Pallotta: “Avrei voluto comprare il Palermo ma non mi è stato permesso. Fonseca? Alla Roma non ebbe giocatori adatti, fu colpa mia”

75
1182

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – James Pallotta, ex presidente della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ilovepalermocalcio.com e tra i vari temi trattati si è soffermato sull’esperienza di Paulo Fonseca sulla panchina giallorossa. Ecco le sue parole: “Palermo? Avrei voluto acquistarlo per portarlo in Serie A. Del resto è il posto che merita una piazza così importante. Questo purtroppo però non mi fu permesso”.

Come mai non le fu permesso?
“Perché Mirri decise di vendere il club al City Group. La sua intenzione era infatti quella di mantenere la carica di Presidente, anche dopo la cessione della società. Questo aspetto, però, non rientrava nei nostri piani”.

Cosa pensa del possibile approdo di Fonseca al Milan?
“Stiamo parlando di un allenatore bravo che mi piace molto. Alla Roma non ebbe a disposizione i giocatori utili alla sua filosofia di gioco. In tal senso la colpa fu mia, di certo non sua”.

Fonte: ilovepalermocalcio.com

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteGudmundsson rinviato a giudizio per violenza sessuale: rischia di finire in carcere
Articolo successivoCalciomercato Roma, Conte vuole sia Dybala che Lukaku al Napoli

75 Commenti

    • Riciccia. Pensare che l’attuale proprietà possa perfino indurre qualcuno a rimpiangerlo m’atterrisce.

  1. Quasi ci manchi…gli attuali una (3) cosa buona avevano fatto l’ingaggio di Dybala,Lukaku, e del divino José ..purtroppo hanno deciso di tornare alla mediocrità

    • avete ragione….con Mourinho due finali malgrado una squadra imbottita di pippe (speriamo non leggano altrimenti si offendono:) )
      peccato che quando è passato il pullman scoperto voi eravate quelli che dicevano che Mourinho non capisce un ca@@o, è una pippa, rovina i fenomeni che abbiamo in squadra….
      ma vaff…..

    • mourinho ha fatto due finali europee e senza fargli mai acquisti di livello… non si rendono conto poi alla fine ddr ha fatto la stessa cosa..

    • Spero che lo stesso pullman non passi a Firenze quest’anno…dopo la condivisione col West Ham, pure la Fiorentina sarebbe troppo

    • O presenze in Champions, un triennio pietoso nonostante gli abbiamo comprato Lukaku e dybala. Se potessi cancellarlo con un gomma lo farei anche subito.

    • Infatti con il progetto portoghese stavamo volando…ma per rendertene conto attendevi che si finisse in B?

    • regà per cortesia non sputate ner piatto di avemo magnato. nella storia della Roma é stato l’unico allenatore che ci ha fatto fare due finali europee (una vinta e una rubata) di fila. da quanto una coppa europea non veniva in Italia? Ve lo dico io, dal triplete dell’inter. poi é chiaro, che se era fissato co la difesa a 3, e che nonpoteva ogni volta arretrare cristante difensore centrale e poi lamentasse Ke non difendeva, sicuramente é stato un suo errore. xò regà un po’ piú obbiettivi la prossima volta. non possiamo dare tutte le colpe a mou se abbiamo solo 3/4 giocatori boni su 11 titolari.

    • @Vale
      intendi l’ambita coppa che dopo di noi ha vinto il West Ham e che quest’anno potrebbe vincere la Fiorentina?

    • Ma come ci “ammorbi” sotto ogni articolo dove NON si parla di lui, con pallotto qua, pallotto la e nell’unico articolo dove si parla di lui, ti defili?

  2. Gonseca non ha avuto giocatori…Te credo non li chiedeva, aziendalista bau bau

  3. Quasi quasi eri meglio tu per lo meno in Champions ci stavamo quasi sempre, guarda cosa ci hanno portato a fare a rimpiangere pure sto pupazzo

    • è stato piu bravo perchè non capendo una mazza di calcio si è affidato ad un professionista esmplare, sabatini, e con la supervisione di baldini che comunque è esperto di calcio…

  4. Il suo operato fu buono fino alla semifinale con il Barcellona, fu un crescendo ed aveva un senso di progetto. Poi vanificò tutto con un mercato incomprensibile vendendo Campioni ed aquistando BIDONI uno su tutti Shick 42 milioni per vendere Salahal Liverpool che dopo pochi mesi valeva già il quadruplo… e poi ingiustificabile sulla gestione TOTTI… in fondo fu la società che non lo voleva più e lasciarono Spalletti non incolpevole ma certamente molto meno colpevole della Società che lo dava per FINITO. Invece il CAPITANO fece qualcosa di pazzesco da solo e sempre in pochi minuti, increbibile quel Roma – Torino in 2 minuti a pco dalla fine fece 2 goal rimangono stampati nella memoria come l’ addio, mai visto per nessun giocatore al mondo tanto amore e coinvolgimento per tutti questi anni “25” nessuno come lui. Per tornare a Pallotta oltre ai 2 errori citati ci fu anche quello di dare degli stupidi ai tifosi della Roma… puro delirio di uno “STUPIDO VERO” senza che ne sia cosciente…

    • Vanificò tutto cacciando Sabatini il quale, pur avendo sempre acquistato e venduto, ci sapeva fare ed i conti quadravano. Lo sostituì con Monchi, pensando al miracolo iberico … mah … lasciamo stare …. come fanno questi a gestire fondi per milioni e milioni di euro …. boh ?????

    • Sta storia di dare degli stupidi ai tifosi della Roma è qualcosa di incredibile, apostrofò cosi alcuni tifosi in curva che avevano messo uno striscione di contestazione alla madre del tifoso napoletano ucciso, ritornare a quel periodo con la tenzione palpabile di quei tempi è uno sfogo anche comprensibile se vuoi abbassare l’esposizione mediatica, infatti in molti ci hanno sguazzato e poi mi dico…..ma un ultrà che si offende per un fuck idiot, è qualcosa che devo vedere perchè altrimenti non ci credo. Poi altra leggenda la Roma di pallotta contigua con la polizia, quando è stata l’unica società che ha contestato la famosa tessera del tifoso esempio italiota di indecenza e superficialità. Va bene tutto ma mistificare la realtà no.

  5. Ai tempi cera un progetto, ahime non vincente, ma di altissimo livello.

    Avremmo meritato almeno 1/2 scudetti in quel periodo dove arrivavamo secondi con il record di punti.

    Più che un presidente, pallotta era un gestore che demandava la vera attività a figure che si sono mangiate la roma nel tempo.

    Ma ripeto, puo piacere o non, ma con i soldi che avevamo la roma di pallotta, era la più forte dal dopo scudetto del 2001.

    • Evidentemente dimentichi la Roma di rosella sensi che x 2 volte in 3 anni è arrivata a un passo dallo scudetto (entrambi rubati dall’Inda). Le 2 fortune dello gnocchettaro di Boston sono state il collasso delle milanesi e l’aver trovato quasi x caso Rudi Garcia (e pensare che era la quarta/quinta scelta dopo Mazzari, Allegri, Blanc e forse anche un altro) che dalle macerie del 26 maggio, probabilmente la peggiore onta della nostra storia, è riuscito a costruire, anche grazie all’unico mercato veramente ben fatto di Sabastecca che poi tranne che x una manciata di buoni acquisti ha fatto un disastro, una squadra straordinaria che non ha vinto nulla solo per,ché davanti a lui ha trovato una squadra ingiocabile come la Rube dei 102 pti e che ha mantenuto un buon trend x 5 anni circa prima di essere fatta a pezzi dal suonatore di nacchere

  6. Pallotta Friedkin
    2014 – 2° 2021 – 7°
    2015 – 2° 2022 – 6°
    2016 – 3° 2023 – 6°
    2017 – 2° 2024 – 6°

    Indovinello, dove è il bonsai? 🌳

    • Giusto, ma per la precisione bisognerebbe ricordare anche
      2018 – 3°
      2019 – 6°
      2020 – 5°
      Questo per dire che il declino era già cominciato con la precedente gestione e con i disastri di Monchi soprattutto.
      Inoltre, per il 2021 la stagione negativa è solo in parte imputabile ai Friedkin perché sono subentrati ad agosto 2020.

    • Dilla.tutta le milanesi non esistevano ogni tanto il napoli l atalanta non esisteva e così il Bologna di oggi era solo una lotta roma.juventus
      So sicuro che avrai il bonsai sul comodino ma non la.conference voi mette ?😂😂😂😂😂😂

    • Monchi fu preso da Pallotta per smembrare la squadra, capitalizzare il più possibile per poi vendere la società, visto che fare uno stadio a Roma era pura utopia con tutte le grane che stavano uscendo da parte del comune e dalla magistratura per i terreni.

  7. Nalanimadelimejomxxxxxxxtua
    e de chi t’allaccia le scarpe a te Monchi, Baldini e Baldissini.

    C’hai rovinato, hai lasciato un buffo de piu’ de 300 milioni di €uro praticamente sei scappato lasciando la Roma sull’orlo del baratro con l’aggravante delle zavorre Nzonzi e Pastoree ancora chiacchiera sto stracciarolo.

  8. UltrasRoma75, ridi,ridi, vediamo quando raggiungeremo la prossima finale europea, nell’attesa puoi continuare a ridere………………………………

  9. e che ti pensi che a palermo ci sono gli scemi che ci sono a roma.
    sono sempre più convinto che a roma non si vincerà mai fino a quando non arriverà un arabo stile parigi.

  10. Andrea non quasi, e proprio così,e non che che è opinabile, basta andarsi a vedere le classifiche, la Roma di Pallotta è stata più competitiva, punto. Poi qualcuno dirà che I Friedkin hanno preso una squadra piena di debiti, pure Pallotta, altri diranno che Pallotta pensava solo allo stadio, I Friedkin idem, qundi togli in quasi, per ora Pallotta è stato migliore dei Friedkin.

    • tony
      hai dimenticato un piccolo particolare:

      Friedkin i soldi li ha messi di tasca sua e continua a metteli sempre di tasca sua.

      Pallotta i suo di soldi li ha nel suo conto corrente, di suo nella Roma non ha mai messo un Pio, era un gestore per Goldman Sax.

      Ergo, vedo piu’ logica nella strategia di Friedkin, anche se ad oggi lo stadio rimane ancora uno scritto.

      Inoltre Friedkin ha tolto l’A S. Roma dal cappio borsa ed e’ praticamente tutta sua e non meta di Goldman Sax e l’altra meta’ del mercato di borsa.

      Ad oggi Friedkin e’ una garanzia per l’A.S. Roma ed ancora non hanno chiesto credito ai gruppi filomeneghini che fanno gli impicci ogni 3 anni per baipassare i vincoli del F.F.P. con il benestare di u.e.f.a . e covisoc.

      MA QUESTO I ROMANISTI NON LO CALCOLANO PARLANO SOLO DE PIPPE AR SUGO !!!

    • Assolutamente corretto e condivisiìbiile JOHAN ma a distanza di anni molti ancora non hanno capito che razza di tronfio verduraio era Pallotta. 330 milioni di debito e 210 di disavanza di bilancio ha lasciato oltre aturalmente ad una pletora di superpagati pipponi rotti e invendibili.
      Ai Friedkin imputo solo Tiago Pinto!

  11. Siamo tanti ed ogniuno ha la sua verità che essendo tale non prevede contraddittorio. Ricordo che all’arrivo di Pallotta, si insediarono Baldini e Sabatini, il primo osannato dalle battaglie combattute con Sensi il secondo prima apostrofato laziese poi che si intascava le mazzette e poi rimpianto. Ha trovato un parco giocatori che forse era peggio di quello attuale ed è tutto dire, tanto che Sabatini il primo anno ha acquistato forse 30 giocatori, gli anni successivi sono stai almeno per i nomi superiori 10 volte agli attuali, l’errore che imputo è non aver scelto allenatori che fossero allo stesso livello.
    In termini di risultati il nulla assoluto, ma se avessero scelto allenatori validi, avremmo gioito di più. Se la società attuale avesse iniziato con le stesse scelte DS italiano e DT Italiano, ma con Mourijno in più, forse avremmo una scquadra di tutto rispetto. La differenza sta nella guazza data ai tifosi lo stemma, non parlano quindi nessuno scivolone verso fuck idiot, allenatore, sostituto che zittisce la piazza ecc ecc. Gli ultimi 2 o 3 anni di Pallotta sono stati una indecenza, sparito e se nè fregato della scquadra, a sua discolpa posso solo dire che in quegli anni, schifavamo i secondi posti oggi ci va bene il 6. Poi mi levo un sassolino, che un ultra si offenda per un fuck idiot, non lo credo neanche a vederlo, tutto un pretesto per colpire la società. Credo che intorno alla nostra ROMA girino vecchi e giovani azzeccagarbugli, alcuni assoldati dalla vecchia proprietà che soffiano dove trovano convenienza per interesse o semplicemente perchè possono. Una miseria incommensurabile.
    Dagli al presidente idiota è stato lo spèort nazionale da Viola accattone a Sensi comprato dal pregiudicato laziese, prima di questo che non si può neanche comprare un dietologo.
    FORZA ROMA immersa in questa melma.

    • a un certo punto c’era una squadra fortissima se non si fossero venduti un giocatore all’ anno e avessero messo sulla panchina un mourinho qualcosa lo portavano a casa ma avevano il braccino corto soprattutto con gli ingaggi, ma almeno hanno avuto la decenza di affidarsi a un Ds italiano piuttosto che a due sconosciuti provenienti dall’ estero

    • Il problema è stato proprio questo.

      Il fatto che fin dall’inizio il progetto friedkin è stato confuso, senza mai prendere una strada chiara.

      I friedkin, senza nessuna accusa, anzi, ha avuto la fortuna di vincere una conference, cosa che avrebbe facilmente vinto anche la roma di pallotta e ci fosse stata.

      Le finali?

      Tutte molto belle, ma alla fine non ti hanno portato nulla, a differenza delle champions raggiunte che ti danno lustro di giocarla e soldi… soldi per potenziarti veramente una squadra.

      I friedkin hanno fatto quello, anche, che pallotta no ha mai fatto, cioè mettersi in diagonale con il tifo, quello giusto, quello di curva con lo stemma, prendendo gente alla mourinho e via discorrendo, mettendo però da parte l’abilità di costruire una squadra, di avere un progetto.

      CONCLUDO DICENDO che la vera differenza è stata quella di portare a roma edin dzeko, uno dei primi tre attaccanti più forti della nostra storia a 12mln e dall’altra lukaku in prestito secco a 8.5mln netti l’anno di stipendio.

      L’unico movimento sensato, di imprenditoria seria, parco giocatori, è stato svilar, cioè un giocatore giovane, di gran talento preso a zero. Oppure comprare ibanez a 10 complessivi e rivenderlo a 30 in arabia.

      IL RESTO ZERO.

      CHE SI TORNI ad una strada vecchia ma che con una gestione diversa possa fare la differenza e costruire valore per il futuro.

    • Barnaba
      condivido in parte, ma solo l’ultima e mi auguro che sia stata fatta veramente pulizia, ma sembra che sono rimasti ancora alcuni topolini.

      Poi in merito alla attuale proprieta’ ho gia’ postato qualcosa nel contesto con Tony73 e lo ribadisco.

      La Roma e’ al 97% di Friedkin che l’ha acquisita con i propri danari togliendola dalle speculazioni finanziarie.

      Ad oggi Friedkin non parla ma per noi e’ una garanzia al confronto di chi fa prestiti ai cinesi che non li onorano per fare il giochino della tre carte e per evitare i paletti del F.F.P., dove partecipano u.e.f.a. e co.vi.soc. con il benestare della f.i.g.c. e c.o.n.i.

      MA AI ROMANISTI PIACE PARLARE DI PIPPE AR SUGO !!!

      Un saluto

    • Max Lorysan e Cruif mi piace interloquire con chi ascolta e non si chiude, Pallotta ha tutte le colpe del mondo non metteva soldi a differenza dei friedikin, ma questo non vuol dire che l’una o l’altra sia la ricetta giusta. Io contesto solo la linea della società, con scelte aziendali che sono perlomeno un elettrocardiogramma, si va dal picco Mourijno al down Pinto, regolate da un algoritmo per uno e non so cosa per l’altro, un Lukaku oggi ed uno Shomurodov ieri, un Dibala ieri ed un Sanchez oggi, un sostituto scelto per placare la piazza ed un Ds scelto dall’algoritmo. Per algoritmo naturalmente non intendo tutto su carta, dei colloqui ci sono stati. Questo mi fa dire che non seguono una linea, magari Pallotta era uno squalo, come diceva il buon Giuseppe Marra ai tempi degli arabi per far saltare la trattativa, ma almeno ha iniziato bene scegliendo uomini giusti per il suo progetto, una Atalanta ante litteram. Poi il tracollo, anche Monchi, se oggi scegliamo come DS Sartori che viene dalla esperieza Atalante e poi Bologne che je voi di? E scopri che qui a Roma se rincoglioxxisce che poi fà. Monchi era un re mida in spagna ha vinto tanto e con ottime scelte. Qui è arrivato il fratello scemo, non voglio fare dietrologia con iteressi vari non ne so nulla. Per quanto riguarda i magheggi del FPF do per scontato che la Roma non si abbassa a questo, altrimenti tiferei per il curling.
      Una buona serata

  12. Almeno un : ” I am disgusted ” dopo una semifinale letteralmente scippata ( semifinale champions) sor Pallotta lo disse ( ad onor del vero disse pure dell’altro e ok)

    Mentre Taylor ci palleggiava in faccia e il lusitano lo apostrofò con ” fottuta disgrazia” … i Texani se stavano a fa i selfie co Ceferin.

    Mi auguro solo che a Daniele, affianchino una figura autoritaria !

  13. Chi ha vissuto come lui in maniera distaccata, menefreghista, irreale, irrazionale la nostra realtà ha ancora il coraggio di parlare del nostro (suo) a dir poco mediocre (un eufemismo…) passato.
    Ci vuole coraggio a parlarne, ancora, dopo aver lasciato poche, misere macerie delle quali ancora ne stiamo subendo gli effetti nefasti…… ancora…..

  14. Come detto da qualche amico giallorosso che mi ha preceduto, Pallotta aveva un progetto serio di crescita e di sviluppo per la Roma. Non essendo competente in materia calcistica, aveva demandato l’attività sportiva a dei manager competenti del settore. Ovviamente Pallotta non era un filantropo innamorato fin da bambino della Roma, quindi è innegabile che nel suo pensiero ci fosse in primis il guadagno, che si sarebbe realizzato grazie alla costruzione dello stadio a TDV. I primi anni della sua presidenza, la Roma competeva seriamente per vincere, scontrandosi con una juventus fin troppo forte in campionato, e come sempre aiutata. In Europa, oltre a partecipare stabilmente alla coppa più importante, si riuscì in due occasioni, a fare un ottimo cammino in Champion’s ed in Europa League, avendo in entrambe le situazioni più di qualche ricriminazione da fare verso il settore arbitrale, che a quei tempi non era neppure coadiuvato dalla VAR. La sua strategia (o quella dei primi DS, Sabatini per primo), era quella di vendere i più forti e di sostituirli con altri altrettanto forti, venendosi spesso a creare un “commercio” di calciatori in entrata ed in uscita fin troppo esagerato. Il punto di rottura (in tutti i sensi), fu quando Pallotta capì che il discorso stadio non si sarebbe mai e poi mai verificato, da li il suo repentino cambio di rotta e la dismissione dei calciatori migliori, senza che questi venissero adeguatamente sostituiti, con la creazione di quel debito esorbitante ereditato poi dai Friedkin. In quanto all’ingaggio di Petrachi e Monchi, per quanto discutibilissimi siano state le loro gestioni (soprattutto del sivigliano), credo che sulla carta avessero un curriculum di tutto rispetto, probabilmente non altrettanto come onestà, essendo sotto gli occhi di tutti che Monchi, approfittando del fatto che Pallotta demandasse e non fosse competente, sia venuto letteralmente per intrallazzare i propri affari personali…

  15. Almeno con lui presidente abbiamo ammirato un centrocampo composto da Pjanic, De Rossi, Strotman (quello vero), e Radja, voglio vede quando questa proprietà ci riesce visto che ancora giriamo con Pellegrini e Cristante, per carità buoni giocatori ma nulla a che vedere con i giocatori elencati sopra che erano di altra categoria rispetto a loro, ecco se mi portano almeno 2 giocatori di quel livello allora possiamo ritornare in Champions altrimenti la vedo dura anche il prossimo campionato.Forza Roma

  16. Io non ho neanche la forza di discutere chi tra Pallotta e Friedkin sia il migliore (per correttezza diciamo il meno peggio) è come se dovessi pronunciarmi sul fatto se sia meglio una papagna in faccia o un calcio sui cojon*.

  17. Tutta colpa tua……e de chi non te lo dice con una mano alzata!
    Ancora paghiamo i disastri che hai fatto, adesso torna in cucina a pelà le patate!

  18. Ancora non si è conclusa l’era dei Friedkin e quindi il giudizio è suscettibile di impennarsi, al meglio, o di precipitare ancora di più.

    Resta però il fatto che Pallotta, sia pure con una istintualità spesso fuori luogo, perlomeno ha cercato di mettere le persone giuste al posto giusto.

    Siamo stati sfortunati di aver incontrato una super juventus (come sempre ben protetta dai rocchi di turno) perché la Roma di Pallotta, con Garcia prima e con Spalletti poi, era veramente forte.

    Se guardiamo i giocatori che abbiamo avuto in quel periodo e li confrontiamo con quelli di adesso viene da piangere.

    Il più grave, enorme purtroppo, errore di Pallotta è stato MONCHI.

    Era una Roma che veniva dalla semifinale di champions: è stata smantellata e ancora oggi paghiamo le conseguenze di acquisti totalmente insensati.

    I Friedkin hanno studiato attentamente la presidenza Pallotta e sono stati attenti a livello mediatico a non ripetere i suoi errori.
    E’ bastato il silenzio e qualche colpo a effetto.

    Ma mentre la Roma di Pallotta se non arrivava seconda arrivava terza, quella di Friedkin è abbonata al 6° o 7° posto.

    Lo scopo di Pallotta era fare il grande business dello stadio ma quello dei Friedkin non sembra nemmeno essere questo.
    E’ ovvio: mentre Pallotta voleva costruirci intorno un quartiere (e lì guadagnare) i Friedkin, solo con lo stadio, ci vorranno anni per rientrare dell’investimento.

    Allora perché loro, digiuni totali di calcio, si sono presi la Roma?

    A mio parere la Roma è un passpartout per arrivare a intessere una rete di relazioni stabili con il pianeta economico che gira intorno al calcio, fatto di arabi, russi (prima del 2022), fondi di investimento, e uomini di potere di tutte le nazionalità europee.
    A loro, texani relativamente conosciuti in patria, serviva un motivo per sedersi a certi tavoli “oltre” gli Usa per sviluppare i loro affari nell’ambito dell’entertainment, cinema, real estate ecc. a livello globale.

    Per questo non gli serve una Roma vincente, ma una Roma che galleggia e non gli dia problemi.

    Per questo non vedevano di buon occhio le “guerre” di Mourinho.
    A loro, del nono posto di Mourinho al momento dell’esonero, frega niente. Tanto che mettono un’allenatore che è una scommessa, tanto che per arrivare a prendere un diesse aspettano a giugno.

    Non hanno elebarato alcuna strategia o programma per rendere questa squadra vincente. Non gliene frega NIENTE.
    Fanno il minimo indispensabile per non avere grane con i tifosi.

    Come dicevo sopra, è tutto da vedere se alla fine non saranno peggio di Pallotta.
    Io purtroppo penso che sarà così.

    • Ma questo è quello che succede per tutti i presidenti. Fisiologico. Chi era Berlusconi prima del Milan? un illustre sconosciuto lombardo. Conosci dei ricchi arabi? ce ne sono in tanti, ma quelli del PSG sono i più famosi e girano in europa con grande dimestichezza.

  19. io vi faccio un altra domanda .da quando l ossatura del centrocampo è basato su pellegrini cristante come sono i piazzamenti in classifica della Roma ?

  20. LO credo che gli interessavano il Palermo e la Sicilia , sono realtà splendide ma per variare la sua vera attività di broccolaro, fruttarolo e quindi per i meravigliosi agrumi di Sicilia, tanto anche il Palermo lo comprava a buffo senza cacciare un dollaro sto sbruffone, cantastorie.

  21. Signorin prego non facciamo paragoni per me irriverenti. Sballotta con i suoi fidi Baldanzoni e il sonatore de nacchere ci hannm lasciato sommersi dai debiti, oltre 330 milioni e con un disavanzo di bilancio di 210 rammentando che prese la Av Roma da Rosella con 51 milioni di debiti complessivi, li ha decuplicati per non parlare dell’aspetto tecnico. Rosella almeno, l’0anno prima di lasciare arrivò con Ranieri a un passo dallo scudetto e comunque lasciò almeno De Rossi e Totti., Sballotta ci ha lasciato tra gli altri Pastore, N.Zonzo ,Karsdorp, Cristante e un altra pletora di invendibili carciofi.Sto anche io diventando critico dei Friedkin ma insomma lo volete capire o no che Sballotta NON HA MAI CACCIATO UN CENTESIMO DI SUO????’ tutto regolarmente a buffo.

    • Permettimelo wtf, le cose stanno stanno in modo differente, nel mondo pallonaro accadono cose che noi mortali non possiamo neanche immagginare.

      Il più grave, enorme purtroppo, errore di Pallotta è stato FRANCO BALDINI !!!
      Amico di Capello e di suo figlio avvocato procuratore che aveva collaborazioni con Sabatini che a sua volta dava le dritte al figlio di Baldini che al tempo lavorava per la Sampdoria
      (Schik docet) per fargli prendere i calciatori che non gli facevano piu’ trattare con la Roma e che acquistava Schik per 4,5 miloni di €uro e lo rivendeva l’anno dopo (la Samp der viperetta) alla Roma tramite Monchi Massara a 40 milioni di €uro.

      Questa e’ una stranezza pero’ la vicenda Schik e’ andata cosi, Sabatini lo ha trattato per portarlo alla Roma e invece dove va a finire Schik, alla Sampdoria che lo paga 4,5 milioni i €uro e poi l’anno dopo lo vende alla Roma dove il vice di Sabatini che era Massara lo caldeggia come acqiisto per Monchi.
      Ma la cosa piu’ strana e che il figlio di Franco Baldini quando la Samp acquista Schik lavorava per la Samp.

  22. Oggi possiamo dirlo, ricordandoci degli scudetti giocati fino all’ultima giornata, dei sogni di coppe e di campioni, di Spalletti che ci faceva godere, degli scippi che ci hanno negato una CHAMPIONS, della ROMA che tremare il mondo faceva, del presidente che si tuffava nella fontana e che si, possiamo dirlo, al netto di furti e sfortune, è stato

    IL MIGLIOR PRESIDENTE DELLA STORIA DELLA ROMA

  23. Se ci fosse stato il VAR in Roma – Liverpool semifinale di Champions 2018 , a quest’ora c’avevamo il Trofeone dentro Trigoria.
    Per me sei sempre il Mister President.
    Salutami Nantucket.✋🖐️

  24. JOHAN CRUIJFF, invece tu di particolare ne dimentichi 1 più grande.
    Pallotta prese la Roma a 110 mln, e l’ha rivenduta a 585, il che vuol dire che, o che i tuoi amati texani sono dei polli, o che Pallotta l’ha valorizzata, e lo ha fatto coi risultati sul campo, come dici tu senza propri soldi. Lo disse infatti:”manterremmo la Roma competitiva con le plusvalenze e lo ha fatto”, se arrivi sempre 6/7 e le pippe non le compra nessuno, devi mettere mano a portafolgi e fare aumenti di capitale, ma poi scusa ADl come ha vinto uno scudetto coi soldi propri o coi proventi della sua azienda Napoli? comunque ti ripeto avvisami quanto i mandriani texani muti e incompetenti (che hanno dato continuità al progetto tecnico sostiuendo un top in panchina con uno esonerato dalla spal dopo 4 partite) ci faranno nuovamente lottare per scudetto e finale di champions, io sarò qui ad aspettarti!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome