“ON AIR!” – DAMASCELLI: “Feyenoord sovradimensionato”, AGRESTI: “Roma nettamente favorita, ce la farà”, CORSI: “La nostra è una classe di bambini turbolenti, il maestro severo non andava bene”

29
1107

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Credo sia normale fare paragoni tra De Rossi e Mourinho in questa fase. Il problema è se ci sarà ancora De Rossi l’anno prossimo e si continuasse a fare paragoni, allora lì sarebbe fastidioso. Oggi è la prima europea per De Rossi, e vedere come si approccia rispetto al pubblico e allo stadio pieno rispetto a Mourinho è giusto farlo. Se si continuasse anche il prossimo anno, ci sarà un problema, ma in questa fase credo di no…”

Claudio Moroni (Rete Sport): “Un mese e mezzo fa la rosa era da sostituire quasi interamente, ora invece penso che non sia facile migliorare certi reparti. Io per stasera nutro ottimismo, per me la Roma è più forte del Feyenoord. Poi può essere che la perdi, ma io voglio vedere il trend, vorrei vedere una Roma che continua a giocare in quel modo. Bisogna giudicare la qualificazione, ma anche il comportamento della squadra. Spinazzola, Pellegrini, El Shaarawy, Lukaku e Dybala sono quelli che possono cambiarti una partita…”

Fabio Petruzzi (Rete Sport): “Siete così sicuri che stasera giochi Spinazzola e non Angelino? Lunedì devi affrontare il Torino, che mi sembra una squadra più fisica del Feyenoord. Secondo me il titolare della Roma per De Rossi è Angelino, e io penso che stasera giocherà lo spagnolo, e Spinazzola col Torino… Se terrei Dybala il prossimo anno? Sì, se sta bene fa sempre la differenza, e i giocatori che fanno la differenza vanno sempre tenuti…”

Francesco Oddo Casano (Rete Sport): “In campionato De Rossi peggio del nono posto non può fare, mentre in Europa fare meglio di Mourinho non è facile…dovresti vincere la coppa. De Rossi è uno sereno e forbito davanti ai microfoni, ma dentro allo spogliatoio è uno che solleva i tavoli da quello che raccontano…”

Mario Corsi (Tele Radio Stereo): “Giornata importante non tanto per la storia della Roma, perchè gli ottavi li abbiamo sempre fatti, ma importante per la nuova Roma visto quello che sta succedendo all’allenatore e al club. Dovessimo arrivare in finale e stavolta vincere senza furti, allora la Roma diventerebbe una realtà europea molto più importante… La partita di stasera non sarà facile, ma nemmeno difficilissima. La Roma in casa è un’altra storia, fuori ancora non ha quel piglio, ma questo succederà quando crescerà anche come giocatori… Cristante ieri ti spiega perfettamente la situazione: qua era un disastro, poi De Rossi con le giuste parole ha rimesso a posto le cose. Sembra un po’ come quando in una classe turbolenta arriva un maestro severissimo, le cose finiscono per andare peggio. Se arriva un altro professore che comincia a scherzarci un po’ di più, la classe diventa più a suo agio. Questa era una classe di bambini, non tutti sono uomini, ma non c’era bisogno di Mourinho per capirlo…e con De Rossi qualche ometto che c’è lì si è ripreso…”

Francesca Ferrazza (Tele Radio Stereo): “Io la partita di stasera la vedo difficile. Quando c’è stato il sorteggio, la Roma era in una fase decadente, ora invece la squadra è in fiducia e parte da un risultato positivo dell’andata. De Rossi dovrà avere la personalità di gestire certi palcoscenici, perchè non gli è capitato spesso di giocare in uno stadio con 67mila persone… Per me non sarà affatto una passeggiata stasera… Io non vorrei più sentire utilizzato il termine “famiglia”, noi vogliamo professionisti che si ricordino lo stipendio che prendono e che diano il massimo…”

Daniele Lo Monaco (Radio Romanista): “Come tutte le partite da dentro o fuori, si teme la beffa. Nemmeno il Milan, per esempio, può essere sereno col Rennes, se prende un gol poi ci vuole poco… De Rossi si prende le responsabilità non per prendere in giro lo spogliatoio, ma perchè ci crede davvero…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Mi aspetto che la Roma abbia soprattutto una continuità di prestazioni. Durante i 90 minuti ci sono stati dei passaggi non ottimali, e in una partita come quella di stasera non te lo puoi permettere. Il Feyenoord dell’andata sembrava battibile e potevi fare qualcosa di più. Ma il risultato è buono, e i tifosi stasera possono fare un minimo di differenza. Ora devi giocare con più continuità e senza sbandamenti, e poi ritrovare la voglia e la determinazione di Lukaku e Dybala lì davanti, e costruire una partita che dovrebbe consentirti il passaggio del turno. La conferma di Dybala l’anno prossimo? Due conti tocca farli, ma io troverei un modo per trattenerlo, specie perchè Lukaku sembra destinato ad altri lidi…Se fai Dybala-Abraham il livello mi sembra ugualmente molto alto, hai bisogno di calciatori di un certo livello e Dybala lo è senza dubbio…”

Tony Damascelli (Radio Radio): “La Roma stasera può continuare la sua marcia cominciata con De Rossi contro un avversario sovradimensionato. Mi aspetto una buona partita della Roma… Dyabla? La Roma non è una comunità di recupero, è una società importante e deve fare scelte imprenditoriali, e non di affetto. Altrimenti avrebbe tenuto Mourinho. Bisogna fare due conti e vedere quello che Dybala può dare il prossimo anno. Io non lo confermerei. Che poi lui voglia rimanere, ci mancherebbe altro…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Io credo che il Feyenoord fuori casa non sia irresistibile, tutt’altro. La Roma è più forte, e ho fiducia in De Rossi. Nello scontro diretto è importante vedere dove giochi, in trasferta su quel campo avevano perso sia Roma che Lazio, ma entrambe hanno vinto in casa col Feyenoord. Gli olandesi non mettono tutta questa paura. De Rossi ha riportato entusiasmo, e penso che la Roma passerà il turno… Dybala? La Roma non è la Juventus…è vero che gioca la metà della partita, ma quando gioca è tutta un’altra musica. La Roma non si può proprio permettere di perdere Dybala…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Roma secondo me nettamente favorita, il Feyenoord è molto meno forte quando gioca fuori. La Roma è più forte, ma non va dato per scontato il passaggio del turno perchè gli olandesi hanno esperienza internazionale, giocava in Champions…ma la Roma è migliore e penso che ce la farà a passare il turno. Mi sembra che si aspetti solo il passo falso di De Rossi per saltare addosso all’allenatore. Se dovesse andare male, non sarebbe il caso di fare drammi. Sarebbe colpa di Mourinho? Assolutamente no, meriti e demeriti ora vanno ascritti al nuovo allenatore. Dybala? Io uno così lo vorrei sempre con me, anche se gioca con scarsa continuità. Di fenomeni in giro ce ne sono pochi, e sono difficili da portarli qui da noi…”

Redazione Giallorossi.net

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteRudiger: “Che tensione tra Totti e Spalletti, erano due animali alfa. Tuchel il miglior allenatore che ho avuto”
Articolo successivoEuropa League, alle 12 il sorteggio degli ottavi: le possibili avversarie della Roma

29 Commenti

  1. corsi fattene una ragione, José Budino é stato mandato via a calci nel sedere perché i giocatori si erano rotti di sentirsi dire che le vittorie erano merito dell’allenatore e le sconfitte colpa loro. E per quanto mi riguarda la loro unica colpa é che l’hanno abbandonato troppo tardi facendoci buttare una stagione

  2. Il discorso di Marione, secondo me, non fa una piega. Adesso pedalano tutti. C’è senz’altro il merito di DDR, e ci mancherebbe, perché un allenatore poco capace fa come Mazzarri e ti porta in poche partite la squadra al nono posto. Ma c’è senz’altro un discorso mentale ed attitudinale dei calciatori. I quali adesso hanno la pressione di contratti e prestiti che scadono, per cui devono rendersi appetibili, e quella messa loro addosso dall’esonero dell’allenatore. Magicamente, adesso pure il linguaggio del corpo dice altro.
    Comunque, per ora buon per noi, occorre pensare a stasera. Spero che la strada sia lunga, spero che questa squadra ajuti DDR ad essere riconfermato, perché significherebbe che avrebbe ottenuto risultati con i quali non puoi più dire “ok, ma eri solo un traghettatore”. E viste le ultime uscite, e le interpretazioni di certi singoli, come il Capitano, per stasera sono fiducioso.
    Daje.

    • Apprezzo molto i tuoi commenti, sempre ben argomentati e non i soliti slogan da quattro solidi. Condivido in pieno la tua analisi. Un saluto e Forza Roma

    • Anche io apprezzo, però la “j” in funzione di “i” semiconsonantica è roba terribilmente arcaica,
      il cui utilizzo è cessato dalla metà dell’800.
      Sei per caso contemporaneo di Dante?

  3. Con il Frosinone ha girato tutto a favore (penso anche ai tre tiri consecutivi di Kaio Jorge in area) spero adesso che la sorte non ci chieda il conto. Per il resto il Feyenoord non mi ha impressionato e passeremo.

  4. Ed eccolo qua il tanto da noi richiesto (??) commento della grande penna di PAPPASCELLI.
    Il solito commento del ca*** , ehh il feyenoord è sovradimensionato, così con questo commento nella malaugurata ipotesi di una nostra eliminazione, giù con commenti infamati e denigratori, se invece passiamo il turno ehh ma contro chi avete passato? Ehh sono scarsi..
    Bello a fare il giornalista così…so bono pure io

  5. ma vedere chi gioca quest’anno in Europa League? perchè in finale ci arrivi anche in base a chi incontri lungo il cammino europeo, non è che ogni anno becchi le stesse, nè parti sempre da favorita, come fu per la Conference…ci sarà differenza tra il Bodo o il Liverpool, o no?

    • Carlo, lo scorso hanno incontrammo quello che ora è lo “spauracchio” d’Europa e sappiamo tutti come finì…
      Addirittura in finale con il Siviglia per defraudarci di una coppa dovettero mandare un arbitro “ad personam” e per poco non ci riesce..
      Io il Liverpool spero di non incontrarlo o magari di incontrarlo a Dublino ma, ogni partita va’ giocata e non è mai scontata…

  6. scusate ferrazza ha detto che DDR non è abituato a 67 Mila persone. no certo vinto un mondiale. roma Barcellona ed altre in 20 anni di carriera. spero di aver letto male io

    • Ma come si fa a prendere sul serio gente che deve stare tutti i giorni davanti a un microfono e che, per portare a casa qualche euro, deve per forza di cose sparare caxxate. Dovrebbero trovarsi un lavoro serio… impossibile.
      C’È SOLO L’ ASROMA 💛❤️!!!!

  7. se stasera la Roma gioca da Roma e il Feyenoord gioca da Feyenoord allora si vince senza discussioni. Ma presidente Friedkin una mezza parola, magari un grazie in italiano ai tifosi che ogni settimana riempiono lo stadio a costo di enormi sacrifici la potresti dire? magari soffri di laringite cronica che ti impedisce di parlare? anche a Roma ci sono ottimi specialisti ORL ! noi comunque ti ringraziamo sempre per i soldi che stai mettendo per tenere a galla la società sempre Forza Roma

  8. Perdonate eventuali errori di battitura ma, dopo aver letto queste “dichiarazioni” il messaggio lo sto scrivendo col naso: le mani le ho impegnate in una grande grattata!
    SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE

  9. Ho spiegato in altri post la mia idea, razionale, che sia meglio uscire dall’EL quanto prima.

    Stasera no, perché indebolirebbe De Rossi e minerebbe la fiducia in crescendo.

    Ma spero di incontrare il Liverpool ai sorteggi.

    • Le competizioni si giocano per vincere. Voglio la finale.
      Ne ho fatte due di seguito, perchè no allora?
      Per il resto abbiamo un’altra proprietà vergognosa indegna della squadra di una Capitale, che minaccia gestioni low-cost e progetti giovani: il problema è tutto qui.
      Finchè l’AS Roma non sarà competitiva nelle competizioni che gioca la colpa sarà sempre della proprietà, che manca di rispetto ai Romanisti.
      E non ci sarà war room in grado di farci guardare il dito pittosto che la luna.
      Friedkin vattene.

    • Sapevo che avrei beccato tante spolliciate 😀 ma chi se ne frega… la realtà è questa, che piaccia o meno.
      Ho postato il calendario delle partite di campionato e di eventuali quarti e semifinali di EL.
      E’ PROIBITIVO.

      Se vogliamo provare a arrivare in zona champions e DOBBIAMO farlo, pena pesante ridimensionamento, dobbiamo uscire dalla coppa.

      E comunque, il liverpool c’è. Se lo incontri negli ottavi e esci, esci con onore perché è una squadra forte e favorita. E noi possiamo concentrarci sul campionato.
      Se invece lo butti fuori, allora la favorita dell’EL diventiamo noi. E un pensierino ce lo si può fare più serenamente.

  10. Per me Mou li metteva malissimo in campo, i giocatori non erano nelle condizioni di esprimersi al massimo (anche perché alcuni di questi sono limitati tecnicamente).

  11. wtf non sono d accordo.per 2 motivi..il 1 è che un club ambizioso punta a fare bene in ogni competizione (oltretutto che adesso abbiamo la rosa al completo con vari cambi)… altrimenti finiamo x ragionare come i peracottari e questo non può essere!2.non è cosi scontato che uscendo dall’ El tu agguanti il 4 posto…perché l Atalanta corre veramente forte e sembra tornata quella di un tempo!meglio non fare calcoli e giocarsi al max entrambe le chance

    • 7 marzo , l’andata degli ottavi di finale
      il 10/03/2024 (Fiorentina – Roma)
      14 marzo , il ritorno degli ottavi di finale
      il 17/03/2024 (Roma – Sassuolo)
      il 7/04/2024 (Roma – Lazio)
      11 aprile , l’andata dei quarti di finale
      14/04/2024 (Udinese – Roma)
      18 aprile , il ritorno dei quarti di finale
      il 21/04/2024 (Roma – Bologna)
      Il 28/04/2024 (Napoli – Roma)
      2 maggio , l’andata delle semifinali
      Il 05/05/2024 (Roma – Juventus)
      9 maggio , il ritorno delle semifinali
      Il 12/05/2024 (Atalanta – Roma)

      I peracottari, in quanto tali, sono in Champions. Noi che siamo un ” club ambizioso ” dobbiamo competere su tutti i fronti e su tutti i fronti lo pigliamo in quel posto.

      E poi, che ho detto?
      se sei così forte da battere il Liverpool, favorita della coppa, ti togli subito il pensiero, no?

      o preferisci arrivare settimo in campionato e di nuovo perdere in finale?

  12. se la Roma passa il turno, come credo, con un risultato assai convincente saranno rammaricate molte “vedove” del lusitano, alcuni conduttori inconsolabili, parecchi opinionisti e altri diversamente romanisti o formellesi di natura……
    Molti vivono nel passato e nelle inutili suggestioni invece di tifare davvero per la Roma e DDR, li lascio nella loro mediocrità e GODO per questa ROMA!!!!

  13. su un video hanno ripreso il presidente Rian e la dirigente Soulouku esplodere di gioia insieme a tutti i tifosi sul rigore di Zalensky

Immediate Altex

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome