PAREDES: “Amo la Roma, darò sempre il massimo. Mourinho? Lo ringrazio, averlo come allenatore è un onore”

12
649

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Leandro Paredes interviene in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Servette di Europa League, in programma giovedì sera allo Stadio Olimpico.

Di seguito tutte le parole del centrocampista argentino sull’impegno che attende la Roma in coppa:

Mourinho ha detto che è innamorato di te quando sei in possesso palla. Cosa sta cambiando dopo la la gara contro il Genoa?
“Prima di tutto ringrazio il mister, ma poi l’ho detto anche dopo Frosinone che abbiamo tanto margine per lavorare perché abbiamo una squadra forte che può fare meglio. Sicuramente tocca alzare il ritmo”

Sei pronto per essere un leader della squadra? 
“Ho trovato una Roma molto cambiata e mi sento felice di essere qui, la mia famiglia è contenta. Mi sento pronto per questa sfida qui. Amo Roma e farò di tutto per dare il mio massimo, ogni giorno, ogni allenamento per vincere qualcosa con questa maglia”

Sei stato il club prestigiosi come PSG e Juve ma non eri al centro della squadra come sei qui. Questo per te sono cose che contano?
“Contano e tantissimo. Penso che quando sono stato qui sono stato bene. Al PSG sono stato benissimo i primi 3 anni, l’anno scorso alla Juve è stato un anno difficile. Quando sono arrivato qui il mister mi ha dato fiducia. Per me è molto importante la sua fiducia e quella dei compagni. Per me e la Roma è un onore avere lui come allenatore”

Che percentuale di condizione hai? 
“Da quando sono arrivato mi sento in grado di poter fare 90′ come nell’ultima partita. Ho parlato col mister e non vuole che domani faccia tanti minuti, io volevo giocare, quindi per me è molto importante continuare a giocare così troverò il mio 100%”

Articolo precedente“ON AIR!” – CIARDI: “Il main sponsor arabo è il dito o la luna?”, PIACENTINI: “Non ho digerito le parole di Mou su Rugani, fossi Ndicka lo denuncerei”, CORSI: “Elsha come Rizzitelli, si vede solo ad aprile-maggio”
Articolo successivoMOURINHO: “Domani non farò troppo turnover, vogliamo vincere. L’Europa League? Il primo obiettivo è superare il turno” (VIDEO)

12 Commenti

  1. Ecco metteteci un pezza..come si dice dalle nostre parti…non poteva affermare altrimenti ,ma poteva anche non affermare

  2. Quando vedo le geometrie elementari che djsegna questo regista,non posso far a meno di paragonarlo a Pizarro che coi suoi movimenti imprevedibili,creava subito superiorità numerica.

    • Tipo fingere un fantomatico infortunio x cacciare un allenatore a lui non gradito x poi tornare fresco come una rosa una volta che l’allenatore suddetto si dimise facendo alla prima partita del nuovo allenatore una prestazione da migliore in campo. Il calciatore non si discute ma è l’uomo e chi fa queste porcate è solo una munnezza

  3. sei simpatico non c’è l’ho con te , ma so 2 anni che hai finito la carriera, l’altr’anno abbiamo visto quanta panchina hai fatto, però il PSG è un amico

    • Lo scorso campionato era inguardabile. Non arrivava nemmeno ad essere la controfigura di se stesso. Quest’anno ci mette impegno e grinta e sta migliorando. È evidente che abbia una voglia di lottare per questa maglia molto maggiore di quella (pochissima) che aveva alla Juve. E ciò è per me importante. Speriamo continui a crescere come condizione atletica.

  4. adesso dire che ha finito la carriera quando e’ stato fresco campione del mondo da poco giocando pure buone partirete e segnando uno dei rigori decisivi in finale mi pare un tantino azzardato .a volte non capisco questa acredine ingiustificata, non sarà un campione ma non mi pare che abbiano giocatori tali lì in mezzo al campo da considerare lui un pippone ..forza Roma !

  5. tanto per cominciare, finalmente ho visto uno che batte i calci d’angolo non a zonzo e la palla te la mette in testa. per i detrattori seriali

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome