Pallotta ci riprova: ora vuole la Samp in coppia con Franco Baldini

64
874

NOTIZIE AS ROMA – A volte ritornano. James Pallotta è sempre più vicino al suo rientro nel calcio italiano, stavolta alla guida della Sampdoria. Lo rivela l’edizione odierna de La Repubblica.

La voce circolava già da tempo, ma negli ultimi giorni si sta facendo sempre più forte e concreta: dietro al fondo anglo americano (con base a Londra) che ha già avviato una due diligence in fase avanzata, ci sarebbe l’imprenditore che vive fra Boston e Miami.

E l’ex patron della Roma potrebbe riformare un’accoppiata ormai ben nota nella Capitale: la figura chiave di questa operazione sarebbe Franco Baldini, padre di Mattia, attuale direttore sportivo “in pectore” del club blucerchiato, promosso a figura di riferimento di Stankovic, con trasferimento di Osti e Faggiano solo sulle operazioni di mercato.

Le indiscrezioni che chiamano in causa Pallotta e Baldini coinvolgono anche un pezzo di storia del club blucerchiato come Gianluca Vialli, che non ha mai nascosto di desiderare la presidenza blucerchiata.

Bisogna però fare in fretta. La situazione delle casse blucerchiate è delicata, un intervento esterno è necessario, l’assemblea del 14 dicembre è uno spartiacque. Si attende un’offerta, il fondo anglo-americano pare decisamente avvantaggiato rispetto all’altro soggetto americano in data room e al fondo Merlyn Partners, quello che ha acquistato il Lille e che è stato accostato alla Samp.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteSolbakken saluta il Bodo: “Il mio tempo qui sta per finire, grazie a chi ha reso possibile questa avventura”
Articolo successivoAouar, Milan pronto a offrire 8 milioni per bruciare la Roma. Bove verso il Lecce

64 Commenti

    • Nostalgia canaglia
      Sarà la sua rovina…

      Scherzi a parte, in bocca al lupo a lui ed alla Samp. Presidente incompetente ma a mio avviso non malvagio come dipinto da molti… E i liguri si meritano certamente di meglio rispetto ad un presidente ai domiciliari.
      Nella mia lista dei personaggi più infami del calcio, Ferrero sta nel “club” di Lotito. C4ncri.

    • A polenta,
      ma stai scherzando? Non malvagio? A me viene in mente quella scena dell’Americano a Roma: “Ragazzo e’ ora che tu sappia di chi sei figlio”. Mi riferisco al broccolaro, naturalmente!

    • Ah Pallotto finalmente una squadra del tuo livello, ultima in classifica e con la quale puoi comprare a 2 euro e rivendere a 2.50 per poi reinvestire 1 centesimo. Dove si firma eh?

    • Sono d’accordo.
      Sportivamente un grosso in bocca al lupo al club blucerchiato, che non merita la situazione attuale.
      Poi hai visto mai che in un club con meno pressioni il duo possa fare bene. È un’avventura che seguirò a distanza, sono curioso.

  1. Notizia priva d’interesse per i Romanisti.
    Evoca solo cattivi ricordi e tanto squallore. Redazione, chiudiamo questa discussione sul nascere, che dite?

    • Roma-Barcellona 3 a 0 è un cattivo ricordo?
      Ah già,è stato oscurato dal recente trionfo sul Ludogorets.
      Mo va là ,compà

    • a zenò e dai un pò di onesta intellettuale, quella fu una grande gioia, ma un pò poco che consideri che è l’unica in 10 ANNI

    • 100, se a te piace guardarti le partite il giovedì contento te, magari il martedi/mercoledì c’hai il calcetto, io invece mi ricordo oltre a quella semifinale tutti quegli anni (quattro) nei quali sentivamo la musichetta e ci divertivamo molto. (stoppo subito quelli che: “il Milan e l’inter all’epoca facevano schifo” ma perchè la Lazio, l’inter la Juve, l’Atalanta di quest’anno, che stanno sopra di noi sono fenomeni?
      Mi auguro per noi tifosi e per i Friedkin che stimo molto, che possano raggiungere altrettante volte la Champions nei prossimi anni.

    • zenò dopo il 3-0 al barcellona il plusvalenzaro s’è venduto pure i calzini bucati che tenevi…porti avanti solo quell’episodio compà eh eh

    • Ciao Franco mi pare impossibile che esistano le vedove di pallotta.
      il mondo è bello perchè è vario io mi tengo gli attuali presidenti che in un anno ci hanno già regalto un trofeo.

    • e cmq quella semifinale l’abbiamo raggiunta grazie alla moglie di dezko che gli fece rifiutare il trasferimento al chelsea, pallotta se lo era vendutoa a gennaio se ben ricordi, ma voi pollattiani avete la memoria selettiva altrimenti non parlereste

    • @Ale’ 🤠® Friedkin Forever 🏆 no 🌳
      Compà ,i miei calzini bucati c’hanno più onore delle tue mutande senza elastico.

    • si e mutande so senza elastico,me l’ha strappato er plusvalenza,se le voleva vende….e tengo su co i straccali, però ce l’ho ancora, a te t’ha lasciato co na figlia de figo avanti e una de dietro eheh

    • Prima che qualcuno mi scambi per un fan di bermudino e del suo pechinese, ci tengo a precisare di non aver nulla a che vedere con il personaggio qui sopra e che mi fa schifo anche solo essere per sbaglio associato al ristoratore in questione.
      Grazie.

    • Hai ragione brutti ricordi, molto meglio la coppa dei settimi che si stanno contendendo Fiorentina e Lanzie, almeno sta in bacheca accanto alla coppa delle Fiere. Voi mette!

    • Squadra smantellata, bandiere ammainate, logo peggiorato e rosso di bilancio a sfiorare il commissariamento… parola d’ordine Stadio! Vallo a fare a Genova e rimpiangeranno Ferrero.

    • una squadra smantellata il giorno dopo! Altro che “progetto”!! Sulla semifinale chiedi a quel genio incompreso del mago di pescara che ha combinato nella partita di andata?

    • Certo Herbert giocammo malissimo l’andata, ma non stavamo giocando contro il LUDOGORETS contro il BETIS o contro il BODO GLIMT, stavamo giocando contro il LIVERPOOL la capite si o no la differenza? ed al ritorno li abbiamo massacrati e con un arbitro neutrale saremmo stati in finale.

    • Aaa Franco, fa er casso der piacere; vatte a fa na passeggiata, te e la frase de m€rda, da laziale de m€rda, che scrivi ripetutamente su sto forum…

    • Er poro franco la passeggiata già se l’era fatta l’anno scorso quando, dopo un anno di infamie a Mourinho, alla resa dei conti s’era dileguato da bravo vigliacchetto.
      Poi però purtroppo, dopo una splendida estate passata rintanato, alla prima occasione ha rifatto la cassia bis al contrario. E oggi si reinventa bermudino, esaltando piazzamenti e bonsai e denigrando trofei.
      Col suo lessico da pecoraro, che lo tradisce.
      Solo tanta pena….

    • @Franco65 Intanto non comparerei mai la squadra attuale con quella là perché erano di due ere diverse. Un allenatore può fare e disfare in corsa, altrimenti che ci sta a fare? Sbagli l’approccio? Hai la terna arbitrale contro? Metti il catenaccio, tutti dietro la palla, solo lancioni lunghi, giuochi male, ostruisci di tutto e alla fine o perdi di poco o la sfanghi col gol di fortuna. Ti ricorda qualcuno Franco? Mi pare che mourinho di autobus davanti alla porta e lancioni ne sappia qualcosa. Se sei scaltro non prendi l’imbarcata cosa che è successa ‘st’anno a Udine, che successe a manchester col mago di certaldo e successe a liverpuhl mentre Eusebio si toccava la bocca con le dita, aveva gli occhiali appannati e non reagiva ai richiami di Radja! Ancora me rode er.. Potevano esser in finale e poi ce l’avrebbe rubata il real juvemadrid. Ma almeno ci stavamo e avremmo preso una barca di soldi; oltre alla gioia per i tifosi e lo smacco per buffon, il cuore a cassonetto, i rubettini e tutti gli altri! Sarebbe stata un’altra storia..

  2. Pallotta, da imprenditore e speculatore che purtroppo non capiva quasi niente di calcio, si è da subito affidato alle persone giuste. perché Baldini e Sabatini, hanno dimostrato sul campo di essere le persone giuste. con grandi difficoltà iniziali, hanno portato la Roma sempre più in alto fino alla grande gioia della semifinale di champion. Questi sono dati certi e inconfutabili, piaccia o non piaccia. Poi c’è stato lo sciagurato cambio di direttore sportivo, da Sabatini a Monci, che a Pallotta come a tanti di noi sembrava un ulteriore passo avanti visti i risultati di Monci a Siviglia. Ma se fosse rimasto Sabatini, io non credo sarebbe finita così per Pallotta ne per la Roma. Quindi, se farà tesoro dell’esperienza Romana, comprerà la samp, riporterà Sabatini e darà soddisfazioni crescenti ai simpatici sampdoriani. In ogni caso però, chi se ne frega ora della samp e di Pallotta! diteci piuttosto quando arrivano Ndicka, Frattesi e Tielemans, al netto dell’arrivo di Solbakken. Sogno un po ovviamente, ma voglio notizie sulla Roma!

    • Sabatini s’è scontrato con Baldini, ed il cambio è stato inevitabile…
      Quindi se rimaneva (impossibile..!!) sarebbe potuto andare peggio..!!
      Poi sulla scelta del sevillano….
      Le persone sono “migliori” se collaborano assieme, se fanno gruppo, squadra.. se uno o più sono individualisti, primedonne, prima o poi la “rogna” te la creano…
      Scegliere le persone giuste, adatte è compito di un buon imprenditore…
      Baldini e Sabatini hanno capito che non sono “compatibili” e che forse pochi possono esserlo con loro, la domanda è se lo ha capito Pallotta e fino a che punto…🤷

    • Secondo te Pallotta da Boston sapeva chi fossero Baldini e Sabatini?
      Oppure glieli ha presentati qualcuno?

    • Come dice AndreaVe da quello che mi è stato riferito non da una ma da più persone, Baldini e Sabatini proprio non si sopportavano ed anzi, erano in competizione ad una certa sul calciomercato con il fumante che nonostante Baldini avesse avuto in mano qualche affare clamoroso, il fumante non volle categoricamente considerarlo perché suggerito e portato avanti da Baldini.

  3. Dai broccolaro che a Genova con i tuoi prodotti ortofrutticoli ti metti a fare concorrenza alla Barilla per un buon pesto. Dai che qualche amata plusvalenza ci scappa.
    Io sarei contento solo per leggere le frescacce che inizierebbe a sparare ma in campana che i genovesi coi sordi…………

  4. Premesso che non ce ne frega nulla, credo che in una società con gli orizzonti della Samp possa fare bene.
    Soprattutto se farà tesoro di alcuni gravi errori, come quello di teleguidare la società e delegando invece determinate responsabilità a personaggi carismatici e graditi dai tifosi come Vialli.

    • Quello dai polpacciotti al nandrolone?
      Sara’ che a me Genova e’ sempre piaciuta. Sara’ che andavo a Sanpierdarena a fare i rifornimenti per la caserma quando stavo a fare il militare sulla Riviera. Ma io un futuro cosi’ tetro alla Samp non glielo auguro. 😮🙁

    • Ho detto che deve essere gradito a loro, mica a noi. E a loro certamente lo è, anche se non dubito minimamente sui motivi che hanno portato Vialli a perdere in poco tempo la sua chioma riccioluta in cambio di masse muscolari imponenti…

  5. Va in onda la sagra dell’insulto gratuito e non circostanziato da parte dei soliti noti (Abbocconi),contenti e soddisfatti di come vanno adesso le cose.
    Ahummeteee 😱

  6. Mi spiace per la Samp, una squadra e una tifoseria alle quali ho sempre guardato con simpatia.
    Per prima cosa spero che si salvino quest’anno anche se la vedo molto dura, e in secondo luogo spero che quei due personaggi stiano il più alla larga possibile da questa società.

    Purtroppo per loro di Paolo Mantovani c’è n’è stato solo uno.

  7. Ancora con la semifinale col Barcellona,e con tutte le altre partite di Champion….Una domanda:” in 10 anni con Pallotta che abbiamo vinto,bonsai a parte? Fateme l’elenco…..Aho nun ve scervellate troppo a pensà….Ho capito che v’accontentate di partecipare e basta…..Perdenti!

    • Quella Roma la Conference l’avrebbe vinta a mani basse.
      Peccato che era impegnata a giocare la Champions.
      Con questo non voglio giustificare Pallotta e la sua pessima gestione societaria, ma la conta dei trofei va fatta nel giusto contesto. Se quella Roma avesse partecipato a 5 Conference invece che a 5 Champions avrebbe avuto 5 trofei in bacheca.

  8. La fortuna di Pallotta fu quella di avere Baldini e Sabatini.
    Il fumante venne ingaggiato a maggio da Di Benedetto che lo presentò come il miglior DS italiano. Ad ottobre arrivò pure Baldini.
    Non importa chi suggerì a Di Benedetto questi due dirigenti: sono stati bravi sia Thomas che James a tenersi stretti questi due professionisti per molti anni.
    Le disgrazie di Pallotta e purtroppo anche nostre iniziarono quando il bostoniano pensó di poter fare a meno di Sabatini.
    Comunque, chiunque sia stato a suggerire alla prima cordata americana i due dirigenti, sarebbe il caso che alzasse ora la cornetta e desse qualche suggerimento ai Friedkin.
    A me fa incazzare vedere una proprietà così solida, seria e volenterosa in difficoltà per la presenza di una dirigenza un po’ troppo minimalista e non sempre all’altezza del compito.

    • Sul bilancio dei Friedkin devi mettere anche le scelte che fanno riguardo alla dirigenza tecnica. Seri sì, volenterosi sì, ma forse poco umili…

    • Volevano in verità prendere Rudi Voeller, era lui la prima scelta ma Voeller era sotto contratto con il Bayer Leverkusen ed aveva in passato lasciato il Bayer per la Roma quando lo chiamamo in causa, per poi trattare Voeller in malomodo perché Rudi denoto le problematiche di uno spogliatoio con comportamenti poco professionali e chiedeva alla dirgenza di poterli dare sostegno e man forte per punire alcuni calciatori, ma la società non fece niente e Rudi si dimise. Ritorno in Germania ed il Bayer Leverkusen li offri di nuovo un ruolo e da lì ovviamente un suo senso di gratitudine per il club tedesco con cui lui ha fatto tanto bene, gestioni ottime e occulate, investimenti mirati su giovani di grande talento con pochi soldi ma poi diversi diventati giocatori di grande valore negli anni susseguenti. Lui doveva essere il dirigente su cui i Friedkin volevano puntare tutto.
      Ora lui è libero ed allora se mi dice che serve un dirigente influente a livello internazionale, che sa scovare talenti che poi diventano calciatori con valutazioni superiori ai €40M ed alcuni come Havertz a €100M e Wirtz che viene valutato dal Bayer sui €150M, questo lo ha realizzato tutto Rudi, oltre ad essere sempre rimasto innamorato per davvero della Roma (lui ci ritorna spesso a Roma e come detto ha sposato una romana), ed è stato uno nostro storico grande calciatore.
      Chi meglio di Rudi Voeller allora come Managing Sport Director che è uno dei migliori in Europa?

  9. Per la Sampdoria sarebbe una presidenza enorme se si salvano questo anno molto difficile il prossimo anno poi con Pallotta Baldini e chissà forse anche Sabatini possono arrivare anche in Champions
    È gente che il calcio lo sa fare

    • Diteme che so’ strano, ma a me questo ☝️ me fa’ sganascia’ 😂😂😂 “È gente che il calcio lo sa fare” (da proferire con tono saccente) 😂😂😂

      Francomeno65, invece… ha già detto tutto Giraldi Nico, come meglio non si poteva dire. Tant’è.

  10. Pallotta è una Disgrazia……..carestia, cavallette, sangue, guerra, epidemia, sfiga e Plusvalenze! Auguri! P.S. Ancora aspettiamo i soldi promessi per quel bagno ignobile nella fontana! Vergognati qua qua ra qua!

    • Vero. E pensare che con Ciarrapico e i Sensi eravamo abituati a dominare il mondo. Mannaggia… Meno male che adesso tutto si è sistemato, compriamo campioni a 100 milioni il cartellino e siamo tornati ai nostri livelli. Come ai tempi di Balbo, Fonseca e Cappioli.

  11. certo passare dal viperetta a Pallotta direi che per la Samp sarà un bel passo in avanti conoscendo i personaggi, ma è un problema loro a noi interessa altro. Forza Roma

  12. Sono sempre fantastici gli anti pallotta. Parlano con arroganza di un presidente broccolaro che in 10 anni non ha vinto nulla come se le squadre che in 10 anni ha messo su nulla valessero. E non capiscono che il suo errore invece fu ingaggiare sempre allenatori di secondo o anche terzo livello. Ma le squadre per vincere almeno un paio di Coppa Italia altro che, se le aveva fatte. Parlano con arroganza come se la Roma fosse abituata a chissà quali trionfi, prima del suo arrivo. Gente che affrontava le stagioni con una rosa di tre paia di mutande, prima che venisse Pallotta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome