Ora Zaniolo non vuole più fermarsi: verso una maglia da titolare anche contro il Napoli

15
809

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La tripletta realizzata contro il Bodo/Glimt sembra aver restituito al classe ’99 l’entusiasmo di chi è tornato consapevole di poter fare la differenza, scrive oggi Il Tempo (E. Zotti).

E così per Zaniolo nelle ultime ore le possibilità di un suo utilizzo dal 1′ al Maradona sembrano in ascesa. Lo Special One però non ha ancora preso una decisione sulla formazione che dopodomani affronterà il Napoli di Spalletti, prima infatti bisognerà fare chiarezza sulle condizioni di Pellegrini.

Il capitano giallorosso è uscito dall’Olimpico con una caviglia gonfia e ieri non si è unito al gruppo neanche per gli esercizi in palestra, limitandosi a svolgere fisioterapia.

Nelle prossime ore si capirà se il numero 7 potrà scendere in campo tra i titolari, ma la situazione non sembra preoccupante.

Fonte: Il Tempo

Articolo precedenteDall’invenzione Zalewski alla gestione Zaniolo: ecco le chiavi della svolta di Mou
Articolo successivoAnatomia del Leicester, il nemico perfetto per Mourinho

15 Commenti

  1. complimenti al corriere de wanda, in cui il “non lo so” di Nicolò (cioè: arifateme il contratto) diventa “non so se resto” con tanto di virgolettato. la correttezza di D’Ubaldo.

    mi sembra che la gestione e la prevenzione degli infortuni (cosa che non viene mai presa in considerazione dai giornalari nel giudicare le formazioni) sia una delle voci in cui Mou ha segnato una svolta, quindi se Zaniolo può farne 2 di fila, ora come ora, lo sanno a Trigoria. speriamo Pellegrini ci sia, dobbiamo prendergli il quarto posto a partire da lunedi.

    • aggiungo una considerazione: a differenza di quanto ci è solitamente successo con i nostri giocatori forti, penso a Totti e Montella su tutti, che quando dovevano giocare in Europa spesso soffrivano fisicamene l’avversario, Zaniolo li bulizza quasi tutti.
      guardando al resto dei titolari, Abraham non soffre l’avversario, gli stessi Pellegrini e Cristante sono 1,87, come Spina, per non parlare dei dif cen, e Karsdorp è 1,84. i soli Zalewski e Mkhi sono sotto l’1e80. è una rosa molto fisica.
      ma abbiamo la fortuna che il più grosso e dirompente è anche quello tecnicamente migliore. trattasi solo di rinnovarlo.

    • Magari sbinf, ma non ti ci fanno arrivare al quarto, ma dobbiamo concentrarci e combattere per tenerci il quinto, se diamo parola al campo siamo favoriti, ma il “palazzo”? Il palazzo vede lansie e dea… Le parole di Cristante, dopo Bodo sono state macigni! “Chiediamo rispetto!” ma secondo te, con chi ce l’aveva?

    • il quarto posto del napoli con la rube ovviamente terza, non sia mai… una volte che hanno le strisciate alle prime 3 possono raccontare di epici scontri mercato e fantaformazioni per tutta l’estate, quindi chi è quarto non interessa. certo che la sentenza di ieri fa capire l’asse lotito-delamentis quanto conti ora, però noi dobbiamo solo batterli, poi allo psicodramma napoletano ce pensano da soli.

    • sbinf, ammiro il tuo ottimismo; lo trovo pure giusto e sano perché il tifoso deve sempre sperare.
      Però hai dato uno sguardo al calendario? Dopo il match contro di noi il loro massimo ostacolo sembra una trasferta contro un Toro senza molto da chiedere.
      Seppure, come tutti speriamo, lunedì facessimo il colpaccio, sarebbero comunque sei punti da recuperare, anche con l’eventuale scontro diretto a quel punto a favore.
      E noi dovremmo ancora rendere visita a Culoncino e alla Viola.
      Spalletti sarà pure l’eterno secondo, o “perdente” come molti preferiscono chiamarlo, ma secondo o terzo di solito ci arriva, e di crolli verticali delle sue squadre io non ne ricordo.
      Quindi spero con tutto il cuore nella tua tesi, ma io ad oggi ancora firmo col sangue per un quinto posto che sarà tutto meno che semplice da mantenere.

    • Mourinho infatti chiede spesso giocatori strutturati fisicamente in un certo modo anche per le ragioni che ha detto sbinf, con cui concordo. E non a caso è un allenatore che ha una… qualche esperienza della Premier League e forse anche per queste ragioni chiede alla società di andare a comprare lì. Questo atteggiamento di Mourinho e insomma questa sua propensione per la PL e per un certo tipo di giocatore, sono stati molto spesso criticati nel corso della stagione, anche aspramente. Però poi quando si va in Europa, a certi livelli, incontri squadre che hanno uno strapotere fisico impressionante e spesso (guarda caso) sono proprio squadre inglesi. Anche per queste ragioni, forse, il calcio italiano non esiste, in pratica, a livello di club in Europa: squadre strutturalmente “leggere” come il Sassuolo, per intenderci, in Europa sono terze o quarte file, e l’ultima squadra d’un certo livello, in Europa, che predilige l’uso di giocatori “piccoli” e “leggeri” è stata lo Schaktar. Poi vabbe’, le portoghesi, che però non a caso da quanto non vincono o non sono nell’elite del calcio europeo?

    • Ma anche no, io contro “piccolomo” il cipollaro de Certaldo vojo vince! 💛🧡❤️

  2. il vero problema a roma sono i giornali e le radio… sempre la stessa storia… si fa una buona partita e siamo subito ” campeones du Mundo” .. adesso Zaniolo sta bene…ma non e’ solo una questione fisica ma soprattutto di testa e nervosa…per esempio: solo Mou puo’ sapere se mentalmente il ragazzo ha ricaricato le batterie ed e’ pronto per un altra prova a 100 all’ora col napoli… non e’ solo andare in campo..e’ ‘come’ lo fai.. e la testa ha un ruolo fondamentale…io per esempio mi aspetto che se zaniolo sara’ tra i titolari, vorra’ spaccare il mondo… generalmente quando fa cosi’ lui vuole sempore strafare e di conseguenza giochera’ male e senza costrutto..quindi vediamo cosa decide Mou senza fare anticipazioni da sfera di cristallo

    • E’ inutile cambiar nick basta leggervi per capire chi siete Qui nessuno si esalta ma lo rinvangate sempre Lasciate in pace Zaniolo non è affar vostro Ce pensano Pinto e Mourinho.

  3. Io faccio una disamina.
    Tra Napoli e Inter serve/occorre strappare dai 2 ai 4 punti per mettere al sicuro lo spread finale di stagione.
    Con la gara di mezzo di conference dobbiamo stare attenti a quelle dietro, specialmente un-occhio sulla Fiore, che giocherà con Venezia Salernitana e Udinese e ha una PARTITA IN MENO…Prima di affrontare Milan e lo scontro diretto con noi.
    Snobbare il Campionato per puntare la Conference non è assolutamente da fare, in caso di uscita dalla Coppa rischiamo seriamente di compromettere la prossima stagione Europea, quindi tocca stare in campana, io una stagione senza coppe non la seguo, per me è inutile.
    Purtroppo non abbiamo certezza matematica per via dei troppi punti persi inizialmente in Campionato.
    Io dico di giocare al 120% le prossime 2 e gestire le forze in Campionato e dare il massimo contro il Leicester, se arriviamo con questi fantomatici 4 punti in campionato prima della gara di Conference abbiamo serie possibilità di riuscita.
    Le gare con Napoli e Inter sono estremamente difficili ma questa è l unica soluzione per tenere a bada le inseguitrici e focalizzarsi in Europa.

  4. Scommetto cento milioni (veramente non li ho, però li ha il Monocigliato e so dove li tiene nascosti 🙂) che al termine di Roma/Bodø Mourinho ha preso da parte Zaniolo e gli ha fatto un discorso per la serie: lo vedi come cambia tutto se mi dai retta?
    Anzi vado oltre: Zaniolo deve restare alla Roma semplicemente perché è imprescindibile per lui essere allenato da Mourinho.

    • Io ho visto più semplicemente che giovedì è stato messo nelle migliori condizioni per fare bene. E’ stato lanciato negli spazi, ha potuto controllare il pallone già in moto e fronte alla porta invece che riceverlo da fermo e spalle alla porta.
      Non ha avuto bisogno di tentare lo Zaniolo contro tutti e non lo ha fatto. Probabilmente sta raggiungendo anche la migliore e agognata condizione psicofisica dopo una fisiologica altalena di alti e bassi.
      Non credo che Mou gli abbia detto chissà che di particolare rispetto ad altre occasioni: la squadra ha funzionato, ha fatto girare palla alla velocità giusta, ha verticalizzato, e lui ha fatto il suo e anche di più.
      La sua permanenza dipende da tanti fattori, il più importante dei quali la consapevolezza da parte della società di poter investire su di lui tanti bei soldini. Perché di questo alla fine si tratta.
      Zaniolo e chi per lui chiederanno una cifra che sarà come minimo pari a quelle percepite da Pellegrini e Abraham, e la Roma dovrà avere un buon grado di certezza sul suo pieno recupero.
      Giovedì sera ho capito che Zaniolo non si sta tirando indietro per favorire un suo trasferimento con mezzucci squallidi, e questo già basta a rasserenarmi.

  5. Non costruirgli la Roma del futuro intorno sarebbe gravissimo. La sua cessione, farebbe dei friedkin una proprietà peggiore persino di Pallotta. Il top in panchina cè, comfermare zaniolo 4/ titolari , ma titolari non pippe eredi di questo e quello, ed entro 2 anni scudetto, almeno lottare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome