Pallotta vuole cedere la Roma prima dell’inizio della nuova stagione. Oltre a Friedkin altri due gruppi Usa

32
5806

NEWS AS ROMA – James Pallotta vuole cedere la Roma e spera di farlo entro l’inizio della prossima stagione, racconta l’edizione odierna de “Il Messaggero” (U. Trani). Il bostoniano si sta dedicando in prima persona alla cessione del club e sta parlando con altri investitori americani, almeno un paio. Tenendo sempre uno sguardo verso Oriente.

Indiscrezione confermata anche dalla Gazzetta dello Sport (M. Cecchini) oggi in edicola, che oggi parla di altri due gruppi statunitensi interessati all’acquisto della Roma e che stanno esaminando i dati del club. È ancora presto per gli invii dei documenti dall’Italia, o addirittura per i blitz nella Capitale, ma almeno questo primo esame “virtuale” serve per fare una sorta di scrematura utile ad allontanare i semplici speculatori.

Senza contare che Dan Friedkin non è ancora uscito di scena, anzi. Il texano è ancora in gioco, i rapporti con Pallotta non si sono mai completamente interrotti, e ha il vantaggio di aver già effettuato la due diligence sui conti del club. Ma adesso sa di non essere più il solo a essere attratto dalla Roma.

Forse è ancora troppo presto per sperare che intorno al club giallorosso si scateni un’asta fra magnati, ma abbastanza per credere che Pallotta possa continuare a sperare di spuntare un prezzo migliore dei 575 milioni proposti da Friedkin qualche settimana fa.

Fonti: Il Messaggero / Gazzetta dello Sport

32 Commenti

  1. Ma Pallotta non ha bisogno di cedere. L’ha detto ieri Marcoilpolo che sicuramente è più informato dei giornalisti in quanto lui è un Pallotta boy.

    • E lo ribadisco, anche categoricamente. Di certo, non sarà un “ALDA” di giallorossi.net o un amante dei vini de Il Messaggero a convincermi del contrario.

    • Non ha “bisogno”, semplicemente “vuole”. A noi basta che tolga le tende il prima possibile.

    • Sicuro, perché so spariti step, evangelista, zenone…spariti tutti e so spuntati nuovi nomi😂😂😂

    • Già nomi nuovi ma vecchi deliri…. Forse vogliono stabilire il record mondiale di pollici versi

    • Alda te abbraccio 😀 ahahahahahahahah sei un mito.

      Essi, alla fine questi dipendenti di pallotta li abbiamo smascherati. Insomma, nel prestito da 6 mln garantito dallo stato, c’è pure il compenso di questi.

      Comunque resta il fatto che Pallotta, oltre a non capire una mazza di pallone, non capisce una mazza neanche di affari. Era un broker di successo, ma in america questo significa che sei bravo a dare le sole. E questo è il suo talento: dare le sole.

      Quanto al resto…programmazione, ristrutturazione…ha preso un’azienda con 55 mln di debiti, e l’ha portata ad averne 278.

      I campioni non ci sono, lo stadio non c’è, i titoli manco, ed i debiti sono 278 mln (saranno felici i pallotta boys, che amano collezionare record): oggi solo un laziale potrebbe auspicarsi la permanenza di Pallotta.

  2. “James Pallotta vuole cedere la Roma e spera di farlo entro l’inizio della prossima stagione”.
    Noi non aspettiamo altro…daje James che stavolta ce la fai.

    • Alle sue condizioni si può cedere con la stessa facilità con cui si può cedere Pastore..

      .

  3. Come potete pensare che qualcuno possa fare un aumento di capitale in una società che è un buco nero. Pallotta la deve regalare e deve trovare qualcuno che la prende. Chi la prende pretende che tutte le scomode pendenze vengano sistemate ed è ovvio che tutte le manovre impopolari dovrà farle questa proprietà ed è per questo che Petracchi si è opposto. Vedrete che ci sarà un importante ridimensionamento in termini di stipendi e organici tutti. Solo allora il nuovo acquirente farà il suo ingresso.

    • Beh, se non sbaglio era una delle due opzioni nel 2011: forte ridimensionamento o ballo delle plusvalenze.

      Anzi che per come immaginavo la gestione americana ai suoi albori, troppo bene ci è andata: secondi posti dietro la solita società di ladri e finale di Champions sfumata per una rapina a “mano” armata.

  4. Magari ce caschi a ballò, peccato che nce credo più, perché a te de o schifo che hai fatto non ti frega, anzi hai mosso na valanga de sordi…ma solo pe te.

  5. Quello che interessa a Pallotta conta poco perché arrivati ad un certo punto entrano in gioco il codice civile o peggio quello penale. Quindi ho regolarizza lo stato finanziario della Roma mettendoci i soldi, o la vende, o fallisce e va in tribunale. Poiché drlla Roma sportiva non gli è mai frgato nella per rientrare venderà tutto il cedibile e poi si vedrà, nel mentre la Roma sarà smembrata da questo balordo!

    • c’è poco da smembrare… a parte qualche giocatore (pochi a dire il vero) tutti gli altri non li vogliono neanche in prestito…

  6. Marcoilpolo sei Michele Caruso vero? Un amante dei vini pure dopo averli bevuti tutti fa commenti più sobri e veritieri dei tuoi!

  7. PORTA PORTESE
    Provate a vendere Pau Lopez, Olsen, Peres, Karsdorp, Santon, JJ, Fazio, Ibanez, Mancini, Bianda, N’zonzi, Gonalons, Cristante, Diawara, Perotti, Kluivert, guadagnandoci qualcosa, o alla pari.
    Smalling, Zappacosta, Miki, Kalinic sono prestiti.
    Kolarov e Dzeco sono oltre i limiti d’età, non ci fai un centesimo. Cetin (furbi!) lo hanno già sbolognato su consiglio di Espadrillas Fonseca. restano giusto Florenzi, Pellegrini, Under, Zaniolo. Villar e Perez non li vendi (a rimessa, al massimo). Fuzato non ha visto la porta neanche in cartolina, chi lo prende? Bouah e Calafiori, legamenti a gogo. Riccardi, oggetto misterioso. Pastore! vendiamo Pastore! mamma mia che incubo.
    mi riprendo snocciolando i nomi antipanico come un mantra: Pivotto, De Nadai, Servidei, Tetradze, Fabio Junior, Andrade, Cicinho, Goichoecea, Piris, Dodò… basta la pressione mi sta andando a zero.

  8. Al di là di ciò che ci riferisce questo scribacchino a gettone la questione è assai semplice. James Pallotta e i suoi soci statunitensi hanno già in previsione un ulteriore tranche di aumento di capitale entro la fine dell’anno e ciò accadrà come d’altronde sempre accaduto. Per quanto riguarda l’eventuale cessione della Società per la quale beninteso non c’è alcuna fretta noi ancora non sappiamo se e quando questa avverrà. Di certo però sappiamo che l’esclusiva per la trattativa è ancora ma non credo per molto del Gruppo Friedkin. Come avevo previsto si stanno però agitando sulla scena altri gruppi di investitori internazionali di grosso spessore pronti a fare irruzione nel pacchetto azionario di As Roma e nel business derivante dall’impianto di Tor di Valle .Si tratta insomma di una vicenda da seguire con distaccata serenità e senza alcuna bramosia .Il ns.Club ne trarrà solo vantaggi essendosi dimostrato di essere oggi molto appetito e molto considerato in giro per il mondo . Con buona pace di tutti coloro che continuano a fare le solite e improduttive chiacchiere da Bar dello Sport…

    • anche perchè non so se avete visto cosa sta succedendo in Texas..credo che lì abbiano altre cose a cui pensare…

  9. Dajeee a balloooo….almeno avrai fatto qualcosa di buono nella tua vita !!! Dai….vedo che finalmente ci metti un po’ di buon senso…se sei un perdente…non e’ mica colpa di noi tifosi della maggica roma..
    …sei tu…sei proprio tu che ce l’ hai nel dna la sconfitta a foce’!!
    Quindi molla l’ osso e a non arrivederci mai piu’ !! E grazie di cuore per questi stupendi 10 anni di cefali zucchine e meloni…ma sopratutto grazie per averci fatto vincere ben 10 coppefocene
    Forza romaaaaa foce’!!

  10. Si è poi chi sa compra co tutte le zavorre 👋a ballo’ sbrigate a venne si no manco
    Quei pochi quattrini te becchi😂😂

  11. Falcao… ma Sei sicuro di essere Falcao? se vende tutti i giocatori chi se la compra una scatola vuota? poi tutti…tutti quelli buoni. te la prenderesti una società per centinaia e centinaia di milioni di euro con una rosa ricca solo di invendibili e cari esuberi? Peres, Santon, Olsen, Fazio, JJ, N’zonzi, Gonalons, Perotti e tutta la compagnia. Se vuoi vendere il club devi tenerlo almeno un pò apettibile. altrimenti lo puoi solo regalare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome