“ON AIR!” – PUGLIESE: “Venderei sia Belotti che Abraham, serve un centravanti vero”, CORSI: “Le parole dei giocatori del Feyenoord? Una manifestazione di paura”, CENTO: “Il rinnovo di Smalling è la prova che Mou pensa di restare”

27
1768

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento! 

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Tra le squadre rimaste in Champions solo il Napoli è in testa al proprio campionato, in Europa League solo il Feyenoord è in testa al proprio campionato, mentre in Conference League nessuna delle squadre in corsa è in vetta al proprio campionato… Le parole di Slot? Io avrei evitato. Per com’è fatto Mourinho, è come buttarsi con un ginocchio sbucciato in una vasca piena di squali…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “L’Italia ha già una squadra in finale di Champions League…Al di là delle facili battute, il 2 a 0 premia l’Inter più di quanto abbia detto il campo, il Benfica poteva fare gol. Cassano? Sono i termini ad essere sgradevoli, se avesse fatto una critica al gioco di Mourinho come fa Adani, avrebbe trovato facili consensi. Poi però lo dice in quel modo, e la forma è importante…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Smalling sta per firmare, questo è importante. Non può essere un dubbio. Secondo me ha firmato perchè la Roma non può permettersi neanche un secondo di fare a meno di lui, ma che sei matto… Ha 33 anni, ma sembra un ragazzo integro, ha avuto problemi solo al secondo anno. I calciatori del Feyenoord provano a metterci paura, non so cosa vogliono. Questa cosa di insistere con sto stadio…la Roma mi sembra che ha giocato a Barcellona, Madrid, o a Liverpool dove c’è una percentuale di teppa molto alta. Questa è una manifestazione di paura, cercano di farsi coraggio così. L’appello dei tifosi olandesi a portare i gonfiabili allo stadio? Ma cos’è, un circo?…”

Andrea Pugliese (Rete Sport): “Il rinnovo di Smalling è un segnale sicuramente positivo, c’è il valore indiscusso del calciatore, c’era la necessità di rinnovargli il contratto per il suo valore tecnico inequivocabile. Per trovare uno di pari livello avresti dovuto spendere tanto sul mercato. Oltre a essere un giocatore forte, è una bella persona, che si fa apprezzare nello spogliatoio. Probabilmente la Roma non sarà mai come lo United per lui, ma se anche quest’anno succedesse qualcosa di bello potrebbe avvicinarsi… Gli altri rinnovi? Oltre a Dybala, punterei su Wijnaldum, che ora è al 60% massimo e l’anno prossimo può regalarci grandi soddisfazioni. Belotti? Lo rinnoverei, ma per venderlo: anche se ci fai 5 milioni sarebbe tutto di guadagnato. Io venderei sia lui che Abraham, per me la Roma ha bisogno di prendere un centravanti vero…”

Paolo Cento (Rete Sport): “La conferma di Smalling è importante per il valore del giocatore ma anche per il clima di fiducia intorno alla Roma del prossimo anno. E’ la prova provata che Mourinho sta seriamente pensando di restare a Roma almeno per un altro anno. Ottima notizia, io ero perplesso conoscendo la politica della società, più cauta nei confronti di giocatori di una certa età, ma lui ha dimostrato di essere completamente recuperato. Io ero pessimista sul suo rinnovo, sono felice di essermi sbagliato…”

Mimmo Ferretti (Tele Radio Stereo): “Le italiane in Champions? Non me ne frega niente. Mi piace molto il City, e qualora riuscisse a vincere la Champions sarei contento, ma non è che tifo City, è solo per un motivo di gioco. Ieri poteva finire 22 a 2 per il City, contro un Bayern che aveva vinto tutte le partite disputate quest’anno in Champions. Smalling? Al di là del suo rinnovo, bisogna cominciare a cercare il prossimo Smalling per avere la certezza che tra due anni ne avrai uno altrettanto forte che non ti farà rimpiangere il suo addio. Kim non se lo filava nessuno, lo conosceva Mourinho, ed è stato un grande colpo. Questo per dire che se tu cerchi, poi trovi…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il Feyenoord è cresciuto rispetto all’anno scorso, e anche molto, basta guardare la classifica dell’Eredivisie: ha messo dietro Ajax e PSV. Sarà una partita molto difficile. Loro hanno un ritmo gara che può mettere in difficoltà la Roma, vanno molto veloci, più delle squadre italiane, e questo può essere un fattore che può creare dei problemi…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Quella col Feyenoord è una partita da non sbagliare, però c’è sempre il ritorno, a meno che non fai il risultato dell’Inter, che ti sistema la qualificazione. Io penso che la Roma sia più forte del Feyenoord, anche se la Roma che vedo ultimamente non mi convince molto. Dybala ha dato qualcosa in più alla squadra di quest’anno, anche se secondo me è un giocatore che va benissimo per il nostro campionato, un po’ meno per certi livelli internazionali. E poi c’è Wijnaldum, che mi sembra stia tornando ad altissimi livelli…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Non penso che la Roma possa sottovalutare il Feyenoord, anche perchè a Tirana hai vinto uno a zero non 4 a 0. Io il Feyenoord l’ho visto contro la Lazio e non mi ha fatto una grande impressione. La Roma è più forte, e poi ha Mourinho che è il valore aggiunto. Domani devi limitare i danni, magari fare un pareggio, e poi vincere all’Olimpico per qualificarti…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Io penso che la Roma sia decisamente più forte del Feyenoord, anche se giocare in Olanda è davvero complicata, il tifo del Feyenoord è praticamente in campo, e sarà dura. Ma dal punto di vista tecnico la Roma ha giocatori di livello internazionale: Matic, Wijnaldum, Dybala…non sono molte le squadre che hanno questi valori. La Roma da quella parte del tabellone è la favorita alla finale. Il Feyenoord è una squadra strana: ha venduto 6 giocatori, ha rifatto la squadra, e l’hanno rifatta bene visto che sta vincendo il suo campionato. Fanno calcio in questo modo, diverso dal nostro, sono bravi a fare questo…”

Redazione Giallorossi.net

Seguici su TWITTER e FACEBOOK per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma!

Articolo precedenteRudi Garcia esonerato dall’Al-Nassr di Ronaldo: decisiva una lite con lo spogliatoio
Articolo successivoCalciomercato Roma, dalla Turchia: derby con la Lazio per Gedson Fernandes del Besiktas

27 Commenti

  1. spero che anche il bilan passi il turno così che in campionato avranno, come lo scorsa domenica, la testa da un altra parte… sempre El a parte!!!!

  2. Sulla situazione di Abraham e Belotti , sono daccordo con Pugliese di venderli entrambi, li davanti ci vuole un killer che la butta dentro senza tanti complimenti, Arnautovic per esempio….

    • Belotti ha il contratto in scadenza giugno 2023. Se non sbaglio ha fatto un contratto per un anno. Non ricordo se c’erano opzioni di rinnovo che si sono avverate. Se ci sono sicuramente non sono il numero di gol.

    • certo vendi 2 e prendi 1…
      Poi sempre un’altro ne devi prendere.
      E poi Arnautovic…..

    • Abraham è un grande attaccante, anche se può fare reparto da solo, come chiunque ha bisogno di un minimo di supporto da parte della squadra. Quando gioca Belotti (o falsi nueve vari) dovrebbe essere evidente che il problema non sia certo Abraham ma la squadra che spesso non riesce a creare una manovra offensiva. Detto ciò, in caso di offerta congrua (60 milioni) può partire ma evitiamo di demolirlo per poi poterlo vendere (ma a poco) con il consenso della tifoseria.

    • La Roma penso si rinnoverà un bel po, visto che dopo la Conference ha fatto un mercato di grande livello per l’ EL, credo che per la Champion ci sarà un mercato ancora di un valore più alto, i Friedkin con MOU, DYBALA, MATIC, hanno dimostrato grandi colpi e imprevedibilità…. 💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Abraham a 60 con una clausola oggi in pratica di 45 non credo che si possa fare a prescindere dalle valutazioni sul giocatore. Che nonostante l’annata storta il Chelsea possa esercitare la clausola può essere , del resto si poteva vendere zaniolo a 35 in Inghilterra che non ha mai avuto numeri buoni non vedo perché non ci possa essere qualcuno che lo prende a 50 (dal Chelsea) in Albione lui che qualche numero in carriera l’ha fatto. Altrimenti la Roma quest’estate ne deve sborsare altri 15 e se non sbaglio non potrebbe + sfruttare il decreto crescita. Lui tornerebbe in patria nel miglior campionato con gli stipendi + alti. Tornasse quello dello scorso campionato sarei anche contento rimanesse ma ci sono troppe convenienze per tutti affiche rimanga.

    • D’accordo che bisogna venderli entrambi ma non per arnautovic, i giocatori ci sono ad esempio thuram che si libererà a zero ma ne servono due di attaccanti, thuram è perfetto come secondo attaccante mi piacerebbe molto hojlund.

  3. Belotti? Lo rinnoverei, ma per venderlo: anche se ci fai 5 milioni sarebbe tutto di guadagnato. Io venderei sia lui che Abraham

    Non capisco questa facilonria di ragionamenti che si fanno per radio

    Lui lo rinnova e poi lo vende per 5 milioni e chi te lo compra a 5 milioni uno che ha zero gol in campionato?
    E poi magari lui una volta rinnovato, chiude ad ogni trasferimento.
    E Abraham è facile secondo voi ora farci anche trenta milioni e chi te li dà è andato Male ha segnato con il contagocce.
    Per me bisogna dare la possibilità sia ad Abraham che Belotti di riscattarsi, potrebbero solo essere vittima del non gioco offensivo di Mourinho e poi magari aggiungere a loro due un Nzola, pronto a giocarsi il posto con loro.
    E poi perché non, cambiare allenatore, Puntare su uno che faccia calcio offensivo che faccia gol, che trasformi la Roma in una macchina da gol micidiale, poi voglio vedere Abraham Belotti Nzola in tre quanti gol potrebbero fare in una stagione.
    Con un allenatore moderno offensivo che ci porti in dote i gol , abbiamo i centrali più forti di Europa, basterebbe un Frattesi qualsiasi che corre a centrocampo e sarebbe scudetto.
    Due soli acquisti Nzola Frattesi o chi per lui ovviamente cambiando allenatore senza bisogno di fare nessuna rivoluzione.
    La squadra scudetto è bella che pronta

    • Ma sei serio? I centrali più forti d’Europa? Talmente forti che giocano solo con la difesa a 3. Nzola e Frattesi sono 2 buoni giocatori ma che non spostano nulla. Anzi ci sarebbe il rischio (conoscendo la stampa romana) che Frattesi diventi il nuovo “protetto” dopo Pellegrini. Per competere devi scovare i futuri campioni, quelli che stanno sul punto di esplodere ma ancora non l’hanno fatto. Devi trovare un nuovo Marquinhos, un nuovo Alisson, un nuovo Nainggolan…dopo puoi cominciare a parlare di scudetto

  4. La notizia vera non sarebbe tanto quella della permanenza di Mou, quanto quella di dargli finalmente una squadra all’altezza. Ok il rinnovo di Smalling, ma non per lasciare tutto com’è ora, perchè vanno fatti degli aggiustamenti importanti, altrimenti non c’è Mou che tenga

    • Benzema non riuscirebbe comunque a fare molti goal in questa squadra. Forse Haalland avrebbe le caratteristiche per far meglio di Abraham (ma non molto meglio…quando non arrivano palloni giocabili subentra la malinconia in qualsiasi attaccante)

    • Fabio ma lo scorso anno sto benedetto lampione ha fatto 27 reti, quest’anno tutti i palloni ( pochi?) che gli sono arrivati non li ha trasformati.poi io a differenza dello scorso anno lo vedo lontano dal gioco.non prende in contrasto una palla di testa manco se lo marca Mario Rui che è alto come brontolo dei 7 nani ..brontolare gli riesce bene.

  5. Il 12/03/2023 ancora qualcuno scrive che Abraham è un grande attaccante.
    Ancora leggo che “non gli arrivano palloni giocabili”.
    Peggio ancora che “fa reparto da solo”.
    Questo da solo non può farsi nemmeno due uova al tegamino.
    Non ha tecnica,non ha corsa,non ha il senso della posizione,non vede la porta.
    Batistuta e Balbo erano grandi attaccanti.
    Per loro ogni pallone diventava “giocabile”.
    Se la squadra era in difficoltà,l’occasione se la inventavano,in qualche modo.
    Siamo seri ed obiettivi,per cortesia.
    Questo,mi ripeto,è una delle più grosse sòle della storia dell’AS Roma.
    Oltretutto pagato un botto e con uno stipendio da top player.

    • Capisco Batistuta, ma quando mai Balbo, che per quanto di sicuro forte era un uomo d’area e un mero finalizzatore, si è inventato un’ occasione. Se c’era uno che non toccava una palla se la squadra non giocava era lui.
      Potevi di Voeller….lui si (c’era pure il coro il tedesco sta a giocà da solo) ma Balbo credo nella storia della Roma è secondo solo a Pruzzo per essere il classico centravanti che la butta dentro solo se gli arriva.

  6. Quindi secondo focolari se la Roma all’ottantesimo minuto sta vincendo “dovremo” farli pareggiare per aver limitato i danni..??
    🤪🤣🤣🤣
    Ma, me sa che è proprio laziale questo…
    💪🧡❤️

  7. Ma Focolazie non era quello che aveva visto Smalling già a Torino a gennaio? E poi l’aveva visto a Milano accordarsi con gli intertristi? Forse è il caso che vada a farsi una visita oculistica, l’aria di formello gli fa molto male.

  8. Damascemo la sa che Dybala vanta in champions doppiette e triplette multiple sparate contro robetta come Barcellona e Tottenham?
    O al tempo era troppo impegnato a fare i ******* a moggi?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome