaggio alla vigilia di una partita importantissima per dire che giugno è tardi per incontrarsi”

    Perché glielo chiedono? E lui risponde sempre la stessa cosa, che poi è “ci vedremo a breve”

    La vera domanda è “perché bisogna creare sempre polemiche anche quando non ce ne è proprio la necessità?”

    • “perché bisogna creare sempre polemiche anche quando non ce ne è proprio la necessità?” Seminar veleni aumenta l’odiens ed è diventato l’hobby preferito di molti, purtroppo…

  6. Il tifoso e’ giusto che dica i forti devono restare, se poi non restano pazienza fu cosi quando andarono via Capello Landini e Spinosi io me lo ricordo ma erano altri tempi ci fu quasi un insurrezione e Marchini dovette vendere la societa’ ad Anzalone. Per carita’ altri tempi adesso dopo Totti e De Rossi non c’e’ niente che vale la pena difendere, e’ stato cosi per Zaniolo. Ma se Mou e Dybala vogliono andare in Inghilterra, e sicuro che pure Messi li segue, in una societa’ con ambizioni tipo Roma e che fa investimenti a gogo senza problema del fpf europeo che gli vuoi dire… ma loro questo lo sapevano gia’ che venire qui comportava questa situazione be’ se non si riesce a tenere la pressione a Roma arrivederci io alla Roma societa’ non do’ colpe chi vuole andare vada chi vuole restare resti chi vuole venire venga ma con la consapevolezza che Roma e’ una fede vera la maglia prima di tutto perche’ la Roma siamo noi tifosi non loro….spero che dai presidenti e da Mourinho sta cosa dovrebbero sapere bene….

  7. Come ho già ascritto in altro Forum,quello che frulla in testa a Mourinho lo sa solo lui. Forse i Friedkin lo sapranno tra poco… Lui ha detto che ha maggio è troppo tardi per parlarsi. Ma lo sa solo lui. I scribacchini non sanno nulla….e manco noi.

  8. Devo dire che non mi sono piaciute le risposte di Dybala e Mou, vorre che rimanessero su questo non ci piove, ma non sono venuti gratis, vengono pagati, e devono avere rispetto della Roma, e della sua storia, lo dico da sempre, pur per quando possono essere bravi, i giocatori, i mister passano, la “Roma” resta !

  9. Come al solito quando si parla di Roma bisogna per forza creare la polemica… le immagini dell’intervista le avete viste? O avete solo letto? Mourinho ha solo risposto a delle domande, dicendo che se dovesse parlare con la proprietà per pianificare il futuro… a giugno sarebbe tardi. Che ha detto di strano? Veramente pensate che i Fredkin, dopo tutti i soldi che hanno tirato fuori, non hanno un piano aziendale per il futuro? O che paradossalmente lascerebbero uno come Mourinho all’oscuro dei progetti del club? A sto punto cominciamo anche a raccontarci le favole…

  10. Allenatori giocatori vanno e vengono ma la maglia è sempre la stessa, purtroppo la situazione finanziaria della Roma la sappiamo tutti come sappiamo che fino al 2026 abbiamo firmato un accordo per fair play finanziario….quindi chi se ne vuole andare può anche farlo…..e sopratutto chi non vuole crescere con questa società è pregato di andarsene.Invece di pensare al futuro certe persone dovrebbero pensare al presente e quantomeno onorare il contratto da 8 milioni di euro senza creare problemi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome